I decessi e i gravi casi nei bambini dopo il vaccino covid segnalati negli USA

Aggiornamento dati VAERS al 3 dicembre 2021 per gli under 18: 30.550 reazioni avverse, 234 disabilità permanenti e 54 morti

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Il sistema di farmacovigilanza statunitense VAERS segnala i gravi rischi del vaccino covid ai minori.

Anche nella fascia 5-12 anni, si sono già riscontrate gravi reazioni avverse.

Con numero identificativo 1890705, è stato registrato il decesso di una bambina di 5 anni nello Stato dell’Iowa tre giorni dopo il vaccino covid Pfizer, somministrato giovedì 18 novembre. Il lunedì mattina il padre ha trovato senza vita la figlia nel letto.

Con numero identificativo 1696757 è segnalato il decesso di una bambina di 11 anni, residente nello Stato della Georgia, il giorno stesso della vaccinazione Pfizer, il 14 settembre scorso. Nelle note è scritto “vaccino inappropriato per la sua età” perchè a settembre il vaccino Pfizer non era stato ancora approvato negli USA per gli under 12.

Con numero identificativo 1901192 è stato registrato il caso di un bambino di 8 anni residente nel Wyoming, descritto nello note “totalmente in salute e attivo” prima del vaccino. Vaccinato con Pfizer a novembre, dopo meno di due giorni è stato ricoverato per miocardite in terapia intensiva.

Con numero identificativo 1719060 è stato registrato il caso di un quattordicenne del North Carolina. Vaccinato con Pfizer il 20 settembre, il giorno dopo è stato trovato a scuola “in stato alterato” e “stava sbavando”. Ricoverato d’urgenza, gli è stato diagnosticato un ictus e ha subìto un intervento chirurgico per rimuovere il coagulo dal cervello.

Con numero identificativo 1815096, è stato registrato il decesso di una tredicenne del Maryland, in salute prima del vaccino. Dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer lo scorso 11 luglio, le sue condizioni di salute sono peggiorate il 26 luglio con vomito e difficoltà respiratoria. La notte del giorno dopo sviene in bagno e i familiari chiamano un’ambulanza. I sanitari accertano un infarto in corso e la tredicenne muore poco dopo il ricovero in ospedale.

Con numero identificativo 1854668 è stato registrato il decesso di una sedicenne del Wisconsin, paziente oncologica, che aveva ricevuto il vaccino Pfizer il 7 settembre scorso. Il 9 settembre, molto stanca e dolorante va a letto presto. Viene trovata senza vita alle 5:25 della mattina del 10 settembre “con grandi quantità di sangue e coaguli”.

Con numero identificativo 1843996, è stata registrata la grave reazione avversa che ha colpito una bambina di 11 anni che ha ricevuto il vaccino Pfizer il 20 agosto e la seconda dose l’11 settembre, durante gli studi precedenti all’autorizzazione. Dopo pochi giorni ha sviluppato parestesie agli arti, dolore dall’anca alla cavigli e non è più in grado di flettere in posizione dorsale il piede destro o di muovere le dita dei piedi. E’ stata diagnosticata una forma di paralisi permanente agli arti e dal punto di vista scientifico, è scritto nelle note, “non è possibile escludere un nesso con il vaccino Pfizer”.

Con numero identificativo 1868828, il 12 novembre è stata registrata la grave reazione che ha colpito un bambino di 9 anni della Florida. Dopo la vaccino Pfizer somministrato l’8 novembre ha avuto una grave paralisi facciale così descritta nelle note: “la bocca va sul lato destro, l’occhio lacrima, può chiudere solo un occhio, pulsazioni nell’occhio destro”.

Con numero identificativo 1888293 è stata registrata la grave reazione avversa che ha colpito un bambino di 6 anni della California vaccinato con Pfizer lo scorso 20 novembre. Subito dopo il vaccino, ha sviluppato una grave reazione anafilattica descritta così nelle note: visione offuscata, vertigini, pallore, mal di testa, “Mi sembrava di essere stato colpito dal taser” (come una scossa elettrica). Ipotensione che ha impiegato circa 30 minuti per risolversi. E’ stata diagnosticata una neuropatia permanente con sindrome maligna da neurolettici e sindrome di Guillain Barrè.

Con numero identificativo 1903736 è stato registrato il caso di una undicenne dello Stato di New York, che ha ricevuto il vaccino Pfizer il 27 novembre scorso. E’ stata segnalata un’invalidità permanente nei giorni successivi al vaccino e sono in corso accertamenti.

Con numero identificativo 1909192 è stata registrata la grave reazione avversa che ha colpito una bambina di 9 anni dello Stato della Georgia, vaccinata con Pfizer il 9 novembre. E’ stato rilevato un grave danno renale successivo con diagnosi di sindrome nefrosica, i cui sintomi sono comparsi 2-3 giorni dopo il vaccino.

Con numero identificativo 1913137 è stata registrata la grave reazione avversa relativa ad un bambino di sei anni del Missouri, vaccinato con Pfizer il 29 novembre. Dopo la vaccinazione sono comparsi gravi problemi neurologici con diagnosi di sindrome di Guillain Barrè. Si legge nelle note: “il bambino non riesce a camminare. Portato in ospedale con forti dolori alle gambe“.

Fonte articolo: https://www.eventiavversinews.it/i-decessi-e-i-gravi-casi-nei-bambini-dopo-il-vaccino-covid-segnalati-negli-usa-ma-taciuti-in-italia-aggiornamento-dati-vaers-al-3-dicembre-2021-per-gli-under-18-30-550-reazioni-avverse-234-disabili/

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix