Focolaio Covid alla Tiberina Sangro

Al test antigenico sono risultati positivi in 18 e a quel punto l'azienda ha avviato uno screening di massa, da cui sono emersi altri 7 contagiati

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

C’è un focolaio Covid alla Tiberina Sangro, dove sono in corso tamponi a tappeto dopo che sono emersi alcuni casi di dipendenti positivi al virus.

La denuncia arriva dall’Unione sindacale di base e dalla Rsu e Rls Tiberina Sangro, che invitano: “Non è il momento di abbassare la guardia, il virus è ancora in circolazione, bisogna rispettare i protocolli, in particolar modo l’uso della mascherina e il distanziamento“.

Come ricostruisce la rappresentanza sindacale, dopo la segnalazione di alcuni casi positivi, sono stati allertati i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, in modo da monitorare i loro contatti stretti. Fra questi, al test antigenico sono risultati positivi in 18 e a quel punto l’azienda ha avviato uno screening di massa, da cui sono emersi altri 7 contagiati.

Molti di questi lavoratori – osservano Usb e rappresentanti dell’azienda – sono vaccinati e provvisti di green pass: questo deve farci riflettere su quello che viene definito uno strumento di difesa della salute pubblica, tanto da obbligare i lavoratori ad averlo, pena sanzione e sospensione dello stipendio“.

Accusa il sindacato: “La richiesta di esibire il green pass per accedere ai luoghi di lavoro è evidentemente testa a indurre surrettiziamente a vaccinarsi senza assumersi la responsabiltà e induce elementi di controllo sulla salute dei lavoratori, sulle loro scelte e sui loro comportamenti“. L’Usb si scaglia anche contro la richiesta di esibire un tampone negativo, “misura vessatoria – commenta – che implica che i lavoratori debbano pagare per andare al lavoro“.

Fonte articolo: https://www.chietitoday.it/attualita/focolaio-covid-tiberina-sangro-atessa-lavoratori-positivi-tamponi.html

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix