DANIEL PIPES E L'OBBLIGO MORALE

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Dal blog Xymphora

Dovreste leggere questa incredibile raccolta di opinioni scritte da Daniel Pipes (foto) sulla desiderabilità di una guerra civile in Iraq. Da un’intervista con la Australian Broadcasting Corporation (che trovate anche qui; grassetto mio):

“Il tipo morale è uno che va bene, ma non è determinante. Questo è per dire che noi vogliamo davvero aiutare gli Iracheni. Tutti noi vogliamo vedere un Iraq libero e prosperoso, ma per noi non è un obbligo morale. Solo perché ci siamo sbarazzati di Saddam Hussein non significa che siamo obbligati a sistemare l’Iraq. Penso che il grande risultato della coalizione sia stato essersi sbarazzati di questo spaventoso e tirannico delinquente che controllava l’Iraq. Un pericolo per gli Iracheni, la regione ed il mondo esterno. Questo non implica che dobbiamo – possiamo provare – ma non significa che siamo obbligati – a sistemare l’Iraq”.Qui c’è il pdf di un articolo del 1987 (trovato qui) dallo stesso Daniel Pipes – insieme a niente meno che Laurie Mylroie! – in cui sostiene che gli Stati Uniti riforniscono quello stesso ‘delinquente spaventoso e tirannico’ con armi, spionaggio e concessioni economiche. Chi diavolo è Daniel Pipes per parlare di obblighi morali? Dato il fatto che un paese sovrano è stato attaccato sulla base di argomentazioni legali molto deboli basate su bugie, e il fatto che lo status criminale di Saddam sembra dipendere completamente dalla sua volontà di non favorire gli interessi statunitensi ed israeliani, gli Stati Uniti sono moralmente e legalmente del tutto responsabili per il danno che hanno fatto. Gli Statunitensi faranno meglio a sperare che gli Stati Uniti restino al top, perché quando non lo saranno più avranno delle richieste di compensazioni. E saranno richieste ingenti.

Data: 6 marzo 2006

Fonte: http://xymphora.blogspot.com/

Link: http://xymphora.blogspot.com/2006/03/daniel-pipes-and-moral-obligation.html

Traduzione dall’inglese a cura di CARLO MARTINI per www.comedonchisciotte.org

VEDI ANCHE: DANIEL PIPES, ESPERTO DELL’ODIO

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x