Home / ComeDonChisciotte / MISTERIOSA MALATTIA DELLA PELLE CAUSA PRURITO E PERDITA DI FIBRE

MISTERIOSA MALATTIA DELLA PELLE CAUSA PRURITO E PERDITA DI FIBRE

DI CYNTHIA MCFADDEN
ABC News

Immaginate la vostra pelle bruciare e prudere e percepire come se degli insetti stessero camminando sotto o sopra di essa; immaginate di avere un dolore diffuso sul viso e sul corpo; immaginate di avere delle fibre filiformi praticamente fuoriuscire dalla vostra pelle.

Questo è esattamente quanto avviene ai pazienti di una misteriosa malattia chiamata sindrome di Morgellons. Anne Dill è una delle migliaia di pazienti, residenti negli Stati Uniti, che soffre di questi strani sintomi. Qualche volta sembra che vi sia qualcosa che si muove sotto il cuoio capelluto, ci dice, ed ecco scorgere le fibre che fuoriescono dalla pelle. “Sono evidenti questi materiali fibrosi”, dice Dill, “Il tutto è nello strato dermico. È come se si isolassero da soli e compaiono a manciate”. Dill ci dice che era riluttante parlare di questa malattia, in quanto era sicura che in molti avrebbero pensato che fosse malata di mente. “Oh, lo so, perché è proprio questo che andranno dicendo, che non esiste una cosa simile”… conclude Anne Dill.

A seguito, Morbo di Morgellons e scie chimiche: affinità inquietanti;
Sindrome di Morgellons: nuovi elementi
(Straker; Scie Chimiche Blogspot)
Ecco quanto affermano molti medici interpellati sulla sindrome di Morgellons: da quanto si sa, Morgellons non è una malattia riconosciuta, almeno al momento. “Ho visto il colore predominante di alcune di queste fibre. Esse erano di un blu luminescente” dice il Dr. Vincent De Leo, direttore del programma del dipartimento di dermatologia all’ospedale Saint Luke’s Roosevelt Center di New York. “Non c’è nulla nel corpo che sia blu lucente. Di conseguenza deve per forza trattarsi di qualcosa proveniente dall’ambiente. Alcune di esse sono fibre, ma credo siano fibre provenienti dall’ambiente esterno, non di certo dall’interno della pelle”.

Cosa succede alle piaghe aperte?

Il dottor De Leo e molti altri credono che le lesioni siano auto-inflitte, causate dal grattare, in quanto i pazienti, a causa della malattia stessa, subiscono dei disordini psichiatrici, dove credono erroneamente che il loro corpo sia infestato con parassiti. “E allora ecco che iniziano a focalizzare l’attenzione sulle lesioni e tentano di guarirle, normalmente levando le fibre o gli insetti o qualsiasi altra cosa sia”. (Notare la tendenza di questi medici a psichiatrizzare il fenomeno). NDR

Nonostante lo scetticismo attorno al morbo di Morgellons, un ricercatore biochimico, il dottor Randy Wymore, sta studiando la malattia e crede in qualcosa di drammaticamente reale. Ha raccolto molti campioni da diverse vittime ed ha analizzato le fibre al microscopio. Non sembrano essere sostanze note. “Nonostante la ripetizione degli esami, queste fibre non risultano essere assolutamente di cotone, come affermato da alcuni ricercatori. Non sono identificabili come fibre sintetiche conosciute. Sono di origine ignota. Tutt’ora non siamo in grado di rilevarne la composizione e origine”. Sostiene il dottor Randy Wymore del centro salute dell’Università dello Stato di Oklahoma.

Anne Dill ha una propria idea di cosa potrebbe essere la causa della sindrome di Morgellons: “Penso che sia una specie di organismo proveniente da fuori”, dice,”e non penso nemmeno che sia microscopico. Penso sia macropico. E penso che sia cosi semplice da vedere che potrebbe mordervi in faccia, ma ciononostante nessuno ne vuole sapere alcunché”.

Versione originale

Cynthia McFadden
Fonte: http://www.abcnews.go.com
Link Parte 1 : http://www.abcnews.go.com/GMA/Health/story?id=2246987&page=1
Link Parte 2: http://www.abcnews.go.com/GMA/Health/story?id=2246987&page=2
28.07.2006

Versione italiana

Fonte: http://sciechimiche-zret.blogspot.com/
Link

Traduzione a cura di STRAKER

Pubblicato da God

  • avlesbeluskes

    I BASTONCELLI DELLA RETINA DEGLI SCETTICI.

    Probabilmente qualcuno penserà che Straker, Zret, per non parlare di Avles, stiino soltanto a “complottare” per sviare le “sane menti razionali” dalla feconda attività intellettuale che risolverà i problemi del mondo.
    ——–Non sarebbe male, anche se in maniera autolesionista e negativa, almeno comincerebbero a contemplare che nel mondo possa esistere qualcosa che viene etichettato come “complotto” o meglio (se no Eletto dalla Compagnia corre subito qui a farmi la punta alla frase), correggendomi, un governo ombra mondiale (Illuminati) che un pò fuorviantemente viene presentato come “complotto” (Contento, El?).
    ———————Anzi, sapete che vi dico? Ma si! Mi voglio rovinare a fin di bene! Vi annuncio che io sto complottando, ma non aspettatevi che vi dica per conto di chi, troppo facile! Per esercizio cercherete di risolvere il problema: “per chi complotta Avles (e Zret, ecc.)”?
    ———-A parte le ironie, purtroppo queste persone (i “Giustizieri Mascherati dello Scetticismo), che spero veramente non siano i soliti agenti Sisde, Muratori Apprendisti di livello Blu, Coadiutori Temporali della Company of Jesus, e fauna proveniente da simili poco piacevoli pianeti, NON sono imbevute di spirito “razionalista”, ma di spirito “inquisitore”. Non si accorgono degli stereotipi assurdi con cui li hanno educati, e non possono accorgersi perchè sono terrorizzati dal ridicolo che loro stessi usano come arma verso chi non la pensa come la Torah del Cicap, insomma non si accorgono perché loro stessi sono manipolati da un potere Orwelliano, un potere che si basa innanzitutto sulla MANIPOLAZIONE DEL LINGUAGGIO.
    ——————-Come diceva Orwell nel suo 1984? Quel “la verità è menzogna” e concetti simili? Bene, oggi, quando lo spirito inquisitore del Cicap e simili parla di “razionalità”, in realtà intende parlare delle regole occulte stabilite dalla gerarchia degli Illuminati che proibiscono assolutamente di affermare e soprattutto pensare che esista qualcosa oltre a quello che vediamo. E se lo vediamo lo stesso, allora non è quello che pensiamo. “Abbi dubbi” dice qualcuno, ma sempre del tuo cervello, mai del loro (he he heh…). Chiaramente, “credi solo in quello che vedi”, con la doverosa eccezzione degli elettroni e dei campi magnetici (che appunto non vedi) che per necessità di cose gli Illuminati hanno dovuto introdurre come concetto nella società e quindi sono costretti ad ammetterne l’esistenza.
    ————-E ovviamente, sputando nel piatto in cui loro stessi (gli scientisti razionalisti) mangiano, pretendono, paradossalmente, e questo 1) senza verifica 2) nè ripetibilità, 3) senza che nessuno abbia visto o sentito o toccato l’oggetto in questione, pretendono che crediamo a cose che sembrano uscite, queste si! dai cartoni animati, quali: “buchi neri”, “perieli di Mercurio”, Bigghi Banghi vari, “Lenti (a contatto o con stanghetta?) Gravitazionali”, Spazi “Vuoti che si Curvano” quanto le varie Madonne venivano messe in cinta dai vari spiriti santi o divinità rettiliane babilonesi e via discorrendo in un mondo da acido lisergico. Perché almeno uno può vedere o fotografare un Ufo, ma un buco nero? Che appunto non è neanche “illuminato”?….
    —————- Infatti come dicevo, gli stessi scienziati non si capiscono tra loro. Adesso non mi ricordo dov’è esattamente,ma è nel sito di Arkadjus, uno dei massimi esperti di fisica quantistica multidimensionale al mondo che pubblica libri per la “Springer Verlag” (su, cocchi belli, cercate nel web, cercate quella casa editrice, e cercate il suo libro “Quantum Future”,….. penso che la prima pagina non la capisca non solo Pierino ma nemmeno Fraulein Hack e quindi andrebbe benissimo in quanto parlano sempre a vanvera). Arkadijus dicevo, ha fondato il sito Cassiopaea assieme alla moglie, e si da il caso che sostenga