FUSIONE FREDDA

DI LINO ROSSI

Secondo la tradizione popolare è opportuno bere
molta tisana di equiseto per guarire rapidamente le
fratture ossee e l’osteoporosi, senza
controindicazioni.

Secondo la Staufen Pharma di Goppingen l’equiseto
contiene:

– acido silicico: 62,11%
– cloro: 0,70%
– acido solforico: 4,67%
– acido fosforico: 2,12%
– zolfo: 4,03%
– acido carbonico: 0,59%
– potassio: 2,88%
– sodio: 0,67%
– magnesio: 1,53%
– calcio: 15,40%
– ferro: 2,19%
– altro: 3,11%

I 14 protoni del silicio si uniscono ai 6 del
carbonio ed abbiamo fatto del calcio (20 protoni)
mediante una fusione nucleare.

I santommaso diranno: “è il calcio (15,40%) che è
stato assorbito dalle cellule e non l’acido silicico
che potrebbe essere pressoché totalmente espulso”.
L’osservazione è corretta ma sorgono spontanee
alcune domande:– perché i rimedi fitoterapici senza abbondante
silicio non funzionano?

– perché l’assunzione diretta di abbondanti dosi di
calcio non determinano risultati soddisfacenti?
(senza considerare la forte sollecitazione che si
cagiona ai reni)

– perché analogamente bere tantissimo latte (ricco
di calcio) non produce effetti neppure lontanamente
equiparabili a quelli che si hanno con la tisana di
equiseto?

La conclusione viene da sé.

Le popolazioni che vivono in zone desertiche sono
solite arricchire le macedonie di frutta con sale
(NaCl) e non con zucchero. Lo fanno per beneficiare
di un certo refrigerio che quella particolare
macedonia gli procura. Il loro sudore è ricchissimo
di potassio. Anche qui vien da pensare che gli 11
protoni del sodio si uniscano agli 8 dell’ossigeno
per ottenere del potassio con i suoi 19 protoni.
Il potassio è presente nella frutta della macedonia?
Perché no. Ma se i cammellieri non gli mettono il
sale soffrono maggiormente il caldo e non sudano il
potassio.

Provare per credere. Molto spesso però, a dispetto
degli accademici, le pratiche che provengono dalla
tradizione funzionano, proprio come in questo caso.

Le galline fanno le uova con il guscio a base di
calcio; fin dai tempi della rivoluzione francese
Louis Nicolas Vauquelin si accorse che il guscio
delle galline conteneva più calcio di quello che
assumevano; nel XX° secolo Louis Kervran
(1901-1983), bretone, ingegnere e biologo,
professore universitario a Parigi, fece numerosi
esperimenti e pubblicò numerosi libri dove sviluppò
enormemente tutte le considerazioni relative a
questi fatti. La conclusione è inequivocabile: le
cellule, sia animali (anche quelle degli
accademici), sia vegetali, fanno in continuazione
fusioni nucleari che Egli chiamò “trasmutazioni ad
energia debole” perché l’energia in gioco è sempre
molto modesta; le reazioni possono essere solo
leggermente endotermiche o esotermiche ma,
ovviamente, mai con grandi energie concentrate.

Infatti non è dato sapere di galline che nel
“costruire” l’uovo si congelino o si bollino. Gli
sforzi di questo illustre VERO Scienziato galileiano
sono stati coronati nel 1993 con il prestigioso
premio IgNobel (quello per i ciarlatani). Hanno
aspettato che morisse per conferirglielo in modo da
essere sicuri che non potesse ribattere. I suoi
libri però sono disponibili per verificare la
meticolosità, il rigore e la fondatezza dei suoi
studi.

Dal punto di vista dell’approvvigionamento
energetico queste osservazioni non ci aiutano
granchè; la $cienza ufficiale dice che tutto quanto
sopra riportato non è vero. Perché?

Perché se si ammettessero le trasmutazioni si
aprirebbe il mondo scientifico vero (quello che usa
il metodo galileiano e non quello delle tre carte)
al concetto che in natura sono possibili numerose
reazioni nucleari di fusione fredda; nelle cellule
avvengono a bassi livelli energetici, ma nelle celle
elettrochimiche non necessariamente. È come un
continente enorme ed inesplorato posto davanti a noi
che l’autorità ci impedisce di conquistare.

Il Prof. Giuliano Preparata ed i suoi Colleghi ci
assicurano che il problema non è più di natura
fisica; è oramai solo di natura ingegneristica. E lo
dimostrano (LINK PDF).

La natura dell’uomo, purtroppo, solo con rare
eccezioni, è fatta in modo tale che risulta vero
solo ciò che l’ “autorità” dichiara tale. Intanto il
conformismo dilaga e pochi privati schiavizzano
l’intera umanità grazie al colpevole contributo di
politici, media ed università.

Image Hosted by ImageShack.us

Bibliografia:

– Manfred M. Junius – Alchimia verde –– ed.
mediterranee

– Tompkins e Bird – La vita segreta delle piante –
ed. NET

– Giuliano Preparata – Dai quark ai cristalli – ed.
Bollati e Boringhieri

– Roberto Germano – Fusione fredda – Moderna storia
d’inquisizione e d’alchimia –– ed. Bibliopolis

– Kervran L. – Prove in biologia delle
trasmutazioni a debole energia – Ass. Culturale
Aquarius

– Kervran L. – Prove in geologia e fisica delle
trasmutazioni a debole energia – Giannone

– Kervran L. – Trasmutazioni biologiche e fisica
moderna – coedizione fra A. Giannone Ed. e Andromeda

– Kervran L. – Alla Scoperta delle trasmutazioni
biologiche – Edizioni Edagricole, Bologna, 1969

– Kervran, C. Louis: Natural Non-Radioactive
Transmutations: A New Property of Matter; 1963,
Librairie Maloine, Paris

– Kervran, C. L.: Preuves Relatives a l’Existence
de Transmutations Biologiques; 1968, Libraire
Maloine

– Kervran, C. Louis: Natural Non-Radioactive
Transmutations: A New Property of Matter; 1963,
Librairie Maloine, Paris

– Kervran, C. L.: Preuves Relatives a l’Existence
de Transmutations Biologiques; 1968, Libraire
Maloine

– Kervran, C. L.: Transmutations Biologiques:
Metabolismes Aberrants de l’Azote, le Potassium et
le Magnesium; 1963, Libraire Maloine

– Kervran. C. L.: Transmutations a Faible Energie;
1964, Libraire Maloine

– Kervran, C. L.: Transmutations Naturelles,
Non-Radioctives; 1963, Libraire Maloine

– Kervran, C. L.: Biological Transmutations; 1972,
Swan Publ. Co., NY; Michel Abehsera, translator

– Kervran, C. L.: La Revue Generale des Sciences,
Paris (July 1960)

– Sutton, A. – Cold Fusion: The Secret Energy
Revolution – http://www.xmx.it/trasmutazioni.htm

Lino Rossi
Fonte: https://www.comedonchisciotte.org
25.01.2007

13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
paop8792
paop8792
28 Gennaio 2007 4:21

La medicina e la sanità, la questione energetica, l’economia e la questione monetaria, sono i pilastri su cui si regge questo impero.In questo incubo le lobbies che ci guidano "amorevolmente" cercano di ottenere il massimo guadagno da ognuno di noi: ci fanno seguire alimentazioni squilibrate, con alimenti alterati finalizzati a farci ammalare, ci curano con la medicina che ci rende sempre più dipendenti dai loro, costosissimi quanto inutili, farmaci e chi li ostacola, come il dr. Hamer, viene incarcerato e fatto oggetto di dure campagne denigratorie; per l’energia accade la stessa cosa, scoperte di portata eccezionale, vengono lasciate morire di inedia togliendo ai ricercatori i fondi necessari per proseguire i loro studi http://www.ecoage.it/info/petizione-fusione-fredda.php [www.ecoage.it] e sicuramente ci sono scienziati che hanno già scoperto fonti inesauribili di energia (freeenergy), ma le loro scoperte sono state opportunamente occultate, mentre si continua ad attingere da fonti energetiche altamente dannose ed inquinanti solo per mantenere integri gli immensi guadagni di stati ed imprese; e dulcis in fundo la questione monetaria che ci tiene schiavi di una moneta che genera debito anzichè ricchezza, un debito che incatena noi ed i figli dei nostri figli e ci fa correre come forsennati per ripianare un debito costruito appositamente… Leggi tutto »

marko
marko
28 Gennaio 2007 4:49

E’ chiaro che il relatore del presente articolo non ha la minima idea di fisica nucleare, ma proprio manco le basi del 19° secolo. " I 14 protoni del silicio si uniscono ai 6 del carbonio ed abbiamo fatto del calcio (20 protoni) mediante una fusione nucleare." peccato che, se anche avvenisse una simile reazione, avrebbe a) bisogno di qualcuno che forzi la barriera coulmbiana e b) una produzione di raggi gamma che farebbe esplodere la tisana o gallina che sia. Nota bene: impastarsi la bocca con Giuliano Preparata è semplicemente vergogonoso, perché egli, insieme on i pochi ricercatori sulla fusione fredda, si è sempre impegnato a cercare di capire i punti a) e b) relativi alla fusione fredda. Per esempio, la fusione fredda, se avviene, non avviene spontanamente, ma all’interno di reticoli cristallini di metalli altamente assorbenti (non mi dilungo, se vi interessa approfondire, http://www.lenr-canr.org) Curioso poi che, mentre non si riesce, né con la fusione fredda, né con quella calda, a fondere in maniera "convincente" due semplici protoni, una bella tisana della nonna fonde, secondo questo novello genio della fisica, silicio e carbonio, che hanno una forza repulsiva 6×14=84 volte maggiore. Il tuto ovviamente senza che avanzi un… Leggi tutto »

lino-rossi
lino-rossi
28 Gennaio 2007 15:43

ho scritto questo piccolo intervento contro quel mondo accademico e divulgativo che nega le fusioni fredde a tutto vantaggio della rassicurante fissione.
mi fa piacere che anche il mio acceso detrattore sia sostanzialmente su questa lunghezza d’onda, riconoscendo il lavoro del Prof. Preparata e dei Suoi Collaboratori; lenr stà per reazioni nuclaari a bassa energia e quindi non vedo contraddizione con la mia posizione.
sono anche sorpreso della velocità con la quale Egli ha letto tutte le opere del Prof. Louis Kervran arrivando alla conclusione (scientifica) che hanno fatto bene a dargli l’ignobel. Lei è un vero fenomeno.
io sono arrivato alla conclusione opposta. è questo un motivo sufficiente per coprirmi d’insulti?
Lei dirà che sono stato io il primo ad insultare gli accademici! mi sembra però molto chiaro che i miei strali sono rivolti agli accademici che fanno il gioco delle tre carte e non agli altri.
in ogni caso, se avrà problemi di osteoporosi Le consiglio di farsi delle belle tisane di equiseto arvensis; ne trarrà grande giovamento.
se invece vuol arricchire qualche multinazionale del farmaco spappolandosi il fegato si faccia:
– il calcio, in qualunque modalità;
– la recentissima e tecnologicissima vaccinazione.

lino-rossi
lino-rossi
29 Gennaio 2007 1:39

errata corige

con l’eccesso di calcio sollecita soprattutto i reni e non il fegato come riportato nella replica.

marko
marko
29 Gennaio 2007 2:00

lenr=lew energy nuclear reaction. Ma low energy, e lo sa uno studente di fisica al primo anno, non significa bassa energia di REAZIONE, ma bassa energia di ATTIVAZIONE. 6 protoni e 6 neutroni che si uniscono con 14 protoni e 14 neutroni danno, se tutto va bene, 20 protoni con 20 neutroni *e* un difetto di massa dovuto alla diversa energia di legame. Questo difetto di massa, moltiplicato per il famoso c^2, dà l’energia fornita. E questo vale per i protoni delle stelle, delle bombe atomiche e delle galline. Ciò che desta incredulità nel mondo scientifico nei riguardi della fusione fredda è la possibilità di attivare questa reaione con pochissima energia. Facendo le proporzioni, se la fusione fredda funziona, sarebbe come poter accendere un fuoco con uno starnuto. Comunque sia, il fuoco così acceso, cioè la fusione nucleare, porta sempre la stessa energia di REAZIONE, a prescindere da come sia stato attivato. Chi confonde questi due termini, o è ignorante, o è in malafede.

lino-rossi
lino-rossi
29 Gennaio 2007 3:38

se il paradigma è contraddetto dall’esperienza va superato.
se fossi in Lei prima di dare sentenze mi leggerei le opere del Prof. Kervran.
terrei anche un corso di buona educazione.
cordiali saluti

marko
marko
29 Gennaio 2007 4:04

"se il paradigma è contraddetto dall’esperienza va superato."

certo, e l’esperienza insegna che la gallina non esplode, mentre la fusione carbonio-silicio, produce MOLTA energia.

"e fossi in Lei prima di dare sentenze mi leggerei le opere del Prof. Kervran."

se fossi in te, prima di fare certe sparate sulla fisica nucleare su internet, mi studierei le basi (ma proprio terra terra, non ci vuole niente di più) della fisica. Perche altrimenti screditi tutto il resto di ciò che scrivi, che magari, chissà, potrebbe avere anche un senso.

"terrei anche un corso di buona educazione."

ho solo dato dell’ignorante a chi ignora che e=mc^2. E’ forse maleducazione? Non è colpa mia se la fisica non è democratica.

lino-rossi
lino-rossi
29 Gennaio 2007 6:35

ho capito che non vuoi leggere Kervran e sei libero di farlo.ho capito anche che hai un approccio molto rigido alla questione del legame massa / energia.il fatto che i bilanci ponderali degli elementi prima e dopo l’opera delle cellule vegetali ed animali non tornino rimane da spiegare, nonostante che tu non voglia osservarlo.rimani pure lì a farti i tuoi bei conticini sull’impossibilità di questi fenomeni.mi ricordi molto quel luminare che pochi mesi prima del primo volo dei fratelli Wright dimostrò scientificamente l’impossibilità del volo dei mezzi con peso superiore all’aria.oppure la Santa Sede che dopo aver "aperto" agli OGM ha dovuto incassare il rifiuto delle api ad operare sui fiori "fatti" dalla monsanto.tu, il luminare e la Santa Sede siete anche sfortunati.intanto la gallina ti contraddice tutti i giorni.per me tutto ciò è una grande possibilità per il futuro; per te è un’occasione per dare dell’ignorante al prossimo.il mondo è bello perchè è vario.vorrei farti osservare che nel mio intervento avevo precisato che le "reazioni" biologiche sono tutte a bassissimo scambio energetico affermando che le galline non si congelano e non bollono facendo l’uovo; come mai hai ribadito pedissequamente quanto da me premesso?questo non è un buon segno dal… Leggi tutto »

marko
marko
29 Gennaio 2007 7:31

"approccio molto rigido alla questione del legame massa / energia" Vallo a dire agli abitanti di Hiroshima. "avevo precisato che le "reazioni" biologiche sono tutte a bassissimo scambio energetico" aridajje: non lo voui proprio capire, eh? dati determinati nuclei in fusione, è determinata l’energia di REAZIONE. La "bassa energia" è solo quella di l’attivazione. Io spero tanto di fare la figura di Herz, che disse a Marconi che la radio era irrealizzabile. Lo spero, perché i principi della termodinamica ci stanno strangolando. Ma purtroppo sono 3 secoli ceh vengono confermati in TUTTI i laboratori, officine, centri di ricerca e sviluppo. Ogni giorno. Da secoli. E una gallina che becca "troppo poco" calcio violerebbe tutto quanto. Perché "è noto dalla cultura popolare". Secondo te il rasoio di Occam per chi propende? Per il metodo galileiano, mi sta ovviamente bene: basta prendere una gallina, misurare la quantità di calcio che contiene all’inizio dell’osservazione, quanta ne ingerisce con il cibo, quanta ne emette con uova e altro, e quanta gliene resta in corpo alla fine. Francamente, non saprei come misurare la massa di calcio contenuta nella gallina prima dell’esperimento senza spennarla, ma Kervran lo avrà fatto di sicuro, no? Bello sarebbe poi misurare… Leggi tutto »

lino-rossi
lino-rossi
29 Gennaio 2007 8:31

finisce che chi non vuol fare delle figuracce prima si informa con sufficiente apertura mentale e poi parla.
marconi chi? il plagiatore di Tesla, con tanto di sentenza definitiva?

marko
marko
29 Gennaio 2007 11:54

Ho solo citato uno dei tanti casi in cui scienziati più o meno famosi sostenevano che una cosa fosse impossibile pochi anni prima che venisse realizzata di fatto. Il soggetto era Hertz, non Marconi.

Comunque vedo che sul tema della fusione nucleare "a bassa energia" non hai nulla da obiettarmi.

lino-rossi
lino-rossi
29 Gennaio 2007 13:25

il mio approccio è rigorosamente galileiano.a chi mi dice che il bilancio ponderale degli elementi in gioco nella questione della gallina prima e dopo l’uovo "torna", quando viceversa è vero il contrario, come posso ribattere?è come se tu mi dicessi che l’acqua ha la maggiore densità a zero °C e non a 4°C come è in realtà.non posso che prenderne atto.come non posso che prendere atto del FATTO che non vuoi leggere i libri di Kervran.se ti "abbassassi" a farlo tu stesso potresti DIMOSTRARE che la gallina fà le trasmutazioni.quando Fleishman e Pons fecero il loro annuncio nell’89 tutti si sperticarono a dire che erano dei fannulloni, ecc.non sapevano neppure replicare i loro esperimenti, oltrechè essere privi di una teoria che li spiegasse. pochissimi (Preparata) superarono il muro del conformismo e si chiesero cosa mai fosse accaduto in quelle celle. Preparata se lo chiese e trovò le risposte a tutti gli interrogativi con gli insulti ed i lazzi dei vari tullio regge della situazione.se dici di conoscere Preparata ti consiglio di leggerlo un po’ più in profondità di quanto hai fatto fino ad oggi. leggi anche dei Suoi contatti con Benveniste (altro ciarlatano, per il cicap).rassegnati. il buon fisico non è quello che sa bene… Leggi tutto »

marko
marko
31 Gennaio 2007 5:52

Il metodo galileiano, per quanto riguarda il difetto di massa, l’energia di legame nei nuclei e l’emissione di massa ed energia dai processi di fusione, è stato applicato più di un secolo fa: Rutherford, Thompson, Einstein, Bohr, Fermi, Curie, Oppenheimer ecc. Quelle teorie e modelli si sono dimostrati validi per un sacco di tempo, oggi compreso. Il metodo galileiano non impone di dover andare a riverificare ogni cosa daccapo ogni volta. Ci sono dei punti fissi. Ogni nuova teoria deve comprendere i dati finora accertati. In particolare, la nuova teoria Rossi-Kervran dovrebbe spiegare come mai i protoni della gallina hanno energie di legame diverse dai protoni della bomba atomica o di una caffettiera. E solo nella gallina, nota bene, perché il modello attuale del nucleo atomico è stato verificato su svariati materiali. Però ammetto di non aver mai sentito parlare di galline in spettrometri di massa. Magari il prossimo ignobel… La fusione fredda, come teoria, è molto meno ardita: non nega che serva vincere la barriera coulombiana, non nega che venga emessa energia durante la fusione, rispetta una gran parte delle conoscenze acquisite sul nucleo. Postula soltanto l’esistenza di diversi metodi per abbattere la barriera coulombiana. E ciò nonostante, non… Leggi tutto »