Il vaccino ha fatto più danni del Covid: studio

Una recente ricerca è giunta alla conclusione che i vaccini contro il Covid-19 sarebbero fino a 98 volte peggiori del virus stesso, con un rapporto rischio-beneficio non favorevole.

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Secondo uno studio condotto da scienziati di Harvard e Johns Hopkins, in preprint, i vaccini utilizzati contro il Covid-19 sarebbero fino a 98 volte peggiori del virus stesso. Lo studio fa una valutazione del rischio-beneficio dei booster vaccinali tra gli studenti universitari, stilando cinque argomentazioni etiche contro gli obblighi vaccinali.

Stimiamo che 22.000 – 30.000 adulti precedentemente non infetti di età compresa tra 18 e 29 anni debbano sottoporsi ad un booster con vaccino mRNA per prevenire un ricovero in ospedale per COVID-19 – spiegano gli autori -. Utilizzando il CDC e i dati sugli eventi avversi segnalati dagli sponsor, scopriamo che gli obblighi di richiamo possono causare un danno atteso netto: per il ricovero COVID-19 prevenuto in giovani adulti precedentemente non infetti, prevediamo da 18 a 98 eventi avversi gravi, inclusi da 1,7 a 3,0 associati al richiamo casi di miocardite nei maschi e da 1.373 a 3.234 casi di reattogenicità di grado ≥3 che interferisce con le attività quotidiane“.

Secondo i ricercatori, però, data l’elevata prevalenza dell’immunità post-infezione, il rapporto rischio-beneficio risulta poco favorevole. La conclusione, secondo gli autori dello studio, è che gli obblighi di richiamo delle università non sono etici per i seguenti motivi:

  • non esiste una valutazione formale del rischio-beneficio per questa fascia di età;
  • i mandati vaccinali possono comportare un danno atteso netto per i singoli giovani;
  • i mandati non sono proporzionati: i danni attesi non sono compensati dai benefici per la salute pubblica data la modesta e transitoria efficacia dei vaccini contro la trasmissione;
  • i mandati statunitensi violano il principio di reciprocità perché i rari gravi danni correlati al vaccino non saranno risarciti in modo affidabile a causa delle lacune negli attuali schemi di danno da vaccino;
  • i mandati creano danni sociali più ampi, come ad esempio i seri limiti alla socializzazione e alla sicurezza.

Fonte articolo: https://www.meteoweb.eu/2022/09/vaccino-danni-studio-harvard/1001149855/

 

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix