La vaccinazione obbligatoria è una follia: parla un medico americano

La vaccinazione obbligatoria mette la salute pubblica nelle mani di criminali riconosciuti dell’industria farmaceutica, attribuendo al contempo la responsabilità finanziaria e personale ai contribuenti”, ha dichiarato il dottor Leland Stillman durante il recente vertice “Truth Over Fear”.

 

12 novembre 2020 (LifeSiteNews) – Un vaccino obbligatorio per il Covid-19 è “pura follia” alla luce delle prove inconfutabili sul modo in cui agiscono i vaccini e dei precedenti penali dei giganti farmaceutici che li sviluppano, secondo il Dr. Leland Stillman.

Nessun vaccino è efficace, tutti comportano rischi, comprese morte e disabilità. “La stragrande maggioranza dei pazienti che sviluppano una qualsiasi malattia virale ha un decorso lieve e limitato”, mentre “solo una minoranza viene colpita da una grave disabilità o morte”, ha detto il trentaduenne medico americano anni durante un recente summit virtuale sulla pandemia.

Inoltre, i produttori di vaccini non hanno alcuna responsabilità relativamente ai propri prodotti, le aziende farmaceutiche “sono regolarmente condannate con l’accusa di aver ingannato il pubblico e di aver abusato della sua fiducia” e l’industria dei vaccini è “piena” di conflitti di interesse con il governo, ha detto Stillman.

In effetti, l’ultima “traccia di …decenza” nella “controversia sul vaccino” è che gli americani hanno ancora il diritto di dire: “Sono moralmente contrario a ciò. Non lo accetto”, ha affermato durante il Truth Over Fear Summit organizzato dallo scrittore cattolico californiano Patrick Coffin.

“La vaccinazione obbligatoria mette la salute pubblica nelle mani dei criminali dell’industria farmaceutica ha sottolineato Stillman. “Questo per non parlare del denaro che viene speso dai contribuenti per la ricerca sui vaccini”.

È stato il diffuso “discorso sulla vaccinazione forzata” che ha spinto Stillman a rendere pubblica la sua opposizione a settembre, ha detto a Coffin in un Q&A online.

“Più approfondisco le vicende, per esempio, dei contagi virali, in particolare di quelli come questo, meno trovo l’idea di un vaccino allettante, per non parlare della vaccinazione forzata”, ha detto.

Come per qualsiasi altra cosa, le vaccinazioni comportano sia “rischi che benefici”, ha dichiarato Stillman, un laureato della University of Virginia School of Medicine che ha lavorato in sei stati e 12 ospedali.

In quanto “persone libere, indipendenti e dotate di diritti, diritti inalienabili, dovremmo avere la possibilità di prendere decisioni su quali trattamenti riteniamo ne valga la pena”, ha detto a Coffin.

“Non credo che sia buona pratica medica costringere le persone a fare qualcosa. Questa è la mia posizione”.

Stillman, che non rifiuta categoricamente tutte le vaccinazioni, ha sottolineato in una presentazione di 12 minuti intitolata “La vaccinazione obbligatoria è una follia”.

 

“Per la cronaca, sono completamente aggiornato su tutti i miei vaccini. Ho prescritto innumerevoli vaccini nella mia carriera, in buona fede”, ha detto.

Ha anche sottolineato che, sebbene abbia presentato fatti che “chiunque può confermare” da fonti governative e tradizionali, sarà comunque etichettato come “teorico della cospirazione” per le sue opinioni.

“La propaganda” che ha dipinto le persone come “no-vax” o “pro-vax” è stata “molto accurata” e ciò ha rappresentato un “terribile disservizio, io penso, soprattutto per le implicazioni che ha comportato”, ha detto a Coffin.

Stillman ha rimproverato il governo americano e le aziende farmaceutiche per aver causato e approfittato della cattiva salute degli americani, che secondo lui sono sempre più malnutriti (e quindi a maggior rischio di malattie infettive) a causa delle “cattive politiche alimentari” che sia i repubblicani che i democratici sostengono e perpetuano.

La malnutrizione è generalmente trascurata nella diagnosi perché “più le persone sono malate, più soldi fa il sistema”, ha affermato Stillman.

“Ci dicono poi che la soluzione alle malattie che sono il risultato prevedibile del consumo di tutto questo cibo tossico, è di essere vaccinati e di assumere una serie infinita di farmaci”.

I “conflitti d’interesse qui sono molto frequenti tra il governo e l’industria, anche quando non sono evidenti”, ha detto a Coffin.

“Le persone che lavorano nell’industria vanno a lavorare… per il governo, poi dal governo passano agli enti di controllo e infine tornano a lavorare per l’industria privata”, ha detto.

Gli americani “hanno finanziato la ricerca, la scoperta e lo sviluppo di questi vaccini per non so quanti miliardi di dollari” e ora “ci stiamo impegnando ad acquistare centinaia di migliaia di dosi di un prodotto che non è ancora sugli scaffali”. “Non è stato ancora approvato”.

E “il consumatore americano viene compensato per i soldi che ha speso per il suo sviluppo?” si è chiesto.

“Voglio dire, la Pfizer, Eli Lilly o l’amministratore delegato di AstraZeneca venderanno la propria casa estiva per pagare il ristorante di Joe Schmo che è fallito? Non credo proprio”, ha detto Stillman.

“Mi fa solo venire la nausea guardare queste élite delle due coste… lasciar soffrire la popolazione media del paese e poi dire, sai, è meglio che tu ti vaccini “.

Nel frattempo, il gigante farmaceutico americano Pfizer ha annunciato questa settimana che il suo vaccino contro il coronavirus è “efficace al 90 per cento nella prevenzione del COVID-19”.

La Food and Drug Administration dovrebbe pubblicare “l’autorizzazione d’emergenza” del vaccino ” entro poche settimane”, ha riferito martedì Business Insider. Il vaccino va somministrato in due dosi a tre settimane di distanza l’una dall’altra.

Ticketmaster ha poi annunciato di “lavorare su una procedura per la sicurezza degli spettatori dopo la pandemia, utilizzando gli smart phone per verificarne lo stato di vaccinazione o se sono risultati negativi al coronavirus nell’ arco di 24 – 72 ore”, ha riferito mercoledì Billboard.

Inoltre, la proposta di Sir John Bell, un professore di Oxford e membro della UK Vaccine Taskforce, prevede, se e quando un vaccino sarà approvato, l’emissione da parte del governo di una sorta di “carta di circolazione” valida tre mesi per le persone vaccinate per “poter operare normalmente”, ha riferito martedì il Mirror.

Stillman l’aveva già dichiarato a Coffin, sottolineando che le autorità non avrebbero inviato agenti “a sfondare le porte” per somministrare forzatamente il vaccino qualora fosse stato approvato.

Invece, come è stato suggerito dalle “principali riviste mediche”, le autorità garantiranno il rispetto della legge ricorrendo a “ciò che è effettivamente una guerra economica, emarginando gradualmente le persone dalla società fino a quando il prezzo da pagare per evitare il vaccino sarà troppo elevato”, ha detto.

“Renderanno più difficile viaggiare”. Renderanno più difficile svolgere certi lavori”. Renderanno più difficile gestire la propria attività. Tasse più alte”, ha detto Stillman.

“Non so come andrà a finire, ma è così che faranno, e lo intensificheranno fino a quando la minoranza che… si aggrapperà ai propri diritti e si attaccherà alle proprie armi, per modo di dire, sarà molto piccola”, ha detto.

“E poi potranno dire, fondamentalmente, che non si potrà più scegliere. Le scelte le faranno loro per voi”.

In questa eventualità, ci saranno medici che “in pratica metteranno a rischio la propria carriera, le proprie qualifiche e reputazioni e quant’altro… per rifiutarsi di fare quello che il governo dice”, ha detto Stillman.

Ma quanti lo faranno “in ultima analisi dipenderà” dalla scelta che gli americani faranno alle elezioni, ha aggiunto.

Stillman è stato uno dei 25 relatori, tra medici, avvocati, accademici, psichiatri, psicologi, giornalisti, provenienti da sette paesi che hanno partecipato al summit del 30/31 ottobre che ha richiamato circa 7.000 partecipanti, ha detto Coffin a LifeSiteNews.

“Il forte desiderio di conoscere tutta la verità su questo confinamento draconiano e avvenimenti collegati è palpabile”, ha detto, aggiungendo che probabilmente ospiterà un altro summit nel 2021.

” Tutto questo non passerà in fretta. Gli oligarchi non nascondono il proprio obiettivo di spremere il limone di questa pseudo-crisi finché le masse rimarranno obbedienti e spaventate. Da qui il titolo “Truth over fear”  (La verità oltre la paura).

Per maggiori informazioni sul Truth Over Fear Summit, visitare il sito: www.restoretheculture.com

 

Link: https://www.lifesitenews.com/news/mandatory-vaccination-is-madness-american-doctor

 

Scelto e tradotto da Cinthia Nardelli e Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte