La vera pandemia globale è la psicosi di massa

 

Dr. J. Mercola – 28 ottobre 2021

 

Si definisce psicosi di massa “un’epidemia di follia” che si verifica quando una “gran parte della società perde il contatto con la realtà e sprofonda nel delirio“. I processi alle streghe del XVI e XVII secolo ne sono un classico esempio. Ora siamo nel mezzo di un’altra psicosi di massa, indotta da un implacabile semina di paura, accoppiata alla soppressione dei dati ed a tattiche intimidatorie di ogni tipo.

Il video di 20 minuti al termine del paragrafo, “Mass Psychosis – How an Entire Population Becomes Mentally Ill,” (Psicosi di massa – Come un’intera popolazione diventa mentalmente malata), creato da After Skool e Academy of Ideas (1), spiega le tattiche usate per seminare e facilitare lo sviluppo della malattia mentale su larga scala.

 

Seminare paura genera follia

Un certo numero di esperti di salute mentale ha espresso preoccupazione per l’evidente semina di panico durante la pandemia di Covid-19, avvertendo che può avere gravi effetti psichiatrici. Per esempio, in un articolo (2) del 22 dicembre 2020 su Evie Magazine, S.G. Cheah ha discusso l’emergere di insanità di massa causata dalla “paura delirante del Covid-19”.

“Anche quando le statistiche indicano il tasso di mortalità estremamente basso tra i bambini e i giovani adulti (con lo 0,002% a 10 anni e 0,01% a 25 anni), i giovani e i sani sono ancora terrorizzati nella morsa della paura irrazionale di fronte al coronavirus”, ha scritto Cheah, aggiungendo (3):

“Invece di affrontare la realtà, la persona delirante preferisce vivere nel suo mondo di finzione. Ma per continuare a fingere la realtà, dovranno fare in modo che anche tutti gli altri intorno a loro fingano di vivere nel loro mondo immaginario.

In parole più semplici, la persona delirante rifiuta la realtà. E in questo rifiuto della realtà, gli altri devono stare al gioco di come loro vedono il mondo, altrimenti il loro mondo non avrà senso per loro. È il motivo per cui la persona delirante si arrabbia quando si trova di fronte a qualcuno che non è conforme alla sua visione del mondo …

È una delle ragioni per cui si vedono così tante persone che approverebbero volentieri la messa a tacere di qualsiasi esperto medico le cui opinioni contraddicono le linee guida dell’OMS o del CDC. ‘Obbedisci alle regole!’ diventa più importante che mettere in discussione se, tanto per cominciare, le regole erano legittime o corrette”.

In un’intervista del dicembre 2020 (qui sotto), il Dr. Mark McDonald, psichiatra ed esperto di medicina legale (4) ha anche dichiarato che “la vera crisi della salute pubblica sta nella paura diffusa che si è trasformata ed evoluta in una forma di psicosi delirante di massa”.

Siamo ormai ben oltre i primi profondi shock di questa crisi, ed è estremamente preoccupante che il numero di pazienti [per problemi di salute mentale] rimanga così alto. ~ Brian Dow, vice direttore generale di Rethink Mental Illness

È arrivato al punto di riferirsi all’esterno della sua casa o del suo ufficio come al “manicomio all’aperto“, dove deve presumere “che ogni persona che incontro sia pazza” a meno che non dimostri il contrario (5).

 

Le segnalazioni di episodi psicotici aumentano in Gran Bretagna

Ora, dopo circa 19 mesi di “vita pandemica” anormale, i dati stanno iniziando a riflettere le paure di McDonald. Per esempio, nel Regno Unito, i ricoveri psichiatrici per primi episodi psicotici sono saliti alle stelle. Come riportato da The Guardian, 17 ottobre 2021 (6):

“I casi di psicosi sono aumentati negli ultimi due anni in Inghilterra, poiché un numero crescente di persone sperimenta allucinazioni e pensieri deliranti in mezzo allo stress della pandemia di Covid-19.

Tra aprile 2019 e aprile 2021 c’è stato un aumento del 29% del numero di persone indirizzate ai servizi di salute mentale per il loro primo episodio sospetto di psicosi, come mostrano i dati NHS (7). L’aumento è continuato per tutta la primavera, con 9.460 prime visite a maggio 2021, in aumento del 26% rispetto ai 7.520 di maggio 2019.

L’ente di beneficenza Rethink Mental Illness sta esortando il governo a investire di più nell’intervento precoce sulle psicosi, al fine di prevenire un ulteriore deterioramento della salute mentale delle persone, che potrebbe per recuperare.

Dice che le statistiche forniscono alcune delle prime prove concrete per indicare i livelli significativi di angoscia vissuti in tutta la popolazione durante la pandemia”.

La psicosi ha un pesante impatto sulla vita di una persona

Il vice direttore generale di Rethink Mental Illness, Brian Dow, ha commentato i risultati (8):

“La psicosi può avere un impatto devastante sulla vita delle persone. Un rapido accesso al trattamento è vitale per prevenire un ulteriore deterioramento della salute mentale delle persone, che potrebbe richiedere anni di recupero. L’impennata del numero di sospetti primi episodi di psicosi è motivo di allarme.

Siamo ormai ben oltre i primi profondi shock di questa crisi, ed è estremamente preoccupante che il numero di prime visite rimanga così alto. Dato poi che queste prime manifestazioni di psicosi si verificano tipicamente nei giovani, questo forte aumento solleva ulteriori preoccupazioni circa le pressioni cui le giovani generazioni sono state sottoposte durante la pandemia.

La pandemia ha avuto un effetto di cambiamento sulla nostra salute mentale e richiede una risposta rivoluzionaria. Un ulteriore finanziamento dedicato per la salute mentale e l’assistenza sociale deve andare ai servizi di prima linea per aiutare a soddisfare la nuova domanda, altrimenti migliaia di persone potrebbero trovarsi a pagare un costo catastrofico”.

Secondo un portavoce del dipartimento britannico della salute e dell’assistenza sociale, l’agenzia espanderà il budget dei servizi di salute mentale del NHS di 2,3 miliardi di sterline (3,1 miliardi di dollari) all’anno entro il 2023/2024. Hanno anche aggiunto 500 milioni di sterline (691 milioni di dollari) al budget del 2021 per fornire servizi alle persone più colpite dalle misure pandemiche (9).

 

Ansia e depressione sono aumentate drammaticamente in tutto il mondo

Un altro studio (10) (11), che esamina i tassi di ansia e depressione in tutto il mondo, ha trovato che entrambe le condizioni sono aumentate drammaticamente nel 2020. I ricercatori stimano che la pandemia di Covid abbia provocato 76 milioni di nuovi casi di ansia e 53 milioni di casi di disturbi depressivi gravi, ben oltre i valori annuali normali, con le donne e gli individui più giovani colpiti in modo sproporzionato. Secondo The Guardian (12):

“… il team stima che nel 2020 ci saranno 246 milioni di casi di disturbi depressivi gravi e 374 milioni di casi di disturbi ansiosi, in tutto il mondo, i primi in aumento del 28% ed i secondi del 26%, rispetto a quanto ci si sarebbe aspettato se la crisi non ci fosse stata.

Circa due terzi di questi casi extra di disturbi depressivi gravi e il 68% dei casi extra di disturbi d’ansia si sono avuti tra le donne, mentre i giovani sono stati colpiti più degli adulti più anziani, con un maggior numero di casi extra tra le persone di età compresa tra 20-24 anni”.

Il noto autore Damian Santomauro Ph.D., dell’Università del Queensland ha detto a The Guardian (13):

“Crediamo che sia perché le donne hanno maggiori probabilità di essere colpite dalle conseguenze sociali ed economiche della pandemia. È più probabile che le donne si assumano ulteriori responsabilità domestiche e di assistenza a causa della chiusura della scuola o dell’indisposizione dei membri della famiglia.

Le donne tendono anche ad avere stipendi più bassi, meno risparmi e un’occupazione meno sicura rispetto agli uomini, ed è quindi più probabile che siano finanziariamente svantaggiate durante la pandemia. I giovani sono stati colpiti dalla chiusura di scuole e strutture per l’istruzione superiore, e da restrizioni più ampie che hanno impedito loro di interagire con i propri simili”.

Anche l’aumento della violenza domestica può essere un fattore che contribuisce a mettere le donne a maggior rischio di problemi mentali, mentre i giovani hanno maggiori probabilità di diventare disoccupati.

 

Aumento massiccio dei problemi di salute mentale nei bambini

I bambini stanno sopportando un carico particolarmente pesante per colpa degli adulti che soccombono a paure irrazionali. Non sorprende quindi che nel Regno Unito, dall’inizio della pandemia, gli episodi relativi alla salute mentale dei bambini siano quasi raddoppiati (14). Secondo le autorità britanniche, nel 2020 è stato diagnosticato un disturbo mentale al 16% dei bambini tra i 5 e i 16 anni, rispetto al 10,8% del 2017 (15).

Come notato in un comunicato stampa del 23 settembre 2021 del Royal College of Psychiatrists (16):

“Diciotto mesi dopo il primo blocco e dopo gli avvertimenti del settore della salute mentale sull’impatto duraturo della pandemia sulla salute mentale, l’analisi del Royal College of Psychiatrists sui dati di NHS Digital ha scoperto che:

  • 190.271 bambini di 0-18 anni sono stati indirizzati ai servizi di salute mentale di bambini e giovani tra aprile e giugno di quest’anno, con un aumento del 134% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (81.170) e del 96% rispetto al 2019 (97.342).
  • 8.552 bambini e giovani sono stati indirizzati per cure di crisi urgenti o di emergenza tra aprile e giugno di quest’anno, con un aumento dell’80% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (4.741) e del 64% rispetto al 2019 (5.219).
  • 340.694 bambini in contatto con i servizi di salute mentale di bambini e giovani alla fine di giugno, in aumento del 25% rispetto allo stesso mese dello scorso anno (272.529) e in aumento del 51% su giugno 2019 (225.480).”

Anche i disturbi alimentari sono più che mai diffusi, e il rapido aumento ha lasciato molti bambini in attesa di mesi per il trattamento – ritardi che potrebbero avere conseguenze pericolose per la vita – poiché le strutture sono al massimo della capacità. Il comunicato stampa cita una madre la cui figlia adolescente è ricaduta nell’anoressia durante la pandemia (17):

“La pandemia è stata devastante per mia figlia e per la nostra famiglia. Soffre di anoressia ed è stata dimessa da un’unità di degenza l’anno scorso, ma l’interruzione della sua normale routine e della socializzazione ha davvero influenzato il suo recupero. Passava molto meno tempo a fare le cose che le piacevano e molto più tempo da sola con i suoi pensieri.

Sfortunatamente, ha avuto una ricaduta, tanto grave da dover essere ricoverata in ospedale e isolata. Dopo 72 giorni in ospedale, senza che fosse disponibile un posto letto specializzato per i disturbi alimentari, l’abbiamo portata a casa dove ho dovuto alimentarla con un tubo per 10 settimane.

Mia figlia aveva urgente bisogno di un aiuto specialistico per questa malattia pericolosa per la vita, ma i servizi sono completamente sommersi perché così tanti giovani hanno bisogno di aiuto. È una situazione terrificante per i pazienti e le famiglie”.

 

La psicosi delirante di massa traumatizza i bambini

In effetti, la diffusa follia che si riscontra negli adulti può avere effetti gravi e duraturi sui bambini mentre crescono. Secondo McDonald (vedi intervista sopra), gli stati mentali dei bambini che ha trattato durante questa pandemia sono molto peggiori di quelli che è abituato a vedere in queste fasce di età. Questo ci dice che il trauma inflitto dalle misure pandemiche è molto grave.

Uno dei peggiori traumi inflitti ai bambini è stata l’idea ridicola che potrebbero uccidere i loro genitori o nonni semplicemente stando loro vicino. Viene anche insegnato loro a sentirsi in colpa per comportamenti che abitualmente sarebbero del tutto normali – per fare solo un esempio: adulti isterici che chiamano “moccioso” un bambino che si rifiuta di indossare una mascherina, quando rifiutare una maschera restrittiva sul viso è perfettamente normale a quell’età.

È estremamente anormale che i bambini crescano pensando di essere un pericolo per le persone intorno a loro, e che tutti quelli che li circondano siano un pericolo per loro. È completamente anormale crescere pensando che maschere, guanti e separazione fisica siano necessari per rimanere vivi.

Gli adulti hanno anche perversamente trasformato la paura irrazionale in una virtù, il che è doppiamente tragico e sbagliato. Indossare una mascherina è diventato un modo per dimostrare che sei una “brava persona”, qualcuno che si preoccupa degli altri, mentre non indossarla ti marca come uno zoticone sconsiderato, se non un potenziale assassino di massa, semplicemente respirando.

Per di più, incoraggiandoci a rimanere nella paura e a permetterle di controllare e condizionare le nostre vite, la paura è diventata così radicata che chiunque dica che dobbiamo essere senza paura e lottare per le nostre libertà viene attaccato come persona stupida e pericolosa.

 

È necessario guarire gli adulti per salvare i bambini

Sono gli adulti che stanno sconsideratamente infliggendo questo trauma emotivo ad un’intera generazione. Come notato da McDonald nella sua intervista, una causa primaria di depressione tra i bambini è sentirsi scollegati dalla famiglia e dagli amici.

Tutti, ma i bambini in particolare, hanno bisogno di contatto faccia a faccia, contatto fisico e intimità emotiva. Abbiamo bisogno di queste cose per sentirci al sicuro con gli altri e con noi stessi. Le interazioni digitali non possono sostituire questi bisogni umani più basilari, e sono intrinsecamente separative.

McDonald cita le statistiche dei CDC statunitensi che mostrano che durante il 2020 c’è stato un aumento del 400% nella depressione degli adolescenti rispetto all’anno precedente, e nel 25% dei casi, hanno contemplato il suicidio. Queste sono statistiche inaudite, dice. Mai prima d’ora così tanti adolescenti hanno preso in considerazione il suicidio.

Secondo McDonald, i genitori e gli adulti in generale sono da biasimare, perché sono loro a spaventare i bambini al punto che non sentono più che la vita è degna di essere vissuta. Questo è il motivo per cui non possiamo trattare solo i bambini. Dobbiamo anche affrontare la psicosi della popolazione adulta che sta causando tutto questo trauma.

 

Il delirio di massa ci sta portando alla schiavitù

Il delirio di massa deve essere affrontato anche perché ci sta portando tutti, sani di mente e pazzi, verso una società priva di tutte le libertà precedenti e le libertà civili, e gli individui corrotti in carica non rinunceranno volontariamente al potere una volta che glielo abbiamo dato.

Chiaramente, la maggior parte dei nostri leader politici sa perfettamente che la Covid-19 non è la piaga mortale che si vuole far credere. Emettono ordini di restare a casa dalle loro case di vacanza nei Caraibi e violano ripetutamente i loro stessi obblighi di mascheramento e di isolamento.

Vanno in bicicletta, passeggiano nel parco, fanno riunioni di famiglia e cenano fuori senza preoccuparsi. Stanno semplicemente al gioco, seguendo la narrazione proveniente da roccaforti tecnocratiche come l’Organizzazione Mondiale della Sanità, perché ne traggono beneficio.

Si potrebbe dire che la classe dirigente soffre di un diverso tipo di psicosi. Come spiegato in “Psicosi di massa – Come un’intera popolazione diventa mentalmente malata”, il totalitarismo inizia effettivamente come psicosi all’interno della classe dirigente, poiché gli individui all’interno di questa classe sono facilmente innamorati dei deliri che aumentano il loro potere. E nessun delirio è più grande dell’illusione di poter e dover controllare e dominare gli altri.

Sia che la mentalità totalitaria prenda la forma del comunismo, del fascismo o della tecnocrazia, un’élite al potere che ha ceduto alle proprie manie di grandezza si accinge a indottrinare le masse nella propria contorta visione del mondo. Tutto ciò che serve per realizzare questa riorganizzazione della società è la manipolazione dei sentimenti collettivi.

Purtroppo, molti cittadini stanno inconsapevolmente favorendo la presa di potere globale che porterà alla nostra schiavitù. La paura ha alimentato l’isteria, che ha portato alla psicosi delirante di massa e al controllo di gruppo in cui i cittadini stessi sostengono e premono per l’eliminazione delle libertà fondamentali.

Non c’è dubbio a questo punto che una società totalitaria è la fine ultima di questa psicosi sociale, a meno che non facciamo qualcosa al riguardo. La verità è che siamo al sicuro ora come non lo siamo mai stati. Non dobbiamo permettere che le nostre libertà ci vengano tolte a causa di paure deliranti. Come notato da Cheah nel suo articolo (18):

“Non è impensabile che il risultato finale sia il controllo totale della società su ogni aspetto della vostra vita. Considerate questo – il punto finale di una persona malata di mente è essere messa in un ambiente controllato (istituzionalizzato come un manicomio) dove tutte le libertà sono limitate. E sembra sempre di più che questo sia il punto finale verso cui si sta dirigendo questa psicosi di massa”.

 

Dobbiamo ripristinare la sanità mentale

Una volta che una società è saldamente nella morsa della psicosi di massa, i totalitari sono liberi di fare l’ultimo, decisivo passo: possono offrire una via d’uscita, un ritorno all’ordine. Il prezzo è la vostra libertà. Dovete cedere il controllo di tutti gli aspetti della vostra vita ai governanti, perché a meno che non sia loro concesso il controllo totale, non saranno in grado di creare l’ordine che tutti desiderano.

Questo ordine, però, è patologico, privo di ogni umanità. Elimina la spontaneità che porta gioia e creatività nella vita, esigendo una stretta conformità e una cieca obbedienza. E nonostante la promessa di sicurezza, una società totalitaria è intrinsecamente paurosa. È costruita sulla paura, ed è anche mantenuta da essa. Quindi, rinunciare alla propria libertà per la sicurezza e un senso di ordine porterà solo ad ancor più di quella paura e ansia che hanno inizialmente permesso ai totalitari di ottenere il controllo.

Sapendo questo, dobbiamo ricordare di abbracciare il coraggio, la verità, l’onestà e la libertà mentre andiamo avanti – non solo nei nostri pensieri e parole ma anche nelle nostre azioni. Le persone non possono pensare logicamente quando sono in uno stato di psicosi delirante, ed è per questo che condividere informazioni, fatti, dati e prove tende ad essere inefficace, tranne nei casi in cui la persona stava agendo sotto pressione da parte dei suoi simili piuttosto che per una convinzione delirante.

In genere, il meglio che si può fare è rimanere fermi e agire in linea con la verità e la realtà oggettiva, proprio come fareste se foste un primo soccorritore di fronte a una vittima di un incidente che sta rispondendo istericamente a quella che sapete essere solo una ferita minore.

In breve, per aiutare a restituire la sanità mentale a un mondo impazzito, devi prima centrare te stesso e vivere in modo tale da fornire ispirazione agli altri per seguire – parlare e agire in modo tale da dimostrare che non hai paura di vivere la vita e tornare alla normalità.

 

Dr. Joseph Mercola

 

Link: https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2021/10/28/mass-psychosis-real-global-pandemic.aspx?ui=59ed2e7639939da92ff0e3fd8a4becd1e38e467e8312fec7760fac1ab9753aaf&sd=20210422&cid_source=dnl&cid_medium=email&cid_content=art1HL&cid=20211028&mid=DM1029208&rid=1306142732  (durata limitata a 48 ore, ma disponibile in Pdf su richiesta al traduttore)

 

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

Notifica di
80 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
R66
R66 (@r66)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 13:23

Il “problema”, se così vogliamo chiamarlo, è sotto gli occhi di tutti, però niente, non c’è verso, non ci si riesce proprio…
Articoli su articoli che tra le righe sottintendono un prima idilliaco.
Tornare alla normalità!
Alla libertà!
Quelle di prima?
Puah!

Innanzitutto la pandemia non ha generato nessuna psicosi, casomai le restrizioni hanno scoperchiato sensazioni ed emozioni latenti.
Moglie e marito “costretti” a relazionarsi tutto il tempo.
Vita locale.
Assenza di accondiscendenza al pub, disco, risto, ape e in tutti gli altri luoghi infernali dove si acquistavano supposte per l’autostima.
Cazzo, le scarpe da 700 euro che le ho prese a fare?
Su Instagram ho solo foto con il pigiama, aiuto!

Tutto l’ambaradan è irrecuperabile con i presenti.
Troppo corrotti, troppo artificiali, troppo dipendenti.
Quindi, auguriamocelo: che pazzia sia! 😉

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da R66
LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
28 Ottobre 2021 15:11

Hai ragione, è solo venuto un po’ più alla luce ciò che in realtà era già evidente da secoli. Almeno per chi vuole vedere e non nascondersi.
E forse non è neanche un male che sia così. Almeno ora le cose sono evidenti e chi si ostina ancora a non vedere è perso per sempre.
La grande verità inconfessabile è che l’uomo, salvo eccezioni, è un fottuto pazzo idiota. E sta andando verso la sua fine. E questo è un bene.

R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
28 Ottobre 2021 15:21

Magari non verso la fine in assoluto, ma, ad incrociar le dita, verso la fine di un qualcosa che non avrebbe dovuto neanche iniziare.
Pensare che il processo possa essere indolore è da ingenui.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da R66
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
28 Ottobre 2021 17:26

“Innanzitutto la pandemia non ha generato nessuna psicosi,…”

Con questa tua frase contraddici tutte le evidenze messe in luce dall’autore, il documentato aumento degli episodi psicotici, delle depressioni e dei pensieri di suicidio degli adolescenti. Anche se nella vecchia normalità viveva un gran numero di individui succubi di modelli di vita alienanti, il peggioramento radicale delle condizioni psichiche è, a mio avviso, innegabile. Si pensi anche solo alla perdita della capacità di pensiero logico e alla conseguente barriera che blocca tutte le informazioni suscettibili di indurre dissonanza.
Eventualmente si può constatare che il “terreno” era già preparato, affinché la paura diffusa e lo scollamento dalla realtà potessero fare presa. Il problema di fondo è che, mentre noi ci permettiamo il lusso di definire i loro comportamenti come psicotici, per loro i pazzi siamo noi. Dobbiamo escogitare al più presto una strategia per mostrare agli altri che la vita come l’intendiamo noi, è più bella. Scateniamo quindi la fantasia, perché la posta in gioco è alta.

Spartan
Spartan (@spartan)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
28 Ottobre 2021 18:25

È la tua ultima occasione, se rinunci non ne avrai altre. Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant’è profonda la tana del bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo.
(Matrix)

R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
28 Ottobre 2021 20:42

Te lo dico con affetto.
La tua o la mia, non sono affatto più belle.
Presupporre un modello “buono” da promuovere a livello globale è la stessa identica cosa che stanno facendo i signorotti in Regia.

Onde evitare di emularli seppur con sfumature diverse, gli altri li devi lasciare andare, soprattutto accettare il fatto che possono e devono decidere come meglio credono.

L’abbindolamento è parte integrante della scelta e non un elemento estraneo da estirpare.
Anche se il metodo dovesse risultare vomitevole.

Inoltre, l’intenzione di far da “mamma” andrebbe ben meditato.
Da una parte potrebbe trattarsi di una sorta di altruismo, come quando si cerca di salvare l’animaletto assurdo dall’estinzione, dall’altra necessità del numero.
Con ciò non intendo indagare sui singoli casi, a me non interessano nessuna delle due.

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da R66
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
28 Ottobre 2021 23:56

Non si tratta né dell’intenzione di far “da mamma” (lungi da me!), né di altruismo, che secondo me non esiste, e neanche della necessità del numero, ma del fatto che, secondo me, l’essere umano ha delle potenzialità innate che possono venire sepolte e vilipese, ma che in momenti particolari possono sprigionarsi, a dispetto di tutti i registi privi di empatia di questo mondo. Mi sbaglio? Il futuro ci darà la risposta.

gix
gix (@gix)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 13:40

Forse è il caso di precisare meglio che non è tanto la pandemia in se che crea la psicosi di massa, quanto piuttosto la propaganda immorale e devastante messa in atto dai media al servizio della narrazione. Se la gente vivesse in un contesto relativamente normale a livello di informazioni e di vita giornaliera, anche con una pericolosa (vera) pandemia in corso, probabilmente non avrebbe più di tanto problemi mentali e di ansia finchè non vedrebbe la gente morire per le strade direttamente accanto a se, anche se avesse notizie dai propri conoscenti. Il problema dell’informazione e della manipolazione delle menti è veramente fondamentale, la creazione della paura e dell’ansia, con susseguenti possibili deliri psicotici, può riguardare chiunque, anche chi pensa di esserne immune, credendo di essere protetto dalle proprie convinzioni e dalla propria presunzione di verità. Basta vedere la TV per un tempo appena oltre il lecito, e i messaggi di terrore, che possono riguardare anche coloro che pensano di sapere che si tratta solo di menzogne, rischiano di colpire duro chiunque. Un esempio? Guardiamo come spostano avanti il traguardo della paura ogni volta che non si raggiunge il numero di vaccinazioni volute, basta dire che aumenta la percentuale… Leggi tutto »

Individualista
Individualista (@individualista)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 13:44

A mio avviso è semplice quanto cinico: bisogna aspettare gli effetti di un genocidio a cui pazzi e pusillanimi hanno deciso di aderire. Se si ha la forza di aspettare stringendo i denti, intuisco che in un decennio circa dovrebbero esserci un numero irrisorio di pazzi che saranno per forza di cose degli emarginati lasciati soli al loro destino.
Poi si potranno raccogliere i frutti; esclusivamente fra sani.
Amen

Spartan
Spartan (@spartan)
Utente CDC
Risposta al commento di  Individualista
28 Ottobre 2021 18:28

Ai sani non sono concessi 10 anni. Qui è questione di settimane. Poi saremo prede da braccare

Giovanni01
Giovanni01 (@giovanni01)
Utente CDC
Risposta al commento di  Individualista
28 Ottobre 2021 19:43

Sarà mica che la sentenza di pazzia venga emessa dalla maggioranza?
….. è loro sono la maggioranza.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  Giovanni01
28 Ottobre 2021 22:47

Infatti l’autore ci ricorda i processi alle streghe del XVI e XVII secolo.

Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 14:11

Qualche volta penso come agirei se vivessi isolato, confidando sui media, e senza i pregiudizi di cui dispongo per la conoscenza che ho accumulato (per quanto perfezionabile possa essere) della società e dei suoi capoccia.

Molte persone vivono una condizione del genere, in un isolamento reale o virtuale, per carattere o per altre ragioni.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da Primadellesabbie
R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
28 Ottobre 2021 14:17

Capisco il discorso ma ai miei occhi non regge.
Ad una persona è sufficiente la prima ora del primo giorno di lavoro per far suscitare lo sdegno che questo folle mondo merita.
Ad una non-persona non basterebbero dieci vite.
Smettiamo di scusare l’inscusabile, ci sta sottraendo un mare di energie.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da R66
Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
28 Ottobre 2021 15:24

Riguardo alla prima ora hai ragione e ci capiamo alla perfezione, ma quelle che tu definisci “non persone” abitano questo pianeta, sono tra noi e sono la maggioranza, quindi cosa proponi? Un eccidio? Una deportazione di massa?

Prendiemocela con chi dirige le danze se ne siamo capaci, che prendersela con le vittime è uno sport inflazionato al quale si dedicano con passione cani e porci, e alcuni sono gelosi della specialità.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da Primadellesabbie
R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
28 Ottobre 2021 15:41

Non me la sto prendendo con nessuno in realtà e non ci sono soluzioni immediate.
Chiunque, persona e non-persona avrà un ruolo nel percorso, ma essendo queste ultime in netta maggioranza al momento, la natura non potrà che essere caotica.
Penso che per motivi legati alla longevità non avrò modo di veder realizzato un assestamento, sarebbe già molto intravedere l’inizio del processo.
Così semplicemente tifo per lo start anziché per lo stop.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da R66
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
28 Ottobre 2021 23:06

Definire qualcuno “non-persona” è il primo passo verso un mondo distopico. Non ti passa mai per la testa che chi resiste alla propaganda ed è capace di pensiero autonomo, è semplicemente più fortunato di altri, grazie al corredo genetico o ad un ambiente ricco di stimoli favorevoli? Chi è più dotato di altri ha davanti a sé due strade: sfruttare i propri talenti per l’ego o metterli a disposizione della comunità. Il singolo può evolversi nell’una o nell’altra direzione, a seconda della sua indole. Non è escluso che nei momenti più difficili, la gente si ravveda. Non c’è niente di scontato.

emilyever
emilyever (@emilyever)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
28 Ottobre 2021 23:55

Pfeffer, france soir ha pubblicato non come un’inchiesta propria, ma raccogliendo dal canale tedesco Landemann medien su you tube, il documento in inglese di un informatico tedesco che chiamano lo Snowden della Germania e vuole restare anonimo, e che ricostruisce tutta la rete dei finanziatori di questo “event”, come chiamarlo? gigantesca macchinazione… Una prima parte del rapporto, che si chiama Netzwerkanalyse-Corona-Komplex è pubblicato come pdf da france soir. Metto il link dell’articolo e del documento. Ne sai qualcosa? ti sembra credibile?
https://clubderklarenworte.de/wp-content/uploads/2021/09/Netzwerkanalyse-Corona-Komplex.pdf

L’articolo è in francese
https://www.francesoir.fr/opinions-tribunes/covid-lallemagne-trouve-son-edward-snowden

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
29 Ottobre 2021 0:09

Conosco il sito “Club der klaren Worte” (club delle parole chiare) gestito da un ottimo giornalista indipendente, ma l’analisi di cui parli, mi è sfuggita. L’unico attivista tedesco che conosco e che ha voluto restare anonimo, è “Real Hero”, il quale ha pubblicato delle analisi statistiche dettagliatissime sui decessi Covid nei diversi paesi ed è intervenuto già due volte presso il Comitato Corona. Mi informo sullo Snowden tedesco, poi ti faccio sapere. Grazie della segnalazione.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
29 Ottobre 2021 1:42

https://youtu.be/iA–zyoA6Mc
(video in tedesco con l’intervista allo Snowden tedesco)

Emily, ho ascoltato l’intervista. Il ricercatore anonimo ha fatto delle indagini minuziose sui flussi di denaro, (si parla di milioni di dollari, euro e sterline), da diverse fondazioni verso individui che hanno rivestito ruoli importanti nel corso della pandemia. A grandi linee sono fatti che già ci immaginavamo, ma l’indagine ha il pregio di mettere tutto nero su bianco in ben 170 pagine. Apprendiamo così di una lettera al presidente Biden, per accelerare sulle vaccinazioni, scritta formalmente da una NGO, in effetti però da un diretto rappresentante della Pfizer. Una fitta rete di amicizie condita da un bel giro di soldi. Non si salva neanche il marito della Merkel, il cui nome compare però solo una volta. Un’ulteriore conferma che la falsa pandemia ha svegliato molta gente. L’autore anonimo infatti ha confessato di non essersi mai interessato di politica, ma che ha capito di dover insorgere, se vuole che la sua figlioletta di tre anni possa avere un futuro di libertà.
A onore del motto: “Se non ti interessi di politica, sarà la politica ad interessarsi di te.”

Bertozzi
Bertozzi (@bertozzi)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
29 Ottobre 2021 0:55

C’è un articolo sul forum con un video con Malaga e altri, te lo consiglio, fa un interessante distinzione fra uomo ed essere umano, molto pertinente a proposito di sto discorso delle persone e non persone.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
29 Ottobre 2021 1:59

Bertozzi, quel video l’ho ascoltato, riascoltato e, malauguratamente, anche commentato, cosa dalla quale mi asterrò in futuro. La distinzione che fa Malanga si riferisce a coloro che hanno un’anima e a quelli che si sono impossessati del potere. Non conoscendo questo studioso, presumo che si tratti di sapere esoterico o esoterico/filosofico, un campo quindi dove non ci si deve preoccupare di dimostrare che una cosa esista o no. Lo si afferma e basta.
Nel mondo reale invece, l’essere umano e la sua dignità sono inscindibili.

R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
29 Ottobre 2021 1:21

Il disprezzo che credo si noti dai termini che uso è verso la condizione e non verso l’essere.
Ovvio che finché si rientra in tale condizione…

E no, non credo in differenze genetiche su quel fronte, ne affibbio meriti o colpe a location (e varie) e assolutamente ne faccio una questione di più o meno fortunato.
Quello che entrambi, nonostante la differenza di termini, giudichiamo “errato”, riesco ad accettarlo come parte del tutto.
Tu ci vedi un qualcosa da cui ravvedersi, io, per quanto mi faccia schifo, una scelta.

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da R66
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
29 Ottobre 2021 10:45

Ci sarebbe da prendere in seria considerazione una condizione simile all’ipnosi, quello che tu chiami “abbindolamento” e che, secondo te, consente ciò nonostante una scelta. La mancata percezione del reale ha colpito amici miei che non rientrano nelle categorie da te descritte, persone intelligentissime… eppure ci sono cascate anche loro. Non ci troviamo davanti a qualcosa di inspiegabile?

R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
29 Ottobre 2021 11:10

Ci provo nonostante i limiti legati al mezzo di comunicazione.
L’intelligenza nel fenomeno influisce meno di zero.
Non si può amare questo mondo senza aver fatto proprie delle viltà.

L’edonismo, l’egoismo e tanti altri sono requisiti imprescindibili per poterlo fare.
A questi siamo soggetti tutti, te, io e quelli che denigro nei modi più “coloriti”.
Nei casi in cui queste proprietà vengono accettate e adorate, anche il mondo lo sarà.

L’abbindolamento, sempre a volerlo chiamare così, sta tutto qui, parte dalla giovinezza prima ancora che dal covid.
Il resto, ossia seguire ciò che il pensiero dominante propone, è ovvia conseguenza della prima mossa, non ipnosi secondaria.

Quindi scelta, pura e semplice: viltà vs. virtù.
La lotta interiore e la faticaccia poi restano costanti, non cessano mai.

Giusto per l’angolo delle curiosità: usando da tempo questo “metro di valutazione”, nessun mio amico intelligente mi ha stupito.
Sapevo già chi e quale via avrebbero scelto riguardo la situazione attuale.

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da R66
sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
28 Ottobre 2021 18:52

La soluzione è semplice e a portata di tutti.
La si conosce da 6000 anni ed è stata ribadita un paio di millenni fa.
ESSERE NEL MONDO SENZA ESSERE DEL MONDO.
Non sembra ,anche a te,di una sconcertante ovvietà?!

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da sbregaverse
Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
28 Ottobre 2021 19:55

Ovvio ma non facile se ti sbarrano la strada e/o ti inseguono con una siringa.

A meno che tu appalti loro la tua esistenza e ti dedichi a pensare che in fondo, a ben vedere, tutto sommato, nonostante le circostanze, sei libero.

Pensiero che, per coincidenza, tende ad allinearsi, se proprio non a coincidere, con una frasetta che da qualche tempo mi capita di leggere qua e là: “non avrai nulla e sarai felice”.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da Primadellesabbie
R66
R66 (@r66)
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
28 Ottobre 2021 20:00

Si tratta di una frase biblica e il significato è abbastanza particolare.
Difficile discuterne senza fare riferimento alle motivazioni per cui è stata detta/scritta.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da R66
Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
Risposta al commento di  R66
28 Ottobre 2021 21:37

Capisco.

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
29 Ottobre 2021 7:42

Ancora più facile: la banalissima risposta.
“La mia FEDE RELIGIOSA non lo consente;volete voi fare di me un MARTIRE,aguzzini?!”

Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
29 Ottobre 2021 12:12

È un’idea, ma non so se funzioni, i martiri sono passati di moda da quando c’è il consumismo, il comunismo e i suicidi islamici, inoltre devi firmare una ampia liberatoria dalle responsabilità per i possibili danni dall’intruglio.

Riesci a immaginarlo un martire che firma la liberatoria al boia e ai suoi datori di lavoro?

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da Primadellesabbie
sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
29 Ottobre 2021 12:33

No, non possono nulla contro una FEDE RELIGIOSA, in Italia,c’è libertà ci culto sancito dalla Costituzione.
Nessuna vaccinazione,nessun green pass,nessuna firma!
Tutte cose che non sono consentite dalla FEDE RELIGIOSA da me praticata.
SONO STATO CHIARO?!

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da sbregaverse
Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
30 Ottobre 2021 11:26

La Costituzione.

Quella traccia di regola per convivere di cui parlano alla facoltà di archeologia?

Racconta, se vuoi, come fai quando per prendere il treno devi esibire il pass (non gridare, leggo ugualmente).

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
30 Ottobre 2021 11:44

Vado in un negozio di modellismo e prendo il treno per il mio nipotino Paolo senza esibire il green.Per quello a misura d’uomo non ci monto sopra da tempi immemorabili.
Sottovoce…sottovoce……voce sempre più fleb…i…….l……….e

Ultimo aggiornamento 28 giorni fa effettuato da sbregaverse
sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
30 Ottobre 2021 11:48

Mi adatto alle circostanze, al momento,non prima.
Sì,dato che nessuno ci legge,ti confesso: sono un dannatissimo,fottutissimo privilegiato.
Sono figlio di Dio e fratello del Nazareno.

Ultimo aggiornamento 28 giorni fa effettuato da sbregaverse
oxalidaceae
oxalidaceae (@oxalidaceae)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
30 Ottobre 2021 12:30

Quale costituzione? Quale libertà di culto?

Se mettono in ginocchio la resistenza e i fuochi che si stanno innescando a fatica ed in ritardo in ogni angolo del pianeta, tutto il mondo ugualmente si piegherà.

Guarda con i tuoi occhi, escono già le prime sentenze che rigettano le richieste di esenzione per motivi religiosi. (Anche in America, fino a ieri 29 ottobre, la religione era graniticamente e costituzionalmente protetta, fino a ieri…)

https://www.supremecourt.gov/opinions/21pdf/21a90_6j37.pdf

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
30 Ottobre 2021 13:07

Accidenti….anche la religione….no dai…..mettono in dubbio la mia Paternità e Fratellanza……..?
Li mortacci loro! (non capiscono pertanto traduco:)
Le zucche di Halloween loro!
Siamo in tema previgiliato.

Ultimo aggiornamento 28 giorni fa effettuato da sbregaverse
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 14:27

Contro la psicosi di massa arriva un messaggio dalla Germania:

https://youtu.be/_AsKaBaQqV0

“Ragazzi italiani, siamo tutti avvocati tedeschi. Siamo tutti con voi. Non mollate mai!”

dallafleidars
dallafleidars (@dallafleidars)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
28 Ottobre 2021 17:22

Sono un uomo di un quintale con le mani come due badili e da noi si dice “paura, soldi e ci aggiungo grin pas, mai avudi”. Questo video come quello del magistrato portoghese tempo fa mi ha commosso.Grazie.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  dallafleidars
28 Ottobre 2021 17:38

Ha commosso anche me, anche per la strana ironia della sorte. Loro, che sono stati i primi in Europa a muoversi e a scendere in piazza, ora devono fare affidamento su di noi, perché siamo noi che dobbiamo fronteggiare l’imposizione più tremenda di tutte, quella che và a toccare il posto di lavoro e la nuda sussistenza.

emilyever
emilyever (@emilyever)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
29 Ottobre 2021 0:03

Anche da tel Aviv la folla in italiano cantava in italiano “la gente come noi non molla mai”, dei portuali triestini. L’aveva ripreso l’attivista Diva in visione tv.

Astronauta
Astronauta (@astronauta)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 14:32

Quando si ricomincera’ a pensare che nelle citta si vive come polli da batteria e come tali si deve esser vaccinati fin dalla la nascita? Chi l ha capito fugge dalle metropoli.
Gli altri non faranno altro che i polli presi da psicosi varie perche non hanno l habitat che richiede la propria natura e lo spazio per consentire una vita naturale.
Non entro nel merito dell illuminato governo italiano che fa decreto-legge per chi vive nelle metropoli come per i paesi di pochi abitanti.
Fare leggi uguali per disuguali dimostra l ottusità imperante.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da Astronauta
fuffolo
fuffolo (@fuffolo)
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
28 Ottobre 2021 18:21

Aumentano i buoni motivi per lasciare le città anche se si fa sempre più difficile (dal carburante, costa tutto di più e poi non si trova niente).

Astronauta
Astronauta (@astronauta)
Utente CDC
Risposta al commento di  fuffolo
28 Ottobre 2021 21:54

Oltretutto nemmeno vender la casa è facile.
Si vede che nessuno piu pensa che è bello stare in citta e non compra casa.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da Astronauta
sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
29 Ottobre 2021 8:00

Il saggio viveva in una capanna in una radura in un bosco.Gli fu chiesto:”Vecchio ,perchè non abiti in città,ci sono tutte le comodità:acqua,luce,gas,il negozio sotto casa,bar caffè cinema,teatri ecceteratri …ecceteratri?”
Il saggio rispose:”Perchè,come te,la città è piena di STRONZI”

halak
halak (@halak)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 14:36

Tra la sanità mentale e la psicosi non c’è un gradino netto, un sicuro punto di discontinuità: le società non sono mai perfettamente sane, possono essere più o meno sane e lo sono sempre state. O pensate che aver paura delle fiamme dell’inferno dopo la morte, come abbiamo fatto per migliaia di anni, sia un comportamento sano? Il problema sta nella misura, nell’equilibrio che si riesce a raggiungere. Quello da cui proveniamo, il mondo ante 2020, con tutti i suoi difetti, era probabilmente uno dei punti di equilibrio migliori mai raggiunti negli ultimi diecimila anni. Di fatto la narrazione pandemica ha portato un tale peggioramento nelle condizioni sociali e una tale distanza tra la situazione percepita e quella reale per di più jn maniera improvvisa, da generare una decisa sterzata verso la psicosi. Non ci si può aspettare nulla di diverso.

LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 15:13

Un ottimo articolo dell’ottima giornalista indipendente Caitlin Johnstone, in tema con l’articolo e tradotto in italiano.
https://www.controinformazione.info/siamo-governati-da-scimmie-con-societa-di-pubbliche-relazioni/

JA
JA (@ja)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 15:14

Certo che la pseudo-pandemia ha dimostrato che viviamo in un mondo di psico-labili.
Da quando questa pagliacciata è iniziata ad oggi non son cambiato di una iota, salvo il fatto di essere due anni più vecchio e più incazzato che mai contro questi sinistri governi abusivi della dittatura sanitaria ed i servi lecca culo di regime.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da JA
sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 16:14

Jamme jamme jamme jamme jà…manipulì manipulà..manipulì manipulà….jamme in coppa jà…..a ffanculì a ffanculà…..
inculì…..inculà……inoculì….inoculà….inoculììì….inoculààààààhhhhhh
Ritornello da ripetere,tutti insieme e giulivi : 69 volte…..ogni volta.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da sbregaverse
oxalidaceae
oxalidaceae (@oxalidaceae)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
28 Ottobre 2021 19:01

Mi accodo al tuo frizzo partenopeo proponendo questo omino. Solo contro tutti. Non so chi sia, ma sicuramente, un grande.

https://t.me/RossellaFidanza/16524

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da oxalidaceae
sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
28 Ottobre 2021 19:30

Va cantata e ballata al ritmo della tarantella:
Funiculì-funiculà,oh perbacco!
Autori Turco/Denza 1880!
Rimaneggiata e storpiata alla bisogna da me medesmo.

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
28 Ottobre 2021 19:39

Proposta: sostituire l’inno di Mameli con questo che meglio rispecchia il gregge italico.

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
28 Ottobre 2021 19:45

Chi libero non è ,succube di qualcuno è.
Ma si può vivere fingendo di non accorgersene,e molti di più, senza fingere.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da sbregaverse
Cachafaz
Cachafaz (@cachafaz)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
28 Ottobre 2021 21:57

Ahahaah…ma e’ BELLISSIMA!.. Provo piccolo ritocchino
Titolo canzone
A ffanculi’ affancula'( il vaccin e il green pa’ )

Jamme jamme jamme jamme ja….manilupi manipula’ manipuli’ manipulaaa’….
jamme in coppa ja a ffanculi’ affancula’…
jamme jamme jamme ad evitar… l’inoculi’ l’inoncula’ l’inoculi’ l’inoncula’…jamme jamme ja a ffanculi’ a ffanculaa’…

Cachafaz
Cachafaz (@cachafaz)
Utente CDC
Risposta al commento di  Cachafaz
28 Ottobre 2021 22:19

Perfezionato
Titolo canzone
A ffanculi’ affancula’

Jamme jamme jamme jamme ja…jamme jamme jamme ja , .manilupi manipula’ manipuli’ manipulaaa’….
jamme in coppa ja a ffanculi’ affancula’…
jamme jamme jamme jamme ja… jamme jamme jamme ad evitar , l’inoculi’ l’inoncula’ l’inoculi’ l’inoncula’…jamme jamme ja a ffanculi’ a ffanculaa’…

0

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Cachafaz
29 Ottobre 2021 11:09

Guarda che è stato concepita come:
LA TARANTA DELLA MANDRIA.
O se ti piace di più degli armenti.

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da sbregaverse
Cachafaz
Cachafaz (@cachafaz)
Utente CDC
Risposta al commento di  sbregaverse
29 Ottobre 2021 20:27

Ah….ok. D’altra parte, il Il brevetto e’ tuo..

sbregaverse
sbregaverse (@sbregaverse)
Utente CDC
Risposta al commento di  Cachafaz
30 Ottobre 2021 13:18

Sì la tua variante si adatterebbe a INNO dei RESISTENTI.

FerroDaStiroMan
FerroDaStiroMan (@ferrodastiroman)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 17:33

A parer mio i cervelli del 99% della popolazione sono completamente andati, assolutamente irrecuperabili. Nella vita di tutti i giorni è quasi impossibile trovare una persona con la quale dialogare, con la quale instaurare un qualsiasi rapporto. Ma questo da ben prima della pandemia eh, questa situazione mi ha solamente dato la prova definitiva di questo fatto. Persone adulte (ed anziane ) per non parlare dei giovani, letteralmente dipendenti da qualsiasi schermo, Facebook in continuazione, sempre, condividi ogni minuto, sbircia, spia, copia quello che fanno gli altri, letteralmente SEMPRE al telefono. Ragazze di una bellezza estetica davvero WOW che fanno balletti demenziali, che pubblicizzano anche i fazzoletti per togliersi il trucco con 200 follower (incassi ZERO ). Like, like, like. Guidare in strada sta diventando sempre più pericoloso, almeno qui da me, gente che guida in mezzo alla carreggiata e ti suonano pure! Di notte abbaglianti perennemente accesi, quando ti arrivano ad un metro li spengono. Pedoni, con marciapiede di 2 metri, che camminano in mezzo alla strada, abbracciati, con carrozzella, cane al guinzaglio di 3 metri. Non parliamo delle rotatorie, delle precedenze. Persone senza un sogno, senza nulla, senza espressioni, come prima le ragazze viaggiavano scollatissime e si tiravano… Leggi tutto »

Giovanni01
Giovanni01 (@giovanni01)
Utente CDC
Risposta al commento di  FerroDaStiroMan
28 Ottobre 2021 19:52

Ottima descrizione del “manicomio a cielo aperto”, anche se direi che i pazzi di oggi sono solo un “aggiornamento” dei pazzi di ieri

FerroDaStiroMan
FerroDaStiroMan (@ferrodastiroman)
Utente CDC
Risposta al commento di  Giovanni01
28 Ottobre 2021 21:11

è una pazzia unica!!
Gente che bacia “in” bocca i cani “vuol solo darti un bacino” per poi attaccare la filippica sui sali minerali…
Gente che mangia con i cani (stesso piatto)
Gente che SPOSA i propri cani……….
Gente che te li spacca proprio sul fatto delle bestie che abbandonano i cani e poi…si va in vacanza a rimini (a rimini dio mio, non ci andrei nemmeno se mi dessero 10k euri al giorno ) e quindi il cane…eh bhe…ma loro sono intelligenti.. lo trovano subito un altro padrone.
Gente che cambia il sesso ai figli di 6 anni…
Ma posso andare avanti per giorni…….

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 17:53

L’articolo non fa che confermare gli sviluppi che i commentatori di ComeDonChisciotte hanno osservato nei 19 mesi passati, aggiungendo i dati di tutti coloro che non hanno retto al clima di paura indotto e hanno dovuto cercare aiuto specialistico. Non avendo potuto controbattere con argomenti razionali, cosa dobbiamo fare per spezzare l’incantesimo che tiene incatenati i più alla narrazione distorta? In pratica, tutto quello che i registi occulti di questo pandemonio non vedono di buon occhio: abbracci, larghi sorrisi, effusioni di gioia…
Se qualcuno ha delle idee, questo è il momento di comunicarle…

Spartan
Spartan (@spartan)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
28 Ottobre 2021 18:39

Spiacente non ho idee per sanare questa situazione. L’ unico shock che li potrebbe svegliare è il terrore della morte. Il sapere che il siero magico invece di salvarli, li ucciderà, è l’unico scossone che li possa rinsavire. Altro non vedo

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da Spartan
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  Spartan
29 Ottobre 2021 0:20

Il terrore della morte li fa sprofondare irrimediabilmente nella psicosi. Mi riferivo a comportamenti dei resistenti che mostrino l’altra faccia della medaglia, che siano tutto il contrario di ansia, paura e cupa preoccupazione, quindi ballare, cantare, ridere, prendersi gioco delle assurde imposizioni, sbeffeggiare il potere abusivo, sorridere agli sconosciuti, assaporare la pienezza dell’attimo presente in modo che traspaia l’amore per la libertà e la gioia di vivere…

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da Pfefferminz
Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
Risposta al commento di  Spartan
29 Ottobre 2021 0:27

Se i medici decidono di curare i malati di influenza, come hanno sempre fatto, tutto il carrozzone si sfascia.

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
28 Ottobre 2021 19:33

E’ il moderno rifiuto negli adulti della morte (quanti, se dovessero macellarsi gli animali, mangerebbero ancora carne?) e non l’accettazione sia la naturale evoluzione della vita a scatenare il terrore psicotico della narrazione ufficiosa ed ufficiale.

