Orticaria, dolori e ingrossamento dei linfonodi tra i pazienti vaccinati da Covid

TRIESTE – Reazioni cutanee tra i vaccinati anti-Covid, l’azienda sanitaria isontina prepara la terapia.

Dal 1 marzo la Clinica dermatologica di Trieste e Gorizia riserverà uno spazio per due visite, dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 9:30 sia a Trieste che a Gorizia, per l’inquadramento dell’iter diagnostico-terapeutico delle sospette reazioni avverse cutanee/sistemiche al vaccino anti COVID-19.

Gli assistiti dovranno essere muniti dell’ impegnativa per “Visita Dermatologica Covid Vax” con codice U (entro 24 ore) tramite la prenotazione CUP. Dopo l’avvio delle prime fasi della campagna vaccinale in Friuli Venezia Giulia, che ha già coinvolto 20.000 persone, il Servizio di Farmacovigilanza ha registrato alcuni casi di reazione cutanea/sistemica nel circa 3-5% della popolazione vaccinata.

Le reazioni cutanee/sistemiche individuate sono eterogenee (rash cutaneo, dolore e gonfiore in sede del vaccino, ingrossamento dei linfonodi, febbre, malessere, brividi simili-influenzali) e si sono verificate in un lasso di tempo che va da 60 ore a 10 giorni dopo la prima o la seconda dose. La maggior parte degli effetti collaterali cutanei e sistemici sono stati lievi, trattabili e si sono risolti entro le 24 ore dopo il vaccino. In pochi casi sono state segnalate reazioni di tipo “allergiche” con la comparsa di orticaria dopo 4-5 giorni dalla prima dose. In questi casi, è stata necessaria una valutazione dermatologica sulla decisione di proseguire con la seconda dose o meno. Sulla base di queste prime osservazioni, è stato deciso di riservare lo spazio per le visite presso la Clinica Dermatologica di Trieste e Gorizia.

Fonte articolo: https://www.ilgazzettino.it/nordest/trieste/orticaria_dolori_ingrossamento_linfonodi_pazienti_vaccinati_da_covid-5783902.html

 

I commenti sono chiusi.