La caduta di Kabul

di Nestor Halak
comedonchisciotte.org

Nel mondo reale, gli eventi non sono mai completamente positivi o completamente negativi. Per decidere se gioirne o rammaricarsene, occorre fare un bilancio tra il pro e il contro. La presa del potere in un qualunque stato da parte di un’organizzazione islamica estremista, dal mio punto di vista, non è mai una buona cosa.

D’altra parte, la plateale sconfitta del più grande esercito della galassia, in esito ad una delle sue più lunghe e ingiustificabili e sanguinose, guerre di aggressione, iniziata ufficialmente come ritorsione all’attentato di New York dell’11 settembre 2001 (probabilmente un lavoro interno al quale, in ogni caso, l’Afghanistan era completamente estraneo), mi pare un’ottima notizia. Soprattutto se si tiene conto che tale meraviglioso esercito ci occupa da oltre 70 anni e ci ha costretti, contro tutti i nostri interessi, a inviare un costosissimo corpo di spedizione in Afghanistan per vent’anni. Indimenticabile, poi, che la bravata del bullo del cortile è costata centinaia di migliaia di morti tra gli afghani: vorrei proprio vedere come reagirebbero i cuori belli dei diritti violati che predicano dai teleschermi se il ripristino della democrazia avesse riguardato la loro gente.

Questi 170.000 morti, non contano nulla? Non li muovono a compassione se sono ammazzati dagli americani e non dai talebani? Il bilancio della caduta di Kabul mi pare dunque largamente positivo. La prima buona notizia di un certo rilievo dallo scoppio della pandemia a questa parte. Il fatto che Blinken neghi ogni parallelismo con la caduta di Saigon del 75, aggiunge un’ulteriore soddisfazione: infatti, se non fosse vero, non gli sarebbe mai venuto in mente di negarlo.

Pubblicato da Tommesh per Comedonchisciotte.org

Notifica di
45 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Primadellesabbie
Utente CDC
22 Agosto 2021 9:09

Il tratto comune con Saigon è costituito dalla frenesia che si è impossessata dei collaborazionisti che si sentono improvvisamente in pericolo.

Se ci sono altre analogie l’autore dovrebbe indicarle.

Nota a margine –

13 Aprile 2017, gli USA sganciano in Afghanistan la “madre di tutte le bombe” (11 tonnellate di esplosivo).
 
Trump:
“Un’altra missione di successo, sono molto 
orgoglioso dei nostri militari”.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Primadellesabbie
halak
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
22 Agosto 2021 11:57

La sconfitta e l’impossibilità di salvare la faccia. Una guerra si vince o si perde a seconda del raggiungimento degli obbiettivi che si avevano nel cominciarla. Gli americani nel 2001 volevano: 1) creare un ennesimo stato vassallo nel cortile di casa dei cinesi, dei russi e degli iraniani;2) dimostrare al mondo la propria strapotenza riuscendo dove avevano fallito gli imperi britannico e sovietico. Entrambi gli obbiettivi sono falliti, ergo, la guerra è perduta. I talebani volevano resistere agli invasori e riprendere il controllo del paese: obbiettivo raggiunto, la guerra è vinta. I negoziati di resa, sia coi vietnamiti che con gli afghani (i Talebani sono afghani), dovevano servire ad uscirne senza che sembrasse una fuga. Anche questo obbiettivo non è stato raggiunto, adesso meno di allora. Ciò alimenta grandi dubbi sullo stato effettivo dell’elite americana: si sono dimostrati incapaci sia di trovare un candidato più credibile dell’impresentabile Biden, che di sgomberare per tempo i loro uomini ( l’invasione non era fatta solo di militari, ma anche della pletora di ONG eccetera che li seguivano).

Giovanni01
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
22 Agosto 2021 12:25

Ma i sovietici non invasero l’afganistan.

jeints
Utente CDC
Risposta al commento di  Giovanni01
22 Agosto 2021 19:03

Invasione, appoggio militare, che differenza fa?

halak
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
22 Agosto 2021 12:29

Dimenticavo il terzo obbiettivo dell’invasione americana in Afghanistan: iniziare quella guerra (infinita) al terrorismo islamico che era stato designato come nuovo nemico ufficiale dell’occidente e la cui potenza era appena stata appena dimostrata dall’attentato di New York.Guerra che avrebbe dovuto contribuire a rimodellare il mondo in senso globalista e unipolare in vista del “nuovo secolo americano”.

Primadellesabbie
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
22 Agosto 2021 15:48

In questo modo si possono fare paralleli anche con le guerre puniche o le campagne napoleoniche!

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
22 Agosto 2021 20:57

D’accordo su tutto, ma temo che la scelta di Biden non nacque dall’incapacità di trovare un candidato migliore, ma rispondesse a qualche disegno specifico.

halak
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
23 Agosto 2021 9:56

Tutto può essere. Per come la vedo io, l’arte di interpretare gli eventi necessita di un delicato equilibrio. Non bisogna credere che ciò che appare sia tutto vero, ma d’altra parte credere che sia tutto falso è altrettanto ingenuo. Sarebbe troppo facile. Le bugie ufficiali tendono sempre ad essere mescolate con il vero, proprio per renderle credibili. Ed anche con la massima accortezza, talvolta si sbaglia. In genere tutto è più complesso delle semplificazioni che noi facciamo per renderlo comprensibile. Attribuire un evento ad un piano nascosto talvolta ci svela la verità, talvolta ci porta ad interpretazioni grottesche. Dipende dai casi. Nella fattispecie, Biden ha tutta l’aria di essere un burattino e neppure di eccelsa qualità. E’ stato scelto lui perché in quel momento non si trovava qualcuno che avesse maggiori probabilità di farsi votare dagli americani? Sembrerebbe così.Si può sospettare che chi lo ha proposto avesse “qualche disegno specifico sulla sua persona”? Perché no. Ma cosa ci fa sospettare questo? Quale è il disegno specifico che Biden può agevolare ed altri non possono? Se non c’è un motivo serio per crederlo, non possiamo crederlo. E’ il rasoio di Occam. I mestatori nell’ombra, non sono onnipotenti: non ogni foglia al… Leggi tutto »

IlContadino
Utente CDC
22 Agosto 2021 9:38

Ci capisco poco di queste faccende, molto poco, mi limito ad osservare da lontano, anche distrattamente ad essere sincero. Di base non mi fido, non credo che le guerre, quanto meno gran parte di esse, siano guerre nel vero senso del termine, dove qualcuno combatte contro qualcun altro. Gli americani sconfitti mi suona sinistro, forza islamica estremista al potere anche. Narrazione, tante belle parole che sembrano anche avere un senso, argomentazioni più o meno solide, come quelle sul virus e conseguenze annesse, tanto discutere, giorni, mesi e anni di dibattito e ancora non ci abbiamo capito una cippa, perché le motivazioni ci rimangono ignote, eppure c’è da scommettere che i partecipanti allo spettacolo, quelli col mitra o il lanciarazzi in mano, ci credono davvero. Un amico è andato in Afghanistan più volte, sei mesi di missione ogni volta, forze speciali (o roba del genere), quando sento i suoi racconti ho l’impressione di ascoltare un romanzo, ma non glielo dico, fingo di credergli, è immerso totalmente nella narrazione, ne fa parte, è la sua vita, lo lascio lì dentro, sembra piacergli. Come coloro che vedono crollare le torri o la navicella tenuta insieme con del nastro adesivo o la pallina con… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da IlContadino
Dante Bertello
Utente CDC
22 Agosto 2021 9:42

Mi pare fu un Rockefeller a dire nei primi anni ’70: “Le guerre non vanno vinte… vanno combattute”

Avete idea dei miliardi di dollari che le società produttrici di armi, o comunque legate all’esercito , hanno guadagnato negli ultimi vent’anni, solo in Afghanistan ed Iraq? (ma anche legate al petrolio-gas, vedi Unocal)

Noi italiani abbiamo speso 10 miliardi di euro per mandare i nostri militari in Afghanistan ed Iraq.
Se fossero stati spesi per la sanità, non vedremmo chiusi tutti gli ospedali che hanno dismesso, e ci troveremmo con un numero di terapie intensive in grado di fronteggiare qualsiasi evenienza.

Io andrei cauto a dire che siano stati i Talebani a sconfiggere l’esercito USA, con tutta probabilità gli interessi americani sono diventati altri.

Magari la voglia di Israele di dichiarare guerra all’Iran può essere una motivazione più realistica, visti i modi ed i tempi.

L’Afghanistan è ad est dell’Iran, ed in caso di conflitto, i militari USA, si sarebbero trovati tagliati fuori.

Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  Dante Bertello
22 Agosto 2021 10:55

Gli
Usa in Afganistan avevano basi per fronteggiare l Iran e l interesse di andare in quel paese era una possibile guerra con l Iran.
E’evidente che gli Usa l Iran non lo vogliono fronteggiare loro si ispirano all’ impero romano e con il regno dei parti,fatale per Roma, non vogliono averci a che fare.

Dante Bertello
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
23 Agosto 2021 21:34

Il motivo principale per cui gli americano sono andati in Afghanistan, era per costruire il gasdotto della Unocal.

L’oppio serviva ai servizi per fare cassa.

Per una maggiore informazione consiglio il video in basso di Mazzucco, che spiega bene le motivazioni.

https://www.luogocomune.net/35-commenti-liberi/5840-commenti-liberi-21-ago-2021

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Dante Bertello
JA
Utente CDC
22 Agosto 2021 10:18

Tanto per cominciare a chiamare con il loro giusto nome i responsabili delle Torri Gemelle che poi ha portato gli USA al disastro afgano, iracheno, siriano, libico, libanese,… e non è ancora finita con l’Iran ancora in piedi, alcuni articoli messi nel più antico giornale giudeo americano: il Forward. I giudei, come dice lo storico romano Tacito, gli “odiatori del genere umano”. L’eterna forza dell’odio parmenideo disgregante la società infiltrata per parassitare, alla base (come d’abitudine per procura) del presente caos in Afganistan e Medio Oriente: “Preservare l’eredità dell’ebraismo nel paese, ha aggiunto [il rabbino] Chitrik, è stata la chiave per promuovere una società che abbracci una forma di pluralismo [multirazziale] che il dominio dei talebani potrebbe ora minacciare.” Le persone che stavano cercando di proteggere, far risplendere, pulire, mettere in luce l’eredità ebraica sono forze che stanno cercando e lavorano per la diversità [multiculturale]”, ha affermato Chitrik dalla Turchia. L’invasione americana dell’Afghanistan nel 2001 ha posto fine al governo teocratico dei talebani e, con esso, ha portato un afflusso di soldati, giornalisti, consulenti e personale delle ONG ebreo-americani”. 18/08/2021 https://forward.com/news/474297/taliban-jewish-heritage-afghanistan-herat/ Sul ritiro delle truppe americane dall’Afganistan e l’implicazione che questo può avere sulla sicurezza dello stato canaglia d’Israhell, citando… Leggi tutto »

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
22 Agosto 2021 21:19

Tacito, ma anche Dante ed altri dello stesso livello, ai giorni nostri sarebbero in galera. Qualcun altro parlò di “nemico razziale”, ma era notoriamente pazzo e malvagio.

JA
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
22 Agosto 2021 21:46

Un libro (il V delle Historiae di Tacito) che andrebbe stampato a fuoco sulla porta di ogni sina-goga come fece Dante per il monito scritto sulla porta dell’inferno:
“S’eran verificati dei prodigi; prodigi che quel popolo, schiavo della superstizione ma avverso alle pratiche religiose, non ha il potere di scongiurare, con sacrifici e preghiere. Si videro in cielo scontri di eserciti e sfolgorio di armi e, per improvviso ardere di nubi, illuminarsi il
tempio. S’aprirono di colpo le porte del santuario e fu udita una voce sovrumana annunciare: «Gli dèi se ne vanno!» e intanto s’avvertì un gran movimento, come di esseri che partono. Ma pochi ricavavano motivi di paura; valeva per i più la convinzione profonda di quanto contenuto negli antichi scritti dei sacerdoti, che proprio in quel tempo l’Oriente avrebbe mostrato la sua forza e uomini venuti dalla Giudea si sarebbero impadroniti del mondo. Questa oscura profezia annunciava Vespasiano e Tito, ma il volgo, come sempre sollecitato dalla propria attesa, incapace di fare i conti con la realtà anche nei momenti più difficili, interpretava a suo favore un destino così glorioso.” (Tacito – Historiae – Libro V)
http://digilander.libero.it/Hard_Rain/Tacito-Historiae-Libro-V.pdf

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da JA
Astronauta
Utente CDC
22 Agosto 2021 10:48

Gli eventi del mondo reale sono sempre connessi col passato.
Chi non conosce il passato non saprà mai come uscirne.
Il resto è solo una guerra fra bande e il politicamente corretto vorrebbe fosse anche qualcosa che si spiega con la ragione.
Invece l Afganistan ci sta solo dicendo che tutto il mondo potrebbe essere nelle stesse condizioni perché non esiste ragione a quanto successo. Biden che chiama Draghi a notte fonda è come superman.che chiama pulcinella per aver consigli sul da farsi.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Astronauta
Mealuirao
Utente CDC
22 Agosto 2021 11:28

Dato il fatto che: l’esercito americano si è dato alla fuga davanti a guerriglieri che se avesse voluto, sbaragliava in pochi giorni,
la questione non è convincente….
Dato il fatto che: l’America ha fatto la pessima figura di essere un alleato inaffidabile.
La questione non è convincente…. È impossibile che non abbiano previsto questo effetto collaterale…
Salvo che sia questo l’obbiettivo…
Dimostrarsi volutamente inaffidabili, in maniera che gli alleati (Europei) abbiano il pretesto (gli USA sono inaffidabili) per creare un unione militare, un esercito europeo)
Con il seguente obiettivo:1) riuscire nell’unificazione europea (almeno in quella militare, visto che quella politica è stata un flop)
2) diventa più facile controllare (influenzare) un unico esercito europeo piuttosto che controllare (influenzare) l’esercito italiano, quello francese, e via dicendo gli altri eserciti nazionali europei..

PietroGE
Utente CDC
Risposta al commento di  Mealuirao
22 Agosto 2021 13:13

Infatti, la sconfitta americana ad opera di una armata Brancaleone dotata di armi della WWII è un po’ sospetta. Hanno lasciato nelle loro mani un arsenale in mezzi militari che varrà un miliardo di dollari. Eppure bastava un aereo cargo per ripulire le basi americane di tutte le armi prima di abbandonarle. Bisognerà aspettare e vedere come si faranno i giochi economici per le miniere di Terre Rare per capire meglio la situazione. Al momento uno nota che : i negoziati diretti tra talebani e americani sono sempre proseguiti a Doha, gli americani (e altri) non volevano un territorio smembrato in diverse aree tribali perché avrebbe favorito lo stabilirsi di terroristi islamici, meglio quindi la presa del potere dei talebani che un caos tipo Libia. E poi la lobby ebraica che fa la politica estera americana nel MO (e altrove) se ne frega dell’Afghanistan, loro sono interessati a distruggere l’Iran.

halak
Utente CDC
Risposta al commento di  Mealuirao
23 Agosto 2021 10:11

Dato il fatto che: l’esercito americano si è dato alla fuga davanti a guerriglieri che se avesse voluto, sbaragliava in pochi giorni,
la questione non è convincente….

Sta però di fatto che questi guerriglieri l’esercito americano non è riuscito a sconfiggerli in venti anni. Sono ancora lì: addirittura il capo attuale è uno dei fondatori. Qualunque siano le motivazioni, i fatti sono questi.Gli americani avrebbero potuto restare ancora? Certamente, ma il prezzo da pagare, nell’attuale situazione geopolitica sarebbe stato troppo alto.Per di più il nuovo grande nemico non è più il terrorismo islamico, è stato sostituito con la pandemia, che funziona meglio, e la guerra infinita di Bush è al tramonto. In termini squisitamente militari, gli americani potrebbero probabilmente riprendersi l’Afghanistan ancora adesso, usando un numero esorbitante di uomini e mezzi, ma sarebbe una follia: il prezzo da pagare sarebbe esorbitante: non se lo possono più permettere. Perdere una guerra è un fatto complesso, non è solo una questione di armi.

Mealuirao
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
23 Agosto 2021 13:14

Scrivo meglio: Gli Americani sono scappati come un topolino davanti ad un gatto. Questa situazione di fuga rapida, scomposta, rovinosa, non era necessaria. Avessero avuto bisogno di altri 3 mesi per organizzare un rientro ordinato, avrebbero potuto ottenerlo (se avessero voluto) ma non lo hanno voluto (evidentemente).
Dovevano sapere bene che una ritirata frettolosa e rovinosa avrebbe avuto le conseguenze che si sono verificate.
E’ quindi voluta l’immagine mondiale che gli USA si sono ritagliati quali alleati non affidabili?
Perché?
L’ipotesi di risposta è questa: dare all’Europa il pretesto giusto per crearsi un esercito proprio, più facile da “gestire” da parte degli Americani piuttosto che i singoli eserciti nazionali.

oriundo2006
Utente CDC
Risposta al commento di  Mealuirao
23 Agosto 2021 15:31

oppure non dover pagare interamente il prezzo della sconfitta …

Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  Mealuirao
23 Agosto 2021 17:14

Ma chi è scappato? I soldati Usa sono ancora in Afganistan e Biden (il presidente Usa) non ha idea di quanti militari di trovino ancora in quel paese.ancora
E questa sarebbe una ritirata ?
https://www.huffingtonpost.it/entry/joe-biden-non-sappiamo-quanti-americani-sono-ancora-in-afghanistan_it_611fefaae4b0caf7ce307afb

Nel frattempo i talebani hanno dato un ultimatum agli Usa, se entro il 31 agosto non se li riportano a casa si incavolato di brutto.

halak
Utente CDC
Risposta al commento di  Mealuirao
23 Agosto 2021 19:49

Per come la vedo io, e posso sbagliare, il disimpegno disastroso non è stato programmato, semplicemente è successo, per una serie di errori leggerezze e incapacità. per questo mi fa pensare ad uno stato pietoso dell’amministrazione USA. La perdita d’immagine è cosa grave per una potenza che si regge soprattutto sulla propaganda, non credo che la baratterebbero con nulla.Gli eserciti europei sono inquadrati nella NATO il cui comando è esclusivamente americano e sono già perfettamente sotto controllo. Del resto la loro efficacia è molto limitata e servono principalmente come acquirenti di armi e per dare l’idea di internazionalità alle guerre americane. Al contrario, penso che un esercito europeo, sarebbe più indipendente dal potere di Washington, se non altro per le dimensioni.

Astronauta
Utente CDC
22 Agosto 2021 12:15

“””” Nel mondo reale, gli eventi non sono mai completamente positivi o completamente negativi. Per decidere se gioirne o rammaricarsene, occorre fare un bilancio tra il pro e il contro. “”” Per quanto riguarda l Italia non ci sono aspetti positivi. Spendono milioni per andare in “missione di pace in Afganistan perché “lo vuole la Nato” per sacrificare 54 militari italiani e tornarsene ora a casa con i collaborazionisti afgani che con la spola di aerei ci sono costati di tutto e di più oltre cHe tenerseli qui vita naturale durante per generazioni come profughi di guerra. Oltretutto, per chi pensa di aver fatto del bene agli afgani qui, si renda conto che in popolo diviso non è mai stato un atto positivo considerato che gli afgani vivono in tribù e clan. Questa non è una società per loro. Non gli fa alcun bene star qui ma alla politica e al Vaticano si. I talebani li manipolavano, i catto sinistro italiani anche. Ma l Afganistan era la loro terra dove potevano risollevarsi in un futuro forse prossimo. Qui invece vivono alle spalle di altri e non possono far nulla come criceti in gabbia. Il bilancio è una tragedia sociale per nulla… Leggi tutto »

halak
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
23 Agosto 2021 10:17

Il fatto di cui parlo io, è la presa del potere da parte dei Talebani, quello di cui parli tu è la partecipazione dell’Italia all’invasione. Sono d’accordo che per quest’ultimo fatto i risvolti positivi per l’Italia nel suo complesso sono inesistenti. Se si esclude la soddisfazione di scodinzolare agli ordini di Washington. Ma magari qualche nostra azienda ci ha guadagnato su non poco.

GioCo
Utente CDC
22 Agosto 2021 13:29

Ci sono dittature e dittature. Ad esempio, nella Dittatura dei Feroci (pensiamo alla antica Sparta) la paura è sempre un mezzo da riserbare al nemico, per ciò se combatti e hai paura sei già “nemico” (di te stesso) e la tua morte sarà solo una liberazione per tutti gli altri, perché non servi per la comunità, per ciò è lo spietato che brilla. In tale dittatura passi il tempo per lo più a misurarti con le tue paure (=allenarti fisicamente) per poterle affrontare con sufficiente dignità (sociale) nell’ora della prova e determinare il tuo posto nella società. La Morte in tale società è dirimente e sacra e tendenzialmente si evitano ove possibile le stragi perchè sono caotiche e poco adatte a restituire dignità al coraggio del singolo. Nella Dittatura dei Pavidi invece la paura è il mezzo principale per detenere potere interno che si gestisce con il ricatto. Quindi, ciò che noi chiamiamo “contratto sociale” si basa sul ricatto. Nella Dittatura dei Pavidi brilla solo chi tradisce meglio, ma la morte è sempre considerata un Male, perchè i morti non li puoi ricattare. Ciò non ti impedisce di fare stragi, solo di considerare la morte un Male in astratto. Tuttavia… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da GioCo
Violetto
Utente CDC
22 Agosto 2021 17:26

Vedo che l’autore dell’articolo è in buona compagnia con vari commentatori che ritengono ci troviamo di fronte a una “sconfitta” dell’esercito americano.

Non so se ridere o piangere!
Nono…rido rido.

Questa è la versione della TIVVU…ragazzi…

Davvero qualcuno crede che i Talebani, quattro pecorari coi razzi siano entrati a Kabul e le principali città senza che ci fossero prima accordi?

Veramente non vi rendete conto che “li hanno lasciati fare”???

Dato per scontato e ovvio questo, perchè chi crede nella “sconfitta” forse vive nel mondo delle marmotte che incartano il cioccolato, la questione successiva è: Perché?

e vi lascio alle vostre “profonde” riflessioni…

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Violetto
Bertozzi
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
22 Agosto 2021 17:29

Ma no dai, diccelo tu che la sai lunga.

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
22 Agosto 2021 17:30

non capiresti nemmeno coi fumetti, visto il tuo patetico livello

Continua ad “abbeverarti” da BrunoVespa…vai

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Violetto
Bertozzi
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
22 Agosto 2021 17:38

Ah ecco, mi pareva.

(E patetico lo dici a tua sorella, visto che insulti un post si e uno no)

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Bertozzi
Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
22 Agosto 2021 17:59

ma no, patetico non è un insulto ma una considerazione.

Bertozzi
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
22 Agosto 2021 18:18

Idem per tua sorella.

E stiamo ancora aspettando le tue illuminanti considerazioni sull’argomento, non per me che non capirei – dagli infiltrati io non mi aspetto di più di quel che uno come te può dare e dà a questo forum, cioè nulla – ma ad altri qui forse interesserebbero, siamo in attesa.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Bertozzi
Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
22 Agosto 2021 18:27

infiltrati

ahahahahah😂😂😂

danone
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
22 Agosto 2021 18:12

Sono d’accordo sul fatto che è troppo semplice metterla sul chi ha vinto e chi ha perso.
Ovviamente sapere i veri accordi di Doha sarebbe utile per capirci qualcosa di più.
Per ora possiamo fare solo ipotesi e deduzioni.
La mia osservazione generale, ma credo valga anche per l’Afganistan, è che in un mondo sempre più lanciato nel digitale e nel controllo a distanza, compresi i sistemi d’arma e di difesa, andare in guerra sui territori altrui, con truppe ed equipaggiamenti, è come fare i chirurghi con un coltello di selce, quando si ha a disposizione il bisturi.

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
22 Agosto 2021 18:34

L’Afghanistan é ricco di minerali e terre rare.
La palla passa adesso alla Cina che sfrutterà quei minerali.
Perché non lo fa l’occidente?
Perché Cina e blocco occidentale non si combattono realmente coma racconta la propaganda (cosa che è resa ancora più evidente dalle collaborazioni su territorio cinese dentro i laboratori militari dove si manipolano i virus e varie).

La Cina produce materiali (per le nuove tecnologie) a basso costo e gli servono le terre rare cha ha già sul suo territorio ma di cui è sempre più monopolista e questo fa parte dell’ “equilibrio” attuale.

Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
22 Agosto 2021 21:01

Come mai la palla l hanno passata alla Cina che ora si può prendere il cucuzzaro dell’ Afganistan come se nulla fosse?
In cambio di che cosa?

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
23 Agosto 2021 7:57

esatto. la domanda è proprio questa!

dal mio punto di vista il fatto potrebbe essere che negli accordi c’è il fatto che la Cina continui a produrre a basso costo.
Francamente non credo siano solo questi i termini.
Potrebbe esserci di mezzo in linea più generale un mantenimento di una sorta di “equilibrio” stile muro di Berlino.

quello di cui mi pare di poter essere certi è che i Talebani non “invadono” l’Afghanistan senza la minima resistenza nemmeno dell’esercito afgano filo USA se non per accordi già
presi e che gli USA lascino tutto in mano al loro compresa l’oppio così senza motivo, non mi pare plausibile.

potrebbe anche esserci con la Cina un accordo tipo droga noi terre rare voi.

halak
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
23 Agosto 2021 10:28

L’Afghanistan é ricco di minerali e terre rare.
La palla passa adesso alla Cina che sfrutterà quei minerali.
Perché non lo fa l’occidente?
Perché Cina e blocco occidentale non si combattono realmente coma racconta la propaganda (cosa che è resa ancora più evidente dalle collaborazioni su territorio cinese dentro i laboratori militari dove si manipolano i virus e varie).
La Cina produce materiali (per le nuove tecnologie) a basso costo e gli servono le terre rare cha ha già sul suo territorio ma di cui è sempre più monopolista e questo fa parte dell’ “equilibrio” attuale.

potrebbe anche esserci con la Cina un accordo tipo droga noi terre rare voi.

Tutta qui la spiegazione alternativa, quella che non fa ridere? La palla che passa? Un accordo tipo droga e terre rare?
Che la Cina e gli Usa siano nemici strategici, credo che nessun analista serio lo metta in dubbio. Ovviamente questa rivalità è molto complessa e passa attraverso infiniti meccanismi diversi. Basti pensare che gran parte del debito estero Usa è finanziato dalla Cina.

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
23 Agosto 2021 12:30

con le informazioni che si possono reperire cosa ti aspetti? Una relazione in carta bollata o una tesi universitaria?

E’ gia molto di piu della tesi “gli usa hanno fallito”
o “questi guerriglieri l’esercito americano non è riuscito a sconfiggerli in venti anni. “

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Violetto
Bertozzi
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
23 Agosto 2021 14:10

Eh sì grandi pensate geopolitiche, tanto rumore per nulla, come sempre.

Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
23 Agosto 2021 17:26

Occhio e croce direi che si tratta del vairus sparso,in cui sia Cina e anche Usa non devono essere beccati col dito nella marmellata che hanno sparso in tutto mondo sapendo di farlo.
Resta sempre l opzione di ora riguardo i soldati Usa che i talebani non vogliono sul territorio e che non sono stati rim patriati.
Ma sono militari armati a comando Usa e non si dica che non POSSONO riportarli a casa.
La strategia non è chiara e sorprese non mancheranno.La fretta di portare afgani in Europa è stata eccessiva.

jeints
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
22 Agosto 2021 19:11

Sono perfettamente d’ accordo.

Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
22 Agosto 2021 21:11

….e lasciano fare alla Cina di prendersi le risorse afgane come se nulla fosse?
infatti gli accordi ci sono sempre in cambio di qualcosa.

jeints
Utente CDC
22 Agosto 2021 19:07

Mi sembra strano tutto questo aderire di molti cospirazionisti alla propaganda umanitaria antitalebana. Che ne sappiamo di quanto i talebani facciano male o bene al paese? Quello che sappiamo e’ che i buoni americani hanno violentato le donne di la’ piu’ dei talebani.

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  jeints
22 Agosto 2021 21:12

Nulla è più risibile della propaganda umanitaria antitalebana, specialmente se l’alternativa sono americani e NATO, noti umanisti.

45
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x