Home / Attualità / La Corea del Nord augura un felice 4th of July agli Stati Uniti

La Corea del Nord augura un felice 4th of July agli Stati Uniti

FONTE: MOON OF ALABAMA

In omaggio all’Independence Day americana, la Corea ha lanciato dei fuochi d’artificio piuttosto grandi.

DPRK State TV ha infatti confermato un lancio di missili andato in porto (video)

L’annuncio arriva sei mesi dopo questa previsione di Trump, rivelatasi falsa.

Jonathan McDowell @ planet4589 – 7:02 – 4 luglio 2017
Recap: Corea del Nord lancia un ICBM Hwasong-14 alle 00.40 UTC del 4 luglio, dall’aeroporto Panghyon di Kusong 933 km ad est verso il mare del Giappone, 2802 km l’apogeo

Sono state pubblicate  altre foto ufficiali del lancio. C’era anche Kim Jong-un.

Il missile  aveva una traiettoria ripida ed un apogeo molto alto, il che ne hanno limitato la distanza. Il volo è durato molto, 37 minuti. Ricalcando i dati con una traiettoria più normale, la distanza massima del missile dovrebbe raggiungere i 6.700 chilometri con un carico normale. Lanciato dalla Corea potrebbe raggiungere l’Alaska, non gli altri 49 stati però, più lontani. Con una testata leggera, tipo un piccolo carico nucleare, la distanza potrebbe salire fino a 10.000 chilometri e colpire gli stati del north-west.

Trump sarà giustamente incolpato per il suo tweet spaccone. Ma non lo si può incolpare di non aver fermato lo sviluppo missilistico di Pyongyang. Una guerra contro la Corea del Nord distruggerebbe anche quella del Sud e avrebbe implicazioni ben al di là della penisola. Solo la fine delle manovre militari americane attorno alla Corea ed un accordo di pace avrebbero potuto fermare il suddetto sviluppo. Il Congresso però non sosterrebbe nessuna delle due opzioni. Trump ha cercato di indurre la Cina a tener buono il dittatore, ma i cinesi non hanno un modo efficace per farlo. D’altro canto, si potrebbe facilmente dar la colpa agli ultimi presidenti americani – Clinton per aver violato i suoi accordi, Bush per la sua ostilità generale e Obama per le sue scelte lassiste.

La Corea ha molte buone ragioni sper vedere gli U.S.A. sotto una cattiva luce. Non potendo fidarsi dei vicini,ha bisogno di armi nucleari per difendersi: obiettivo raggiunto.

Agli americani e Trump è stato appena stato “mostrato il dito” da un piccolo stato sottosviluppato. Come reagiranno il presidente e l’esercito?

Fonte: http://www.moonofalabama.org

Link: http://www.moonofalabama.org/2017/07/-and-the-rockets-red-glare-north-korea-wishes-a-happy-4th-of-july.html

4.07.2017

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di HMG

Pubblicato da Davide

  • DesEsseintes

    Come reagiranno il presidente e l’esercito?

    Invieranno un tweet, che altro possono fare.

    • Axxe73

      ahahaah..:-)

  • Annibale Mantovan

    La miglior polizza sulla vita della Corea si chiama bomba atomica. Dopo l’ assassinio del diritto internazionale ad opera di U$Aele agli stati che vogliono libertà ed indipendenza non resta altro che dotarsi di missili nucleari. E’ triste ma è l’ unico modo!

    • televisione falsa

      l’ arma nucleare la dovrebbero avere anche siria e iran per farsi rispettare e non fare la fine di afganistan ,iraq , libia….

  • Nathan

    A questi non gli pare vero di aver trovato la prossima guerra , che gli permetterà di spendere e giocare a fare i salvatori del mondo libero.

    • televisione falsa

      si pero’ questa volta spero con qualche missile nucleare su qualche grossa citta USA

  • Mario Vincenti

    Il nanetto ciccione col taglio di capelli ridicolo, cosa che lo accomuna curiosamente al suo rivale Donald, verra’ a breve( nel giro di un anno) assassinato mediante una classica false flag operation. Cosi’ saranno tutti contenti, in Corea e nel mondo. Nessuno lo rimpiangera’.

    • Hito

      Escludo un assassinio; troppo poco cruento. Secondo me vogliono anche trovare il modo di far prendere qualche colpo alla Corea del Sud, che altrimenti è destinata ad avere il più alto reddito pro capite al mondo.

    • televisione falsa

      invece io spero che ammazzano trump , obama, bush e clinton marito e moglie

      • Axxe73

        e a che servirebbe? Ne arriverebbe un altro ancora peggio tipo McCain.

      • Mario Vincenti

        Ammazzino congiuntivo.

    • Alessandro Farolfi

      Perchè non ci vai tu ad assassinare Kim Jong Un visto che sei così bravo a pigiare tasti scrivendo cazzate!
      un saluto senza offesa!
      Alexfaro

  • Ronte

    L’Asia e il Pacifico sono sempre più il terreno centrale di misurazione dei rapporti di forza imperialisti su scala mondiale. E’ l’area continentale di più elevato sviluppo economico del pianeta, il baricentro delle rotte commerciali, ma soprattutto il terreno di ascesa della grande potenza cinese. Trump rimpiazza gli accordi di libero scambio a favore di una politica protezionista, ma sempre in funzione della contrapposizione strategica alla Cina, vera costante della politica USA. Garantire i propri alleati asiatici e la loro ‘sicurezza’ è una necessità irrinunciabile. E la minaccia militare USA contro la Corea del Nord si pone in questo scenario generale. Mai dagli anni ’60 il rischio di un conflitto potenzialmente nucleare ha raggiunto una soglia tanto elevata. La partita è aperta e tutto può succedere, compreso l’esclalation mondiale.

  • televisione falsa

    la nord-korea sta solo facendosi rispettare , sapendo che criminali assassini sono gli USA fanno bene

  • Cataldo

    ICBM è un po esagerato, sembra un altro IRBM, le notizie di fonte russa danno una gittata inferiore a quella citata nell’articolo. La cosa più importante è che mentre gli americani cercano di coinvolgere la Cina, questa risponde unitamente alla Russia, chiedendo contestualmente la fine dei lanci della Nord Corea e delle esercitazioni militari USA nella penisola, questi sono cambiamenti epocali nella “postura” delle due potenze asiatiche, che dovrebbero far riflettere gli USA e le classi dirigenti occidentali.

    • Alessandro Farolfi

      Caro Cataldo,Analisi Difesa di Gaiani dà x il Hwasong/14 una rispettabile gittata max di circa 6700/7000 Km,il che lo pone nella categoria degli ICBM,visto che può già colpire non solo le Hawaii,e l’Alaska,ma anche(ovvio con una sola testata) alcuni stati della costa del Pacifico degli USA,cioè,Washington,Oregon,California e forse anche Arizona e Nevada.
      ps
      Forse non ti ricordi che già in tempi non sospetti,io avevo previsto che molto presto la RDPdK avrebbe avuto degli ICBM capaci di raggiungere il territorio continentale Statunitense,ora quel momento sembra arrivato.
      ps
      Una nazione come la Corea del Nord che ha già assaggiato la guerra e l’invasione USA,con almeno 2 milioni di morti(1950/1953)a mio parere fa solamente bene a dotarsi di armi nucleari,altrimenti avrebbe già fatto la fine di:
      Grenada,Panama,Haiti,Somalia,Afganistan,Iraq,Libia,Yemen e Siria(anche se x quest’ultima le cose x gli USA e company non stanno andando affatto bene,x fortuna!)e parecchi altri stati che ora non sto nemmeno ad elencare,visto che sono tanti.
      un saluto
      Alexfaro

      • ws

        questa discussione non ha molto senso perché è FISICA che un razzo sparato in verticale raggiunge un’ altezza circa 1/4 della sua portata massima quando sparato a circa 45° sulla linea dell’ orizzonte, il che da al missile coreano circa 11500 km di gittata massima.
        La riduzione a 6500 fatta da alcuni si basa su due assunzioni
        1) il missile era stato sparato senza carico utile ( la bomba)
        2) l’ eventuale bomba coreana dovrebbe essere di tecnologia anni ’50 non miniaturizzata cioè pesante qualche tonnellata.
        Ma niente conferma queste due illazioni , soprattutto chi è in grado di costruire un missile anni’70 ( minimo) dovrebbe anche saper costruire bombe anni ’70.
        Quindi , aldilà della ciance il messaggio a chi deve sapere è arrivato forte e chiaro , gli U$A non hanno più alcuna certezza che scatenando una guerra di sorpresa alla NK non subirebbero poi alcuna rappresaglia nucleare sul proprio territorio

        • Alessandro Farolfi

          Caro WS le bombe anni’50 da te citate erano definite ordigni strategici,capaci di potenza uguale o superiore ad un Megaton
          (tranne le prime 3 USA del 1945 che erano inferiori,con circa 20/50 KT)comunque tali bombe,inferiori quasi sempre a 100 KT,definite”ordigni tattici”essendo già parecchio miniaturizzate fino dagli anni ’50,NON pesavano assolutamente qualche tonnellata come tu affermi,visto che potevano essere trasportate anche da cacciabombardieri sia terrestri che imbarcati,come ad es. l’F/104-G oppure l’A/4 Skyhawk,rispettivamente con carico bellico di KG 3400 x lo Starfighter,mentre x lo Skyhawk il carico bellico totale era da KG 3720 x le prime versioni a KG 4150 x le ultime versioni,c’è poi da dire che le bombe atomiche a caduta libera delle quali erano dotate tali velivoli,erano x forza di cose già miniaturizzate,altrimenti NON potevano essere agganciate ai piloni alari o ventrali dei suddetti velivoli.
          Da notizie che filtravano alla stampa già nei primi anni ’60 si sapeva che gli ordigni nucleari potevano essere stivati in una valigia di media grandezza.
          X concludere devo farti sapere che la miniaturizzazione degli ordigni nucleari è,ovviamente,avendo la tecnologia di base la cosa più facile da fare,infatti sarebbe capace di farlo anche un semplice studente universitario di fisica nucleare,non x nulla,circa negli anni ’90 negli USA comparve in rete un progetto di bomba nucleare miniaturizzata progettata,guarda caso da uno studente universitario USA,rimasto mi pare anonimo!
          ps
          Caro WS sei rimasto in campo nucleare agli anni ’40 aggiornati!
          un saluto
          Alexfaro

  • natascia

    Razzi atomici, razzi fallici, razzi tweet. Ma voi maschi, un po’ di umiltà e ragionevolezza…..

    • Axxe73

      Ma ci illumini lei dall’alto della sua femminilità…

      • natascia

        Vede caro signore, a parte certe losche figure femminili che a volte rasentano la patologia, ormai molto a loro agio in questa congiuntura, difficilmente una donna dichiarerà guerra o studierà a tavolino i sistemi per far morire, o affamare o sterminare intere popolazioni. Si difenderà, o troverà altre strategie per redimere le crisi.

        • Axxe73

          E secondo lei in cosa consistono questi sistemi per difendersi? Tanti ombrellini colorati per coprirsi in caso di missili?

          • Pyter

            Gli ombrellini potrebbero servire per difenderci dai lanci delle siringhe vaccinali dalle rampe svizzere, che è l’arma più chic che le donne al governo usano per dirimere le crisi.

          • natascia

            Vede caro Signore, nella mia ormai lunga vita ho imparato a mie spese a fuggire a gambe levate dai misogini. In caso di necessità l’ombrellino può sempre aiutarmi nella caduta. Buon pomeriggio.

          • Axxe73

            Scusi Natascia ma qui si sta parlando di un dittatore che gioca a tirare missili, e lei mi da del “misogino”? Per caso ha letto “L’arte di ottenere ragione”? Cito lo stratagemma n°32. L’odiosa categoria. Far rientrare l’affermazione dell’avversario in una categoria che non gode di stima presso l’opinione generale e l’uditorio, “questo è manicheismo, questo è ateismo, questo è misticismo, ecc…” Io aggiungo: “Questa è misoginia”.
            IO fuggo a gambe levate da questa conversazione.

          • natascia

            Se non è misogino, è romantico e struggente chi ritiene che le facoltà mentali femminili si fermino alla difesa con l’ombrellino. In ogni caso va bene così. Non cambia nulla.

          • Axxe73

            Senta Natascia se ha qualcosa da dire sull’articolo bene, se deve solo sfogare le sue problematiche di natura sessuale faccia a meno di scrivere.

        • ndr60

          Cara Natascia, quando “certe losche figure femminili che a volte rasentano la patologia” hanno un briciolo di potere, possono fare disastri né più né meno dei colleghi maschi. Thatcher & Albright, do you remember?

          • natascia

            Noti per cortesia il rapporto percentuale.

          • Lizzie

            noti anche che, almeno qui da noi, fino a non molto tempo fa non contavamo nulla; poi l’emancipazione, la EU e adesso tutti gli eserciti sono in mano nostra. 🙂 Però a me la Mogherini fa paura!

          • natascia

            Non trovo che gli eserciti siano in mano nostra. Trovo che si abbia ben pensato di darne la titolarità a esponenti femminili. Facoltà decisionale? Potere di azione ? Lo stesso dicasi per la Federaò Reserve e per

        • Alessandro Farolfi

          Certo ,come no!
          Cara Natascia,vallo a dire alla Margaret Tatcher,detta anche iron lady,cioè la “signora di ferro”,ricordi la guerra delle Fallkland(1982) tra l’UK e l’argentina,oppure a all’Israeliana Golda Meir,od anche alla povera Indira Ghandi,x non parlare della megera Statunitense attuale cioè la killary e meno male che quest’ultima è sta trombata alle elezioni altrimenti chissà cosa poteva capitare di ben peggio!
          Senza contare altre cd”losche figure femminili”come quelle da te citate,delle quali la storia e la cronaca sono piene!
          un caro saluto
          Alexfaro

    • gincoaho

      Umiltà..? Noi abbiamo inviato Razzi Antonio, non a caso.

  • Riccardo

    È emblematico come debba essere un Kim Jong qualunque a insegnarci un po’ di sana autodeterminazione.

  • Vamos a la Muerte

    Bene così.
    L’unico modo per difendersi dagli Imperialisti Usa è dotarsi di Armi Nucleari il più sofisticate possibile. Il resto è Fuffa.

  • orazio

    Purtroppo il vecchio detto “se vuoi la pace, preparati alla guerra”…E SEMPRE VALIDO.