LA BCE SI CHIAMA FUORI

blankDI LINO ROSSI
Soldi Online

Massimo Giannini su Repubblica ha firmato un pezzo molto importante (1). Le sue affermazioni, quelle di Lorenzo Bini Smaghi, membro italiano del board della BCE, e quelle di altri illustri personaggi, disegnano un quadro esaustivo della situazione finanziaria attuale.

Si afferma con grande chiarezza che:

  1. i controlli sui soggetti bancari e finanziari e sugli strumenti finanziari “esoterici” sono insufficienti;
  2. la BCE non effettua questo tipo di controlli in quanto sono rimasti a carico delle Autorità nazionali;
  3. la FED finora non li ha fatti ma si accinge a farli;
  4. secondo la BCE, la FED finora non li ha fatti a causa della scelta ben precisa, effettuata da Alan Greenspan, di non farli.

Non male se si tiene conto che fino a poco tempo fa si scriveva in assoluta tranquillità che il predecessore di Ben Bernanke è stato il più grande banchiere centrale della storia.Se poi si considera che il peso della FED a Basilea (2) non è proprio insignificante, si fa presto capire lo spessore delle Autorità nazionali: veri e proprio anatroccoli al seguito dell’anatra FED. Ne sappiamo qualcosa noi italiani che quando Volcker ha fatto la sua Politica Monetaria da noi si è fatto pedissequamente ciò che Volcker avrebbe fatto da noi, in barba all’ottima scuola italiana di Donato Menichella e Paolo Baffi (3).

Visto che le Autorità sono due, quella monetaria, la BCE, e quella politica, e visto che la BCE si chiama fuori, bisogna capire di chi è la responsabilità dei mancati controlli.

Apparentemente, secondo Bini Smaghi, la responsabilità è delle Autorità nazionali, ovvero dei “partecipanti” della BCE, le varie banche centrali nazionali che, a parte bankitalia, sono “pubbliche”. Aggiunge: “La Bce ha poteri assoluti sulla politica monetaria, ma non ne ha affatto sulla politica bancaria“. Insomma, gira e rigira, la colpa è dei politici che hanno fatto gli “anatroccoli” anziché i Politici (4).

Assistiamo effettivamente a due poderosi passi in avanti:

  1. la politica di Greenspan non è più un modello da seguire come zombie;
  2. la Politica deve fare un passo avanti.

Si potrebbe dire che è stata dura, ma che alla fine si è giunti a buon punto?

Purtroppo no! Non siamo neanche a metà dell’opera.

Veniamo alle note dolenti.

Nonostante che il SEBC (5) debba regolare l’offerta di moneta e debba trasmettere la politica monetaria alle banche mediante:

  1. operazioni di mercato aperto;
  2. operazioni per la gestione giornaliera della liquidità;
  3. modifiche del coefficiente di riserva obbligatorio delle banche.

A nessuno viene l’idea che anche la riserva obbligatoria è uno strumento da impiegare per svolgere correttamente la PM (6). La RO è al 2% e nessuna la tocca (alla Greenspan).

Sappiamo che la politica monetaria e quella fiscale devono essere coordinate (7); sappiamo anche, infine, che senza questi passaggi tutti gli sforzi saranno vani.

  1. http://www.repubblica.it/supplementi/af/2008/04/07/copertina/001kartone.html
  2. http://www.bis.org/
  3. http://comedonchisciotte.org/controinformazione/modules.php?name=News&file=article&sid=3844
  4. http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243^1074824,00.html
    LINDA LANZILLOTTA – Ministro per gli Affari RegionaliSono stata consulente in linea generale, cioè io non ho seguito singole operazioni perché non l’ho voluto mai fare. Generalmente la mia attività è stata quella un po’ di far capire il sistema pubblico a una grande banca internazionale che quindi ha una scarsa conoscenza dei meccanismi dei bilanci regionali locali e quando mi è capitato anche segnalare agli amministratori quali erano le implicazioni di questi strumenti.
  5. http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_centrale_europea
  6. http://www.saperinvestire.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2108
  7. http://www.saperinvestire.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2112

Lino Rossi
Fonte: http://www.soldionline.it
Link: http://www.soldionline.it/a.pic1?EID=21794
09.04.2008

blank
Notifica di
18 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
18
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x