3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Truman
Truman(@truman)
Staff CDC
7 Ottobre 2008 10:07

Molto di ciò che viene detto nell’intervista è credibile. Ma non spiega alcuni aspetti epidemiologici del cancro.
Esempio: i militari italiani che vennero inviati nella ex-Jugoslavia in mezzo ai residui di scorie nucleari (eufemisticamente chiamate “uranio impoverito”) in parecchi casi si ammalarono di tumore. Chiaramente (mi sembra) in questo caso i tumori si sono sviluppati in seguito a radiazioni, non per la candida.

Discorso più o meno analogo per i benzinai che a furia di respirare vapori di benzina si ammalano di tumore ai polmoni.
Il radon in alcune abitazioni costruite con tufo di origine vulcanica mi appare paragonabile.

Insomma, a giudicare da alcuni aspetti epidemiologici il cancro può discendere da un insulto all’organismo da parte dell’ambiente e qui cancropoli mi sembra c’entri poco.

meskalito
meskalito
7 Ottobre 2008 15:23

Scusami, ma sembra prorpio che la candida non aspetti altro che agenti tossici o radioattivi debilitino l’organismo per aggredire.

Truman
Truman(@truman)
Staff CDC
8 Ottobre 2008 6:51

@meskalito: probabilmente hai ragione, mi erano rimasti una serie di dubbi leggendo
IL CANCRO NON E’ UNA MALATTIA

e li ho appoggiati qui, in riferimento ad un articolo che fa discorsi analoghi riguardo al business dei farmaci contro il cancro, ma imposta diversamente la genesi del tumore. Eppure confrontando i due articoli ho le idee sempre più confuse.