Home / ComeDonChisciotte / CONFESSIONE N 16: EX VESCOVO DEL GUATEMALA DICHIARA CHE I GESUITI…

CONFESSIONE N 16: EX VESCOVO DEL GUATEMALA DICHIARA CHE I GESUITI…

… HANNO IN MANO IL VATICANO E SONO I VERI CONTROLLORI SPIRITUALI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE

DI GREG SZYMANSKI
The Arctic Beacon

L’ex vescovo del Guatemala Gerard Bouffard ha affermato che il Vaticano è “il vero controllore spirituale” degli Illuminati e del Nuovo Ordine Mondiale, mentre i Gesuiti, tramite il Papa Nero, il padre generale Peter Hans Kolvenbach [foto], controllano effettivamente la gerarchia vaticana e la Chiesa Cattolica Romana.

Il vescovo Bouffard, che ha lasciato la Chiesa ed ora è un Cristiano Rinato che vive in Canada, ha raggiunto la sua conclusione dopo aver lavorato sei anni come sacerdote in Vaticano, incaricato del compito di trasmettere la corrispondenza giornaliera riservata tra il Papa ed i dirigenti dell’Ordine dei Gesuiti, che risiede in Borgo Santo Spirito n° 5, nei pressi di Piazza di San Pietro.“Sì, l’uomo conosciuto come il Papa Nero controlla tutte le più importanti decisioni prese dal Papa e questi a sua volta controlla gli Illuminati”, ha dichiarato il vescovo Bouffard la settimana scorsa nel corso della trasmissione radiofonica di
Greg Szymanski, The Investigative Journal, all’indirizzo www.gcnlive.com, dove le registrazioni di queste dichiarazioni sorprendenti possono essere ascoltate nella loro interezza.

“So che questo è vero, in quanto ho lavorato per anni in Vaticano ed ho viaggiato con Papa Giovanni Paolo II. Il Papa prende i suoi ordini di marcia dal Papa Nero, mentre i Gesuiti sono anche i leader del Nuovo Ordine Mondiale, con il compito di infiltrare le altre religioni ed i governi del mondo, allo scopo di realizzare un unico governo mondiale fascista ed una
religione mondiale unica, basata sul Satanismo e Lucifero”.

“Le persone non possono immaginare quanto male e quanta distruzione i Gesuiti abbiano causato e causeranno, mentre contemporaneamente usano la perfetta copertura di nascondersi dietro tuniche nere e di professarsi uomini di Dio”.

La conoscenza di prima mano da parte del vescovo Bouffard del male che aleggia all’interno della gerarchia del Vaticano e
particolarmente entro l’Ordine dei Gesuiti conferma la testimonianza di altri ricercatori, compreso Bill Hughes, autore
degli sconvolgenti libri The Enemy Unmasked e The Secret Terrorists, come pure il preminente ricercatore
sull’ Ordine dei Gesuiti Eric Jon Phelps, autore di Vatican Assassins.

Oltre a dipingere un cupo ritratto del Papa Nero in Roma, il vescovo Bouffard rivela che il potere malefico dei Gesuiti si
estende da un capo all’altro del mondo, inclusa una solida infiltrazione del governo Usa, del Consiglio delle Relazioni
Estere (CFR) e delle maggiori organizzazioni religiose.

Il vescovo Buffard proclama che i Gesuiti agiscono come perfetti camaleonti, assumendo l’identità di Protestanti, Mormoni,
Battisti e Giudei, con l’intenzione di causare il tracollo degli Usa così come di portare la nazione sotto una religione mondiale unica, fondata in Gerusalemme e sotto il controllo del loro leader, Lucifero.

“Io so di prima mano che il Vaticano controlla e monìtora ogni cosa in Israele, con l’intenzione di distruggere i Giudei”, ha
affermato il vescovo Bouffard, aggiungendo che l’autentico proposito dell’Ordine dei Gesuiti è quello di orchestrare e controllare tutti i leader del mondo, allo scopo di provocare un più importante conflitto esteso al mondo intero, che alla fine distruggerà gli Usa, il Medio Oriente ed Israele. “Essi distruggono ogni cosa dall’interno e vogliono provocare la
distruzione pure della stessa Chiesa Cattolica, allo scopo di inaugurare una religione mondiale unica basata sul Satanismo.
Ciò si vede anche nel modo in cui i sacerdoti svolgono i servizi religiosi nella Messa, in effetti venerando i morti (1). Inoltre segni di Satanismo si riscontrano in molti simboli esteriori, consuetudini e paramenti esibiti dalla Chiesa”.

Dopo aver prestato servizio a Roma, il vescovo Bouffard fu impiegato in Africa ed in Guatemala, salendo ad una posizione di potere all’interno della Chiesa. Comunque, insieme a questo potere religioso, sopravvenne l’affiliazione e la registrazione
come Frammassone, e divenne membro massonico del 37° grado, un qualcosa che si suppone venga disapprovato nella Chiesa Cattolica Romana, dal momento che, secondo il Diritto canonico, l’appartenenza ad una Loggia massonica comporta l’immediata
scomunica.

Secondo il vescovo Bouffard la Frammassoneria viene usata dalla Chiesa per realizzare i suoi piani segreti, perchè molti altri sacerdoti di alto livello, ossia vescovi, cardinali e persino papi, si sono iscritti a società segrete insieme ad altri in posizioni di potere in altre religioni e governi, la maggioranza di loro lavorando insieme per favorire la malefica agenda degli Illuminati.

E le sue dichiarazioni sostengono i resoconti che affiorirono sui giornali italiani e francesi nei primi anni ’80, i quali recavano notizie di oltre 150 sacerdoti di alto rango iscritti alla Frammassoneria, compresa la Loggia massonica P2, e ad altre società segrete.

“Alla fine rinacqui come cristiano e denunciai la Chiesa Cattolica”, ha affermato il vescovo Bouffard, che ora è un Cristiano
praticante e segue la parola di Dio tramite la Bibbia. “Dobbiamo sempre pregare per i nostri dirigenti, denunciando apertamente il male e smascherando i Gesuiti per quello che realmente sono”.

Dopo aver lasciato la Chiesa, il vescovo Bouffard fece anche ammenda e chiese perdono all’ex sacerdote gesuita, padre
Alberto Rivera. Padre Rivera fu uno dei pochi sacerdoti gesuiti con il coraggio di smascherare i malefici scopi della Società di Gesù, facendo un passo avanti per proclamare in che modo lavorasse, essendo uno degli infiltrati dell’Ordine dei Gesuiti in Usa, con il compito di penetrare le chiese protestanti e battiste con l’intento di distruggerle dall’interno.

“Quando ero vescovo ed ancora fedele alla Chiesa, una volta scrissi una lettera, denunciando padre Rivera e proponendo la sua morte,” ha dichiarato il vescovo Bouffard. “Quando compresi la verità, cercai padre Rivera e chiesi il suo perdono. Diventammo buoni amici ed io so che diceva la verità. Era un uomo onesto, che, per giunta, trovò Dio”.

“Io so che i Gesuiti hanno cercato di alterare la verità, affermando che egli non era mai stato sacerdote e distruggendo ogni documentazione che lo attestasse. Hanno cercato di fare lo stesso a me, ma padre Rivera proclamava la verità senza dubbi. Conosco queste vicende come testimone e sono anche stato con lui molte settimane prima della sua morte. Soffriva terribilmente dopo essere stato avvelenato con acido. Come ho già detto, non potete immaginare la sofferenza e la distruzione che sono state causate e saranno causate dai Gesuiti”.

In un articolo intitolato Alberto: the Big Brou-haw-haw, uno scrittore sconosciuto, che seguiva la carriera del vescovo Bouffard e il suo rapporto con padre Rivera, scrisse quanto segue, compresa la difficoltà da parte del Vaticano nel cercare di censurare le accuse sia di Rivera che di Bouffard:

“A quel punto subentra la avvalorante testimonianza fornita da padre Gerard Bouffard. Egli era un vescovo di alto rango nato nel Quebec, Canada. Salì dai più bassi livelli del suo ordine sino a diventare, e rimanere per molti anni, assistenti di pontefici quali Paolo VI e Giovanni Paolo II. Si convertì al protestantesimo e proclamò di essere stato l’uomo che ricevette l’ ordine di eliminare Rivera. In un documentario denominato Unveiling the Mystery Behind Catholic Symbols, Bouffard mostra una lussuosa penna placcata in oro 18 carati, che contiene uno speciale inchiostro che scompare, con cui le autorità del Sacro Uffizio firmano i documenti al massimo livello di segretezza. Bouffard proclama: “Con questa penna che ho in mano ho firmato l’ordine di uccidere il dottor Rivera”. Considerevole e drammatica storia di cappa e spada! La sua precedente posizione di alto profilo lo renderebbe facile bersaglio di discredito… Tuttavia il silenzio è assordante”.

“Il Vaticano ha anche i suoi propri problemi di credibilità con cui lottare. Da un contesto storico la proclamazione di Alberto di essere stato un gesuita che lavorava in segreto per distruggere le chiese protestanti non è tanto inverosimile
quanto potrebbe sembrare. I Gesuiti furono creati nel 1541 da Ignazio De Loyola per quel preciso proposito (sebbene, naturalmente, alcuni Gesuiti lo neghino). Essi si sono impegnati in innumerevoli sporchi imbrogli, assassinii e congiure traditrici durante il periodo del loro maggiore successo e potere”.

L’Ufficio della Inquisizione fu un risultato della loro missione, che portò alla tortura e/o uccisione di milioni di persone
innocenti per “eresia”.

Quel dipartimento da allora è stato rinominato “Il Santo Uffizio”, ma i Gesuiti non si sono mai preoccupati per un cambio di nome. E’ incerto anche quanto siano cambiati i loro obiettivi con il passare del tempo. Nè l’organizzazione è molto trasparente e neanche serve gli interessi del Papa. Le cattive reputazioni non vengono facilmente dimenticate.

“Se la storia di Alberto fosse solo una montatura, sarebbe tuttavia un brillante brano di narrativa, con sbalorditiva coerenza. Esistono certamente altre teorie cospirative, egualmente vivide ed intricate. La congiura per l’assassinio di JFK e quella degli UFO / Majestic 12 (2) vengono per prime in mente. Ma queste teorie furono ideate e perfezionate da centinaia di persone nell’arco di un lungo periodo di tempo, quindi assemblate e rifinite, fino al punto di formare una narrazione plausibile. Dopo circa venti anni di “apporti pubblici” e revisioni, viene adottata una versione semi-“ufficiale”. Se qualche specifica parte di essa viene dimostrata falsa, la versione si modifica in una forma leggermente differente, privata delle parti confutate”.

Alberto non aveva nessuna di queste risorse. La sua storia personale provenne da lui solamente. Non fu revisionata e rifinita per decenni dalla commissione, prima che Chick la pubblicasse. Al contrario essa fu pubblicata nella sua interezza e solo allora arricchita con volumi addizionali (cinque più i fumetti), aggiungendo nomi e date, ma senza ritrattazioni. Se in effetti “avesse inventato tutto ciò “, allora egli certamente meriterebbe un premio per genio letterario. Specialmente quanto più i suoi personali intrecci biografici sono connessi (sorvolare, Barone von Munchausen?).

Dopo venti anni di indagini tutte le risorse del Papa non sono riuscite a “provare” che la denuncia di Alberto fosse un falso. Naturalmente neanche Alberto riuscì a “provare” le sue accuse contro il Vaticano. Così, al meglio, la contesa è ancora un pareggio. Forse futuri sviluppi frutteranno qualche evento drammatico. Ma non fateci affidamento. Probabilmente non sapremo mai se Alberto fosse realmente quel personaggio che proclamava di essere, a meno che il Papa faccia un passo chiaro
e netto, e lo confessi. (E ciò presenta circa le stesse probabilità di avvenire quanto quelle che un disco volante atterri sul prato della Casa Bianca). Esso, comunque, è precisamente delizioso nutrimento per la meditazione, e molto più terrificante di ogni trailer trasmesso riguardante X-files.

Per leggere una difesa di Alberto dal sito Chick, vai a:
http://www.chick.com/reading/books/199/0199cont.asp

Nel corso della storia l’ Ordine dei Gesuiti è stato collegato a guerra e genocidio, venendo formalmente bandito da molte
nazioni, comprese Francia ed Inghilterra. Mentre i ricercatori proclamano che i Gesuiti sono i concreti controllori spirituali del Nuovo Ordine Mondiale, lo scrittore Phelps ha anche reclamato il bando dell’Ordine da questa nazione.

Comunque, con più di 28 grabdi università che vanno da costa a costa, l’Ordine ha costituito qui una forte base di appoggio politico e finanziario, compreso il controllo segreto del CFR ed il controllo di molte banche, come la “Bank of America” ed il “Federal Reserve Banking System”, rendendo l’appello di Phelps per il bando una impresa difficile, se non addirittura proibitiva.

