Perché la BA.5 è la regina delle varianti del Coronavirus

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

 

Dr. Joseph Mercola – 21/7/2022

 

Come sospettato, il SARS-CoV-2 continua a mutare. Questo era del tutto previsto e prevedibile, poiché la vaccinazione contro qualsiasi virus altamente mutevole, come il coronavirus, spinge il virus ad adattarsi.

Una delle ultime varianti, BA.5 – ora ritenuta la causa di quasi tutte le infezioni da Covid – è a pari merito con il morbillo in termini di infettività e trasmissibilità (1). Questo la rende la più infettiva di tutte le varianti di SARS-CoV-2 (2) e uno dei virus più infettivi conosciuti dall’uomo. Fortunatamente, è anche molto meno letale del ceppo originale di Wuhan. Secondo un rapporto di Deadline del 5 luglio 2022 (3): 

“[La variante] BA.5 è stato identificata per la prima volta in Sudafrica il 26 febbraio. Meno di un mese fa, il 4 giugno, rappresentava solo il 9,6% dei casi negli Stati Uniti, mentre la precedente BA.2.12.1 era al primo posto con il 62%.

Oggi, il CDC [Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie] stima che la sottovariante sia responsabile di circa il 54% dei nuovi casi. Si tratta del doppio di BA.2.12.1, che ora rappresenta il 27% delle infezioni. L’ascesa di BA.5 lascia ben indietro anche la sottovariante sorella BA.4, con il 16%. Si tratta di un’ascesa più rapida di quella di qualsiasi altra variante nel corso della pandemia…

Uno dei motivi per cui la BA.5 è così dominante è che sembra essere più trasmissibile persino della BA.2.12.1… “La sottovariante Omicron BA.5 è la versione peggiore del virus che abbiamo visto”, ha dichiarato Eric Topol, fondatore e direttore dello Scripps Research Translational Institute, professore di medicina molecolare e vicepresidente esecutivo dello Scripps Research, in un post su Substack (4) della scorsa settimana.

Porta la fuga immunitaria, già estesa, a un livello successivo e, in funzione di ciò, aumenta la trasmissibilità, ben oltre Omicron (BA.1) e altre varianti della famiglia Omicron che abbiamo visto”.

In altre parole, BA.5 è molto più abile nell’eludere l’immunità fornita dai vaccini e soprattutto nell’eludere l’immunità conferita da una precedente infezione (5)”.

 

La BA.5 elude le difese precedenti

Anche se avete già avuto la Covid, avete fatto il vaccino e tutti i richiami, e anche se avete un’immunità ibrida (cioè avete avuto sia l’infezione passata che il vaccino Covid), è probabile che prendiate la BA.5, perché sembra particolarmente abile ad aggirare tutte le difese precedenti.

Questa capacità di eludere le difese immunitarie è probabilmente una conseguenza della vaccinazione di massa, in quanto la vaccinazione di una popolazione durante un’epidemia acuta spinge il virus a mutare più rapidamente. L’immagine sottostante, tratta dall’articolo di Topol su Substack (6) illustra la distanza genetica tra la BA.5 e i ceppi precedenti.

Questo scenario era stato previsto già prima dell’inizio della campagna di vaccinazioni di massa, ma nessuno in grado di prendere decisioni ha prestato attenzione alla ragione. Quindi, eccoci qui.

Resta da vedere se  BA.5 causerà un’infezione peggiore o più lieve rispetto a Omicron, che era pari al comune raffreddore. Il problema è che i governi di tutto il mondo hanno fatto un ottimo lavoro nel falsare la raccolta e la comunicazione dei dati, per cui a questo punto è estremamente difficile capire cosa stia realmente accadendo nel mondo reale.

Per esempio, negli Stati Uniti i casi di Covid sono ai “minimi storici”, ha dichiarato alla CNN l’11 luglio 2022 il dottor Michael Mina, epidemiologo e responsabile scientifico della società di teleassistenza eMed (7). Tuttavia, lo stesso giorno, la NPR ha riferito (8) che la BA.5 stava “facendo aumentare i casi e le reinfezioni” negli Stati Uniti. Quindi, di cosa si tratta?

In Europa, invece, si registra un forte aumento sia dei casi che dei ricoveri (9). Tenete presente che i “casi” si riferiscono semplicemente ai test PCR positivi che, nella migliore delle ipotesi, sono inaffidabili in quanto non sono in grado di identificare le infezioni attive, mentre i ricoverati come Covid sono spesso pazienti ricoverati per altre patologie e che per caso risultano positivi al test per la Covid.

L’unico studio sperimentale (10) di cui disponiamo per la BA.5 suggerisce che il virus si replica in modo più efficiente nelle colture di cellule polmonari umane rispetto alla sottovariante Omicron BA.2, e gli esperimenti di infezione sui criceti suggeriscono che potrebbe causare un’infezione più grave rispetto alla BA.2. Detto questo, non ci sono prove che indichino che il BA.5 sia più letale di qualsiasi versione precedente (11).

 

La BA.5 scatena la richiesta di altri richiami

Nonostante la BA.5 fosse un risultato previsto dalla pressione della “vaccinazione” di massa, i governi di tutto il mondo stanno raddoppiando la strategia fallimentare dei richiami. Come riportato dalla rivista Time, l’11 luglio 2022 (12):

“Le autorità di regolamentazione europee stanno sollecitando una seconda dose di richiamo del vaccino Covid-19 per le persone di età superiore ai 60 anni, poiché i casi e i ricoveri sono di nuovo in forte aumento… I tassi settimanali di casi tra le persone di età pari o superiore a 65 anni sono aumentati del 32% in 22 dei 24 Paesi dichiaranti nella settimana conclusasi il 3 luglio rispetto alla settimana precedente…

L’agenzia [europea per i medicinali] ha dichiarato che, al momento, non ci sono prove evidenti a sostegno della somministrazione di un secondo richiamo alle persone sotto i 60 anni che non sono a maggior rischio di malattia grave…

Separatamente, il direttore esecutivo dell’EMA Emer Cooke ha detto che si sta lavorando per una possibile approvazione di vaccini adattati per contrastare le nuove varianti a settembre”.

Due giorni dopo, il 13 luglio 2022, l’amministrazione Biden ha seguito l’esempio, annunciando che tutti gli adulti, compresi quelli sotto i 50 anni, avranno diritto a un secondo richiamo in autunno, per placare le preoccupazioni sul calo dell’immunità. L’annuncio è arrivato appena una settimana dopo che Biden aveva firmato un accordo da 3,2 miliardi di dollari con Pfizer per 105 milioni di dosi destinate alle sottovarianti BA.4 e BA.5 di Omicron (13).

 

La BA.5 potrebbe presto diventare una notizia superata

È interessante notare che, con la stessa rapidità con cui la BA.5 ha conquistato il mondo, è già in procinto di essere sostituita da un altro ceppo con la denominazione BA.2.75. In un secondo articolo dell’11 luglio 2022, Time ha riportato (14):

“Il coronavirus, in rapida evoluzione, ha generato un altro mutante Omicron super contagioso … BA.2.75 … [che] potrebbe essere in grado di diffondersi rapidamente e di aggirare l’immunità dei vaccini e delle infezioni precedenti.

 Non è chiaro se possa causare malattie più gravi rispetto ad altre varianti di Omicron, tra cui la BA.5, nota a livello mondiale… Ad alimentare le preoccupazioni degli esperti c’è un gran numero di mutazioni che separano questa nuova variante dai predecessori di Omicron.

Alcune di queste mutazioni si trovano in aree che riguardano la proteina spike e potrebbero consentire al virus di legarsi alle cellule in modo più efficiente, [direttore della virologia clinica della Mayo Clinic, Matthew] Binnicker.

Un’altra preoccupazione è che le modifiche genetiche possano rendere più facile per il virus eludere gli anticorpi – proteine protettive prodotte dall’organismo in risposta a un vaccino o a un’infezione da una variante precedente”.

 

La reinfezione è il nuovo bastone con cui ci mazzoleranno

Come discusso in “Variante di Omicron e resistenza ai vaccini“, Omicron si è manifestata inizialmente in pazienti “completamente vaccinati“, sollevando il sospetto che fosse la stessa campagna di vaccinazione di massa ad attivare la rapida mutazione del virus.

