Inizio anno nero per i vaccini Covid: crollo del 75%

Il primo mese e mezzo del 2022 ha visto un quasi annullamento delle prenotazioni

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Ieri c’è stato il record negativo assoluto delle prime dosi in Italia – proprio in coincidenza con l’inizio dell’apartheid per gli over 50 – mentre più di 12 milioni di persone con la seconda dose rifiutano di fare la terza. I dati del Sole 24 Ore ripresi da eventiavversinews.it registrano un netto crollo della fiducia degli italiani nella campagna vaccinale – il nome mediatico della sperimentazione genica coatta di massa – a fronte dell’incalzare sempre più forte degli eventi avversi e del lavoro incessante della libera informazione per riportarli.

Gli italiani scelgono sempre più di non vaccinarsi, nonostante l’inasprirsi della dittatura sanitaria che ha portato l’Italia a essere il primo paese al mondo quanto a restrizioni. Le somministrazioni in fascia pediatrica sono crollate del 60%, mentre generalmente il crollo in questa settimana ha superato il 75%. Resistono anche gli over 50, per niente scalfiti dalle misure realizzate ad hoc contro di loro, che sono circa la metà del milione e mezzo di persone col braccio ancora immacolato.

Mentre il governo cerca di passare sotto silenzio la situazione, in grandi città come Napoli si prospetta la chiusura degli hub vaccinali, come anche in Lazio, giustificata dal “vaccino periodico”.

MDM 16/02/2022

Fonti https://www.ilsole24ore.com/art/vaccini-prime-dosi-scendono-21mila-giorno-chiudono-primi-hub-AEPl3MEB

Hub deserti. Minimo storico delle vaccinazioni. Nessuno si fida più. Da inizio anno inoculazioni crollate oltre il 75%

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
5 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
5
0
È il momento di condividere le tue opinionix