Home / Attualità / LA RUSSIA INCENDIATA DAGLI USA ?

LA RUSSIA INCENDIATA DAGLI USA ?

DI PEPE “HELLFIRE” RAMONE
quintoelemento.controradio.org

International Affairs è un organo del Ministero degli Esteri russo e una fonte assolutamente autorevole per quanto riguarda diplomazia e politica estera. Garanti e lettori della rivista sono i massimi livelli delle politica, della finanza e della ricerca accademica. Bene, vedere che, a questo livello, ciò di cui noi discutevamo inascoltati (armi climatiche, geo-ingegneria, terremoti ‘generati’, H.A.A.R.P.) è dato come probabile, e con possibili legami con la tragica situazione russa di questi giorni (siccità, incendi..), non ci fa contenti, ma conferma drammaticamente le nostre ipotesi…

Il 30 luglio l’argomento è così riportato da RIA Novosti (notissima agenzia russa le cui principali fonti di informazione diretta sono la Presidenza della Federazione Russa, il governo russo, il Consiglio federale, la Duma di Stato). Nell’articolo si legano gli sconvolgenti incendi di questi giorni con il famigerato programma HAARP, eccone una traduzione:

A seguito,“Incendi russi: quali cause umane ?” (Pino Cabras, megachipdue.info);

Dunque, questo è l’articolo, uscito il 27/07/10 su INTERNATIONAL AFFAIRS, un organo del Ministero degli Esteri russo): Climate Weapons: More Than Just a Conspiracy Theory?

La Russia si secca: c’è l’arma del clima degli Stati Uniti in gioco ?

 

MOSCA , 30 Luglio ( Areschew Andrej per RIA Novosti ). A causa dell’enorme caldo nelle regioni centrali della Russia, l’economia deve fare i conti con enormi perdite.

Sono state già distrutte circa il 20 per cento delle superfici coltivate che può portare nell’inverno un aumento dei prezzi. Mosca è avvolta dal fumo nero causato dagli incendi infuriati della torba. Le prognosi degli esperti danno poca consolazione: la siccità, uragani e inondazioni saranno sempre più frequenti e più estremi. Il capo del programma “clima ed economia d’energia” della Fondazione WWF, Alexej Kokorin ha constatato che “questa tendenza (siccità) non è una coincidenza e che si ripeterà”.
La dichiarazione del rappresentante del WWF indica in quale direzione si svilupperà il clima. Tuttavia non si tratta del “riscaldamento globale” che è già da tempo oggetto di numerose discussioni scientifiche (e pseudo-scientifiche). La teoria del “riscaldamento globale” come processo naturale deve prima essere ancora dimostrato, ma l’attuale insolito caldo (che inoltre è scoppiato solo in Russia e nei parecchi territori nelle vicinanze) non potrebbe avere solo cause naturali e scientifiche.
Il problema della regolazione del tempo (come una forma di ordinamento sociale) lo aveva già lanciato Zbigniew Brzezinski negli anni ’70 nel suo libro “Between Two Ages” (“Tra due epoche”). Certamente il classico della geopolitica americana doveva preoccuparsi sulla probabilità del come potranno essere influenzati non solo i sistemi sociali ma anche quelli geopolitici mediante il clima. Anche altri esperti hanno già ripreso questo argomento; anche se le informazioni sullo sviluppo e la sperimentazione delle armi climatiche probabilmente non verranno mai pubblicate.

Il professore di economia dell’Università di Ottawa (Canada), Michel Chossudovsky ha scritto nel 2000 che un parziale cambio del clima potrebbe essere il risultato dell’applicazione di una nuova generazione di “armi non letali”. Gli americani cercano da anni possibilità per controllare il clima nelle varie regioni del mondo. Una tale tecnologia è sviluppata nell’ambito del cosiddetto “High-frequency Active Aural Research Program” (HAARP) e può causare fenomeni come la siccità, uragani, terremoti o alluvioni. Dal punto di vista militare l’HAARP è un’arma di distruzione di massa, uno strumento di destabilizzazione dei sistemi agricoli ed ecologici in questa o quella regione. La base tecnica di questo programma è un sistema elettromagnetico composto da 360 trasmettitori radio e 180 antenne, ciascuna alta 22 metri, che è destinato per lo studio dei processi nella ionosfera. La stazione che manda 3.600 chilowatt nel cielo è l’impianto più potente del mondo per avere influenza sulla ionosfera della Terra. Il programma lanciato nel 1990, è finanziato dall’amministrazione per la Ricerca Marina (Office of Naval Research) ed il Laboratorio di Ricerca della U. S. Air Force. Inoltre, numerose importanti università ne fanno parte.

Tutto questo alimenta il terreno per voci e speculazioni. Si potrebbe naturalmente anche deridere il presidente venezuelano Hugo Chavez che appunto ha dato la responsabilità all’Haarp per il terremoto di Haiti a Gennaio , ma simili ipotesi sono state espresse anche dopo il terremoto nella provincia cinese del Sichuan nell’anno 2008. In aggiunta, diversi fattori dimostrano altrettanto che il programma degli Stati Uniti sui cambiamenti climatici è sistematico in diversi paesi e riguarda persino parzialmente lo spazio.
Così ad esempio, il 22 Aprile 2010 è stato lanciato in orbita l’apparecchio spaziale americano senza equipaggio X-37B , che secondo le fonti aveva a bordo le nuove armi laser. Secondo il New York Times queste informazioni sono state smentite con veemenza da parte del Pentagono, i loro esperti tuttavia hanno riconosciuto che questo apparecchio in realtà è dedicato per sostenere le operazioni militari e per la risoluzione di “compiti affiancati”. L’X-37B è stato costruito già nel 1999 nell’ambito di un programma della NASA. Dal 2006 l’U.S. Air Force si occupa di questo programma, per cui il suo bilancio e le sue finalità sono strettamente confidenziali.
Tanto negli USA quanto in altri paesi si richiede ripetutamente di pubblicare le informazioni su questo esperimento in Alaska. In Russia invece tali richieste non sono divenute veramente mai note. Tuttavia sembra che il cambiamento climatico come strumento politico non sia un mito. Con questo in un prossimo futuro potranno essere confrontati la Russia e tutto il mondo di principio con una nuova minaccia. Le armi del clima sembrano essere state sviluppate così tanto per innescare siccità, distruggere i raccolti e attivare “fenomeni anomali”.

Il dr. Andrej Areschew è un esperto vicepresidente della Fondazione per la Cultura Strategica

Anche il timido (e sempre più appiattito sulla propaganda imperiale americana) TG3 delle ore 19.00 di ieri, parlando della tragica situazione russa conclude con le seguenti parole: “c’è chi, tra i nostalgici del passato … adombra lo spettro di sofisticate armi climatiche dei ‘soliti’ americani” (potete riguardare il servizio QUI)

Infine….sappiamo anche benissimo che tra chi è convinto della effettiva esistenza e pericolosità di questi dispositivi si sospetta un ‘gioco delle parti’ tra Russi e Americani probabilmente entrambi in possesso di tali tecnologie. Noi non ci addentriamo in questi territori ‘scoscesi’, a noi basta sapere che non siamo un manipolo di psicopatici, ma che di questi argomenti se ne discute ai massimi livelli di ufficialità.
E non è cosa da nulla…..

Pepe “Hellfire” “Ramone
Fonte: http://quintoelemento.controradio.org
Link: http://quintoelemento.controradio.org/index.php?blog=7&title=armi_climatiche_per_il_governo_russo_son&more=1&c=1&tb=1&pb=1
7.08.2010

Pubblicato da Davide

  • Tao

    INCENDI RUSSI: QUALI CAUSE UMANE ?

    DI PINO CABRAS
    megachipdue.info

    8 agosto 2010. Mentre Mosca è paralizzata da quasi un mese di canicola e ora da una densa coltre tossica, sospinta dai tanti smisurati incendi, colpisce leggere quanto ha scritto Andrej Arešev, un politologo di «International Affairs», la rivista pubblicata da quella parte dell’establishment russo più istituzionalmente legata alla politica internazionale. Arešev sospetta che la gigantesca anomalia che oggi sta colpendo l’immenso e disomogeneo territorio da Kalingrad alla Kamčatka sia l’effetto di una qualche arma climatica di nuovo tipo.

    È lo stesso tipo di armi evocate dal generale Fabio Mini in un articolo di qualche anno fa (vedi: La guerra ambientale c’è già [en.interaffairs.ru]).

    L’analisi è solo un tassello della complessa riflessione che ci dovrà imporre questa sconcertante catastrofe, che per le sue dimensioni si presta subito a diverse letture.

    In un’intervista su «Le Monde», ad esempio, Marie-Hélène Mandrillon, una storica e specialista dell’ambiente russo, nonché ingegnere del CNRS (la più grande e prominente organizzazione di ricerca pubblica in Francia), non fa sconti a Vladimir Putin: per lei il disastro ha sì cause umane, ma per via dello smantellamento dell’efficiente corpo degli agenti forestali ereditato dall’era sovietica.

    «Con l’implosione del regime e la crisi economica che è seguita, il mezzo trovato per assicurare il loro sostentamento è consistito nell’autorizzarli a vendere il bosco assegnatogli», ricorda la Mandrillon. «Questa funzione ha presto prevalso sulle altre. Dal 1990, nessuno sul terreno si è più preoccupato di protezione, di manutenzione. La soppressione del ministero dell’ambiente nel 2000 e l’incorporazione, nel 2004, dell’agenzia federale della forestazione al ministero delle risorse naturali, che ha il compito dello sfruttamento e non della protezione dell’ambiente, hanno consolidato questa evoluzione».

    Dunque: una gestione scellerata del territorio, concepito come deposito di materiali e non più come sistema dai delicati equilibri, combinandosi con un cambiamento climatico brusco e drammatico, avrebbe creato le premesse dell’attuale calamità, dove tutti fronteggiano scenari mai visti prima.

    Si tratta di una spiegazione che calca la mano sulle responsabilità umane, ma non richiama uno scenario di guerra. Che invece è quanto fa Andrej Arešev. Per questo abbiamo tradotto di seguito l’articolo (ndr, vedi sopra) in cui si affaccia questo atroce sospetto.

    Qualunque sia la causa dei fatti, con il diverso grado di implicazioni di ciascuna causa ipotizzata, rimane la sensazione che l’impatto dell’uomo sulle risorse ambientali si stia scontrando con problemi di crescente drammaticità, negli stessi giorni in cui si misura l’ampiezza inaudita dello scioglimento dei ghiacci artici e un iceberg vasto quattro volte Manhattan si stacca dalla Groenlandia.

    Pino Cabras
    Fonte: http://www.megachipdue.info
    Link: http://www.megachipdue.info/tematiche/beni-comuni/4348-incendi-russi-quali-cause-umane.html
    8.08.2010

  • Zret
  • stendec555

    il titolo giusto sarebbe dovuto essere “la russia incendiata dalle forze oscure globali che dal centro di controllo usa-gb-sion controllano e pilotano le vicende del pianeta”

  • ascanio

    http://www.survivalseedbank.com/ QUESTO è QUELLO CHE POCHI INDIPENDENTI STANNO FACENDO NEGLI USA PER CERCARE DI RIDURRE LE PERDITE…CHE PRESTO AVVERRANNO…Interessante e leggere le ultime righe riguardo alle caratteristiche del “pacchetto salvavita”…Concordo con Tao. Tutto fa parte di un mefistofelico piano di depopulation architettato dagli illuminati…Istaurare un piano di controllo centralizzato globale dove quel che resterà della razza umana si avvicenderà i compiti tra lo schiavo ed il soldato…La crisi economica se si volesse si potrebbe risanare…ma fa parte di un’arma parallela progettata per lo stesso fine…non può finire bene…confidiamo sono in Dio….

  • Zret

    Giusto! A questa nefanda centrale operativa appartiene pure il Vaticano.

  • Tonguessy

    Interessanti le due visioni contrapposte: odio verso i padroni del clima (aka il padre, in senso lato) vs la responsabilita’ di avere smantellato le risorse di controllo del territorio boschivo. Ci vedete qualche pattern? Io si….

  • stendec555

    è vero….”la russia incendiata dalle forze oscure globali che, dal centro operativo usa-gb-sion, col beneplacito del vaticano, pilotano le vicende del pianeta”

  • esca

    Si confida nel finale e definitivo sgretolamento o allontanamento della piramide occhiuta – o dalla piramide, fa lo stesso, basta che sia.

  • Kerkyreo

    Forse gli Yankees hanno sbagliato qualche calcolo dato che per colpire un economia non bisogna semplicemente bruciare dei campi o delle foreste! Inoltre l’europa e’ una lurida schiava energetica della Russia quindi con molta probabilita’ se la Russia dovesse avere una crisi economica la prima cosa che farebbe sarebbe quella di aumentare i prezzi dell’energia, a discapito degli europei e indirettamente degli americani. Il discorso del clima e delle armi “climatiche” e’ molto piu ampio e complesso ed anche quello economico non puo’ essere cosi semplicistico!!! sciatt avinne! Cheers mate!!!

  • Marduk1970

    A mio parere credo che questo fenomeno apocalittico dei fuochi russi sia stato creat con uno sforzo concertato da tutte e due le parti, e non dagli americani e basta. Percui partendo da un presupposto di questo tipo, NON TROVA PIU’ SPAZIO la domanda che con qualcuno mi ero posto: “Ma se la Russia detiene il potere di poter creare anche lei fenomeni atmosferici, perché non interviene ed utilizza questa tecnologia per spegnere i piú di cinquecento fuochi che hanno avuto origine sul proprio territorio?” Ma a questo punto sorge spontanea un’altra domanda: “Perché fanno tutto ció?” Io una risposta la troverei nel fatto che i due governi, russo ed americano, stanno prendendo le misure per la deportazione e lo spostamento di enormi masse di persone. A tal proposito potrei portare come esempio il Golfo del Messico e le inondazioni nel Pakistan. Fantapolitica o problemi che devono essere presi sul serio? A voi l’ardua sentenza. Aufwiedersehen.

  • sheridan

    Te la do io la risposta amico: siete una massa di rimbecilliti che corrono dietro alle cazzzate piu’ bestiali che spara il cretino di tuno! MA ROB DE MATTT!!!!

  • TN

    Ovviamente si dà dell’imbecille senza portare argomenti, bravo, è così che si fa (è soprattutto grazie agli idioti come te se stiamo correndo allegramente verso il baratro preparato appositamente da “lorsignori”).

  • maumau1

    sheridan razza di coglione,perchè non ti affoghi da solo?
    ma roba da matti avere questi coglioni rincitrulliti in mezzo ai piedi!

  • Ricky

    Ma é possibile che ci siano ancora persone che di fronte ad una spiegazione di tipo semplice, lineare, argomentata (la causa degli incendi é dovuta all’incuria e alla mala gestione del territorio), vedano sempre complotti, trame occulte, grandi fratelli dappertutto?

  • maumau1

    Gli USA debbono indebolire UE e Russia come economia.
    Il secondo va piegato anche come avversario militare..e non potendosi usare armi convenzionali si ricorre a questo.

    che ci sia la mano umana dietro tutto questo è quasi ovvio..
    anche in grecia fecero quasi 50gradi l’anno scorso e ci furono incendi
    quest’anno gli stessi gradi ma senza incendi..
    in russia solo 40gradi.

    fare come i tg che attribuiscono gli incendi al caldo è ridicolo..
    40 gradi e che sono?
    Da noi ci sono sempre.

    Ed ogni volta ad appiccare il fuoco sono i soliti piromani interessati alla speculazione edilizia.

    come mai i tg ce ne fosse stato uno ,non hanno detto che in circa 2000focolai ci poteva essere anche piromani?

    Ovvio che si vuole accreditare a tutti i costi la tesi del riscaldamento globale.. in modo che la russia intera e l’intera europa si pieghi alle nuove carbon tax(3 centesimi a kilometro)che stanno per approvare per finanziare i banchieri ed la introduzione dei derivati sul carbonio..altro nuovo ricco business che impoverirà ulteriorment le aziende europee a favore di quelle americane..
    Visto che ogni azienda europea come annunciato da Von Rompuy dovrà pagare tasse per il proprio inquinamento e non per ridurlo del 4% come gli USA(che con Obama e Al Gore )pubblicizzano e impongono al mondo la falsa tesi del riscaldamento globale.. ma al 20%
    E sebbene non ci sia stato accordo tra USA Europa e Cina ,l’Europa da sola si è imposta i parametri più rigorosi in periodo di depressione economica,roba da suicidio!!

    Questo poi ,ossia quella di indebolire l’economia reale europea è di primaria importanza visto che dopo una speculazione sui debiti europei l’euro è ripartito alla grande sul dollaro segno che la discesa dell’euro era creata a tavolino !!

    Obama ha il dovere di far ripartire l’economia USA di far acquistare prodotti USA e l’unico modo è quello di far alzare i costi dei prodotti europei e questo si fa solitamente imponendo loro una tassa..

    Quando parlo di USA non intendo USA ma tutti gli investitori dell’elite che hanno investito li ed hanno interesse per adesso a che non vengano troppo penalizzati i loro investimenti…
    queste elite solo le stesse che comandano in Europa e che hanno eletto Van Rompuy ..essendo elite finanziarie ed essendo l’economia europea meno finanziaria di quella USA(dove ogni azienda comq coincide con la sua parte finanziaria e spesso dietro ad una facciata di core business seri ed affidabile ha investimenti finanziari superiori a quello che produce come avvenuto ad esempio per alcune case automobilistiche fallite proprio perchè ormai erano fondi pensioni e quello che producevano solo di facciata ,come avvenne per la parmalat ,non per niente c’erano di mezzo banche USA).

    Vediamo cosa causa quello che gli USA o le elite di riferimento hanno causato in Russia.

    Innalzamento dei prezzi del grano(e lo pagheremo noi Europa)
    se verrà approvata la tassa sulla produzione di CO2 o cmq di inquinamento da combustione(con la storia del chi brucia causa aumento di temperatura e se non la minaccia che chi si mette di traverso a questa tesi brucerà!) chi ci rimetterà sarà sia la Russia ma soprattutto l’Europa che pagherà di più metano e petrolio(di cui la Russia è principale esportatore)e poi pagherà anche la relativa tassa sull’inquinamento da combustione.

    Dopo quello che è accaduto alla russia e che tutti hanno visto e sentito ripetere alla tv,chi mai potrà negare che si l’inquinamento atmosferico da combustione sta creando catastrofi e chi produce inquinamento da combustione va tassato?
    Penso nessuno.

    ciao

    PS
    la russia presa all’improvviso non riesce a reagire..io l’ho sempre detto aspettare la mossa dell’altro è sempre sconveniente..
    ma gli USA(e elite dietro di essa)producono azioni incessantemente proprio perchè la loro economia sull’orlo del fallimento da 1 decennio e più ha bisogno di continue azioni per tenersi su quindi guerre,invasioni,autoattentati e conseguenti invasioni,poi produzione di terremoti in Sudamerica e relativo schieramento di flotte da combattimento spacciati per aiuti davanti alle coste delle nazioni colpite(come Haiti e Cile) per riprendersi ciò che 20anni fa era suo..
    ora incendi in russia etc..

  • Zret

    Mi unisco alla tua esortazione.

    Sheridan, uno che ha capito tutto…

  • Tonguessy

    Abbi pazienza: e’ un grillino, molto simile nei modi e nei ragionamenti a quel Nessuno che e’ stato giustamente bannato qui su CDC.

  • Zret

    Giusto. Il numero degli stolti è infinito: sheridan è il primo di una lunghissima serie.

  • Zret

    Tu, invece, non vedi niente.

  • Pellegrino

    …è un ‘grullino’…

  • Pellegrino

    Ricky, ma almeno hai letto l’articolo?

  • Ricky

    L’articolo insinua che sia possibile con potenti strumenti elettromagnetici sia possibile causare catastrofi climatiche tra le quali siccitá e terremoti.
    L’articolo di Cabras é piú scettico su questa possibilitá.
    Ora, se anche tutto questo questo fosse possibile (e non lo é, almeno per grandi superfici) si dovrebbe spiegare come sia possibile influire sul clima di una regione cosí vasta ed a migliaia di km di distanza dall’installazione. Si teorizza che anche i russi abbiano questa ‘arma fine di mondo’ ma allora, che senso avrebbe usarla contro se stessi?
    Si cita continuamente Chavez, che ha accusato gli USA di aver direttamente provocato il terremoto di Haiti. Non mi risulta che Chavez sia uno scienziato. Perché gli si dá credibilitá? Perché qualsiasi ipotesi piú é assurda e piú é credibile?
    Tutti questi articoli contribuiscono alla teoria del ‘grande complotto’ di cui fanno parte i seguenti dogmi:
    L’uomo non é mai stato sulla Luna.
    La Spectre esiste davvero, e tira le fila del mondo. Ne fa parte anche ‘l’uomo che fuma’ della serie X-Files.
    Gli alieni di altri mondi ci visitano continuamente (proprio pochi giorni fa si é saputo che Churchill avav dato ordine di tacere sugli avvistamenti UFO).
    Dick Cheney ha ideato, pianificato e diretto gli attentati dell’11/9 e George W. Bush ne era pienamente a conoscenza (evidentemente anche per i complottisti é troppo stupido per prendere parte all’ideazione).
    Ci sono ‘armi fine di mondo’ segrete e potentissime dappertutto. Psicocinesi, elettromagnetismo, invisibilitá, chi piú ne ha piú ne metta..
    Ci stanno avvelenando con le ‘scie chimiche’ (come se non bastassero tutti i veleni che giá ci sono nell’aria, nell’acqua e nel cibo).
    La lista potrebbe continuare ad libitum.
    Possibile che non si capisca che é una strategia comunicativa per farci pensare ad altro?

  • stendec555

    sinceramente dopo la messinscena dell’11 settembre su cui esistono almeno 2 punti indiscutibili (l’assurdo crollo delle torri e l’assenza di video dell’impatto del teorico aereo sul pentagono) la sensazione che esista una qualche forma di organizzazione (possiamo chiamarla in mille modi) che pianifica gli atti più scellerati per i propri più o meno misteriosi fini, è molto forte. come c’è stato quell’evento non vedo perchè costoro non si facciano scrupoli a metterne in atto altri…..ovvio che bisogna restare coi piedi per terra ma di questi tempi non è facile…

  • Zret

    Hai bisogno di una vacanza … e molto lunga.

  • Zret

    Mi riferisco a ricky.

  • idea3online

    Tra tutti i commenti quello di Marduk1970 è il più reale. Bravo per la perspicacia.

  • idea3online

    Marduk1970 forse il motivo è questo, NEWS:

    Yoshkar-Ola, Russia, 9 ago. (Apcom-Nuova Europa) – Il presidente russo Dmitri Medvedev ha definito inopportuni i tentativi di alcune forze politiche di guadagnare consensi criticando il governo per presunti errori nella gestione dell’emergenza incendi che sconvolge il paese. “Non bisogna tentare di ottenere pubblicità attraverso strumentalizzazioni o fornire sostegno alle forze politiche che giocano su un disastro, specialmente quando non ha nulla a che vedere con il governo” ha detto Medvedev in visita nella repubblica di Mari-El.

  • idea3online

    Sinceramente credo che è quasi impossibile che natauralmente gli incendi si attivino in una volta, sembra assurdo quando ci sono incendi in Italia tutti gridiamo caccia al piromane, mentre per la Russia quasi quasi, è tutto naturale senza mano umana. Io penso che anche dei piromani programmati abbiamo potuto fare questo, come se fosse un attacco al Governo.

    Non è possibile innescare incendi un una grande area se non dietro un programma di piromani che possono essere anche semplici persone. Basta vedere il film la Battaglia dei 3 Regni per capire che Imperi sono stati umiliati dagli avversari ( anche interni legati all’esterno) dal semplice fuoco che per farlo propagare basta anche un insieme di mani nel posto e nel momenti giusto. Penso CHE con il fuoco la manina dei piromani è superiore all’H.A.A.R.P.

  • esca

    Mentre i disinformatori continuano a sprecare il loro tempo e Putin a pregare per la pioggia, è bene notare che alla Russia (e non solo) non mancano i mezzi per far piovere ARTIFICIALMENTE e se proprio volessero l’acqua dal cielo, gli basterebbe premere un bottone. Significa che volendo, loro, fanno piovere e nevicare a comando e questo lo hanno detto a chiare lettere I TELEGIORNALI, I QUOTIDIANI e LE RADIO DI STATO lo scorso inverno (fonti alle quali si continua tristemente ad essere molto affezionati, a quanto pare). Invece il territorio continua a bruciare e la “siccità” ad imperversare. Tra prentesi: fu sempre opera loro, dei media, la grande emergenza mediatica del pericolo rappresentato da un’influenza che per quanto creata in laboratorio – come la gran parte delle influenze stagionali corredate da apposito vaccino – fece danni paragonabili a quelli di un raffreddore. Quei vaccini per legge sono stati iniettati al personale di alcune categorie. Poi gli stessi medici rifiutarono di sottoporsi al trattamento, sui blog iniziarono a girare informazioni sulla natura della pandemia e dei vaccini e poi sappiamo come è andata a finire. Storie vecchie, ormai, vero? (io non ci giurerei). Anche in quel caso le reazioni dei disinformatori furono energiche; sostenevano ferocemente la versione del complotto di visionari. L’unica circostanza che potrebbe alleviare un minimo le loro responsabilità sarebbe se fossero pienamente sotto l’effetto di sistemi per il controllo mentale e delle azioni, ma temo che sia proprio “farina del loro sacco”.

  • idea3online

    Dire che possono far piovere quando vogliono mi sembra esagerato, anche al cinema i Robots trasformers parlavano e sembravano umani ma dire che adesso ci siano robot umani è ancora lontano, vorrebbero poter far piovere, ma a questi livelli l’uomo non è ancora arrivato, anche la morte vorrebbro ritardarla o vorrebbero fare vivere su un corpo morto…..cari signori capisco che la medicina ha fatto passi da gigante ma ancora non sono riusciti a fare vivere i morti, perciò capisco che la tecnologia ha fatto passi da gigante ma ancora non dispongono delle forze della natura, se permettiamo diamo questo onore a Dio, le nuvole si muovono automaticamente mosse dai venti e potrebbero essere pilotate da Dio. Oppure è più facile dire che l’uomo può far piovere che credere a Dio che ha creato la terra?

  • Ricky

    Ho mille dubbi sull’11/9 ma non penso che sia stato esclusivamente cotto e mangiato in casa.

  • sheridan

    Quando leggi idiozie come queste c’e’ poco da argomentare. L’unica argomentazione possibile e’ che chi le scrive e’ un idiota. Gli americani son talmente capaci di controllare il clima che si beccano una ventina di uragani all’anno sulle testa. Se cadesse un meteorite sulla terra arriverebbe subito l’ennesimo imbecille di turno a raccontare che quello (il meteorite) lo hanno fatto cadere gli americani. Poi per infarcire ancora di piu’ il pezzo di stronz.ate aggiungerebbe anche che gli americani nno sono mai andati sulla luna!!!

  • sheridan

    E si, tutto vero! Poi i russi sono anche capaci di spostare l’asse terrestre, di invertire il campo magnetico, di far girare la terra al contrario, di spostre l’orbita terrestre, di prosciugare i mari, di far volare i somari (quelli son milioni di milioni!). Ragazzi, andarsi un po a ricoverare in qualche clinica no eh????

  • backtime

    Mettiti pace col soggetto… non c’è intervento in cui metta bocca in cui non dica castronerie, è un Troll professionista.

    Ci vorrà del tempo, poi come tutti si estinguerà da solo.

  • stendec555

    perlappunto, ci sono organizzazioni che stanno sopra i governi come noi li conosciamo. i politici sono solo marionette o al limite rappresentanti di grandi interessi e chissà cos’altro. ci sono certamente molti politici che sanno ma non possono parlare (ad esempio esistono patti massonici oppure semplicemente per paura di essere eliminati o esclusi da un mondo di privilegi). per altri noi siamo solo formichine da schiacciare, possiamo essere americani, italiani o congolesi, a loro non frega nulla…

  • Ricky

    Che i politici facciano l’interesse del liberismo capitalista é fuori di dubbio. Ma non c’è nulla di segreto, é tutto alla luce del sole (chiaro, per chi lo vuol vedere). Ci andrei piano poi ad estrapolare tutto questo fino ad arrivare a dire che l’11/9 é un piano costruito interamente negli USA. Non si considera il fattore umano in tutto questo, troppe persone coinvolte, troppi rischi che qualcuno parli, troppi rischi che qualcosa non funzioni. Immaginatevi degli operai o anche dei soldati che vengono messi a piazzare le cariche di termite nei grattacieli. Possibile che nessuno si penta, possibile che nessuno parli? Questo é il fattore umano, che negli USA é altissimo fra le persone comuni é chi é stato lí sa bene di cosa parlo.

  • stendec555

    io negli usa ci vivo…hai presente il film nikita? ecco, credo che esistano anche realtà di quel tipo, gente che obbedisce agli ordini e basta. comunque non ho assolutamente detto che l’11 settembre è stato un piano usa, la realtà è molto più complessa, d’altronde c’è gente che ha speso anni per capire che diavolo sia successo…di certo le storielline che ci hanno raccontato non tornano.

    http://www.youtube.com/watch?v=vB63gBPxVlc

    per quanto riguarda le torri poi prova a guardarti questo breve video, non mi puoi di certo dire che non ci sia qualcosa di anomalo.

  • esca

    Preferirei lasciare in pace il buon Dio. Per quanto riguarda il resto, ovvero i danni causati dall’uomo, penso che ciascuno di noi non sia in grado di immaginare a che punto sono giunti realmente gli sviluppi dell’attuale tecnologia. Le produzioni cinematografiche periodicamente ci danno qualche assaggio e senza bersi necessariamente tutta la trama della storia, diciamo pure che gli spunti, laddove la nostra immaginazione non arriva, non mancano. Letteralmente, robe dell’altro mondo. Tra le altre cose, si lavora parecchio al transumanismo. Mi pare che basti. Sul discorso della natura e soprattutto delle sue manifestazioni: quella se la possono scordare, poichè non è riproducibile con mezzi artificiali, la possono “solo” rovinare. E infatti è proprio quello che stanno facendo.

  • esca

    Ciao, sheridan. Speravo che avresti resistito alla tentazione, ma in fondo siete tutti uguali e prevedibili.

  • Zret

    Perfetto, Esca!!! Tra l’altro è farina prodotta con grano transgenico.

  • sheridan

    Ma passo raramente da queste parti. E quando passo la retata di somari complottisti deve essere completa senza andare troppo per il sottile.

  • consulfin

    scusate se mi intrometto nelle vostre discussioni, ma per appiccare un incendio, soprattutto in un momento di forte caldo, non basta più un cerino? una scatola costa pochissimo e, in un territorio grande come il paese più grande del mondo, una volta usato provoca qualche serio grattacapo a chi deve spegnere il fuoco. Sempre ammesso che si voglia ricorrere a simili espedienti per restare in cordiale rivalità con la Russia (alla fine il grano russo serve a tutti, o no?)

  • alecale
  • Pellegrino

    il “forte caldo” di cui si parla in russia sono temperature comprese tra i 30 e i 38 gradi, se dovesse prendere fuoco ogni territorio nel mondo con quella temperature….

    La famosa estate degli incendi in italia si disse subito che erano dolosi (era in corso infatti una trattativa per l’assunzione di centinaia di forestali, tattativa conclusa incendi terminati), in Russia centinaia di focolai contemporanei tutti ‘spontanei’??
    No, c’è qualcosa che non torna.

  • esca

    😉

  • Marduk1970

    Guarda Sheriman, opps, scusa Sheridan, tanto per incominciare mi compiaccio della perspicacia e prontezza che hai dimostrato nel portare argomenti per poter organizzare un dibattito di egregia altezza culturale. D’altrocanto cosa si potrebbe aspettarsi di meglio che inveire piuttosto che cercare perlomeno di capire ed analizzare quello che si sta scrivendo. In secondo luogo é molto bello leggere persone come te che scrivono col cuore, perché si enfatizza leggendoti il fatto che ti sei preso a cuore quello che eri in procinto di scrivere, ti fa dignitá, peró ogni tanto alza gli occhi al cielo e magari guardati un po piú intorno e vedrai spettacoli che non pensavi di avere mai visto. Esistono persone, se tali si possono definire, a questo mondo che sono dei veri psicopatici, nel senso che non hanno a cuore nulla che possa compromettere il cammino dei loro obiettivi prefissati; passano su tutti e tutto senza neanche accorgersi che tu Sheridan esisti in quanto tale; anzi se la tua ipnosi quotidiana viene per qualsiasi motivo disturbata ed interrotta, prendono subito provvedimenti, accontentandoti, sí perché in quel momento sei una persona o fai parte di un gruppo di persone che, sempre per “loro”, ha un malessere momentaneo che deve essere subito curato per non disturbarli nei loro obiettivi, diventi un paletto scomodo da scostare o da abbattere, ti fanno credere che sei veramente libero, che conti, che non é vero che non conti una sega, che il tuo voto é importantissimo, tu ti rilassi e torni di nuovo a risonnecchiare come un bambino che ha appena ricevuto un bel dolce perché é stato bravo. E questo anche se sei giá un uomo con famiglia alle spalle o un pensionato che piú degli altri non devi rompere i coglioni, sempre per “loro”, non fraintendermi. E tu credi veramente che scrivendo quelle quattro cazzate che hai scritto ed offendendomi hai onorato la buona azione quotidiana? Ma perfavore. Ci vuole ben altro per scompigliare la tranquillitá e il ricercato interesse delle persone di questo blog. Per quel che mi riguarda non volevo neanche risponderti perché di gente come te in rete ce n’é tanta, anzi fin troppa, pensa che alcuni vengono addirittura pagati per fare disinformazione o malainformazione, oppure solo per scombinare le carte su questioni veramente importanti che ci riguardano a tutti. Va bhe dai, ora ho veramente dedicato troppo del mio tempo per tentare di darti una risposta, ti saluto…e con rispetto… A rileggerti, presto e volentieri, Aufwiedersehen. Marduk.

  • Marduk1970

    stanno solo facendo esperimenti, oppure hanno giá iniziato veramente a spostare milioni e milioni di persone dalle loro case per creare facilmente, poi, il terzo blocco mondiale di controllo. É stato giá tutto programmato, vedi NWO, Massonerie varie, Bilderberg, etc. etc. é la seconda fase del controllo globale con un governo globale, la terza fase non c’é neanche bisogno che la tiri fuori perché é da fantapolitica. PS: include anche stermini di massa, le bare ci sarebbero giá…

  • Marduk1970

    Sheridan pensavo ti avessero staccato la spina, azz sei peggio del coniglietto della duracell, va che la tastiera non é una slot machine, qua non c’é niente da vincere, bhe se ci penso qualcosa ci sarebbe, prova un po ad indovinare? Comincia con la emme e finisce con la a. Aufwiedersehen.

  • consulfin

    Per Pellegrino: posso garantire che in caso di temperature intorno ad una trentina di gradi appiccare un incendio è un gioco da ragazzi. Per di più, una volta appiccato il fuoco è anche molto difficile spegnerlo: brucia tutto, verde e secco, in un attimo. Io, se leggi il mio commento, non ho fatto alcun cenno ad incendi spontanei ma ho fatto riferimento ad incendi appiccati coi fiammiferi, proprio come quelli che si verificano nelle nostre pinete. Non capisco perché per arrivare a spiegare un fenomeno si debba percorrere la strada più lunga e più complicata: se avessi interesse a bruciare la Russia, semplicemente pagherei persone pregiudicate, certamente non ricollegabili a me, per appiccare gli incendi. otterrei così il risultato diretto dell’incendio e mi tirerei anche fuori dai guai allontanando da me i sospetti. Usare una tecnologia che ho io soltanto è come lasciare la firma sul luogo del delitto

  • Pellegrino

    Non lo escludo, mi chiedo però come mai nessuno parli di ‘dolo’, quando poi da ambienti governativi si faccia trapelare l’ipotesi HAARP… è una domanda che non possiamo non farci