Luciano Lanzoni morto di covid in Madagascar

Aveva 63 anni, era di Carpi, era un missionario laico dell'Istituto dei Servi della Chiesa di Reggio Emilia

Carpi (Modena), 19 giugno 2021 – E’ morto di covid in Madagacar, dove si prodigava da trent’anni per aiutare gli ultimi: Luciano Lanzoni, 63 anni di Carpi, era consacrato laico all’Istituto dei Servi della Chiesa di Reggio Emilia. Aveva contratto il virus nei giorni scorsi, con insufficienza respiratoria, in un primo momento si pensava che scontasse semplicemente gli effetti collaterali del vaccino, cui si era sottoposto nella capitale dell’Isola, poi le sue condizioni cliniche sono precipitate.

Il funerale ha avuto luogo in Madagascar e là sarà sepolto, nella missione dove abiatava. La Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla ricorderà Luciano Lanzoni nella messa di venerdì 25 giugno alle 21 in Cattedrale, presieduta dal vescovo Massimo Camisasca.

Ho conosciuto Luciano lo scorso anno al rientro per un periodo di riposo dopo aver subito un’aggressione – racconta il vescovo di Carpi, Erio Castellucci -. Inutilmente i suoi superiori gli avevano consigliato di non rientrare così presto. Ma lui era animato da una tale forze e da un desiderio di donarsi fino all’ultimo per gli ultimi a lui affidati che appena possibile rientrò in Madagascar”.

Fonte articolo: https://www.ilrestodelcarlino.it/modena/cronaca/luciano-lanzoni-madagascar-1.6502576

 

I commenti sono chiusi.