L’atleta olimpico McSweyn colpito da pericardite dopo la terza dose

Si sente male durante la gara di 5000 metri a Melbourne. Gli esami mostrano una pericardite dopo la terza dose, ricevuta per partecipare ai mondiali indoor la prossima settimana

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Il fondista e mezzofondista australiano Stewart McSweyn non ha concluso la gara dei 5000 metri martedì 8 marzo a Melbourne.

Improvvisamente, a tre giri dal termine, ha avuto problemi respiratori e ha abbandonato la corsa.

Stewart McSweyn ha gareggiato alle Olimpiadi di Tokyo 2020 ed è riuscito a qualificarsi per la finale dei 1500 metri maschili. È arrivato terzo nella sua batteria con un tempo di 3:36.39 e si è qualificato per le semifinali. Qui è arrivato quinto con il tempo di 3:32.54. Questa volta è stato abbastanza buono per lui per qualificarsi per la finale. In finale ha corso 3:31.91, è arrivato solo settimo.

McSweyn si è sottoposto da poco alla terza dose per poter partecipare ai mondiali indoor che si terranno a Belgrado, in Serbia, dal 18 al 20 marzo. Il corridore australiano avrebbe dovuto partecipare alle gare dei 1500 e 5000 metri. Ora, con la diagnosi di pericardite, dovrà rinunciare ai mondiali e ad altre gare.

Il team di McSweyn, dopo il ritiro di martedì scorso, ha subito pensato che l’incidente fosse correlato al covid che aveva contratto a gennaio, ma un ulteriore esame ha rivelato che è stata la recente terza dose a causare il problema.

L’allenatore di McSweyn, Nic Bideau, ha affermato che le circostanze allarmanti attorno a ciò che è successo alla stella dell’atletica australiana debbano essere un avvertimento per tutti gli atleti.

“Quello che i medici mi hanno detto è che non avrebbe dovuto davvero ricevere un richiamo così vicino dopo aver avuto il COVID perché è veramente troppo. A quel punto non serve come vaccino e può fare danni, ed è quello che sembra sia successo.

Ha colpito il suo cuore e ovviamente ha influenzato il suo respiro. Si era vaccinato solo perché stiamo cercando di farlo competere contro i migliori del mondo ed era obbligato”.

McSweyn ha, infatti, ricevuto il booster solo per assicurarsi di poter viaggiare e gareggiare ai campionati mondiali indoor della prossima settimana a Belgrado, in Serbia.

Ovviamente ora è fuori da tutte le competizioni e sarà seguito da un cardiologo per ulteriori test. Bideau ha detto:

“Il primo passo è vedere il suo cardiologo per ulteriori esami del sangue e un ECG che ci dirà di più.

Non correrà per una settimana e probabilmente dovrà prendere dei farmaci. Se tutto andrà bene, dovrebbe tornare ad allenarsi tra 10 giorni”.

I campionati nazionali del prossimo mese a Sydney rimangono nei programmi di McSweyn in attesa di una stima più precisa dei tempi di recupero mentre la sua prima gara internazionale confermata al momento è la Diamond League del 13 maggio a Doha, in Qatar.

Fonte articolo: https://www.eventiavversinews.it/latleta-olimpico-stewart-mcsweyn-si-sente-male-durante-la-gara-di-5000-metri-a-melbourne-gli-esami-mostrano-una-pericardite-dopo-la-terza-dose-ricevuta-per-partecipare-ai-mondiali-indoor-la-prossi/

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x