Morto per infarto nel campo: la procura dispone l’autopsia

Lo scrupolo del pm: a maggio al 62enne era stato somministrato AstraZeneca e qualche giorno dopo aveva avuto una lieve trombosi

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

MARCARIA (CESOLE). Sarà eseguita l’autopsia sul corpo di Franco Spagnolo, il 62enne morto lunedì mattina per un malore improvviso mentre lavorava nell’azienda agricola Barbiani di Cesole di Marcaria. Se dagli accertamenti del medico legale il decesso è risultato da attribuire ad un infarto, la procura di Mantova ha deciso di approfondire la questione.

«Per un estremo scrupolo» precisa il pubblico ministero Lucia Lombardo, che conferirà l’incarico a un anatomopatologo dell’istituto di medicina legale di Verona.

L’esame sarà eseguito al Poma, dove la salma di Spagnolo è stata composta. La necessità di approfondire la causa della morte è dettata da una circostanza precisa, riferita dai familiari dell’uomo: in maggio a Franco Spagnolo era stata somministrata la prima dose del vaccino AstraZeneca e pochi giorni dopo aveva avuto una lieve trombosi.

Un episodio che non gli aveva lasciato strascichi, ma la procura intende escludere aldilà di ogni dubbio che ci sia una relazione con il decesso improvviso, anche se, come pare, il quadro clinico non lo confermerebbe.

Spagnolo lunedì poco prima delle undici stava lavorando nel terreno della Barbiani in via Larga, azienda con cui aveva un contratto a tempo determinato per lavori stagionali.

Stava preparando il trattore per dare da mangiare al bestiame quando è stato colto da un improvviso malore e si è accasciato, andando a finire contro la mangiatoia.

Immediato l’allarme ai soccorsi lanciato dai suoi compagni di lavoro che hanno assistito alla scena: in via Larga sono arrivate l’ambulanza e l’auto medica e poco dopo una pattuglia dei carabinieri di Marcaria.

I militari hanno ascoltato i testimoni per accertare i fatti e poi parlato con i familiari per accertare le condizioni fisiche dell’uomo e le eventuali patologie.

Fonte articolo: https://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2021/06/15/news/morto-per-infarto-nel-campo-la-procura-dispone-l-autopsia-1.40393766

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x