Impiegata di Ceva muore d’infarto a 37 anni

Romina Aimo è deceduta improvvisamente nella sua casa di Cuneo

E’ morta nella sua casa di Cuneo, dove era andata ad abitare per motivi di lavoro. Romina Aimo, 37 anni, di Ceva, è stata stroncata da un malore (probabilmente un infarto). La donna aveva lavorato a lungo all’Alpitel di Nucetto, poi da alcuni anni era impiegata alla concessionaria «Gino» di Cuneo. Aveva anche l’incarico di revisore dei conti della sezione Avis di Ceva: in città era sempre stata molto attiva, anche con il gruppo degli amici del Palio dei Rioni.

Il neo eletto presidente dei donatori di sangue, Fabio Mottinelli: «La scomparsa prematura di Romina è una perdita significativa, per l’amicizia e il legame profondo che la univano alla nostra associazione. Quando la vita inciampa in questi tragici eventi, cade e lascia uno squarcio nelle vite della famiglia e di un’intera comunità. Romina e io avevamo la stessa età, abbiamo frequentato elementari e medie insieme, poi la vita ha preso altre strade e ci siamo frequentati saltuariamente, per poi ritrovarci a far parte dell’Avis. A scuola la ricordo volenterosa e precisa, come lo si è rivelata poi nella vita professionale, e di buona compagnia al di fuori. Ricorderemo per sempre il bene che ha donato e il suo sorriso».

E la ricordano gli amici del Palio dei Rioni: «Per il tuo rione, c’eri. Per arrabbiarti o gioire insieme a tutti noi, c’eri. Per difenderci con passione dai nostri torti, reali o presunti, c’eri. Per partecipare a quelle noiose riunioni organizzative a cui nessuno voleva mai presenziare, c’eri. Per cucinare un piatto di pasta alle 4 del mattino, c’eri. Per dare una mano a preparare o a pulire, c’eri. Per precipitarti con la macchina sul luogo di qualche indizio, c’eri. Per far capire ai più piccoli cosa rappresenti per noi il Palio, c’eri. Ora tocca a noi esserci per te, ricordarti e pensarti sempre sarà il nostro compito. Ci mancherai, meravigliosa Romina».

La data dei funerali non è stata ancora fissata, in attesa del nullaosta da parte dell’autorità giudiziaria che, come avviene spesso in caso di morte improvvisa, ha disposto l’autopsia.

NDR- Secondo quanto riportato sul sito esclusacorrelazione.it la donna aveva fatto il vaccino.

Fonte articolo: https://www.lastampa.it/cuneo/2021/06/24/news/dipendente-di-una-concessionaria-muore-d-infarto-a-37-anni-1.40425059

 

Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x