Versione originale

Greg Szymanski
Fonte: http://www.arcticbeacon.com
Link: http://www.arcticbeacon.com/25-Sept-2006.html
25.09.2006

Versione italiana

Fonte: http://francescocaselli.blogspot.com/
Link: http://francescocaselli.blogspot.com/2006/10/i-gesuiti-sono-gli-effettivi.html

Note del traduttore:

1) Per i protestanti non sono giustificati il culto e le immagini dei santi (“i morti”).

2) Nel 1987 si venne a sapere di un fantomatico e segreto gruppo di 12 consiglieri, che riferivano direttamente al solo
presidente Usa su argomenti legati agli UFO.

Traduzione a cura di FRANCESCO CASELLI

Pubblicato da God

  • Fabriizio

    E’ buffo questo Sito.

    Si possono leggere bellissimi articoli di approfondimento.
    Squarci interpretativi aldifuori del coro ed investigazioni alternative sulla realta’ che ci circonda.

    Poi ogni tanto si leggono colossali buffonate (come questa del signor
    Szymanski o come quella che lo Tsunami asiatico era in realta’ una bomba nucleare americana per far fuori gli islamici di Banda Aceh) …

    La cosa spiacevole è che a leggere queste PALLE prive del pur minimo supporto probatorio,
    puo’ venir da pensare che siano PALLE anche le cose serie che invece vengono qui ospitate.

    in sintesi vengono smerdate opinioni che apparentemente si supportano.

    Se io fossi Giulietto Chiesa o Marco Travaglio vi chiederei di non essere ospitato sul vostro sito.

    cordiali saluti

  • marzian

    Se guardi negli archivi scoprirai che in questo sito sono stati pubblicati testi apertamente critici nei confronti delle teorie complottiste riguardo lo tsunami.

    Parlando invece di questo testo, è interessante perché si inserisce in una crescente letteratura che vede l’Ordine dei Gesuiti quale gruppo di pressione più potente al mondo. E’ vero che delle testimonianze non sono certo delle prove…

    … Ma almeno che se ne discuta! 🙂

  • remo

    Ogni sito che fa informazione vera subira la disinformazione vera, come questo testo dimostra o come le boiate di Icke dimostrano; a questo penso bisogna rassegnarsi. Cito dall’articolo:

    “Il vescovo Bouffard, che ha lasciato la Chiesa ed ora è un Cristiano Rinato ”

    basterebbe questo a squalificare il personaggio…cristiano rinato come Bush, dunque pseudo-protestante e per giunta ignorante in materia di “Vaticano”.

    L’ultima chicca è la seguente e credo non meriti commenti se non le risate che suscita:

    “Io so di prima mano che il Vaticano controlla e monìtora ogni cosa in Israele, con l’intenzione di distruggere i Giudei”

  • mikespitz

    Agli esimi critici dell’articolo non dice nulla che:

    1) proprio nei giorni scorsi il maggiordomo degli Illuminati Kissinger sia stato
    ricevuto in udienza privata dal Papa Bianco, e che la stampa vaticana, da poche settimane guidata proprio da un gesuita, non abbia sentito la
    necessita’ di pubblicare un rigo per spiegare di cosa avessero parlato;
    2) che, mentre a luglio venivano massacrati donne e bambini in Libano, il
    Papa Bianco rimaneva in vacanza in Valle d’Aosta, invece di precipitarsi a
    Roma, e pronunciava discorsi di circostanza, invece di iniziare magari uno
    sciopero della fame o della sete;
    3) che, mentre l’umanita’ soffre sotto il peso dei debiti crescenti, schiacciata
    dalla straripante forza delle grandi aziende e delle banche, centrali e non,
    il Vaticano non ha nulla da dire su tali fatti, anzi si comporta da banchiere,
    titolare dello Ior e di chissa’ quante altre banche di nascosto.
    Per persone simili 3 buone obiezioni, sulle 1.000 possibili, sono anche troppe, perche’ non meritano che si perda tempo con loro.

  • Zret

    Recentemente, per la precisione il 29 settembre scorso, Benedetto XVI ha ricevuto a Castel Gandolfo, la residenza estiva del poltrone con la mitra, Henry Kissinger, l’ex segretario di stato, noto seminatore di discordie ed istigatore di delitti. La stampa vaticana non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale in merito ai contenuti del colloquio tra i due.