Astronauta
Astronauta (@astronauta)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
28 Ottobre 2021 21:50

Si effettivamente….la paura che ha il potere e che ci si ami.
Quindi effusioni abbracci e baci e sorridi come se piovesse!!!

danone
danone (@danone)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 19:30

La vera psicosi di massa degli uomini è quella di essersi dimenticati, appunto in massa, della loro natura animica, la più vera, fino a credersi e viversi solo come dei corpi fisici ambulanti, pieni solo di bisogni, esigenze e arroganti pretese, abbassando l’orizzonte dei loro desideri e dei loro obiettivi solo al banale livello materiale (come i compagni di Ulisse il ricercatore, trasformati in maiali dalla Circe, e quindi non più capaci di alzare gli occhi al cielo ed alle stelle). Non avendo sufficientemente alimentato, nella loro vita, la propria natura animica, essa si è totalmente atrofizzata ormai nei più, ed essendo l’anima il veicolo della coscienza e della conseguente salute ed equilibrio mentale, questi uomini hanno perso completamente il senno e non lo possono più trovare in questa vita, senza più un’anima vivente, non più disponibile dentro di loro. Le società classiste moderne sono il frutto di questa pandemia di atrofismo animico generalizzato, che ha colpito gli uomini prima del covid. Pseudo comunità senz’anima abitate da uomini senz’anima, costruite a loro immagine e somiglianza, aggregazioni senza il nucleo armonizzatore e fortificante di un vero bene comune collettivo, sistema co-immunitario naturale, indispensabile per difendersi dalle aggressioni esterne dei coronavairus elitisti… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da danone
JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
28 Ottobre 2021 19:42

Dimentichi però l’enorme danno fatto dal giudeo-bolscevismo (esterno ed interno come il PCI) durante la guerra fredda, che ancora persiste con gli stessi scarafaggi riciclati, alle nostre società. Forse non è un caso se i paesi dell’est hanno mantenuto ancora ben saldo il timone sociale da cui probabilmente ci verrà, come in passato contro gli otto-mani, la salvezza.

Ultimo aggiornamento 30 giorni fa effettuato da JA
danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
28 Ottobre 2021 21:39

Stai zummando solo su un particolare, tutti gli eo-ismi sono già frutto di ipnosi, e l’ipnosi è quando credi di essere un cane o un pollo, invece di un uomo, a seconda di chi o casa ti ha ipnotizzato.
Bisogna non farsi ipnotizzare.
Che cosa in noi permette di farci ipnotizzare?
o la mancanza di cosa?
Per me i pauci animici o i non animici si fanno ipnotizzare facilmente, e quindi diventano tutto quello che la propaganda dell’epoca, del luogo, della famiglia in cui sono nati, e dei luoghi che hanno frequentato e dell’educazione ricevuta, ha programmato che diventino, senza eccezioni.
Sono gli animici i divergenti che non si fanno ipnotizzare, ne trovi pochi fra loro di integralisti fanatici o di creduloni utili idioti.

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
28 Ottobre 2021 22:03

Ma quel che è peggio, dato chi “non molla mai” se non cambierà tattica buonista perderà la strategia antidittatura, giorno dopo giorno stà riprendendo forza la narrazione terrorista del sinistro governo abusivo per prolungare il lasciapassare verde e lo stato d’emergenza a breve in scadenza.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
29 Ottobre 2021 0:43

Il monopolio della violenza ce l’ha lo Stato, se ci infiliamo in quella strada di nostro ora, per me è peggio.
Non funziona la rivoluzione violenta.

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
29 Ottobre 2021 9:28

Il monopolio della violenza ce l’ha chi non ha paura della morte.
Funziona talmente poco che in Tirolo hanno ottenuto quasi l’indipendenza di fatto se non ancora di nome.
Ma, come contro il virus, le guerre non si vincono con i cacasotto.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
29 Ottobre 2021 11:55

Credo che tu stia facendo un pò confusione Ja.
Il monopolio della forza e quindi della violenza ce l’ha per definizione lo Stato e questo è indiscutibile.
Il non aver paura della morte, se è frutto di incoscienza, porta a durare molto poco, inutile parlarne, se è frutto della consapevolezza, certamente porta tanta forza, serenità e il superamento di tutte le paure, ma non concilia necessariamente con la violenza.
Se definisci chi rifiuta di esercitare la violenza, contro un nemico incommensurabilmente più violento di lui, un cacasotto, ti consiglio di rivedere la definizione.

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
29 Ottobre 2021 13:32

C’è poco da rivedere e ancor meno da confondere. O meglio dovresti rivedere le guerre passate una per tutte i pezzenti vietnamiti contro la super potenza americana che sconfissero (misero in fuga) in modo vergognoso per gli USA.
Per definizione la forza dello stato gli è concessa fino a che il popolo non si solleva come le innumerevoli rivoluzioni o rivolte son lì a testimoniare. Se poi al porto di Trieste uno ci và solo per farsi una doccia gratis e non per difendere la libertà rubata, questo è un’altra storia.
Ma secondo te in guerra non aver paura della morte con cosa si concilia?

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
29 Ottobre 2021 14:25

Dovrei andare in guerra per essere certo che la mia risposta sia vera, non giusta, e spero di non poterlo mai sapere.
Lo Stato ha la forza fino a quando controlla esercito e forze dell’ordine, o la maggior parte di esse, se il popolo si ribella in massa è possibile e auspicabile che anche parte dell’esercito e dei servizi d’ordine e d’intelligence, si schierino col popolo, in caso contrario, il popolo non va da nessuna parte.
A meno che non ci sia un intervento esterno di un altro potere che può interferire.

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da danone
Rnamessaggero
Rnamessaggero (@rnamessaggero)
Utente CDC
28 Ottobre 2021 19:31

Gli spettrali tramano e gli psichiatri ordiscono. La psichiatria, se leggesse i post sopra, darebbe un giudizio negativo per ognuno, direbbe che ogni individuo in questo contesto soffre di disturbi psichici, me compreso ovvio. La psichiatria sta massacrando individui sani, è sufficiente non avere un lavoro per essere presi e rinchiusi, gli psichiatri devono vendere medicinali e dare la colpa agli individui per salvare il sistema. Lo fanno da anni, persino Salvini se ne era accorto, poi ha abbandonato il tema. Quindi, se qui su cdc, parlano gli psichiatri riguardo ai problemi sociali, da qui in poi sono tutti beep beep beep per via che beep beep beep: ‘sta benedetta censura…

Bertozzi
Bertozzi (@bertozzi)
Utente CDC
29 Ottobre 2021 1:16

L’individuo sano non cercherà mai di imporre a nessuno il suo modo di vivere, ma egli guarirà e aiuterà se gli si chiederà aiuto e se sarà in grado di darlo. In nessun caso un individuo sano decreterà che tutti gli uomini ” devono essere sani”.
Qui il resto. Scritto da Reich quasi un secolo fa. Sono due paginette leggetelo e ditemi se non sta parlando dell’oggi.

https://www.riflessioni.it/testi/peste_emozionale_2.htm

Ottimo articolo questo, comunque, in particolare quando mette l’accento sul biasimo che si meritano i genitori. Chi invece continua, anche qui, a incolpare i giovani-che son sempre sul telefonino- dimostra di non aver capito nulla di chi è vittima e chi carnefice, oggi più che mai, ma non c’è da stupirsi.

LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
29 Ottobre 2021 8:59

Un grande W. Reich. Leggetelo tutto, è uno dei pochi che avevano colto la radice dei problemi dell’uomo.
Per questo lo hanno fatto fuori.

LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
29 Ottobre 2021 14:41

A chi interessa approfondire la vita di W. Reich e le sue idee può leggersi il romanzo “The orgone experiment” di J. P. Befumo che tratta della sua vita messa in forma romanzata. Un’idea niente male. Si legge come un romanzo, dagli albori dei rapporti con Freud fino ai tradimenti che lo portarono in prigione e poi alla morte.
Purtroppo solo in inglese ma si trova facilmente 🙂

80
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x