Un problema che dobbiamo affrontare ora è che questi nuovi ceppi sembrano tutti in grado di superare le difese naturali e artificiali, cioè sia l’immunità naturale che gli anticorpi legati al vaccino COVID, dando luogo a infezioni ripetute (15).

Con questo non voglio dire che siamo di fronte a una reinfezione con un virus pericoloso. Non è questo il caso. Siamo essenzialmente di fronte all’endemia di qualcosa di simile al comune raffreddore, con la differenza che non è più stagionale.

No, il vero problema è che le autorità stanno rispondendo alla Covid come se fosse una peste mortale e stanno usando quelli che sono essenzialmente sintomi di raffreddore per bloccare le economie e privare le persone dei loro diritti e delle loro libertà, ancora e ancora.

“Le varianti più recenti, come BA.5 e BA.2.75, hanno tutte sviluppato modi per aggirare le nostre difese immunitarie, compresa l’immunità naturale, e questa sfortunata circostanza, in gran parte causata dall’uomo, fornisce ora a chi semina terrore nuova carne da macello.”

Il fatto che la reinfezione con il SARS-CoV-2 sia possibile non è una grande sorpresa. Il coronavirus, dopo tutto, è il virus responsabile del comune raffreddore e, nel corso della storia, ci sono state persone che hanno ceduto a più di un episodio di raffreddore in un dato anno.

Ciò che sorprende è che i governi siano disposti a distruggere le economie, l’istruzione dei bambini, la salute mentale e la stessa nozione di democrazia per i sintomi endemici del raffreddore. A meno che non sia gestito da individui clinicamente pazzi e/o ipocondriaci, nessun governo farebbe una cosa del genere.

Supponendo che i leader mondiali siano esenti da tali diagnosi, il fatto che stiano facendo queste cose suggerisce che c’è una ragione completamente diversa dietro le loro azioni. Si dà il caso che la Covid sia l’unica scusa disponibile, quindi non hanno altra scelta che sfruttarla fino in fondo, anche se non ha senso dal punto di vista medico.

 

Quando finirà la paura? Fino a quando smetteremo di subire

Nel gennaio 2022, sembrava che la narrazione della Covid-19 fosse crollata oltre il punto di non ritorno, poiché molti funzionari sanitari e leader mondiali avevano finalmente riconosciuto che i vaccini Covid non potevano porre fine alla pandemia e che dovevamo “imparare a convivere con il virus”. Alcuni hanno persino iniziato a pronunciarsi contro i ripetuti richiami.

Ne ho parlato in “Siamo alla fine della pandemia?“. Uno dei principali fattori che hanno determinato l’inversione di tendenza nella narrazione della pandemia è stata la comparsa della variante Omicron. Pur essendo incredibilmente contagiosa, ha causato solo lievi sintomi di raffreddore nella stragrande maggioranza delle persone, lasciando in eredità una naturale immunità di gregge.

Ahimè, le varianti più recenti, come BA.5 e BA.2.75, hanno sviluppato modi per aggirare le nostre difese immunitarie, compresa l’immunità naturale, e questa circostanza sfortunata e in gran parte causata dall’uomo fornisce ora a chi semina terrore nuova carne da macello.

Quindi, a questo punto, sembra che la pandemia rimarrà una giustificazione chiave per un “Grande Reset” delle norme sociali, della medicina, della finanza, dei trasporti, del cibo e di tutto il resto. A mio avviso, l’unico modo per eliminare una volta per tutte questa giustificazione del “cavallo di Troia” è che la gente del mondo smetta di temere la Covid.

Finché la paura dell’infezione persisterà, sarà usata per controllarci e schiavizzarci. In altre parole, la narrazione della pandemia continuerà a essere usata per fini malvagi finché e a meno che le persone non comincino a temere la tirannia globale più di quanto temano un caso di febbre e raffreddore, e non reagiscano di conseguenza.

 

Link: https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2022/07/21/covid-ba5-variant.aspx?ui=59ed2e7639939da92ff0e3fd8a4becd1e38e467e8312fec7760fac1ab9753aaf&sd=20210422&cid_source=dnl&cid_medium=email&cid_content=art1HL&cid=20220721_HL2&mid=DM1218933&rid=1554559911

 

Scelto e tradotto (IMC) da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
31 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
31
0
È il momento di condividere le tue opinionix