Malore improvviso sul palco per l’attrice Lella Costa

L'attrice, in un'intervista rilasciata lo scorso ottobre, sosteneva che il Green Pass rappresentasse uno strumento atto a "salvaguardare la vita di tutti", e come la vaccinazione anti Covid-19 fosse "un dovere morale verso se stessi e verso gli altri a cui non ci si può sottrarre".

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Imprevisto in serata al Teatro Sociale di Brescia per l’improvviso malore accusato in scena dalla celebre attrice Lella Costa, in città per la rappresentazione di «Se non posso ballare… non è la mia rivoluzione».

Dapprima, a quanto si è appreso, ha sospeso lo spettacolo chiedendo dell’acqua, dopo aver perso la battuta. Poi, evidentemente accorgendosi che il malessere non passava, ha preferito interrompere la rappresentazione.

Scelta confermata dopo che l’attrice è stata visitata dal medico di sala. Comprensibile l’apprensione tra gli spettatori presenti in sala per lo spettacolo ispirato ad un testo di Serena Dandini, di cui la stessa Costa ha curato la scrittura scenica assieme a Gabriele Scotti, in cartellone per la stagione del Ctb (al quale fa capo anche la produzione assieme a Carcano Centro d’Arte Contemporanea).

Al momento non si conoscono altri dettagli sulle condizioni dell’artista. Né se saranno confermate o meno le prossime repliche, prevista da domani a domenica compresa, aspetti (di certo secondari rispetto alla situazione di salute dell’attrice) sui quali il Ctb si riserva di fornire domani comunicazione.

NDR – L’attrice, in una intervista rilasciata lo scorso ottobre per Domani Press News, in merito all’obbligo di utilizzo del Green Pass sosteneva:

«Non vorrei urtare la sensibilità di nessuno ma penso che sia azzardato parlare di limitazione di libertà e di tirannia. Si tratta semplicemente di salvaguardare la salute di tutti e di ridarci la possibilità di una vita che abbia una parvenza di normalità. Bisognerebbe chiedere a chi deve fornici la certificazione un accesso di modalità più semplice e accessibile a tutti».

Inoltre, a proposito della vaccinazione anti Covid-19, dichiarava:

“Posso capire le perplessità di chi non si è ancora vaccinato, ma oggi proteggere gli altri è diventato un dovere morale verso se stessi e verso gli altri a cui non ci si può sottrarre”.

Fonte articolo: https://www.eventiavversinews.it/malore-improvviso-sul-palco-per-la-nota-attrice-lella-costa-spettacolo-interrotto/

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix