Home / Attualità / Gli ebrei dichiarano guerra a Roger Waters

Gli ebrei dichiarano guerra a Roger Waters

DI GILAD ATZMON

gilad.co.uk

Non sono l’unico musicista la cui carriera cercano di distruggere. Anche Roger Waters è ora soggetto ad una vile campagna diffamatoria dei sionisti. Un documentario, “Wish You Were not Here” di Ian Halperin, sta per debuttare sugli schermi di tutti gli shtetl del mondo.

Il trailer dice che Waters è colpevole dell’ascesa dell’antisemitismo, del fallimento di Israele e praticamente di tutti gli altri problemi ebraici attuali. Un successo impressionante, devo ammettere.

Halperin dice: “Per me, un attacco contro Israele è un attacco contro il popolo ebraico”. Immagino che Halperin ritenga entrambi esenti da critiche. La domanda che rimane è se anche i Goyim ci credano.

Dice di aver incontrato gli psicologi che lavorano coi sopravvissuti dell’Olocausto. Da tale incontro, ha capito che questi ultimi ritengono “imperdonabile” il gesto di Waters: aver mostrato un maiale galleggiante ricoperto da una stella di David. Per una volta, capisco Halperin: da ex ebreo che mangia tutto tranne kosher, mi sono anche un po’ offeso dal tentativo di Waters di dare al maiale un timbro kosher.

I trucchi cinematografici per diffamare il cantante sono ormai in pieno corso. Il film sovrappone la sofferenza ebraica con Waters, ‘l’amico dei terroristi’, quello che supporta gli arabi e i musulmani. Halperin cerca di far colpo ricorrendo alle più basse pulsioni xenofobe e razziste. Credo che Waters sopravviverà facilmente a questa campagna sionista, per la stessa ragione per cui Corbyn ha sopravvissuto all’etichetta di “antisemita”. La gente non è così stupida come l’hasbara vuole che siano.

L’opposizione di Waters al sionismo e ad Israele è anti-autoritario e coerente col suo messaggio di pace. La lobby ebraica britannica non ha capito che ad attaccare Corbyn per il suo atteggiamento amichevole verso Hamas ed Hezbollah lo hanno reso ancor più popolare. Lo stesso per Trump.

Wish You Were not Here rappresenterà Waters come un fanatico, ma sarà soltanto un modo per vendicarsi. Portare sullo schermo un branco di sionisti che ritraggono un pacifista come sovversivo ed antisemita è un gioco pericoloso: potrebbe ritorcersi loro contro.

 

Gilad Atzmon

Fonte: www.gilad.co.uk

Link: http://www.gilad.co.uk/writings/2017/7/10/judea-declares-war-against-roger-waters

10.07.2017

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di HMG

Pubblicato da Davide

  • PietroGE

    Manca solo : Waters = nuovo Hitler e The Wall = Campo di Concentramento. Qui in Italia tra un po’ ti manderanno in Galera se hai pensieri fascisti.

  • FabioEr0976

    Non conosco Waters e il suo lavoro . Ma se denuncia il razzismo dei sionisti fa bene . Quello che non va è confondere volutamente , a cominciare dal titolo , ebrei e sionisti : il miglior modo per alimentare l’antisemitismo .

    • MarioG

      “Halperin dice: “Per me, un attacco contro Israele è un attacco contro il popolo ebraico”.”

      Se lo dicono loro, volutamente, non vedo che bisogno ci sia di alimentare l’antisemitismo da parte di altri

      • FabioEr0976

        “Loro” chi ? Lo dice Halperin che è un filosionista . Non lo dice Chomsky che è ebreo , ma antisionista .

      • CarloBertani

        Anni fa, la comunità ebraica argentina si ribellò a questo modo di pensare rivendicando (giustamente) il loro essere ebrei anche, talvolta, in conflitto con lo stato di Israele. Questa non è, allora, una verità dogmatica, bensì il trastullo di un israeliano qualunque. E scateniamo tutto ‘sto can can? Roger Waters rimane un grande musicista, anche se dopo Ummagumma la lontananza di Syd Barret s’è fatta sentire.

        • dadafari

          oltretutto ha cantato magistralmente gli orrori della guerra, la complicitá dell’indifferenza borghese, dell’uomo medio, l’eredità materiale e psicologica che i conflitti lasciano. Le canzoni
          di roger non sono da discoteca, sono pezzi da tragedia greca, da ascoltare quando l’anima è un tempio in rovina. o prima che lo diventi

          • dadafari

            Mother do you think they’ll drop the bomb?
            Mother do you think they’ll like the song?
            Mother do you think they’ll try to break my balls?
            Oooh, ahh
            Mother should I build the wall?
            Mother should I run for President?
            Mother should I trust the government

    • DesEsseintes

      Roger Waters non lo conosci perché non è molto noto.
      Suonava in un gruppo di nicchia che lavorava per lo più nelle balere romagnole.

      • redfifer

        Non è molto noto?

        Senza Sid Barret non sarebbero mai nati i PINK FLOYD senza Roger Waters non sarebbero MAI stati i PINK FLOYD.

        L’album THE WALL interamente scritto e musicato da Roger Waters è un capolavoro Rock del mitico gruppo datato 1979, unico album rock diffuso anche sulla luna e tu non conosci Roger Waters?

        • Giada Andreozzi

          Era una battuta….

          • DesEsseintes

            Non glielo dovevi dire…sono così carini…ci vengo apposta qui…

        • Gino2

          The Wall è un assoluto capolavoro ma non lo definirei solo “rock” perchè cosi lo si sminuisce. È musica.

      • FabioEr0976

        E’ che non hanno mai fatto promozione …Un gruppo minore , timido , con testi e musiche banali , consapevole dei suoi limiti .

        • DesEsseintes

          Si scherza, Fabio 😉

      • alien2012

        Ecco queste sono post del caxxo. Sono offensivi e non servono a nulla. Non siamo al Bar. Meglio stare zitti. Spiegami la ragione dello spreco di bytes per dire una cosa stupida, che poi costringe altri a replicare perdendo altro tempo.
        Peggiorata da :
        ‘Non glielo dovevi dire…sono così carini…ci vengo apposta qui.’
        Taci o posta cose serie.

        • DesEsseintes

          Relax, please…gli uccellini cinguettano…il sole splende…tutto è pace…ssssssst…

          • alien2012

            Ecco un’altra risposta del….

            Purtroppo per leggere i post seri, visto come è strutturato il blog, mi tocca pure leggere le tue battute. Poi ancora una volta mi hanno censurato un primo commento al Tuo post originale, che non era offensivo, ma esprimeva il fatto che qui si cerca di postare commenti seri o info per ampliare il tema. Le battute si fanno al bar.
            Anche perchè Gino2 redfifer • 4 ore fa
            The Wall è un assoluto capolavoro ma non lo definirei solo “rock” perchè cosi lo si sminuisce. È musica.
            Con il suo commento apre una discussione di tipo Storia della Musica, quindi si va da un’altra parte.
            Ovviamente mi censurerrano anche questo post
            e lasceranno le Tue battite sugli uccellini

  • PietroGE

    Beh, se gli inglesi hanno Halperin noi in compenso abbiamo Saviano che si esprime così commentando la “svolta” (?) di Renzi sui migranti :

    “”Quanta ipocrisia dunque nell’affermare di voler aiutare i migranti a casa loro. Ma attenzione, quella di Matteo Renzi non è una gaffe o un errore di comunicazione, è piuttosto un frettoloso e maldestro tentativo di dare in pasto una risposta alla ferocia della piazza”. Lo scrive su Facebook Roberto Saviano.”

    Alla FEROCIA DELLA PIAZZA?????. Un Paese sull’orlo della bancarotta accoglie centinaia di migliaia di migranti e se qualcuno si azzarda a protestare si parla di “ferocia della piazza”! Ma questo Saviano chi è? Vuol vedere veramente la ferocia della piazza? porti a Tel Aviv, dove è di casa, qualche migliaio di immigrati africani.

    • VanderZande

      Speriamo che continui a sparare caxxxte, e che lo faccia a ripetizione e ad alta voce. Cosi’ magari i suoi “fan” si svegliano e capiscono chi e’.

    • fastidioso

      ti ricordo che hanno costruito 5 muri…

    • Tipheus

      C’è ancora qualcuno, tolti i funzionari PD, che dà credito a Saviano?

  • GioCo

    Da “Goyim” mi sento di fare solo due marginali correzzioni.
    La prima è che se si tratta di una gara della stupidità, allora vince solo il più stupido e putroppo senza guardare se abbia o meno “il sangue blu”. Quando Le Bon diceva che le masse sono stupide contemplava l’evidente superiorità della dirigenza, ma quella del suo tempo non quella attuale. Mentre la massa conserva una stupidità media abbastanza uniforme al passato, anche se per ragioni differenti, la stupidità della dirigenza ha subito una drastica involuzione verso il periodo permiano e prima del triassico, cioè prima della più imponente estinzione di massa che questo pianeta abbia mai sperimentato. In altre parole, “il top dell’umanità” non agisce proprio proprio come le amebe, dai qualcosina di meglio la sa fare, ma agisce comunque come o peggio della massa … tra l’altro senza che ciò abbia un senso che sia differente dall’imbecillità pura.
    La seconda è che quando un Goyim deve capire se fidarsi o meno di un giudizio e non ci capisce molto, di solito guarda le amicizie che il potere sceglie. Come nell’epoca del contrasto tra Guelfi e Ghibellini, ma ciò non sempre aiuta, come appunto tra Guelfi e Ghibellini. Per ciò la novità odierna sta tutta nella superiore stupidità Gothika -come l’horror omonimo- (tutta politica) della dirigenza sionista con annessa estensione neocon americana, nel ritenere che sia possibile “sine die” fare qualunque porcata di qualunque grandezza. In altre parole che è possibile operare senza freni inibitori e senza auto-censure solo per ottenere tutto il pretendibile, ottenibile PERCHE’ e solo PERCHE’ si opera più rapidamente possibile. Così è diventato un imperativo non contrattare ma prentendere, non offrire nulla in cambio dato che “nessun’altro possiede qualcosa”, non accettare nessun compromesso se non quelli proposti unilateralmente e comunque senza mai considerarli vincolanti, reagire con la forza quando la violenza e la corruzione non sbloccano la situazione. Insomma, bullismo e teppismo da strada portato a livello globale e imposto con la forza, con l’aggiunta artistica che chiunque reagisca è marchiato da infame e che “non è possibile che la massa nel complesso se ne accorga”.
    Io dico che va a finire male e perchè questo ragionamento non regge.

    • DesEsseintes

      Scrive Gioco (ihihih…)

      Da “Goyim” mi sento di fare solo due marginali correzzioni.

      E capisci tutto quello che c’è da capire… 😀 😀 😀

  • Enrico S.

    Another brick outside the wall.

  • il gobbo

    Mamma mia, quanto rompono le palle sti’ ebrei con i loro piagnistei, finitela!

  • redfifer

    Ebrei popolo eletto da satana a cui in futuro spero breve vengano usati come sacche da catedere. Chissà se così riescano a capire quanto stanno sul C==3 a tutto il mondo sempre più!

    • DesEsseintes

      Evitiamo i commenti razzisti

      • redfifer

        Con questa storia del razzismo ci stanno facendo un culo come un paiolo, quando i veri razzisti sono loro che ci definiscono animali, ma comprendere l’evidenza evidentemente per alcuni deve essere veramente difficile dopo che ti hanno fatto il lavaggio del cervello, vero?

  • Annibale Mantovan

    M’ è venuta un idea: facciamo il ghetto di Israele. I muri in cemento alti 6 metri già ci sono. Fuori i Palestinesi; dentro gli Israeliani con le leggi che gli pare…e vissero tutti felici e contenti!

  • un artista che ha explorato le profondita’ dell’anima … come non stargli vicino !

  • johnrebuxxx

    Io mi sono rotto le palle, ho diritto a vivere in un mondo senza che questi mettano bocca su tutto, Atzmon un mito.

  • Tipheus

    Certe volte in Italia si conoscono benissimo le canzoni e non si ricordano i nomi degli artisti “amerikani” (è più facile da ricordare Claudio Baglioni ammettiamolo). Confesso a voi fratelli tutti che il nome di Waters non mi dice niente (sono ignorante confesso). Però The Wall sì. Almeno, se non faccio brutta figura, è quella canzone della mia adolescenza “We don’t need no education…” etc.? Ehi teacher, etc. Ebbene, se è quella ho riflettuto più volte sul messaggio che dava. Agli ignoranti superficiali di musica come me, beninteso, cioè al 70 / 80 % di quelli che ascoltano il messaggio.
    Ebbene mi è sembrata sempre l’ennesima martellata contro le istituzioni tradizionali, soprattutto Famiglia e Scuola, luoghi di oppressione, di nozionismo…
    Insomma, volendo fare i difficili, le solite menate “marcusiane” di libertà totale, di rilassatezza totale, di pensiero debole.
    Cattivo maestro, quindi. Punto.
    Mi sono chiesto spesso se c’era o ci faceva. Un po’ l’uno e l’altro a quanto vedo.
    Ora ai “padroni del vapore” non sta più bene, perché usa la testa. E questo gli fa onore. Ma ciò non toglie che se avesse invece cantato l’importanza dell’Education non della sua demolizione, forse anziché ora l’avrebbero linciato nel 1980…
    Ora datemi del troglodita. Non mi offendo. Non è il mio campo la musica. Ma questo lo dovevo dire. Da lì è venuto il “sabato libero” (perché i ragazzi si stancano a alzarsi presto 6 volte a settimana) il 6 politico (che ormai fino a 14/15 anni è legge) la minchiata dell’alternanza scuola / lavoro (non sia mai che a scuola si faccia quella cosa bruttissima che risponde al nome di T-E-O-R-I-A), ora il liceo di 4 anni, la scomparsa della filosofia nelle scuole di mezza Europa e del latino nell’indirizzo “tecnologico” del nuovo liceo scientifico, bla bla bla
    Goyms don’t need no education…. Anzi, se si dimenticano chi sono è meglio. Scusa Waters, ma è anche colpa tua.

    • Tipheus

      Sunto: se oggi siamo una generazione di smidollati, grazie anche a lui e a Boy George, Karma Camaleon… Siamo stati tirati su per bene…

      • Sepp

        Hai ragione questo articolo appartiene
        alle armi di distrazione di massa.
        Ci siamo distratti e mentre guardavamo
        il vuoto si sono presi il potere.

    • dadafari

      non ho capito perche pensi che abbia cantato la non importanza dell’educazione, per il ritornello della famosa canzone?

      • Tipheus

        Anche per il video che lo corredava. Il maestro che picchia l’alunno, la scuola antica oppressiva… Ora mi dirai che il significato della canzone era un altro, molto più profondo e che io sono un superficiale rozzo e musicalmente incolto. E hai ragione, Ma “codesto significato” sarà talmente profondo che quelli sprovveduti come me sono rimasti impressionati solo da quello superficiale. Spiace per i cultori, ma il messaggio che passava era quello: inno al “pensiero debole”.

  • dadafari

    Cio che non dice l’articolo è che Roger sostiene veramente i palestinesi da sempre ed è uno dei pochissimi ( forse l’unico di quel calibro ), mentre Bono, specula con Hedge Found e fa selfie nei Ranch Texani.

    • U2 … una delle band + sovrastimate della storia del rock … ma ora che la propaganda
      ha smesso di ” pomparli ” si scopre il loro ” reale ” valore artistico …
      e’ il Tempo il vero giudice che separa un’opera d’arte da una marchetta .

  • Vamos a la Muerte

    Uno dei pochissimi cantanti che ha avuto il coraggio di prendere una posizione davvero scomoda e coraggiosa in quanto è andato contro il Vero Potere.
    Non conosco molto il musicista Waters ma indubbiamente, come Uomo, è un Gigante rispetto ad altri cantanti, a cominciare del nanetto Bono Vox.