Home / Attualità / Il mostro di Macerata e l’antifascismo

Il mostro di Macerata e l’antifascismo

DI PIEMME

sollevazione.blogspot.it

Berlusconi minimizza sostenendo che si tratta di uno squilibrato mentale; i fascisti che giustificano la mancata mattanza; quelli che lo condannano come atto criminale; Salvini e la Meloni che dicono che la colpa è dell’immigrazione e di chi la favorisce; il Saviano che rimprovera a Salvini di essere il mandante morale; l’estrema sinistra, sulla stessa scia, se la prende tuttavia anche coi “complici silenti”; Di Battista che in quanto a ignavia supera tutti quanti. Ci sarà infine qualche cretino che griderà al complotto di qualche servizio segreto per favorire il Pd nelle urne.

C’è poi chi equipara il gesto del mostro di Macerata e quelli disperati degli islamisti riconducibili all’ISIS. La similitudine sta secondo me altrove: Traini, colpendo ogni immigrato che gli è capitato a tiro ha emulato le pratiche della destra neonazista e suprematista americana.Dopo l’americanizzazione delle sinistre, abbiamo quindi l’americanizzazione del fascismo, lo sceriffo bianco fai date. Sintomo evidente di una società spappolata, il cui tessuto si va progressivamente sfasciando, producendo un’individualismo nichilista della morte.

Non c’è dubbio che questo Luca Traini, oltre ad essere un infame —come definire altrimenti chi fa il tiro al bersaglio con gente inerme e indifesa— è uno “squinternato”; uno squinternato che fa un’americanata ma con delle idee politiche fasciste, uno che per di più, solo un anno fa, era candidato della Lega di Salvini.

La qual cosa che ci dice? Ci dice che nel marasma italiano, pur tra stop and go, si va configurando una ecttoplasma politico reazionario, diviso su molte questioni ma con un collante ideologico e sociale comune: la xenofobia. Ora Di Stefano si agghinda col doppio petto, ma nessuno deve dimenticare che nel 2011, a Firenze, il suo simpatizzante Gianluca Casseri sparò e uccise due ragazzi senegalesi. Ora Casa Pound è un avversario elettorale della Lega, ma non si deve scordare che nel 2015 Salvini e i “fascisti del terzo millennio” siglarono un patto politico il cui marchio di fabbrica era “basta immigrazione! prima gli italiani!”. Il patto si è rotto perché Salvini decise di allearsi con Berlusconi. Vedrete che se questa alleanza dovesse rompersi, a crisi sociale incalzante, l’anima nera della Lega riporterà in auge quel perverso sodalizio. La barbarie sociale neoliberista, non solo produce anime nere, le spinge ad assembrarsi, a fare fronte.

C’è quindi una logica sociale, oggettiva, nella follia terrorista del “lupo solitario” Luca Traini. Guai a non vederla! Guai a coloro che se gli parli della xenofobia montante fanno spallucce.

Antifascismo necessario quindi, ma quale? Ce ne sono almeno due, uno può vincere, l’altro destinato a farci perdere. Per capire quali essi siano si guardi questo breve filmato sulla mobilitazione avvenuta ieri a Genova. Una grande e combattiva manifestazione indetta per protestare contro il crimine di Macerata. Pare che quelli del Pd siano stati cacciati dal corteo. Cosa buona e giusta. Si ascoltino quindi i due manifestanti che parlano al microfono. Sono l’icastica rappresentazione dei due antifascismi di cui parlo: quello patriottico del vecchio partigiano, e quello retorico e declamatorio difeso da un giovane. Ahimé non è quello partigiano che ha l’egemonia.

No so se faremo in tempo a fermare il mostro che la putrescente società liberista e liberale nutre nella sua pancia.

So che per impedire il parto si dovrebbe uccidere la madre che lo tiene in grembo. So che questo parto è agevolato da quelle sinistre bastarde le cui cifre identitarie sono oramai il disprezzo dello stato e della nazione, l’accoglienza a prescindere col mito suicida della “società multietnica”, il cosmopolitismo liberal-cattolico al posto dell’internazionalismo.

So che per evitare una nuova tragedia storica occorre anzitutto rimettere ordine nei pensieri, sbarazzarsi dei fiori oramai appassiti e coltivarne di nuovi. Occorre ricostruire una nuova comunità politica dalle forti radici democratiche, rivoluzionarie e patriottiche.
Faremo in tempo?

Piemme
Fonte: http://sollevazione.blogspot.it
Link; http://sollevazione.blogspot.it/2018/02/il-mostro-di-macerata-e-lantifascismo.html
04.02.2018

Pubblicato da Davide

  • RC18

    “Non c’è dubbio che questo Luca Traini, oltre ad essere un infame… è uno “squinternato””
    E’ possibile trovare un articolo di un giornalista a cui hanno diviso in 7 parti un’amica o una figlia o la moglie? Così, giusto per avere un altro punto di vista…

  • PietroGE

    Un altro articolo da buttare. Conferma quello che dicevo nell’articolo precedente : la sinistra è morta e sepolta e vuol portare sottoterra l’intero popolo italiano.

    -Il mostro di Macerata è il negro che ha fatto a pezzi come un animale la povera ragazza.
    – I mostri dell’Italia sono i politici che hanno permesso l’invasione della feccia del mondo nel nostro Paese.
    -I mostri della sedicente giustizia sono i magistrati che invece di rispedire a casa loro gli spacciatori del terzo mondo li rimettono in libertà, tanto i figli e le figlie che vengono schiavizzati con la droga sono quelli degli altri.
    -Le (ex) femministe che parlano e sparlano sempre di femminicidio sono state zitte perchè l’assassino era negro. Pensate cosa sarebbe successo se ad ammazzare la ragazza in quel modo fosse stato proprio il fascista. Ma no, il negro, novello 007, per questa gente, ha licenza di uccidere. Cos’è la vita umana di fronte all’antirazzismo?
    -La sinistra sta scomparendo dall’Europa…ci sarà pure una ragione!

    • –<>– –<>–

      Ormai l’informazione di cdc si è appiattita ed è funzionale alle istanze globaliste liberalprogressiste.
      Rivogliono il pd.

    • MarioG

      A parte le altre cose già dette e ridette nei commenti dell’articolo precedente, interessante la noticina al punto 3: il coro (diciamo “femminista” per semplificare) della è sempre in sintonia e all’unisono con quello global-immigrazionista. Anche il termine “femminicidio” viene silenziato per l’occasione.
      Io lancerei per ripicca il termine “autoctonicidio”. Siicuramente non è più demente del “femmicicido”.

      • PietroGE

        Proprio oggi il sito di Der Spiegel riporta che il governo israeliano ha inviato 40 000 lettere di espulsione a clandestini e richiedenti asilo africani. Hanno tempo sino a Marzo, dopo verranno messi in galera.

        http://www.spiegel.de/politik/ausland/israel-beginnt-mit-abschiebung-von-40-000-afrikanischen-fluechtlingen-a-1191335.html

        Chi parte volontariamente avrà soldi (2800 €) e il biglietto aereo pagato.
        Il quotidiano ‘Times of Israel’ commenta anche, riportando l’opinione di un direttore di carceri, che non ci sono abbastanza celle per sistemare chi non vuole andarsene.[li metteranno in qualche campo di concentramento, chissà] Israele ha già un accordo con l’Uganda e il Ruanda il quali si dicono disposti ad accogliere i migranti, naturalmente dietro compenso finanziario.
        ………………………………………….
        Come vedi chi vuole risolvere il problema dell’immigrazione lo risolve e anche se l’espulsione costa gli costerà sempre meno che tenere i clandestini in casa. Da far vedere a Saviano, a Mentana e alla Bonino.

        • Holodoc

          Se lo fai vedere a Saviano, dato le sue simpatie sioniste, va in cortocircuito e gli iniziano a fumare le orecchie 8D

          • Vamos a la Muerte

            Saviano è un “uomo” (si fa per dire) per tutte le stagioni: ciò che è bellissimo per l’Italia per Israele è nefasto.

    • maboba

      Ben detto. Concordo. Articolo ideologizzato che dimentica gran parte della realtà e la butta sul solito refrain della xenofobia, dimenticando che sono quelli come lui, aprendo le porte ad un immigrazione incontrollata e folle, a aprire il vaso di pandora delle reazioni inconsulte e scriteriate. Ma questo a loro non interessa, interessa solo fare il bel discorsino ideologicamente corretto e naturalmente esecrare gli altri che non sono d’accordo, i cattivi xenofobi, omofobi, razzisti, fascisti, sovranisti. populisti e chi più ne ha più ne metta. E’ così “figo” sentirsi dalla “parte giusta” della storia.

    • Paolo

      Intervento ricco di raziocinio e buonsenso, cose sempre più rare.

    • Epiphanius

      Concordo. Pochi articoli sensati su CDC, fanno molto centro sociale ormai. Blog come “sollevazione” ecc. non ce la faranno mai a capire che tutti i problemi partono da moneta, sovranità, identità e salvaguardia della tradizione contro robot e multinazionali. Urleranno sempre al fascista anche quando costoro sono, in realtà, estinti e demonizzati da un secolo. Un gesto insano come quello di Traini pare proprio il cacio sui maccheroni, chissà se il cuoco è MK ultra.
      Ad ogni modo l’unica cosa confortante è che nei commenti sopravvive gente aliena alla retoria e alla strategia della tensione 2.0 ed anche alle chiacchiere di questi anacronistici sinistri. Divide et impera, come dice Marco Mori.
      Solidarietà alle vittime di qualsiasi origine e vergogna per l’assenza totale di “indignazione” mediatica a reti unificate per quanto accaduto a Pamela. Quella è la cosa di cui bisognerebbe discutere.

    • rocks

      Pietro, i mostri sono mostri, non hanno coloro, ma dare la colpa dell’immigrazione agli extracomunitari solo perché oggi sono loro a spacciare mi sembra un po’ approssimativo. Se non ci fossero spacciatori stranieri in giro, la mafia e la camorra saprebbero come rimpiazzarli, non ti preoccupare.

    • Nonsenepuòpiù

      E con questo CdC ha chiuso.
      Ho preso una fregatura come il M5S, ti attirano con argomenti ragionevoli, poi ti sparano in faccia il peggio che c’è in circolazione.

  • Hito

    I fascisti del futuro saranno coloro che si definiranno “antifascisti”.(Winston Churchill)
    Allora, se tanto mi da tanto, il mandante morale dello smembratore nigeriano è papa Bergoglio.

    • Edoxxx

      È proprio lui

    • Epiphanius

      IN un certo senso sì, in concorso con altri però!

  • Nathan

    Che bello buttarla in caciara come si dice a Roma quando si vuole fare confusione parlando parlando. Qui si perde di vista il delitto che a dire poco è efferato con aggravanti come non se ne vedevano da tempo in Italia e tutto quello che si riesce a fare e parlare di uno squinternato che non doveva avere ne armi ne patente di guida.
    I nostri politici si sono fiondati a macerata a tranquillizzare tutti che siamo sempre i soliti italiani brava gente e che sto poraccio pagherà per tutti senza se e senza ma.
    Il ma lo metto io : ma la vittima smembrata che fine ha fatto perché non si condanna in maniera uguale il fatto solo perché non aveva la pistola fumante oppure perché se lo fanno danno ossigeno a chi vuole il fuoco su certe questioni?
    Siamo un popolo di intronati governato da ignavi che fanno i forti con i deboli ma deboli e politicanti di bassa lega con i “forti”.
    Io sono contro la violenza sempre ma proprio perché credo in questo mio essere quando la violenza circa si abbatte su una ragazzina indifesa beh allora la condanna deve essere esemplare e tempestiva.
    Scusate lo sfogo ma se mi facessero trovare mio figlio a pezzi in una valigia non so come potrei reagire.

    • OGerosa

      Il primo anello della catena è la droga !

    • SanPap

      io si

    • Mario Poillucci

      La risposta è ovvia, spontanea, conseguenziale, salvifica, giusta, legittima, opportuna: prende un revolver ed attua giustizia sommaria ed istruttiva! In certi casi la magistratura non serve un caxxo! Si provvede direttamente e, se qualcuno dovesse sfacciatamente pensare di contestarle qualcosa deve aspettarsi analogo trattamento!!!!!!

  • Tipheus

    A me quello che urta di questa squallida vicenda di cronaca, è che tutti, ma proprio tutti, compreso questo signore che scrive, cercano di strumentalizzare la vicenda, esattamente come l’uccisione della ragazza qualche giorno prima.
    Lo so che i politici vivono di questo. Lo so che è inevitabile, quanto è utopico pensare che loro (e gli elettori) possano essere razionali e ragionare per categorie e non per esempi, che da soli non significano proprio ma proprio nulla. Però tutto ciò mi fa schifo lo stesso.
    Muore una ragazza seviziata e fatta a pezzi da un nigeriano. Occasione ghiotta per far capire finalmente che l’immigrazione senza alcuna regola è un problema.
    Io sono FERMAMENTE contrario all’invasione in atto e alla sostituzione etnica. Eppure da quel fatto di cronaca nera non deduco proprio niente, e men che mai che tutti i nigeriani sono dementi che girano col machete. Esistono pure bimbi nigeriani il giorno della prima comunione non meno candidi dei nostri. Ma insomma. Un conto è la politica, un conto è ragionare così, di pancia. Questo signore andrebbe impiccato, ma che c’entra coi nigeriani in generale?
    E il fascista pazzo? Un regalo alla Boldrina, non c’è dubbio. Basti leggere le sue dichiarazioni e quelle di Grasso.
    Però anche gli altri, chi da destra, chi da sinistra, a “intingere il biscottino”. Che schifo.

    • ton1957

      Due esecrabili atti di cronaca nera, due pazzi di incarcerare senza se e senza ma………vomito anch’io sullo sfruttamento politico di queste due tragedie…..l’antifascimo ed il fascismo tirati per la giacchetta da politici senza scrupoli (anche gli elettori non scherzano) questa generazione di politici cerca rogne non merita il sangue versato ne dei ragazzi di Salo e neppure quello antifascista………..lasciamo che riposino in pace e che non abbiano a vergognarsi, di aver sparso tanto sangue per una Italia si fatta…………..

    • Pedro colobi

      Vedi senza voler troppo generalizzare , ti assicuro che molti nigeriani sono come quello che ha ucciso e seviziato la povera ragazza. I nigeriani che arrivano da noi , sono cresciuti in un paese , la Nigeria, dove la vita di una persona non ha nessun valore. Inoltre tieni conto che in generale chi emigra illegalmente è molto facile che sia uno disadattato già a casa sua . Il problema grave è che per i nostri governanti, servi dei servi, tutti quelli che arrivano devono essere ben accolti perché la cupola ha deciso di portare in Europa, l’Italia ne è la porta, almeno 100 milioni di africani per il meticciato deciso nel Tempio.

      • Epiphanius

        Ma non ma cosa dici? Sii INCLUSIVO, sii ACCOGLIENTE, non parlare di RAZZA, ORIGINI, CULTURA, ecc. Nel regno talmudico “goym” questo ed altro vanno benissimo, per l’appunto, come deciso nel Tempio. Ti vogliono appiattito e incapace di distinguere, in tutto, anche nel consumo. Leggo che una senatrice a vita testè nominata parla di modificare la Costituzione togliendo la parola razza. Pensavo che bastasse non DISCRIMINARE tra razze, ma negare anche l’evidenza.. Cioè ora sentiremo di avere gli occhi a mandorla o la pelle scura? La razza è un fatto naturale, quel che dovrebbero limitarsi a contrastare è la discriminazione (lo fanno comunque molto bene da tempo), anziché fondare una neolingua orwelliana. MA ne vedremo delle belle.

        • Tipheus

          “Ragazzi”, che ci sia un arretratezza culturale spaventosa in Nigeria, OK. Che quelli che arrivano qua sono il peggio che hanno là, OK. Che andrebbero rispediti a casa, OK.
          Però voi siete accecati, vi siete bevuti il cervello.
          Io sono civis romanus, e per me la responsabilità personale, per quanto grave, è SEMPRE personale. Non si può MAI criminalizzare un popolo in quanto tale. C’è un sottile confine tra sovranismo e razzismo allo stato puro. Ed io non lo voglio varcare. Resto civile. Possiamo anche introdurre il reato di immigrazione clandestina, ma non posso imputare di strage tutti gli immigrati clandestini. Questo è odioso. Alla Sacco e Vanzetti. A me fa schifo l’immigrazionismo, ma altrettanto il razzismo. Poi ognuno ha la barbarie che merita. Ma non scenderò mai al livello di chi ci vuole distruggere e fare regredire a un livello di civiltà da Impero Assiro.
          Parlo per me, almeno. Se ci esprimiamo così, vuol dire che siamo caduti nella trappola della manipolazione, nella tifoseria scellerata. Mi basterebbe un governo “civile” alla Orban o alla Putin. Lo schifo nazista non mi serve.

          • AnonimoSchedato

            Temevo di essere rimasto solo (con qualche avvocato raggrinzito) a credere nella responsabilità penale personale.
            In fin dei conti è l’effetto voluto. Sobillare l’estremismo da una parte (qualsiasi) per ottenere l’estremismo opposto da un altra parte, far scontrare i due estremismi e raccogliere il frutto (tra i due litiganti il terzo gode, o più aulicamente, divide et impera).
            Sta funzionando bene, sempre meglio, in sempre più paesi.

        • Tipheus

          Ps. Gli ebrei c’entrano, ma fino a un certo punto.
          Sono i “nostri” che aprono la porta di casa. E’ la nostra classe dirigente ad essere fradicia e inadeguata. Se ne avessimo una “nazionale”, tutti gli usurai del mondo potrebbero ben poco.

  • snypex
    • AnonimoSchedato

      La migliore risposta possibile. Grazie per averla postata.

  • Annibale Mantovan

    Una ragazzina di 18 anni è stata uccisa. Da quel che ho letto è stata eviscerata come nei macelli con gli animali. Poi è stata fatta a pezzi. Chiusi in buste e gettati in un bosco. C’ erano tutti? sembra di no…dove son finiti gli altri? se li sono mangiati? (Non scrivo a vanvera, conoscevo un immigrato amico nero da Abidjan che mi diceva di non andare mai in Nigeria…sono violentissimi e in qualche caso cannibali). Il giorno dopo un altro esaltato (forse drogato, forse indotto dai soliti servizi segreti, sicuramente in cura per disturbi psichici) ha deciso di vendicarla. S’ è preso la sua pistola regolarmente detenuta ed ha sparato addosso a coloro che riteneva fossero gli assassini o suoi amici…non si sa se mirando o sparando a casaccio. Ha colpito 6 persone, 4 sono state già dimesse. Poi si è avvolto del tricolore ed ha gridato di essere un italiano fascista facendosi arrestare dai carabinieri. CREDO che la notizia sia la morte della giovane ragazzina di 18 anni PAMELA MASTROPIETRO uccisa da uno o più nigeriani. Non vedo alcun fascista. Vedo solo uno scemo che ha tentato maldestramente di farsi giustizia ed altri politici affermati che stanno tentando di cavalcare uno spot. Ripeto…c’ erano tutti i pezzi?

    • Epiphanius

      Ho visto ieri un documentario sulla Liberia presente su Youtube “The Cannibal Warlords of Liberia (Full Length Documentary)”. 53 minuti e c’è tutto: AIDS, cannibalismo, testimonianze di trofei tagliati dai corpi dei nemici, spazzatura, prostituzione, abusi sessuali dei funzionari ONU su minori locali, credenze e riti tribali, ingestione di sangue e cuore di neonato con la credenza che dia poteri magici. Le consvolgenti NOn ci sarebbe da stupirsi se parti del corpo della vittima siano state usate per qualche macabra usanza. Se qualche giornalista facesse ancora il suo mestiere magari potremmo con certezza saperne qualcosa di più. Come dice Madama 3a carica dello Stato “Presto uno stile di vita che riguarderà molti di noi?”. Che Iddio ci aiuti.

      • Hito

        Grazie per il documentario, non lo conoscevo.

      • Annibale Mantovan

        Qualche giornalista dici? Per prima cosa non ci sarà mai un giornalista che va contro il pensiero comune e per seconda cosa io pretendo che ci siano carabinieri e magistrati (non di sx) a indagare su questo omicidio. Per essere ancora più sicuri non c’ è mica un partito a nominare una commissione parlamentare sul caso? Perchè vedi da quello che so io è prassi comune in Nigeria fare queste cose…e con la s……della Boldrini e del pampero al 100% questa schifezza è già giunta in Italia!!!

  • Tonguessy

    Articolo che mette in luce una semplice verità: esistono due sinistre che fanno capo a due distinti criteri: “quello patriottico del vecchio partigiano, e quello retorico e declamatorio” della sinistra globalista americanizzata. Purtroppo noto come questa distinzione che sta alla base di tutto il ragionamento dell’articolo sia stata bellamente ignorata, ed i commentatori sono saltati a piè pari alla conclusione che i globalisti vogliono: esiste una sola sinistra ed è una sinistra che ci rovinerà tutti (PD docet).
    Quando De Mauro parlava di analfabetismo di ritorno sapeva quello che diceva.

    • Hito

      La sinistra del primo tipo è quella che esultava (o di certo non si indignava) perchè una bambina “fascista” veniva violentata e uccisa.
      La sinistra del secondo tipo è quella che vieta il parlare di razze (e di certo non si indigna) quando si parla di stupri e omicidi.
      Mi si perdoni se non vedo tutta questa differenza.
      A furia di “nessuno tocchi Caino” abbiamo fatto diventare il paese un paradiso per delinquenti di ogni sorta.

      • Tonguessy

        Vedere il mondo con gli occhiali del tuttobianco/tuttonero non aiuta a capire certe differenze. Sei sicuro che Sollevazione esulti se viene uccisa una bambina fascista? Di cosa stai parlando, esattamente? Quale bambina? Quale sinistra? Io l’articolo l’ho letto in tutt’altro modo, ed è un grido di allarme che una sinistra lancia contro un’altra sinistra, correa di sostenere il neoliberismo e quindi il politically correct. Se ti può tornare utile, anche una femminista storica come Nancy Fraser ha elaborato le proprie analisi in sintonia:
        http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=27634

        • Hito

          Si parlava di Giuseppina Ghersi… io il branco di sinistra l’ho visto all’opera qui in homepage, se non ricordo male.
          A creare distinzioni, tra poco ne esisteranno 365 di sinistre, una per ogni giorno dell’anno, tutte favorevoli all’euro, progressiste e liberali… e che alla fine voteranno col PD (perchè ci sono le destreeeee!!!)

          • Tonguessy

            Ricordo il grido di allarme di De Mauro. Sicuramente i “Sollevazionisti” non voteranno MAI PD.

            Giusto per precisare (ah, De Mauro!): esiste una lotta all’interno della destra USA (Trump-nazionalisti contro Deepstate-globalisti) che si sta diffondendo dappertutto (Le Pen) e parallelamente anche una lotta all’interno della sinistra sempre secondo gli stessi principi (nazionalisti vs globalisti). Dai commenti di questo post ne deduco che gran pochi hanno capito quello che sta succedendo. Quindi non hanno capito cosa stia affermando l’articolo.

  • Quindi nessuna dichiarazione politica va bene.
    Cosa avrebbe voluto ascoltare dai politici il signor Piemme? Chiedo per curiosità.
    Poi com’è che per la ragazza fatta a pezzi, racchiusa in due trolley e sviscerata per riti vodoo non c’è un giornalista spaventato per la china che ha preso questa società ma sono tutti invece concentrati sul pericoloso ritorno del fascismo (ideologia tra l’altro morta e sepolta da 73 anni)?

  • lupodeicieli

    Che cosa vuol dire che era stato candidato con la Lega? Anche il professore pedofilo era nel consiglio d’istituto, presidente di un’associazione che fa beneficenza, e andava allo stadio e in ristorante con la famiglia: dava anche il bacio della buonanotte senza essere mafioso. O le azioni sono personali o se ci sono mandanti , ci vogliono le prove. E come con il sesso: se non c’è passaggio di denaro, non puoi parlare di prostituzione, al massimo di atti osceni. Se poi a chi scrive Salvini e la Lega gli stanno sulle scatole, immagina a me dove possono stare Silvio Renzi e quelli del Pd, come pure i 5 Stelle (per ciò che hanno fatto in Sardegna e non altrove, ma qui: idem per il Pd). In questo caso, lo sparatore mettilo e tienilo dentro, per gli altri , siccome ci diranno che non ci sono accordi con Senegal , Bangladesh , Nigeria eccetera, ce li dobbiamo tenere, e siccome le nostre leggi non prevedono accompagnamento al confine o all’aereo, possiamo solo consegnare un foglio di via e sperare che se ne vadano (chissà perché solo queste appaiono diverse da quelle che ci piace tanto copiare: pare che in altre nazioni gli indesiderati vengano mandati via per davvero).

  • AnonimoSchedato

    Puntava all’articolo di Blondet, sul sito originale, prima che venisse riproposto da RC.
    Questo: https://www.rischiocalcolato.it/2018/02/fossimo-in-usa-sarebbe-il-perfetto-solitary-assassin.html

    • WM

      È stato eliminato in quanto link non argomentato, come da regole e come sarà eliminato questo se non adeguatamente argomentato entro 45 minuti, dopodiché Disqus non ne permette la modifica e il commento dev’essere cancellato.
      Il lettore deve sapere cosa contiene il link proposto, prima di cliccarci.
      Leggete le regole e le FAQ e attenetevici, prma di commentare.
      Grazie.

      • AnonimoSchedato

        Grazie della precisazione. Ammetto di non aver memorizzato questa regola. Provvedo.

        • WM

          Un commento rispettoso dovrebbe sempre prima leggere le regole che disciplinano il posto dove va a commentare e attenervisi, così da rendere superflua la moderazione.