    Kissinger a Roma ha incontrato anche il presidente della bocciofila, Giorgio Napolitano, ed il prode Dottor Balanzone.

    È vero che nulla è trapelato circa i temi affrontati da B 16 e l’intrigante uomo politico dell’Impero di USAtana, ma Kissinger non gode di una buona reputazione: ricordiamo che fu tra gli ideatori del colpo di stato contro il presidente argentino Salvador Allende. Il golpe, fortemente voluto dalla Criminal Infamous Agency, fu perpetrato il giorno… 11 settembre del 1973. Allende morì combattendo nel palazzo presidenziale della Moneda, assalito dalle forze fedeli al generale golpista Augusto Pinochet.

    Sul sommo orefice e sul suo sinistro ruolo, anche se come pedina, all’interno delle strategie occulte internazionali, mi sono già soffermato. Vorrei solo far notare che è stato questo “vecchio mal vissuto” a ricevere Kissinger, ad indicare i ruoli gerarchici: più che un pastore tedesco, è un cane alfa.

    Presto le prove di quanto affermato nell’articolo che contiene delle imprecisioni, ma il cui contenuto globale è più che credibile.

    Saluti.

  • NerOscuro

    Comunque nessuno dei tre fatti che citi dimostra l’esistenza degli Illuminati (ne parli come se fossero scontati), né la fondatezza e la fattibilità degli intenti dei Gesuiti menzionati nell’articolo. Tanta pseudologica non può sostituire la logica e i fatti.

  • Fabriizio

    Presto le prove di quanto affermato nell’articolo ….

    CERTAMENTE

    A proposito, Ugo Tognazzi era il capo delle Brigate Rosse.
    Ma non lo dire a nessuno. E’ un segreto !

  • remo

    D’altronde quando una persona sviluppa simili turbe psichiche tali da fargli credere qualunque cosa possibile purchè al di fuori del buon senso comune, c’è poco da fare o da parlare. Siccome le normali cospirazioni sono troppo semplici od evidenti è necessario farla fuori dal vasetto per sentirsi veramente alternativi o controccorrente, dei veri donchy!

  • Fabriizio

    concordo con remo.

  • mikespitz

    Chi trova almeno degno di lettura il brano in oggetto si trova in buona compagnia: sinora 900 lettori di Comedonch. L’autore dello stesso gode della pubblicazione ogni volta che effettua un post presso siti ben reputati, come TheTruthseeker e Rense. I quali, a loro volta, appaiono tra i siti di riferimento di Comedonch (consultare colonna a destra). Se poi, forse per ristrettezza di pensiero, a 1 o 2 persone, o magari 10 o 20, cio’ non va giu’, ebbene personalmente non mettero’ il lutto. Quando poi qualcuno di costoro arriva a dire di uno che ha lavorato in Vaticano per 6 anni ad altissimi livelli che non puo’ conoscere cosa vi avvenga, c’e’ solo da pensare che, senza nemmeno aver esaminato con accuratezza il testo, abbia scalciato come un asino. E che pensi che un Protestante non sia un cristiano, dato che solo i Cattolici avrebbero la prerogativa di essere Cristiani D.O.C.. Da puro Credente e basta, a questo punto io alzo le mani e passo a cogliere l’occasione per dire di essere grato all’autore ed al sito per avermi fornito spunti di riflessione e colmato lacune di conoscenza.

  • Nico

    Io invece concordo con mikespitz.

    Mike dice:
    “passo a cogliere l’occasione per dire di essere grato all’autore ed al sito per avermi fornito spunti di riflessione e colmato lacune di conoscenza.”

    E riquoto con vigore.
    E’ questo lo spirito che piace a me.

    Saluti Nico

  • Zret

    Concordo con Mikespitz e con Nico. Tutte le strade portano a Roma e tutte le… strida.
    Saluto tutti, in particolare il gentilissimo Marzian.

  • ADANOS

    Concordo con mikespitz.
    inoltre aggiungo che David Icke è un grande e che non bisogna essere dei geni per convincersi che gli illuminati esistono.
    La faccenda risulta difficile se vi siete già bevuti parte del cervello.
    Più che altro auguro a tutti degli ottimi areosol di bario e alluminio.
    Salutoni
    a tutti
    Adanos