Home / Attualità / HIROSHIMA: UNA “BASE MILITARE” SECONDO IL PRESIDENTE HARRY TRUMAN

HIROSHIMA: UNA “BASE MILITARE” SECONDO IL PRESIDENTE HARRY TRUMAN

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY

globalresearch.ca

I pericoli della guerra nucleare non sono oggetto di dibattiti e di analisi da parte dei principali media.

L’opinione pubblica viene volutamente ingannata. “Tutte le opzioni sul tavolo”. Le armi nucleari sono presentate come bombe di pace.

Lo sapevate che le armi nucleari tattiche o le cosiddette mininuke, con una capacità esplosiva tra un terzo e sei volte la bomba di Hiroshima, al Pentagono vengono convenzionalmente considerate, secondo il parere scientifico, come “innocue per la popolazione civile circostante perché l’esplosione avviene sotto terra“? È una falsità.

Gli Stati Uniti hanno un enorme arsenale nucleare in grado di colpire diverse volte il pianeta.

Il mondo commemora il 72° anniversario di Hiroshima e Nagasaki (6 agosto 1945).

Lo sapevate che Hiroshima era una “base militare” e che, quando la prima bomba atomica è stata fatta cadere su due delle aree fortemente popolate del Giappone, nell’agosto del 1945, l’obiettivo era, secondo il presidente Truman, salvare la vita di civili innocenti.

“Il mondo noterà che la prima bomba atomica è stata fatta cadere a Hiroshima su una base militare. Questo è stato in quanto abbiamo voluto in questo primo attacco evitare, per quanto possibile, l’uccisione di civili (Il Presidente Harry S. Truman in un discorso radiofonico alla Nazione, 9 agosto 1945).

[Nota: la prima bomba atomica è stata fatta cadere su Hiroshima il 6 agosto 1945; la seconda su Nagasaki, il 9 agosto, nello stesso giorno del discorso radiofonico di Truman alla Nazione]

(Ascolta l’audio del discorso di Truman, audio video su Hiroshima qui: http://www.gandhitoday.org/hiroshima.html)

Crimini impuniti contro l’umanità, “danni collaterali”.

Secondo le parole del presidente Harry Truman:

“Abbiamo scoperto la più terribile bomba nella storia del mondo. Può essere la distruzione col fuoco profetizzata ai tempi della Valle dell’Eufrate, dopo Noè e la sua favolosa Arca… Questarma deve essere usata contro il Giappone… [noi] la useremo in modo che il bersaglio sia costituito da obiettivi militari e da soldati e marinai e non da donne e bambini. Anche se i giapponesi sono selvaggi, spietati, spietati e fanatici, noi leader del mondo per il comune benessere non possiamo gettare quella terribile bomba sulla vecchia capitale o su quella nuova… Il bersaglio sarà esclusivamente militare… sembra essere la cosa più terribile mai scoperta, ma può essere resa molto più utile”.

Dal diario del President Harry S. Truman, 25 luglio, 1945)

Fino ad oggi il governo degli Stati Uniti non si è scusato con la gente del Giappone, né i media mainstream hanno riconosciuto che Harry Truman era un bugiardo e un criminale.

La pagina del diario di Truman (1) del 25 luglio (vedi sopra) fa pensare che egli non sapesse che Hiroshima era una città. È stato ingannato dai suoi consiglieri che Hiroshima era una base militare e che era giusto bombardarla, oppure ha mentito a sé stesso? Era stupido e poco istruito? Tutti gli alti ranghi militari sapevano che Hiroshima era un’area urbana popolata con circa 350.000 abitanti (1945).

Il testo completo del discorso alla radio intitolato Radio Report to the American People on the Potsdam Conference è conservato nell’Harry Truman Library and Museum tra le Public Papers di Harry S. Truman, presso l’Università del Missouri (2).

Va notato che il riferimento a Hiroshima e alla bomba atomica è stato menzionato da Truman proprio al termine di un lungo discorso radiofonico, in gran parte focalizzato sulla Germania e sulla conferenza di Potsdam. Bisogna tener conto che gli Stati Uniti hanno scelto di lanciare la bomba atomica a Hiroshima durante i negoziati di pace a Berlino. La seconda bomba atomica è stata lanciata su Nagasaki dopo il ritorno di Truman a Washington.

(Ascolta l’audio del discorso di Truman, Hiroshima audio video qui: http://www.gandhitoday.org/hiroshima.html )

Ecco l’estratto completo del discorso radio di Truman relativo alla bomba atomica (enfasi aggiunta):

Sia noto al mondo che la prima bomba atomica è stata lanciata a Hiroshima, una base militare. Questo perché abbiamo voluto in questo primo attacco evitare, per quanto possibile, l’uccisione di civili. Ma quell’attacco è solo un avvertimento per quanto potrà successivamente accadere. 

Se il Giappone non si arrenderà, le bombe dovranno essere lasciate cadere sulle sue industrie belliche e, purtroppo, migliaia di vite civili verranno perdute. Invito i civili giapponesi a lasciare immediatamente le città industriali e proteggersi dalla distruzione.

Mi rendo conto del tragico significato della bomba atomica.

La sua produzione e il suo utilizzo non sono state intraprese con leggerezza da questo governo. Ma ci era noto che i nostri nemici ne erano alla ricerca. Ora sappiamo quanto avrebbero potuto trovare. E sapevamo quale disastro ne sarebbe venuto a questa nazione, a tutte le nazioni amanti della pace, a tutta la civiltà, se lo avessero trovato per primi.

Ecco perché ci siamo sentiti costretti a intraprendere il lungo e incerto e costoso lavoro della scoperta e della sua produzione.

Abbiamo vinto la gara con i tedeschi di questa scoperta.

Dopo aver trovato la bomba l’abbiamo usata. L’abbiamo usata contro coloro che ci hanno attaccato senza preavviso a Pearl Harbor, contro coloro che hanno affamato e picchiato e messo a morte i prigionieri di guerra americani, contro coloro che hanno abbandonato ogni dovere di seguire le leggi internazionali di guerra. L’abbiamo usata per ridurre l’agonia della guerra, per salvare la vita di migliaia e migliaia di giovani americani.

Continueremo ad utilizzarla finché non distruggeremo completamente le possibilità del Giappone di fare la guerra. Solo una resa giapponese ci fermerà.

La bomba atomica è troppo pericolosa per essere consentita liberamente in un mondo senza legge. Ecco perché la Gran Bretagna, il Canada e gli Stati Uniti, che hanno il segreto della sua produzione, non intendono rivelare quel segreto fino a quando non saranno stati trovati i mezzi per controllare la bomba in modo da proteggere noi stessi e il resto del mondo dalla Pericolo di una distruzione totale.

Già nel maggio scorso, il segretario di guerra Stimson, su mio suggerimento, ha nominato un comitato in cui il segretario di Stato Byrnes abbia la funzione di mio rappresentante personale, per preparare i piani per il futuro controllo di questa bomba. Chiedo al Congresso di collaborare al fine di poterne controllare la produzione e l’uso e affinché la sua potenza possa essere di preponderante influenza alla pace mondiale.

Dobbiamo costituirci quali amministratori di questa nuova forza – per evitare il suo uso improprio e indirizzarla in canali al servizio all’umanità.

È una terribile responsabilità che ci è giunta.

Ringraziamo Dio che è venuto presso di noi, invece che dai nostri nemici; e preghiamo che ci guidi per usarla nei suoi modi e nei suoi scopi.  

Sostieni la verità nei media. Sostieni il movimento mondiale contro le armi nucleari.

Abbiamo bisogno più che mai del tuo sostegno.

I motori di ricerca online sono attualmente intenti a minare la diffusione indipendente e alternativa dei più importanti eventi mondiali.

 

Michel Chossudovsky

Fonte: globalresearch.ca

Link: http://www.globalresearch.ca/hiroshima-a-military-base-according-to-president-harry-truman/5602782

5.08.2017

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da OLDHUNTER

 

 

NOTE

 

  1. http://www.dannen.com/decision/hst-jl25.html
  2. https://www.trumanlibrary.org/publicpapers/index.php?pid=104&st=hiroshima&st1
  3.  https://www.trumanlibrary.org/publicpapers/index.php?pid=104

 

 

Pubblicato da Davide

  • Enrico S.

    La tragedia di Hiroshima e Nagasaki resterà a perenne memoria della ferocia e della stupidità dell’ “animale-uomo”.
    Però, a pensarci bene, a perenne memoria della ferocia e della stupidità dell’uomo sarebbe bastata la seconda Guerra Mondiale, anche senza il lancio della bomba atomica.
    Meglio ancora: la prima Guerra Mondiale sarebbe stata più che sufficiente, se le precedenti dimostrazioni di ferocia e stupidità non fossero bastate. E così via, di ferocia in ferocia, di stupidità in stupidità, una guerra via l’altra.
    Ma se alla realizzazione della bomba atomica fosse giunta per prima la Germania di Hitler ora non saremmo qui a disquisire della giustezza o meno dell’operato di Truman. Il mondo sarebbe sotto il segno dell’Hakenkreuz, e noi staremmo qui a sognare un esercito di liberatori a stelle e strisce che ci facesse uscire da quell’incubo.

    Credo che in quella situazione il possesso, se non l’utilizzo così come è stato fatto, dell’arma nucleare fosse una tragedia preferibile. Posso sbagliarmi.
    Non mi sbaglio su questo: difficilmente avremmo avuto la possibilità di dire liberamente la nostra su simili questioni, se la avessero lanciata i bombardieri della Luftwaffe su New York.

    • Rolmas

      Chissà… quando avrò riparato la palla di vetro ti saprò dire. Per ora è meglio tenersi i dubbi e fare a meno delle certezze

      • Enrico S.

        Non abbia fretta di riparare la sua palla di vetro, gentile Rolmas. Non è da lei che aspetto risposte ai miei tanti dubbi.
        Perché quelli volevo rimarcare nel mio intervento. E in un sito in cui sembra obbligatorio additare gli USA come la fonte di tutti i mali del mondo – e in cui chi commenta senza urlare continuamente contro la ‘bestia ammeregana’ sembra un pesce fuor d’acqua – riportare un punto di vista parzialmente differente dalla solita tirata pavloviana non mi sembra inutile.
        Sono il primo ad indicare negli Stati Uniti, attuali e passati, una pericolosa fonte di tensioni internazionali, di rischio per la democrazia e di colonizzazione globale coercitiva. Ma nel contesto richiamato dal post in oggetto, la mia scelta personale non è assolutamente in dubbio.

        • Rolmas

          Finché c’è lei non è necessario riparare la palla di vetro. Le sue verità illuminano i molti dubbi che albergano nelle nostre coscienze. In ogni essere umano vive una “bestia ammeregana”, solo che in alcuni prende il sopravvento, mentre in altri no. Grazie per il suo intervento.

          • Enrico S.

            Le ‘mie verità’ valgono solo per me stesso, non sono tanto stupido da credere che siano valide per tutti.
            Grazie a lei.

        • crunch

          non e’ che solo ‘su questo sito’ si dicono queste cose, e’ che in generale la gente si e’ rotta le scatole sempre di piu degli ‘ammeregani’ punto

    • Mario Vincenti

      Anche secondo me hanno vinto i meno peggio, anche se alla fine noi italiani oggi ci ritroviamo sotto il giogo tedesco come se avessero vinto la guerra e quelli di oggi non sono certo meglio dei nazisti di allora,

      • il gobbo

        Vero, ma devo aggiungere che noi siamo anche sotto occupazione u$a
        oltre a quella attuale dell’ €uropa Unita (si legge:Germania).

        • virgilio

          vi segnalo che l’europa e stata una volonta degli USA e una loro creatzra cosi come la seconda guerra mondiale finanziata da loro!
          dittemi se mi sbaglio?

      • crunch

        bastava semplicemente non riunificarla, purtroppo gli USA non hanno resistito all incredibilmente ghiotto boccone dell allargamento NATO, ora noi paghiamo l’ingordigia degli atlantisti di allora, le classi politiche che volevano obiettare la benche minima cosa sono stati duramente puniti (mani pulite)

        • Pfefferminz

          Affinché la Germania potesse riunificarsi, Michail Gorbatchiev diede il suo consenso per il distacco della Repubblica Democratica Tedesca dal Patto di Varsavia e la sua entrata nella NATO. Questo fu un regalo per la Germania (le alternative potevano essere che la Germania diventasse neutrale oppure che la BRD entrasse nel Patto di Varsavia). In compenso gli alleati occidentali promisero che non vi sarebbe stata un’espansione della NATO verso est. Questa promessa non fu mantenuta: infatti entrarono a far parte della NATO la Polonia, l’Estonia, la Lettonia, la Lituania, la Romania, la Bulgaria…
          (da: Dr. Daniele Ganser, sull’espansione della NATO in Europa, sottotitoli in italiano).

      • Pfefferminz

        Come è possibile che un Paese come la Germania che non ha ancora riacquisito la piena sovranita’ e dove sono ancora in vigore i diritti degli alleati nordamericani, dove le basi militari americane sono extraterritoriali (secondo una dichiarazione dello storico Prof. Josef Fochepoth all’emittente televisiva Phoenix) possa soggiogare l’Italia? (Quando furono stipulati gli accordi 2+2 nel 1990, il cancelliere Kohl, che voleva la riunificazione, accettò che continuassero a persistere i diritti degli alleati in vigore fino a quel momento )

      • Pfefferminz

        “…e quelli di oggi non sono certo meglio dei nazisti di allora.”
        Alcuni sono migliori: piu’ di 70.000 persone hanno manifestato pacificamente contro il G 20 di Amburgo
        Inoltre in Germania, come del resto anche negli Stati Uniti, esiste il movimento per la pace.
        Cerchiamo di non vedere tutto in bianco e nero…

    • Holodoc

      Vero. Probabilmente i nazi ci obbligherebbero a vaccinare i nostri figli contro la nostra volontà e a pagare i debiti delle banche private tramite tassazioni assurde, e non potremmo neanche mettere in dubbio pubblicamente il riscaldamento globale o l’utilità dell’arrivo dei migranti!

      • Tizio.8020

        Esatto.
        E magari, se avessero vinto i Nazisti, dovremmo pure partecipare alle loro guerre di invasione contro Paesi innocenti, spacciate per “missioni di pace”.
        Per fortuna non hanno vinto.

        • oriundo2006

          A quanto ne so, è ben probabile che almeno una se non tutte e due fossero bombe naziste prese dopo la vittoria alleata dalla base di Peenemunde ( o altrove ), insieme a tutti i tecnici e scienziati utili a farle ‘funzionare’…quest’ultimo fatto è accertato, il primo no: ma esiste un indizio, il fatto che gli USA non si sono mai ‘scusati’ delle strage di innocenti che ne sono derivate. Ovvio: se la bomba è altrui la tua colpa è limitata…( secondo loro ). Un indizio debole, ma ne esiste un altro: perché sequestrare il più velocemente possibile così tanti ingegneri e tecnici tedeschi e portarli in America se non per ragioni militari ? La guerra era conclusa su quel lato del mondo…c’erano evidentemente PROVE certe che la Germania avesse ‘qualcosa’ di importante che doveva essere preso ad ogni costo ( e poi usato ). Una ultima osservazione: gli stati cambiano, sia dopo le vittorie sia dopo le sconfitte. Anche negli USA esisteva la segregazione razziale e fu abolita solo negli anni ’50. Era uno stato razzista come la Germania e come la stragrande parte del mondo di allora, Inghilterra in testa ( e Francia al seguito ), solo che non professava apertamente una dottrina della superiorità dell’ ‘uomo bianco’: semplicemente la dava per scontata. Ed impiccava i ‘nigger’ e i ‘latinos’ che infrangevano la barriera, che era razziale e di classe ( ovviamente ). Ciò che cambiò la mentalità delle classi dominanti in occidente fu che abbattere l’Asse era stato necessario servirsi di tale ‘materiale umano’: la guerra in Italia, adesso dimenticata se non per certe ricorrenze celebrative parecchio mistificate, fu combattuta da infiniti popoli extraeuropei provenienti dalla colonie, dove erano segregati e poi inviati come carne da cannone dove fossero utili. E lo furono, lo furono…tanto poi che tornati in patria promossero le guerre di liberazione nazionale, valendosi del nazionalismo che avevano combattuto…ironia della storia…

          Le guerre meglio NON farle. Adesso che è imminente un confronto militare globale, si può capire quanto dolore e sangue sia costata la tragedia passata.

          • Deheb

            Immagino che PROVE certe di qualcosa (un po’ generica la cosa) ce ne siano ancora, dove sono?

      • Lupis Tana

        no. non è vero, probabilmente i nazi un senso lo avevano, magari per salvare la razza ariana, invece gli ameri-cani un senso non lo avevano ieri e non l’hanno oggi, sono solo delle bestie economiche, per soddisfare i loro godimenti, non avendo cultura la cercano nel denaro… e si sa, non c’è mai fine a soddisfare i desideri… perciò sono i peggiori.

        poi sono pure un popolo (?) derivato da galeotti inglesi misti a schiavi africani.
        saluti t l

        • Holodoc

          Il mio commento era ironico ma forse non tutti lo hanno capito…

    • Deheb

      Non capisco la logica del ragionamento: gli usa hanno sganciato 2 atomiche su popolazione civile non su basi militari, la guerra era virtualmente finita e vinta (stravinta), hanno dichiarato il falso al mondo (presi per il culo), hanno falsificato la storia da quel momento per giustificare il loro operato, eppure….meglio loro di una ipotesi “creativa” (quello che sarebbe potuto essere se).
      Ps: con quali aerei su new york e quali bombe atomiche, ci sarà della documentazione?

      • Enrico S.

        La mia logica dice che è stato preferibile che gli USA abbiano realizzato l’atomica prima dei nazisti.
        Se la avessero realizzata prima i nazisti sarebbe stato peggio, sempre secondo la mia logica.
        Devo spiegarle perché? Meglio di no, dato che le ‘ipotesi creative’ sembrano non piacerle.
        Quella degli aerei nazisti su NY era una ipotesi. Creativa fino a un certo punto, dato che per fortuna non si è realizzata ma avrebbe potuto benissimo.

        • Deheb

          Ad un fatto certo è preferibile un’ipotesi. Ok no problem, era solo una curiosità

        • fastidioso

          Direi anche che ai crucchi è andata bene, pensa che Morgenthau voleva strappare le palle a tutti i maschi…

          • Rolmas

            Il piano Morgenthau ha comunque fatto 9milioni di morti a guerra finita. Morti di fame e di stenti. Non male come vendetta j. E meno male che non è andato in porto il piano Kaufman (altro j), predisposto molto prima che si parlasse di campi di sterminio. Quello sì che sarebbe stato uno sterminio per i tedeschi, non qualche milione, ma tutti. “German must perish” si chiamava l’opera d’arte di Kaufman, che all’epoca ha trovato spazio in tutti i giornali del mondo. Vera perla razzista.

          • fastidioso
          • Rolmas

            In tempo di guerra, quel vergognoso libro di Kaufman veniva letto alla radio tedesca, pagina per pagina, giorno dopo giorno. I tedeschi erano convinti che in caso di sconfitta sarebbero stati sterminati, cosa che di fatto per poco non si avvera col piano Morgenthau, altra vergogna dell’umanità. Sottolineo che di campi di sterminio non si parlava ancora, i due piani (Kaufman e Morgenthau) sono antecedenti, inutile quindi parlare di vendetta. Il libro “Germany must perish” è stato uno dei motivi che hanno convinto i tedeschi a resistere a oltranza, mandando a morire anche i ragazzini di quindici anni, piuttosto che consegnarli al nemico. E non si può nemmeno dire che fosse una manovra di propaganda del regime nazista. Sono lì a testimoniarlo le foto dei sei figli di Goebbels, ai quali i genitori avevano voluto risparmiare una fine molto più atroce, quella che secondo loro, quei bambini avrebbero subito per mano degli alleati. Allo sterminio del popolo tedesco ci credevano tutti, gerarchi compresi. Subito dopo la guerra, col compito di accertarsi che i tedeschi morissero di fame e di stenti, e che non venisse usata alcuna pietà nei loro confronti, venne mandato in Germania un giovanissimo Kissinger, anche lui j, anche lui razzista a oltranza, anche lui di origine tedesca, come gli altri due. Ripeto, la questione dei campi venne fuori dopo.

          • Rolmas

            Ultima considerazione. Queste sono cose di cui non si parla a scuola (Kaufman, Morgenthau, Kissinger, ecc. ecc.), i libri di storia si guardano bene dal riportarle e gli insegnanti dall’insegnarle. Invece sarebbero utili per capire il mondo di adesso. Anzi, Kissinger andrebbe studiato a fondo per capire bene in che mondo viviamo.

          • fastidioso

            “i libri di storia si guardano bene dal riportarle e gli insegnanti dall’insegnarle.”

            Vabehhhhhhhh, i li bri di storia sono scritti dai vincitori, si sa…
            Ma io, fino a qualche tempo fa non lo sapevo nemmeno.
            Grazie a internet e al tempo libero sto “scoprendo” tante cose.

            Ma poi, sei sicuro che gli insegnanti ne siano al corrente ?

          • Rolmas

            Beh, effettivamente, adesso che ci penso… avevo dato per scontato che gli insegnanti ne fossero al corrente, mentre invece, così scontato non è… Comunque sono passati ormai settant’anni, qualche voce fuori dal coro (e fuori da internet) dovrebbe incominciare a venir fuori. Solo che se dovessero emergere tutte queste cose, casca il palco, finisce la commedia, gli attori perdono la maschera e… il pubblico li prende tutti a sassate! (e tutto questo non può succedere). Quindi… avanti con la finzione! Chi si ferma è perduto!

    • ndr60

      E’ chiaro da decenni che il Giappone stava per arrendersi prima del bombardamento atomico. Gli USA, avendo a disposizione quest’arma, hanno voluto collaudarla sui giaps, ovvero su esseri sub-umani (tali li consideravano) rei di averli attaccati a Pearl Harbour. Già, ma allora perché due bombe e non solo una? Semplice, volevano convincere i sovietici di essere in possesso di un arsenale atomico, il che avrebbe assicurato agli USA la supremazia strategica. Una supremazia durata, con loro sgomento, appena 4 anni: nel 1949 l’URSS fece esplodere la prima bomba atomica al plutonio.

      • fastidioso

        “avendo a disposizione quest’arma, hanno voluto collaudarla sui giaps,”

        … e dare un “segnale” a Stalin ..no ?

      • Holodoc

        Non a caso le due bombe erano costruite usando tecnologie diverse, in modo da dimostrare ai russi l’avanzamento dell’industria americana.

      • Enrico S.

        Sull’utilizzo dell’atomica in maniera strumentale come è stato fatto credo di essermi espresso col dubitativo «se non il suo utilizzo così come è stato fatto» (commento sopra, quintultima riga).
        Ho solo espresso UN punto di vista particolare: che sarebbe stato peggio, dato l’andamento dei fatti storici, se all’epoca la avessero avuta i nazisti per primi, l’arma nucleare. Ma dalle risposte avute capisco di essermi sbagliato.
        Sarebbe stato meglio; gli USA non esisterebbero, o almeno sarebbero costretti a venire a patti con il III Reich in maniera abbastanza equilibrata.
        Saremmo, nel migliore dei casi, dei nazisti europei in contrapposto ai nazisti ammeregani.
        Un film di Woody Allen.

        • ndr60

          Nel suo romanzo distopico “La svastica sul sole”, P.Dick immagina una realtà alternativa in cui le forze dell’Asse hanno vinto la II guerra mondiale. Però gli Italiani fanno i camerieri…

  • yakoviev

    Benedetto quel 29 Agosto 1949, benedetto il Primo Raggio, benedetta l’Operazione Borodino

  • Tonguessy

    Resta da dire che l’ammiraglio Leahy, consigliere militare di Roosevelt prima e Truman dopo e presente in tutte le situazioni importanti (Potsdam, Yalta) era stato fortemente critico verso l’atomica.
    Ecco come la pensava: “Ques’arma è disumana, è stata usata su persone ormai già sconfitte e pronte alla resa”. Non solo: “Gli americani hanno adottato uno standard etico comune a quello dei barbari”. Quindi nera convinto che il Giappone ormai si stesse per arrendere e che l’uso di quell’arma distruttiva non servisse a nulla dal punto di vista bellico.
    Quindi perchè furono sganciate le due bombe? L’unica risposta che ho trovato plausibile è che gli investimenti verso quel tipo di tecnologia militare furono assolutamente esagerati, e l’establishment volesse avere una qualche prova di come fossero stati spesi quei soldi. Si parla del più grande investimento mai fatto, mica bazzecole. Ci furono degli scontri ai vertici, le colombe di Leahy contro i falchi (Groves e Oppenheimer) e vinsero questi ultimi con le solite scorrettezze quali il boicottaggio di Szilard che tentava di fermare il progetto Manhattan sensibilizzando i fisici che vi lavoravano a Los Alamos. Pochi furono quelli che abbandonarono il progetto per motivi morali, tra questi Rotblat che spiega il vero motivo delle due atomiche: anticomunismo. E’ un articolo che merita di essere letto:
    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1995/06/21/perche-non-ho-voluto-costruire-la-bomba.html
    Da questo punto di vista i nazisti furono migliori, dato che sembra certo che Heisenberg che conduceva le ricerche tedesche le fece volontariamente rallentare, così confidò a Szilard (se non ricordo male) ad una conferenza a Copenhagen. Poi ci sarebbe la questione che nel marzo del 45 il progetto Manhattan non aveva prodotto ancora alcun risultato tangibile, e la storia del sommergibile con Bormann U-238 con i piani e materiale che si vendette agli americani…insomma una storia molto intrigante con epilogo orrendo.

  • ton1957

    Ci si dimentica sempre che la guerra l’hanno vinta i Russi, l’europa era un cumulo di macerie, Giappone ed Inghilterra ridotte alla fame e l’america era ancora zoppa dalla crisi del 1929 e comunque aveva dimostrato di essere ben poca cosa militarmente…..L’industria bellica Russa girava a pieno regime, se avessero deciso di invadere il mondo, sarebbe stata poco più che una passeggiata……..le due bombe atomiche sganciate in Giappone, in realtà sono state un chiaro segnale per la Russia……Truman è stato molto esplicito, non ci provate, abbiamo la bomba atomica e siamo talmente bastardi da sganciarla anche sui civili……..giusto, sbagliato, come sarebbe finita se……..con i se e con i ma, non si fà la storia………ma anche le guerre sono impossibili.

    • Deheb

      E chi avrebbe fatto il “lend lease act” e l’european recovery program? L’URSS?

      • ton1957

        E perchè chiedi a me ?……..se non sai chi ha fatto il piano Marshall, visto che sei così colto di inglese, vai su Wikipedia e sana la tua ignoranza in materia.

        • Deheb

          Grazie delle dritte, ho sanato: gli usa hanno finanziato e rifornito gli alleati in tempo di guerra e in tenpo di pace, hanno definito le (loro) regole economico finanziarie monetarie (BW), diventando i creditori mondiali (ma gia prima della guerra lo erano). Erano proprio zoppi e hanno dimostrato di essere poca cosa, in tutti i sensi.
          (È terribile spiegare le frasi ironiche)

          • ton1957

            Ah! grazie per la lezione storico/economica, ma non era stata richiesta, l’amarica era in ginocchio nel 1929 e ancora zoppa nel1945, la guerra ed i finanziamenti ricevuti dai vari “Rothschild”, l’avevano rimessa in piedi ma zoppicava forte ed un’altra guerra non erano certi che gliela avrebbero finanziata (sai gli ebrei sono strani e ci sono anche in russia)……dopo la guerra, grazie a ciò che sono riusciti a razziare, soprattutto tecnologia, ed al BW (come tu famigliarmente chiami, io abbreviato scrivo solo WC) hanno pagato i debiti ( non tutti)ed hanno smesso di zoppicare per un pò…………ma gli Americani, non più claudicanti si sono messi a fare gli Americani ( Vietnam, Corea, spedizioni sulla luna, ecc. ecc. ) e son tornati zoppi e lo restano anche oggi con grande goduria dei Rothschild……..a fine mese sapremo se sono ancora zoppi o già in ginocchio (tetto del debito pubblico)……..credo tu faccia confusione tra americani e banchieri alla Rothschild, i quali son come le puttane, se iniziano a zoppicare cessano l’attività e di patria non ne hanno.
            Come vedi, l’ironia mi piace e la capisco ed accetto, ti ho risposto con altrettanta ironia, sia prima che ora, ma avevi la mente offuscata da tuo super/io, da quella parolina “ignoranza” che volutamente ho inserito nel testo. saluti

          • Deheb

            Non era una lezione ma dati di fatto: vero che gli usa sono usciti da una difficile situazione solo grazie all’economia di guerra. Diverso è dire che non abbiano contato granché visto che era la nazione egemone.
            Purtuttavia è anche grazie a loro che la russia è diventata potenza mondiale fornendole capitali, strutture, tecnologie e uomini.
            Poi se gli usa non sono loro ma i vari rothschild allora anche gli inglesi non sono loro ma sempre i R. Filiale londinese (che agivano gestendo determinate decisioni della BofE). Ma forse anche l’urss non era tale visto che la Gosbank (una sorta di banca centrale) era stata privatizzata e nel board ci stavano 2 personaggi come Hammer e Harriman (si dice emissari R.).
            Sembrerebbe tutta una questione di “famiglia”
            Grazie della lezioncina sull’umiltà ne farò tesoro.
            Da svidanja

  • AlbertoConti

    Con quel gesto l’america ha semplicemente voluto dimostrare al mondo di essere capace di tutto in nome del privilegio individuale, detto anche interesse privato, legge di mercato, competitività, e via dicendo, fino al capolavoro linguistico che oscura ogni altra variante: LIBERTA’! (libertà di rubare, di uccidere, d’ingannare, di schiavizzare, ……. , ma questi sono dettagli del tutto trascurabili).

    La Russia invece dimostrò di essere capace di quasi tutto in nome delll’equità sociale, del bene comune distribuito, e perse quella prima partita.

    Ovunque ci sono santi e demoni, ma alla fine saranno le idee buone a trionfare.

  • Mario Poillucci

    ”ringraziamo Dio che è venuto presso di noi anzieichè ecc.ecc.ecc.”. Ma che strano! Dio ha a cuore i delinquenti? Li frequenta? Li protegge? Allora è vero ciò che asseriva uno che la sa lunga: ”non se Dio esiste o meno ma se non c’è ci fa una figura migliore!!”. Impeccabilmente logico in base ai fatti, agli eventi, alle azioni, alle intimidazioni che proseguono malsane, criminali, delinquenziali, intemerate, proterve, metastatiche, stragiste da parte di questi santi e benefattori ”figli di………….Dio”!!!

    • Rolmas

      Dio ha voluto favorire gli Stati Uniti d’America. E’ un dato di fatto. Ha ponderato tutte le soluzioni possibili ed ha individuato quella che portava prima alla fine della specie umana. Cosa che gli sta a cuore per salvare tutte le altre creature, comprese quelle che vivono in altri pianeti.

  • An 19th century man

    Ma sto movimento antinuclearista è una OGM?

    • DesEsseintes

      OGM… ?

      Ihihih…

    • Mario Poillucci

      Trattasi di lapsus non dovuto a rincoglionimento ma di natura freudiana! Infatti molte ONG dovrebbero essere definite OGM, Oscenità Geneticamente Modificate. Non si scusi pertanto.

  • Adriano Pilotto

    Prima di scusarti dovresti esigere un’analisi del DNA di molte ONG: mutatis mutandis, Amnesty International è un OGM.

  • Rolmas

    ONGM: Organizzazioni non Governative di Molestatori

  • Vamos a la Muerte

    Non stupisce il fatto che Harry Truman, fra i più grandi criminali della Storia se non “Il Più Grande”, probabilmente non sapesse nemmeno che Hiroshima fosse una città: d’altronde “gli americani non sono mai stati intaccati dalla Cultura”
    (Cit. Giorgio Gaber).
    Non stupisce nemmeno il fatto che a questo criminale siano state intitolate biblioteche, strade e quant’altro: se avessero vinto i Nazisti adesso quelle cose porterebbero il nome di Adolf Hitler. E comunque l’apporto yankee alla vittoria nella Seconda Guerra Mondiale è stato assolutamente marginale (benché la Propaganda di Regime dica il contrario): senza il sacrificio dell’Armata Rossa e dell’eroico Popolo Russo (23 Milioni di morti: oltre TRENTA VOLTE il numero dei morti yankees! Per dire) a quest’ora porteremmo ancora la Camicia Bruna.
    Il Resto è Fuffa.