Home / ComeDonChisciotte / FERMIAMO BONO PRIMA CHE UCCIDA DI NUOVO!

FERMIAMO BONO PRIMA CHE UCCIDA DI NUOVO!

Una supplica agli U2 dai bambini dell’Africa

A CURA DI COUNTERPUNCH NEWS SERVICE

Bono sta cantando con gli U2 a Glasgow quando chiede agli spettatori un po’ di quiete.

Poi, nel silenzio, inizia a battere lentamente le mani.

Facendo rimanere gli spettatori in silenzio totale, dice seriamente e sommessamente nel microfono…“Ogni volta che batto le mani, un bambino in Africa muore…”

Una voce vicino al palco rompe il silenzio: “Beh, smetti di battere quelle cazzo di mani, allora!”

CounterPunch News Service
Fonte: http://www.counterpunch.org/
Link: http://www.counterpunch.org/bono10192006.html
19.10.2006

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di CARLO MARTINI

VEDI ANCHE:

L’IPOCRISIA DI BONO TRADISCE IL PIANO DI SOSTEGNO PER IL TERZO MONDO

I PRESTITI DI DISTRUZIONE DI MASSA

OCCHIALI ROSA

BENEFICENZA O INGANNO?

PERCHE’ BONO E GELDOF HANNO SBAGLIATO

Pubblicato da God

  • marko

    Ma cosa dovrebbe fare Bono per ottenere l’approvazione di Counterpunch?
    Posso capire che essere miliardari e preoccuparsi di chi muore di fame
    possa sembrare ipocrita, ma meglio così che un Paperon de Paperoni
    coerentemente tirchio ed egoista. <p>
    Inoltre, quante persone tocca il messaggio, semplice, buonista,
    ingenuo, se vogliamo, ma comunque un messaggio nel verso "positivo",
    quante persone, dicevo, tocca Bono ogni volta che apre bocca, che fa un
    concerto, e quante invece ne smuove Counterpunch? <p>
    Essere in dieci a parlarsi addosso del migliore dei mondi possibili
    sarà forse moralmente più accettabile, ma praticamente meno efficace,
    che convicere lo 0.1% di uno stadio da 80.000 persone a cacciare un po’
    di euro di beneficenza.

  • sound73

    cito"..che convicere lo 0.1% di uno stadio da 80.000 persone a cacciare un po’
    di euro di beneficenza."

    Mentre Bono sollecita verso questa cara beneficienza, intanto si
    intasca i profitti del concerto( a meno che non li devolva, cosa
    perlatro lontana dalla mia immaginazione).
    Se vuoi aiutare chi muore di fame non di compri l’attico di un albergo
    nel pieno centro di Dublino, ma con tutti i miliardi che hai ne
    potresti donare anche solo uno alle famiglie di chi muore di fame. Non
    salverai tutti ma almeno evitari di battere le mani per un’altro minuto.

    Le parole di bono non salvano vite. Uno dei suoi miliari ne salverebbe molte.
    La beneficienza e’ una delle tante macchine truffardine che ti rubano
    quei pochi soldi che hai facendoti credere di aver fatto il tuo dovere.
    Cosi’ la sera te ne vai a letto tranquillo.
    Il resto e’ aria fritta.

  • marko

    Capisco il tuo punto di vista, il classico lavaggio di coscienza in
    pieno stile cattolico, mancetta e sono a posto con dio, prete e
    coscienza, ma penso comunque che sia meglio fare qualcosa che non fare
    niente.
    <p> Sui miliardi di Bono non mi metto a sindacare, così come non voglio che si sindachi sulle MIE migliaia di euro…