Home / ComeDonChisciotte / iPHONE: LA iSPIA della NSA?

iPHONE: LA iSPIA della NSA?

DI KURT NIMMO
Another Day In The Empire

Secondo “webhack”, un team di hacker russi, il tanto atteso iPhone è provvisto “di una funzione interna che consente di inviare dati da un iPhone a uno specifico server web”. Contatti della rubrica telefonica, SMS, ultime chiamate e cronologia del browser possono essere rubati, come spiega il blog VS iPhone

Nell’autorevole pubblicazione, secondo il blog, i russi indicano una possibile “funzionalità di debug o un modulo di backdoor incorporato utile ad alcune istituzioni governative”, ovvero alla National Security Agency, responsabile della violazione di massa dei diritti costituzionali degli americani.

Naturalmente, aiuta sapere che “Apple ha scelto AT&T, il migliore e più noto gestore di telefonia degli Stati Uniti con oltre 62 milioni di clienti, come gestore esclusivo per l’iPhone negli Stati Uniti”, come vanta il sito della AT&T. Come sappiamo, il leviatano della telefonia collaborò illegalmente con la NSA per violare la legge.
“AT&T ha violato la legge e i diritti dei suoi clienti dando il consenso al furto dei dati. Il programma di spionaggio del governo americano nel violare la privacy dei suoi cittadini non sarebbe possibile senza l’aiuto di AT&T”, dice una FAQ della Electronic Frontier Foundation. “EFF sostiene che sotto il programma di spionaggio nazionale messo a punto dalla NSA, le principali compagnie di telecomunicazione – in particolare AT&T- hanno dato alla NASA accesso diretto ai loro vasto database di registrazioni telefoniche, comprese informazioni su chi abbiano chiamato o inviato mail i loro clienti. EFF sostiene che AT&T, oltre a consentire alla NSA l’accesso ai telefoni e a Internet tramite il proprio network, ha dato via libera al governo per l’accesso a “Daytona” uno dei più grandi database al mondo di tabulati telefonici”.

“Gli elementi hardware alla base di un normale programma di spionaggio sono stati introdotti negli uffici di comunicazione del ‘mondo reale’ “, ha detto a Wired News l’ex tecnico della AT&T Mark Klein. Secondo Klein e un’inchiesta pubblicata dal New York Times, il “progetto orwelliano di NSA-AT&T è molto più grande” di quanto si immaginasse prima ed è stata direttamente autorizzato dal presidente Bush, come anche lui ha ammesso, in palese violazione degli statuti specifici e della tutele costituzionali delle libertà civili”. Nel frattempo, Bush ha firmato molti ordini esecutivi essenzialmente per garantirsi il potere di un Magister Populi romano, dittatore erga omnes.

“L’anno scorso è stato scoperto che la AT&T spiava di nascosto i cittadini americani per conto del governo”, spiega Adam Frucci del blog Gizmodo. “Forse lo fa ancora. Poi, poco tempo fa, ha annunciato di voler spiare su Internet gli utenti, per combattere la pirateria, presumibilmente per il piacere di RIAA e MPAA. Se non vuoi più essere spiato e vuoi cambiare ISP sai cosa succede? Non hai vie d’uscita. E se AT&T si inserisce in tutti i tuoi dati tramite il suo network, la maggioranza degli utenti Internet saranno coinvolti, non solo i clienti di AT&T. Processa un numero incredibile di dati, e poco spazio non è sotto il suo controllo”.

Poco importa. L’iPhone della Apple è così cool e trendy che molti acquirenti faranno spallucce davanti al fatto che – se i russi non si sbagliano – disponga di un dispositivo in grado di trasferire i dati personali a un PC della NSA.

Kurt Nimmo
Fonte: http://kurtnimmo.com/
Link: http://kurtnimmo.com/?p=931
19.07.2007

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ELEONORA BIANCHINI

Pubblicato da God