Home / Attualità / Elezioni Abruzzo

Elezioni Abruzzo

DI PAOLO BARNARD

Ecco cosa succede quando il Meridione capisce che la paghetta promessa dai 5Stelle non era un paghetta manco per la metà del cazzo.

 

Paolo Barnard

Fonte: www.paolobarnard.info

Link: https://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=2132

11.02.2019

Pubblicato da Davide

8 Commenti

  1. Sarebbe interessante vedere la mappa per età dei votanti e dei renitenti. Se il Mov è accreditato del voto ‘ggiovane’, c’è qualcosa evidentemente che non quadra: i giovani votano anche con la neve e la pioggia. I vecchi no. Ecco, forse ci si potrebbe chiedere se non sia avvenuto uno spostamento per classi di età interno al corpo elettorale, spostamento sotterraneo e nascosto, altamente ‘difensivo’: i giovani a dx per difendere il benessere degli italiani contro le tendenze ‘decresciste’ e ‘mixed’ di parte dei 5Stelle, poco votati ( a dx ) perchè il reddito di cittadinanza può andare anche agli extracomunitari. Forse la valutazione finale da dare è che i giovani vogliono LAVORARE e non farsi credere soddisfatti dalla mancia di stato: e votano chi promette loro lavoro ( in parte anche il PD ) sia pure senza troppo badare a scrupoli ambientali e altre ‘sottigliezze’. Il lavoro è visto come passaporto di cittadinanza, di visibilità sociale, di non-esclusione dalla vita collettiva, non surrogabile da quel pasticciaccio del ‘reddito’. Rimango della mia idea, meglio potenziare al massimo l’assistenza sociale che dare reddito parassitario e deresponsabilizzato…se la chiave del sentirsi ‘socialmente accettati’ è appunto la dignità e la maturità civile fornita dal proprio contributo personale.

  2. Marco Echoes Tramontana

    Sono stato all’Aquila dopo il terremoto che l’ha rasa al suolo in Aprile ’09, era Settembre e con due compagni di viaggio dovevamo visitare il centro del Gran Sasso, ma causa una rottura della cinghia nella vecchia uno, ci siamo fermati da un meccanico, un signore sui 60. Con lui c’erano due compari, un pensionato e un altro sui 60 scarsi.
    Parla e riparla, quello che emerse fu che erano entusiasti di Berlusconi e confidavano nel fatto che gli avrebbe ricostruito la città, no come quelle ‘zecche comuniste’ pronte ad arraffare e fare danni.
    Rimasi sbigottito, non tanto per la visione politica da tifoseria e neanche per l’astio verso sto benedetto PD che a quanto pare è stato causa di tutti i mali, quanto per la sciocca creduloneria verso un imbonitore come quel Silvio lì. Eppure, a sentir loro mezza città la vedeva così.

    E’ passato un decennio e le macerie testimoniano come certe cose non cambiano mai: la propaganda e un gregge che la segue belando. Il mov5stelle, PD, la ‘destra’, Selfini e compagnia danzante, fanno solo propaganda dividendosi la torta.
    Finché le persone hanno bisogno di delegare la propria vita sociale civica a delle facce su dei cartelloni, si meritano quello che gli arriva.
    Che poi ti ritrovi in roulotte a -20 e nessun giornalista a fare inchiesta troppo impegnati con il festival della menzogna popolare… Che poi è colpa degli immigrati… Che poi è colpa di chi c’era prima… Che poi è sempre colpa di qualcun altro se si falliscono i risultati o se se ne ottengono di nuovi.

    Scusatemi se non mi sono allineato alla sintetica brutalità di P. Barnard.

  3. La lega e’ organizzata i 5s no, I media pompano il prescelto salvini a manetta, anche quando fingono di attaccarlo, vedi censura a caso parnasi, usa, angli e Israele hanno scelto salvini e tante’.

  4. Analisi condivisibile ed argomentata in modo dovizioso e forbito.

  5. Leggere i post di Beppe brillo e Di maio su fb, il primo sta facendo propaganda dell’AI e della tecnologia a 360 gradi, della marijuana (ok) come desidera la finanza speculativa e l’altro tra una minchiata inutile su Sanremo e la vanagloria del loro operato si trastulla tra commentari dei tifosi delle varie tipologie di inutili idioti. Nessun cinquino ne leghista che metta in discussione i veri problemi, niente da dichiarare sul signoraggio della BCE, su black Rock che come un serpente sta avvicinando silenziosamente le vite dei risparmiatori, sul rilancio di un economia sana, anche sui vaccini CONTAMINATI niente da eccepire. Attenzion questo reddito della nullafacenza è la pastiglietta avvelenata che nel giro di poco tempo restituirà persone incapaci di ogni cosa costretti a fare lavori qualsiasi, ovunque e comunque per ottenere la questua. Nel frattempo vedrete che riapriranno le frontiere e gli immigrati troveranno un popolo di BABBEI sterili che abbaiano alla luna su fb.

    Ci vogliono le palle per risollevare una situazione simile ed è il momento di rilanciare una protesta VERA contro l’UE e tutto quello che ben sappiamo, altrimenti alla lunga semplicemente finiremo nelle teche dei musei come accaduto per i nativi americani…

  6. Dai commenti capisco che il pentastellato non é poi cosi diverso dagli altri. É tifoso pure lui.

  7. Naturalmente quella di Barnard è una provocazione. E naturalmente solo un fuori di testa può pensare che Barnard creda che il crollo del m5s sia solo dovuto alla questione RDC.
    Certo non è stato furbo, perchè ora la manica di creduloni boccaloni si attacca a questo, quando se invece avesse stilato un bell’elenco dei “successi” del movimento, avrebbero chinato un pochino di più le orecchie.
    Ricordiamone un paio:
    – Decreto Lorenzin;
    – Questione Nato;
    – Questione Euro;
    – Questione Ue;
    Ognuna di queste racchiude al suo interno molti altri cambi di rotta, inversioni a U, tradimenti veri e propri.
    E’ anche vero che un movimento che si professa sopra le parti, sopra la destra e la sinistra, volendo soddisfare tutti non potrà che non soddisfare nessuno. Credo che alla fine lo scopo sia proprio quello, mentre noi perdiamo tempo a difendere l’indifendibile, o esaltare l’esaltabile (qualche briciola dalla tavola potrebbe essere cascata, o cascare in futuro), le vere questioni rimangono al solito fuori dalla discussione. Il sistema si rafforza, e noi stiamo ancora aspettando il salvatore della patria.
    Siamo un popolo di inetti creduloni, svogliati, impacciati in termini di capacità critica, assolutamente incapaci di mutare le proprie opinioni.
    In altre parole giusto da noi un così chiaro disegno orchestrato dall’alto quale il governo del cambiamento poteva attecchire, ma sopratutto continuare ad essere difeso dopo così tante dimostrazioni della sua incapacità (o al contrario, come penso io, della sua estrema capacità…di difendere il sistema).
    Vedremo

  8. La poderosa e capillare controffensiva della “opposizione” (se ne vedono tracce pesino qui) ha segnato una prima vittoria. La Lega cresce a spese dei 5s e la stampa strombazza la vittoria del centrodestra. L’Ancien Regime ricomincia a sognare l’alternanza centrodx/centrosx, la restaurazione della Seconda Repubblica. Ora può partire la fase 2 del piano: fare fuori Matteo Salvini, probabilmente per via giudiziaria. Una Lega epurata dai “sovranisti” con Giorgetti al posto di Salvini, diventerebbe un mero serbatoio di voti per FdI e Berlusconi. Certo, durerebbe al massimo un paio di anni, ma è quel che basta per andare alle elezioni anticipate.