Gli ebrei dichiarano guerra a Roger Waters

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

DI GILAD ATZMON

gilad.co.uk

Non sono l’unico musicista la cui carriera cercano di distruggere. Anche Roger Waters è ora soggetto ad una vile campagna diffamatoria dei sionisti. Un documentario, “Wish You Were not Here” di Ian Halperin, sta per debuttare sugli schermi di tutti gli shtetl del mondo.

Il trailer dice che Waters è colpevole dell’ascesa dell’antisemitismo, del fallimento di Israele e praticamente di tutti gli altri problemi ebraici attuali. Un successo impressionante, devo ammettere.

Halperin dice: “Per me, un attacco contro Israele è un attacco contro il popolo ebraico”. Immagino che Halperin ritenga entrambi esenti da critiche. La domanda che rimane è se anche i Goyim ci credano.

Dice di aver incontrato gli psicologi che lavorano coi sopravvissuti dell’Olocausto. Da tale incontro, ha capito che questi ultimi ritengono “imperdonabile” il gesto di Waters: aver mostrato un maiale galleggiante ricoperto da una stella di David. Per una volta, capisco Halperin: da ex ebreo che mangia tutto tranne kosher, mi sono anche un po’ offeso dal tentativo di Waters di dare al maiale un timbro kosher.

I trucchi cinematografici per diffamare il cantante sono ormai in pieno corso. Il film sovrappone la sofferenza ebraica con Waters, ‘l’amico dei terroristi’, quello che supporta gli arabi e i musulmani. Halperin cerca di far colpo ricorrendo alle più basse pulsioni xenofobe e razziste. Credo che Waters sopravviverà facilmente a questa campagna sionista, per la stessa ragione per cui Corbyn ha sopravvissuto all’etichetta di “antisemita”. La gente non è così stupida come l’hasbara vuole che siano.

L’opposizione di Waters al sionismo e ad Israele è anti-autoritario e coerente col suo messaggio di pace. La lobby ebraica britannica non ha capito che ad attaccare Corbyn per il suo atteggiamento amichevole verso Hamas ed Hezbollah lo hanno reso ancor più popolare. Lo stesso per Trump.

Wish You Were not Here rappresenterà Waters come un fanatico, ma sarà soltanto un modo per vendicarsi. Portare sullo schermo un branco di sionisti che ritraggono un pacifista come sovversivo ed antisemita è un gioco pericoloso: potrebbe ritorcersi loro contro.

 

Gilad Atzmon

Fonte: www.gilad.co.uk

Link: http://www.gilad.co.uk/writings/2017/7/10/judea-declares-war-against-roger-waters

10.07.2017

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di HMG

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
39 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
39
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x