  • disqus_iUEFcL1eJR

    scrive PietroGE MarioG • 20 ore fa
    “Proprio oggi il sito di Der Spiegel riporta che il governo israeliano ha inviato 40 000 lettere di espulsione a clandestini e richiedenti asilo africani. Hanno tempo sino a Marzo, dopo verranno messi in galera.”

    Il commentatore ritiene, quindi, che gli immigrati irregolari, se davvero si volesse, potrebbero essere espulsi.
    Provate a farne 800 mila di lettere di espulsione (ad oggi sembra che questo sia il numero di immigrati irregolari in italia) e a mandare in galera tutti quegli immigrati clandestini che se ne fregano di quelle lettere o che fanno ricorso benevolmente e gratuitamente assistiti dagli avvocati di qualche sindacato in nome dell’accoglienza senza se e senza ma!
    Perciò ritengo che oramai i buoi sono scappati dalle stalle ed è illusorio pensare di riuscire a rimpatriarli! Purtroppo ce li dovremo tenere sul groppone a nostre spese con tutte le conseguenze del caso: crescente criminalità, terrorismo e quant’altro.
    Siamo solo all’inizio, macerata è solo l’inizio.
    Ora mi accontenterei solo che ci fosse qualcuno che riuscisse almeno a mettere un freno (ma un freno vero non come quello solo propagandistico dei vari minniti) a questa invasione programmata da papi, mafia e politici collusi coi soros e gli Obama.
    Dicono che è falso o almeno esagerato parlare di “invasione”! Aspettate che le donne di questi migranti si mettano a figliare e poi nel giro di qualche decennio al massimo vedremo se parlare di “invasione” è solo allarmistico e fuorviante!
    Tutti gli imbecilli o farabutti che tentano di sminuire il fenomeno derubricandolo a semplice fenomeno migratorio dovrebbero essere quanto meno buttati in galera assieme ai loro amici migranti per alto tradimento e per connivenza con le mafie di mezzo mondo (a partire da quella siciliana più organicamente collegata ai centri di potere Ue ed atlantici).

    • Annibale Mantovan

      Non credere, se ci fosse la volontà politica 800.000 persone le espelli…pagandole il biglietto aereo come in Israele o forzatamente attraverso un ponte aereo militare.

      • disqus_iUEFcL1eJR

        intanto il ruanda ha già detto che non esiste nessun accordo di “accoglienza” degli espulsi da Israele! figuriamoci come risponderà il ruanda o la nigeria a questo paese (italia) che conta meno del 2 di picche.
        E poi, mi domando, secondo le leggi israeliane i migranti espulsi possono presentare ricorso come gentilmente concesso in italia?
        In Israele ci sono sindacati che, come quelli in italia, sono tutti schierati – anche con i loro avvocati – a favore degli immigrati?
        In Israele c’è un papa alfiere dell’accoglienza come in italia?
        In Israele c’è una mafia, come in italia, che trae profitti dagli immigrati?
        In Israele c’è un soros che comanda così come comanda in italia?
        Pensate che tutto questo marciume scompaia per il solo fatto che eventualmente vinca il cosiddetto centro-destra?
        Secondo me è bene non farsi illusioni riguardo alle espulsioni e accontentarsi che impediscano l’arrivo di altri di questi migranti…con grande dispiacere di quella campionessa di democrazia che fa la presidente(ssa) della camera.

        • MarioG

          Una parte delle sue obiezioni sono giuste. Ma, come ha fatto osservare Pietro GE altrove, è probabile che gli espulsi da israele coi soldi in tasca siano destinati (indovinate un po’) all’Europa.
          Certamente saranno espulsi (a riprova, se ce ne fosse bisogno, che se si vuole si può) nominalmente verso i paesi di origine. In pratica, magari passando attraverso qualche paese di transito come la Libia, useranno i loro soldini per il “biglietto” verso il continente dei co******.

    • Rolmas

      6.000 voli organizzati, una media di 130 persone a volo, una spesa media di 200 euro a persona, fa un totale di 160/200 milioni al massimo. Ci sono anche le spese collaterali, più o meno altri 300 milioni. Spendiamo 5 miliardi all’anno per mantenerli. Con un massimo di 500 milioni li mandiamo tutti a casa. Mi sembra fattibile. O sbaglio i conti? I buoi non sono scappati, li abbiamo a casa nostra, basta rimandarli a casa loro.

  • disqus_iUEFcL1eJR

    traggo dall’articolo: “No so se faremo in tempo a fermare il mostro che la putrescente società liberista e liberale nutre nella sua pancia.”

    Il mostro quale sarebbe? Ovviamente per l’autore dell’articolo è il nuovo fascismo che ha mosso la mano di quel nazistoide che ha sparato a macerata! Contro questo rinascente fascismo l’autore dell’articolo vede come unico rimedio la nascita di un “antifascismo patriottico” in stile “vecchio partigiano”!
    Che belle chiacchiere fuorvianti e mistificatorie! ma non capisce, non vede che l’unico vero fascismo oggi esistente è proprio quello che siede sui più alti scranni di questa putrida e apparente democrazia?
    Come altrimenti qualificare il fatto che da quegli alti scranni si pretende di qualificare “fascista e razzista” chiunque osi opporsi ai loro programmi immigrazionisti?
    Quale “partigiano patriottico” declamerà mai contro questo che è l’unico vero mostro fascista che i centri di potere hanno già in buona parte realizzato furbescamente ammantandolo però con altisonanti ma vuote parole di democrazia?
    Quando uno Sgarbi (certo un antipatico esibizionista) viene azzittato da un conduttore televisivo che lo accusa di raccontare “cazzate” (o “cacchiate”) perché ha osato criticare la tendenza di tanti cosiddetti giornalisti di trascurare di educare i giovani alla cultura e alla bellezza dell’arte, questo non è forse un’altra manifestazione di intolleranza “fascista” ?
    Questi egregi signori di “sollevazione”, quindi, nostalgici dell’ “antifascismo patriottico” riescono a vedere solo la misera sceneggiata di quel Traini ma voltano lo sguardo dal vero e molto più pericoloso fascismo di chi oggi grida all’antifascismo.
    Per dirla con Churchill: “I fascisti del futuro saranno coloro che si definiranno “antifascisti”

  • rossana

    …Non c’è dubbio che questo Luca Traini, oltre ad essere un infame —come
    definire altrimenti chi fa il tiro al bersaglio con gente inerme e
    indifesa— è uno “squinternato”; uno squinternato che fa un’americanata
    ma con delle idee politiche fasciste…

    Fermo restando che su Luca Traini non so nulla a parte ciò che trovo scritto sui quotidiani, direi due cose:

    1. Se si tratta di uno “squinternato”, che sia stato un candidato della Lega non fa della Lega intera un partito di squinternati. Insomma, è un dettaglio sul quale mi pare ci si soffermi con troppa disinvoltura perché si presta alla facile equazione leghista= reazionario e pseudo fascista ma anche razzista, per di più pericoloso visto che un suo candidato spara sui néggher. Insomma, ciò che so è ciò che mi si racconta, e vale tutto e il suo contrario, finché si ragiona per equivalenze di squinternaggine

    2. ho letto oggi il pezzo al link qui sotto, che qualche dubbio di una montatura lo fa venire.
    E’ già successo in questo paese di fabbricare colpevoli mai dimostrati che al momento opportuno si è provvisto a far accidentalmente cadere da improbabili balconi. Andiamoci cauti con le verità sparate a raffica via news che domani potrebbero essere qualificate come carognate
    http://www.imolaoggi.it/2018/02/04/macerata-chi-ha-sparato-davvero-ai-migranti/

    Il tutto, lo ripeto ad avitare insulse possibili accuse di sostegno al leghista dalla pistola facile, senza voler né smentire l’ipotesi né proporne un’altra diversa.
    Però che vuoi che ti dica? A me il cretino che all’improvviso si mette a sparare fa solo pena: se l’ha fatto, è appunto un cretino, non un “ex candidato leghista”.
    Se non l’ha fatto, è un cretino come ce ne sono tanti, colpevole forse di una troppo esibita e fastidiosa visibilità.
    Ma son tempi ambigui e perversi, meglio tenersi vaghi sui giudizi…

  • Robert Rossi

    “So che questo parto è agevolato da quelle sinistre bastarde le cui cifre identitarie sono oramai il disprezzo dello stato e della nazione, l’accoglienza a prescindere col mito suicida della “società multietnica”, il cosmopolitismo liberal-cattolico al posto dell’internazionalismo.”
    il cosmopolitismo liberal-cattolico al posto dell’internazionalismo
    il cosmopolitismo liberal-cattolico al posto dell’internazionalismo
    il cosmopolitismo liberal-cattolico al posto dell’internazionalismo
    non serve aggiungere altro