Infermiera di 54 anni stroncata in pochi mesi da una malattia

Sonia Buglioni lavorava nel reparto di Emodialisi a Pontedera: al funerale anche tanti pazienti.

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Pochi mesi tra la diagnosi e la morte. Un tempo breve ma infinito dopo anni di lavoro in un reparto molto delicato degli ospedali di San Miniato e Pontedera dove Sonia Buglioni ha lavorato prima di doversi arrendere alla grave malattia che prima le ha sconvolto la vita e poi gliel’ha tolta. La 54enne è deceduta l’altro giorno nella sua abitazione di Santa Maria a Monte e nello stesso paese è stata salutata per l’ultima volta durante un funerale con moltissime persone.

C’erano i colleghi dell’Emodialisi del Lotti di Pontedera, ma anche tanti pazienti o i parenti di persone seguite dall’infermiera che oggi non ci sono più. «Una dimostrazione di quanto fosse brava nel suo lavoro – ha detto Emiliano Carlotti, presidente degli infermieri di Pisa e suo responsabile nel reparto dell’ospedale con la qualifica di bed manager della dialisi – perché era sempre pronta ad andare oltre il suo compito, entrando in simbiosi con i pazienti e dimostrando loro una disponibilità totale di fronte alla malattia. Mancherà sicuramente a moltissime persone».

Al dolore del figlio e della madre di Sonia Buglioni si sono uniti i colleghi ma anche la direzione infermieristica con il dirigente di Pontedera Davide Traballoni e quello dell’Asl Toscana Nord Ovest, Andrea Lenzini.

L’infermiera era un’iscritta del sindacato Nursind e la sezione di Pisa l’ha ricordata con un post su Facebook: «È mancata la collega Sonia Buglioni. La comunità infermieristica perde una grande collega. Vogliamo ricordarla come una grandissima professionista innamorata del suo lavoro e sempre attenta alle esigenze dei pazienti. Sonia lavorava in Emodialisi all’Ospedale Lotti di Pontedera. Mancherà ai colleghi e ai suoi pazienti la sua grande empatia e professionalità. I colleghi di Nursind Pisa si uniscono al dolore dei familiari e porgono le loro condoglianze».

Tantissimi i messaggi di cordoglio scritti da amici, colleghi e conoscenti sul social network durante la giornata di ieri.

La 54enne aveva ricevuto la terribile diagnosi alla fine dell’anno scorso. Poi, dopo trattamenti e sofferenza, è morta poco più di sei mesi dopo circondata dall’affetto dei suoi familiari che non hanno potuto fare altre se non accompagnarla fino alla fine.

NDR – Non viene in alcun modo menzionato lo stato di vaccinazione della donna, tuttavia è lecito supporre che avesse ricevuto i vaccini anti Covid-19 visto il lavoro che svolgeva come infermiera nel reparto di Emodialisi a Pontedera.

Fonte articolo: https://www.iltirreno.it/pontedera/cronaca/2022/06/28/news/morta-infermiera-di-54-anni-per-una-malattia-1.100026598

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix