Home / Attualità / Contratto per il governo del cambiamento

Contratto per il governo del cambiamento

FONTE: HUFFINGTONPOST

Su HuffPost in esclusiva il testo integrale del “Governo per il cambiamento”, su cui si è arenata la trattativa tra Di Maio e Salvini. Poi una nota congiunta M5S-Lega afferma che il documento è superato e che “la moneta unica non è in discussione”.

Il documento integrale su cui si è arenata la trattativa tra Di Maio e Salvini. Nel contratto un meccanismo di uscita dall’euro e la richiesta a Draghi di cancellare 250 miliardi di debito italiano

La parte più sorprendente, e per certi versi più esplosiva, del documento cui stanno lavorando come base di un accordo di governo Lega e M5s, è contenuta a pagina 4 delle 39 di cui il documento è, al momento, composto: la creazione di una struttura parallela al Consiglio dei ministri, il Comitato di Riconciliazione, sede in cui regolare i dissensi nella cooperazione fra le due forze politiche o prendere nuove decisioni. Un organo consultivo e decisionale (che infatti decide con maggioranza a due terzi) non previsto oggi dall’architettura costituzionale del governo e la cui formazione per quanto “informale” rischia di innescare un conflitto istituzionale fortissimo, o, chissà, magari il sorgere di un nuovo avvenire.

CONTINUA  QUI

Pubblicato da Davide

6 Commenti

  1. La borsa va giù e lo spread va su. Questo misura esattamente la paura, che una volta tanto colpisce dalla parte giusta.

  2. Ho letto molto velocemente almeno buona parte dei punti del cosiddetto “contratto” tra 5s e Lega.
    Purtroppo quell’odioso timbro “Huffpost” messo su varie parti del “contratto” rende illeggibili alcuni punti anche importanti.
    Comunque la prima domanda che mi sono fatto è come diavolo hanno fatto i contraenti a stilare un documento così lungo e anche abbastanza minuzioso in così poco tempo…sembra quasi che in buona parte ce l’avessero già nel cassetto!
    Contrariamente a certe mie aspettative negative e nonostante le dichiarazioni d’obbligo di fedeltà a Nato e Ue mi sembra ci siano delle cose interessanti sia riguardo alla politica europea sia riguardo agli impegni italiani a rimorchio della nato e degli americani, altre cose interessanti sono riguardo alle odiose e controproducenti (per noi) sanzioni contro la russia (io avrei incluso qualcosa anche contro le sanzioni ad altri paesi tipo Iran e la stessa corea del nord).
    Carente mi sembra la parte riguardo l’immigrazione irregolare (dev’essere bloccata punto e basta mettendo fine all’imbarco sulle navi italiani di tutti questi migranti e non consentendo a nessuna nave ong di sbarcarli nei porti)
    Carente mi sembra anche la parte riguardo al rdc per il quale vengono stanziati solo 17 miliardi e poi si parla di fondi europei! campa cavallo! O si trovano i soldi necessari per il rdc oppure è inutile insistere a parlarne.
    Comunque la mia impressione è che i poteri di sempre faranno di tutto per affossare questo contratto che per certi versi a me sembra quasi rivoluzionario ….figuriamoci agli occhi di quelli della Ue e della Nato…e agli occhi del mite Mattarella…come minimo, quando lo leggerà salterà sulla poltrona!

    concludo con una esternazione di Salvini che credo sia condivisibile:
    “se tutti i giornali compreso ”il giornale” di Berlusconi,ci dà addosso….
    se tutti UE,commisioni,enti internazionali ci danno addosso
    se ci dicono lo spread ,i mercati sono in fibrillazione..
    se tutti i partiti ci danno addosso compresi i nostri alleati(forza italia)
    se tutti schiumano di rabbia..

    allora vuol dire solo una cosa,che stiamo facendo bene visto che costoro sono stati tutti complici nel distruggere il lavoro,l’industria,e creare il precariato…e portare le tasse ad un punto insostenibile facendo fallire migliaia di piccole aziende e trasferirsi quelle medie.. “

  3. mario michele d'onofrio

    ma tu guarda queste verginelle di giornalisti: come se i capi politici [lo stesso Renzi non era segretario pd e pdc?] non avessero mai avuto peso nelle scelte di governo! A me [che non ho votato né m5s né lega] questa idea del comitato per dirimere le controversie e affrontare temi imprevisti non sembra il male assoluto. Dice, esautora il governo. Ma fatemi il piacere! Come se le decisioni che contano non fossero state sempre prese al di fuori degli organi costituzionali [jobs act, buona scuola, vaccini, fornero per restare solo alle ultime]

  4. mario michele d'onofrio

    letto sommariamente, non mi sembra si tratti di una jattura, anzi! C’è una banca pubblica, la rimozione della buona scuola e la riconsiderazione della generalmente odiata alternanza scuola-lavoro, la sanità che non dovrebbe soffrire di squilibri rispetto alle prestazioni libero professionali [intra moenia?], la volontà di tornare allo spirito della legge del ssn, la valutazione dell’opportunità della presenza militare italiana in giro per il mondo, la considerazione delle autostrade del mare, l’agricoltura, la cancellazione del debito detenuto da bce ecc. Come è stato già osservato, non sembra un documento spuntato sotto un cavolo nell’arco di una notte ma piuttosto un elaborato che potrebbe far pensare che le trattative tra le due parti hanno origini antiche; chissà, potrebbero essere cominciate anche prima del 4 marzo

  5. Mi sorprende un po’ la relativa scarsità di commenti su questo “contratto”….sarà che, come tutti i testi giuridici, è un po’ noioso da leggere e che alcuni parti sono illeggibili per colpa di un timbro inopportuno che a volte oscura righe intere e anche importanti.
    Comunque, a parte i commenti, ho letto nel Forum un art. di un certo avv. Marco Mori il quale scrive :”a pag. 35, arriva un fulmine al ciel sereno. Cito testualmente senza alcuna modifica dal testo ufficiale diffuso: “rafforzando al contempo l’incisività e la capacità decisionale dell’UE sulle sue competenze esclusive.
    Che significa? (si domanda l’avv. Mori) Innanzitutto le competenze dell’Unione attribuite in via esclusiva sono per definizione una cessione di sovranità…L’art. 11 Cost. non consente le cessioni di sovranità….”

    Però leggiamo il paragrafo per intero (sebbene con qualche sforzo perché proprio la prima riga del paragrafo in questione è parzialmente coperta dal solito timbro dell’ HUFFPOST.
    Se integro bene le parti solo parzialmente leggibili, il paragrafo per intero dice questo: “Occorre inoltre diminuire le competenze dell’UE riacquistando piena sovranità su alcune competenze concorrenti che non possono essere efficientemente gestite a livello di Unione, rafforzando al contempo l’incisività e la capacità decisionale della Ue sulle sue competenze esclusive”
    Il paragrafo è preceduto e seguito da cose ancora più interessanti ma per il momento limitiamoci al paragrafo riportato e che è oggetto delle critiche dell’avv. Mori

    E’ vero che nella parte finale del paragrafo si parla di “competenze esclusive” della Ue ma l’avv.Mori omette di dire che questa parte del paragrafo è preceduta dall’affermazione di sottrarre alla Ue – e quindi di recuperare in capo al singolo stato – alcune competenze “concorrenti” che non possono essere efficientemente gestite dalla Ue.
    Perciò il testo intende dire che mentre alcune competenze “concorrenti” tra la Ue e i singoli stati devono tornare nelle competenze “esclusive” dei singoli stati (non si esplicita quali sarebbero queste cose di cui riappropriarsi…potrebbero essere poche ma potrebbero essere anche molte!) , per altre cose (quelle che sono di competenza esclusiva Ue) bisogna rafforzare incisività e capacità decisionale della Ue…perciò mi sembra che, a meno di uscire sic et sempliciter dalla Ue (cosa che personalmente preferirei) , oppure a meno di pretendere che assolutamente niente debba rientrare nelle competenze esclusive della Ue (anche questo personalmente lo preferirei) , qualcosa bisogna pur lasciar fare alla Ue e, purtroppo, anche in modo esclusivo.
    Insomma non mi sembra che ci sia in questo paragrafo la prova di un qualche inganno che lega e 5s, coscientemente o inconsapevolmente, avrebbero avallato a spese della sovranità italiana.
    Aggiungo solo che l’art. 11 cost. citato dall’avv. Mori non nega però le “limitazioni di sovranità in condizioni di parità con gli altri stati”…e quindi, quelle competenze esclusive che verrebbero ancora riconosciute alla Ue , rientrerebbero proprio in quelle “limitazioni” consentite dall’art. 11 della costituzione.

  6. ho letto attentamente le 40 pagine del documento…
    scaricate in chiaro dal sito del ilgiornale.it
    …..
    non è ancora completo,visto che in calce dichiarano che stanno ancora valutando tav,roma capitale,sport e vaccini:
    però anche così c’è moltissima carne al fuoco,è evidente…
    così come è evidente che non può essere una boutade improvvisata:
    probabilmente le due anime del cambiamento si sono messe insieme in tempi non sospetti,hanno pensato bene,a cosa fare…
    e ci hanno pensato a lungo.

    mia opinione:
    se riescono a formare il governo
    e tengono fede anche solo ad un quarto di quello che dicono,questo paese viene rivoltato come un pedalino,e ritornerà ad essere un posto dove vale la pena vivere,impegnarsi e investire….
    e probabilmente la macchina italia ricomincerà a girare a pieni giri,risalendo la china come un missile terra aria.

    esattamente quello che francia,la germania,ue
    e america NON vogliono:
    perchè
    un’italia di nuovo forte economicamente,
    un concorrente competitivo sui mercati,
    un’italia che torna ad essere il vero punto strategico per ogni traffico marittimo
    e commerciale in medio oriente e africa,
    e un’italia che pur rimanendo in occidente,nella ue e nella nato…
    recupera la sua sovranità morale e materiale…perseguendo i suoi giusti interessi nazionali
    rialacciando o intrecciando relazioni amichevoli con russia,cina paesi baltici
    africa e medio oriente….
    beh,non ci vuole molto a capire che un’italia così
    non puoi più permetterti di trattarla da cenerentola..
    e diventa molto scomoda se te la metti contro.

    per questo sono tutti preoccupati….
    e proprio per questo,
    è in quella direzione che noi italiani dobbiamo andare.

    perchè nel nostro paese….
    PRIMA della ue,della merkel
    della germania,della francia,
    della bce
    della nato,dell’america,di israele,dell’africa,
    degli immigrati,di soros,del bildelberg,
    del piano kalergy,
    PRIMA DI TUTTO,il resto del mondo…
    prima,
    ci siamo noi.

    e se dovremo affrontare altre “scomodità” per arrivare a questo…
    beh,si faccia:
    non sarà comunque peggio di quello che abbiamo già passato negli ultimi trent’anni,grazie
    ai nostri
    cosidetti “AMICI”

    P.S.
    non so bene come siano i giochi dietro alle quinte…
    ma secondo me,a questo punto..sarebbe un vero e proprio colpo di genio
    indicare la
    meloni,come premier:
    primo presidente del consiglio donna…..(e già solo per questo passerebbero alla storia)
    e la sua provenienza dalla destra estrema può solo aumentare la spinta verso il cambiamento…
    verso il recupero della sovranità del paese,
    verso la moralizzazione della politica,e
    verso una maggiore legalità e sicurezza nel controllo del territorio,come richiesto a gran voce dai cittadini.
    ……dulcis in fundo,
    i voti del suo partito rientrerebbero in gioco,dando ulteriore stabilità e aumentando il “peso” politico
    dell’esecutivo,che così facendo diventerebbe un boccone amaro per chiunque cercasse di destabilizzarlo,
    PDR compreso.
    anzi,pensandoci meglio,
    sarà bene mettere le mani avanti:
    la candidatura della meloni è ammissibile SOLO previa sottoscrizione di un impegno,pubblico e solenne….
    a non promuovere e nemmeno far passare leggi di genere:
    un presidente del consiglio deve essere per TUTTI, gli italiani,
    e non,solo alcuni:
    la nazifemminista boldrini ha già fatto anche troppi danni,a questo paese.