Home / ComeDonChisciotte / I DOCENTI SABOTATORI

I DOCENTI SABOTATORI

DI MIGUEL MARTINEZ
Kelebek

Come si crea l’immenso panico sociale del “terrorismo islamico“, quando non c’è mai stato un solo atto di “terrorismo islamico” nel nostro paese?

Ecco un piccolo esempio, in tre mosse.

Uno. Magdi Allam, nel suo libro Viva Israele, scrive che le università italiane “pullulano” di “docenti collusi con un’ideologia di morte profondamente ostile ai valori e ai principi della civiltà occidentale e all’essenza stessa della nostra umanità“».[1] In pratica, migliaia e migliaia di studiosi pullulanti tramerebbero nelle università per lo sterminio della specie umana e la sua sostituzione, presumiamo, con i bonobo.

Due. Duecentotrenta docenti e loro amici rispondono con un pacatissimo manifesto su Reset, una rivista che non legge nessuno, dicendo che le dichiarazioni di Magdi Allam sono “eccessive.”

Tre. Il Corriere della Sera risponde, per tastiera di Pierluigi Battista. In un milione di copie, Battista, senza spiegare né il fatto Uno, né il contenuto del testo Due, dice che un documento cerca di indurre Magdi Allam ad “abiurare“, “l’editore a ritirare il volume… i librai a disfarsene… dichiarare fuori legge un saggio… fare terra bruciata attorno a [Magdi Allam]”.Seguite bene le tappe.

Prima di tutto c’è il Grande Zero, cioè il “terrorismo islamico in Italia“.

Di questo fenomeno, che semplicemente non esiste, ci sarebbero migliaia di complici nelle università.

Le persone accusate di essere complici del Grande Zero, osano difendersi.

Il fatto stesso che osano difendersi, dimostra che sono complici del “terrorismo islamico” e anzi, costituisce la prova della sua pericolosità.

Ora, è nella natura dei media che tutto ciò verrà dimenticato presto, nei dettagli.

Rimarrà però l’alone: “ho letto sul Corriere della Sera, mica su un volantino dei leghisti, qualcosa, non mi ricordo esattamente cosa, una roba tipo che gli islamici fanno le bombe dentro l’università. E quindi, figlia mia, studia economia e commercio e lascia stare quell’idea di imparare l’arabo”.

Nota:

[1] Questa accusa lanciata da Magdi Allam a migliaia di studiosi – in tempi di panico planetario sul “terrorismo” – fa venire in mente Belomor, l’opera collettiva scritta dagli autori sovietici che avevano appena fatto visita ai cantieri del canale che Stalin stava facendo costruire, per collegare il Baltico al Mar Bianco.

Nel romanzo, spicca la pericolosa categoria degli “ingegneri sabotatori“, diffusi in tutta l’Unione Sovietica, che commetteva deliberati errori di calcolo, nascondeva falle nel progetto e cercava di far fallire il gigantesco progetto della civiltà socialista.

A smascherarli è l’agente del Gpu, “guardia del corpo del proletariato“, che distribuisce panini premio agli sterratori che lavorano meglio.[1]

Si veda Frank Westerman, Ingegneri di anime , Feltrinelli, Milano, 2006.

Miguel Martinez
Fonte: http://kelebek.splinder.com/
Link: http://kelebek.splinder.com/1185622940#13252274
28.07.2007

Pubblicato da God

  • michele40

    Intanto Magdi Allam si è fatto miliardi dando voce e giustificazione alle “nostre” paure più profonde, la paura del diverso. Questa paura ancestrale che ci faceva bruciare povere vecchiette un pò svanite una volta oppure faceva considerare strani e misteriosi i riti ebraici, che ci fa vestire tutti uguali in un’ansia di omologazione che sfiora la nevrosi, che ci impedisce persino di guardare il poveretto che ci lava i vetri al semaforo per paura di”contaminazione”.La nostra società è diventata ansiosa, di un’ansia in gran parte indotta dai media e dai politici che ci fa vedere in ogni musulmano un nemico, in ogni uomo che prega un complotto omicida ed Allam dà voce, ci conferma che tutto ciò è vero, che non esiste un islam moderato, che non esiste un islamico “amico” e tutto questo è rassicurante sotto molti versi. Ci rassicura che non ci siamo sbagliati, ci rassicura che abbiamo scelto la via giusta nello sfruttarli indegnamente come muratori o raccoglitori di frutta e via se alzano troppo la testa, rassicura il conservatore che c’è in ogni testa, ci rassicura nel fatto che facciamo bene a non fare alcuno sforzo nel capirli o nell’integrarli e tutto questo, in fondo, è piacevole dobbiamo ammeterlo.
    Il fatto che Allam sia diventato ricchissimo è un indice della sua furbizia o della nostra stupidità?Magari tutte e due!

  • amicod

    Magdi Allam ha centrato il problema… le universita sono un centro IPNOTICO formidabile… dove passano praticamente tutti
    quelli che vorrebbero in qualche modo pronunciarsi e dar voce alla società di appartenenza… le Università sono una voce incredibile per quanto incide nell’opinione pubblica… ma essendo sempre in deficit si vendono al miglior offerente… la scienza è ormai un’assurdità irragionevole e priva di criterio logico ma chiunque prova a confutare dei capi saldi come Newton o Einstein ti ritrovi dentro una guerra di opinione… il controllo delle Università in realta punta alla non evoluzione in troppi e specifici campi…

    La Massoneria Ebraica ha in mano tutto ciò… elargendo laute
    mance e tenendo in piedi molte strutture che crollerebbero in poco tempo… il grande vantaggio che ottengono è la diffusione del sapere nel modo a loro più congeniale… la cultura sembra avere un suo verso… in realtà non dovrebbe esser così… ma riescono ad ammaestrare le menti di tutti perchè a scuola dobbiamo andarci tutti… si chiama IPNOSI ci fanno credere quello che vogliono condendolo con un pizzico di verità… ma solo un pizzico… il resto lo fanno i media anch’essi
    sottomessi a delle severe direttive… atte a fortificare le IPNOSI gia spinte dai DOCENTI venduti ….

    Io non sono bravissimo a scrivere… ma Allam ha pienamente ragione… SAPERE=POTERE… questa è una forte realtà….
    soprattutto quando il Sapere viene distorto per ottenere maggiore potere….. Del resto tutte le grandi menti sono al soldo del sistema… non possono far altro… chi non accetta questa condizione è emarginato… la soluzione!?…

    togliergli energia… energia gratis per tutti… e l’umanità troverà la sua indipendenza… oggi la voce boicotto free-energy è molto ragguardevole… ci sono riusciti fin’ora, ma cambierà presto il vento… free-e significa autonomia di sopravvivenza per tutti…

    Magdi Allam ha ragione usano le Università come usano i Media…

    cospargono FALSITA’ spacciandola per VERITA’… per mezzo di
    docenti costretti dal ricatto a spergiurare il falso…

    ciaoamicod

  • dav

    magdi allam è una fetecchia.

  • Mangudai

    Considerando l’analisi di Martinez, sempre pertinente, secondo voi c’é bisogno di rispondere ad una persona come Magdaleno Allamo?

  • Affus

    E’ vero !
    La colpa è tutta del Mossad , siamo in mano al Mossad
    in Italia ! In ognuno dei nostri cessi, ci sta un uomo del mossad nascosto che ci spia .

  • silviu

    Il Magdallamo è solo e soltanto un piccolissimo opportunista che il “bravo” Mieli (autorevole opinionista, p.e., di Ballarò e di tutta la “sinistra” istituzionale) usa per i suoi fini.
    Natutalmente il MagdiSalam è anche un grandissimo pezzo di merda (e spero che la merda non mi quereli).

  • valmaximus

    La massoneria ebraica? E vai, finalmente rivelato il nazista che è in te, bravo Dino! era l’ora che gettassi la maschera, in fondo era solo questione di tempo, visto che già rispondi da parecchio ai requisiti minimi, fra la tua ignoranza aggressiva, la tua incapacità di dialogare se non con chi ti dovrebbe adorare in prostrazione, la tua capacità di negare costantemente la realtà… sì, sì, c’è proprio tutto.
    ATTENTO! Hai un perfido ebreo newtoniano sotto il tuo letto!!!

  • myone