in pieno l’esitenza di Ufi (oggetti provenienti dal futuro secondo lui) e – come sua moglie – l’esistenza di entità “interdimensionali” (sarebberoi rettiliani della quarta dimensione bassa di Icke e altri, o i Lux e i Sei Dita di Malanga, che non è Avles). Bene, sul suo stesso sito, un’altro fisico quantistico che collabora con lui, candidamente afferma: “IN FIN DEI CONTI NEMMENO I FISICI SANNO QUELLO DI CUI PARLANDO” (vado a memoria). Se lo dice uno che scrive per la Springer…. Ovviamente i veri buzzurri ignoranti lo sanno benissimo invece ciò(feche) di cui stanno parlando. Ovviamente perchè proprio ignoranti, ed infatti non si dice che “quanto più si sa tanto meno si sa di sapere”? Ma loro invece SANNO che non esistono gli Alieni…. Ad essere ignorante sei tu che dubiti della loro convinzione negativa.
    ———Tutto questo esce e si cristallizza nelle cosiddette perle di “ignoranza” tra-vestite dal linguaggio scientifico degli scettici: “ma come possa esistere una energia che non interferisca con l’universo fisico proprio non si sa!”. Chiaro che il soggetto in questione ha mandato a memeria qualche frasetta di qualche volume di Fisica Talmudica che insegnano alle superiori o alle medie. Come un bravo seminarista gonfia il petto perchè si sente dalla parte del “potere” (che maschera semantica/orwelliana/mente con la magica parolina “ra-zio-na-li-tà — taratatà!”) e alla fine degli esami si sente come un vero Templare alla conquista della Gerusalemme occupata da Infedeli Addotti, Ufologi, Sciochimicisti ecc. Ma il tapino non si rende conto che, mentre pensa di aver assestato una mazzata mortale al “saraceno credulone” affermando che l’energia non può altro che interagire con il mondo fisico in quanto è solo questo con i suoi corpi (e la loro energia potenziale e cinetica e bla e bla e ribla) a darle un senso, la stessa energia che pensa di avere addomesticato o acchiappato come una mosca con il breviario di fisica, gli entra dentro dal foro posteriore, nella forma della contraddizione per cui i corpi (materia) dovrebbero essere nello stesso tempo ANCHE energia, (e lui lo sa!, a dirlo è stato il suo eroe, il Padre Pio della Fisica, Albert Einstein) e le energie, caro signore, interagiscono tra loro ma anche NON interagiscono. Almeno con questo il nostro seminarista di fisica sarà d’accordo, visto che in questo momento sta guardando lo schermo del suo computer facendosi il segno della costante di Plank in segno di scongiuro alla vista di queste blasfeme affermazioni, cioè appunto vede le frequenze luminose del visibile che gli permettono di leggere lo schermo e il suo contenuto blasfemo ed eretico e NON vede tutto il resto delle frequenze infrarosso, ultravioletto, radio, gamma ecc. ecc. e, se vogliamo estendere – secondo la fisica vuotista – lo spettro, non vede nemmeno la forza debole (confronta Conforto, Giuliana), quella forte, e le onde che trasmettono quella gravitazionale ecc.
    ————Vede le scritte perché esistono energie che NON interferiscono con il SUO (stitico) mondo fisico dell’apparenza. Perché gli infrarosso NON interagiscono con i suoi bastoncelli nell’occhio, cioè due (2 – zwei – two – dva – ni -…) forme di energia e cioè i fotoni ultrarossi e le molecole dei suoi bastoncelli NON interagiscono tra di loro. Ovviamente se NON interagiscono per lui non esistono a meno che invece non glielo dica qualche Nuovo Testamento di Fisica, allora li si che ci crede, eccome! Finchè non lo ha trovato scritto su uno di quei libri o qualche serioso sacerdote laico di fisica non glielo ha detto, per lui ed i suoi scettici bastoncelli, gli infrarosso nemmeno esistevano.
    ————“Tutto quel che vedi è tutto ciò che esiste” è il solito slogan di quelli con il tavolino e le tre carte alle stazioni, e delle facoltà.
    ————-SelvA.

  • marzian

    SINDROME DI MORGELLONS: NUOVI ELEMENTI

    DI STRAKER
    Scie Chimiche Blogspot

    Image Hosted by ImageShack.us [imageshack.us]

    Ecco il documento (in formato pdf e tradotto in italiano) sugli ultimi studi ad opera di Clifford Carnicom [www.carnicom.com] [www.carnicom.com], relativo alle analisi al microscopio dei filamenti originati da un paziente affetto da morbo di Morgellons.

    Vogliate scusarci se la sintassi non è perfetta, ma il tempo è tiranno e… Poseidon [www.chemtrails.it] [www.chemtrails.it]ed io, abbiamo fatto il possibile per rendere comprensibile il testo.

    In estrema sintesi… dalle analisi al microscopio effettuate da Clifford Carnicom, sono completamente confutate le teorie che bollavano come “la malattia dei matti”, la sindrome di Morgellons, evidenziando come le fibre che fuoriescono dalle ferite delle povere vittime, sono di natura ignota e non possono assolutamente essere messe a confronto con nulla di conosciuto dalla scienza ufficiale.

    Buona lettura.

    Per i più distratti distratti… il testo in lingua originale è al seguente indirizzo.

    http://www.carnicom.com/morgobs1.htm [www.carnicom.com] [www.carnicom.com]

    Un sentito ringraziamento a Poseidon, per aver segnalato l’articolo di C. Carnicom e per aver tradotto gran parte del testo.

    Straker
    Fonte: http://sciechimiche-zret.blogspot.com/
    Link: http://sciechimiche-zret.blogspot.com/2006/08/sindrome-di-morgellons-nuovi-elementi.html#links
    16.08.2006

  • marzian

    MORBO DI MORGELLONS E SCIE CHIMICHE: AFFINITA’ INQUIETANTI

    DI STRAKER
    Scie Chimiche Blogspot

    Il morbo di Morgellons [www.morgellons.org] [www.morgellons.org] si manifesta negli stati coperti dai voli chimici

    Vi sono diversi elementi che fanno pensare ad un collegamento tra il morbo di Morgellons [sciechimiche-zret.blogspot.com] [sciechimiche-zret.blogspot.com] e le SCIE CHIMICHE. Fondamentalmente, però, ci si può riferire in buona sostanza a tre fattori coagulanti:

    a) La patologia appare nelle aree (sia europee sia statunitensi) interessate dalle operazioni di aerosol. Ne sono immuni i territori non irrorati (vedi paesi europei non ancora aderenti alla N.A.T.O. e quindi non soggetti agli elementi chimici spruzzati).

    b) Le fibre (non organiche) che vengono estratte dalle ferite, oltre ad essere del tutto simili ai filamenti di polimeri [sciechimiche-zret.blogspot.com] [sciechimiche-zret.blogspot.com] presenti in sospensione, reagiscono emettendo luce propria, se sottoposte a luce ultravioletta.

    c) Alcune delle manifestazioni della malattia, sono simili a quelle provocate dalla Pfiesteria piscicida [sciechimiche-zret.blogspot.com] [sciechimiche-zret.blogspot.com] che è un organismo marino appartenente ai dinoflagellati responsabile del fenomeno della marea
    rossa. L’organismo si nutre di sangue: i pesci attaccati da questa protista presentano ferite sanguinolente. L’alga produce delle neurotossine che, inalate, provocano intorpidimento, paralisi, perdita della memoria, coma e morte. In origine, è stato molto difficile identificarla, in quanto si presenta sotto forme molto diverse, tanto da sembrare di volta in volta appartenere a specie differenti.

    Le sostanze nocive rilasciate dagli aerei nell’ambito della funesta operazione scie chimiche, come è ovvio, non solo, prima o poi ricadono al suolo, inquinando il terreno e le falde freatiche, ma precipitano nei mari e negli oceani. Ciò, oltre a causare un aumento abnorme della temperatura dei mari (e quindi la proliferazione di organismi come la Pfiesteria piscicida), non esclude che, oltre a bario, quarzo, alluminio ecc., vengano spruzzate anche componenti biologiche di varia natura, come ammesso a suo tempo dal Ministro della Difesa Britannica [sciechimiche-zret.blogspot.com] [sciechimiche-zret.blogspot.com].

    **Straker**

    Filamanenti polimerici fuoriuscenti dalle ferite dei malati di Morgellons:

    Image Hosted by ImageShack.us [imageshack.us]

    Filamenti in sospensione nell’aria, conseguenti agli aerosol chimici:

    Image Hosted by ImageShack.us [imageshack.us]

    Le fibre delle ferite da Morgellosi, evidenziano una notevole reazione autoflorescente:

    Image Hosted by ImageShack.us [imageshack.us]

    Straker
    Fonte: http://sciechimiche-zret.blogspot.com/
    Link: http://sciechimiche-zret.blogspot.com/2006/08/morbo-di-morgellons-e-scie-chimiche.html
    13.08.2006