Come rompere le ginocchia dei sociopatici di Wall Street prima che sia troppo tardi: un nuovo Ferdinand Pecora

 

Di Matthew Ehret, Canadianpatriot.org

È più che un po’ deprimente considerare l’imminente crollo sistemico che preme immanentemente sul nostro mondo attuale. Dalla fluttuazione del dollaro USA nel 1971, un sistema economico industriale occidentale un tempo orgoglioso e produttivo è stato  sempre più spogliato dalla deregolamentazione bancaria, dall’esternalizzazione, dal lavoro a basso costo e dal monetarismo in un culto del post industrialismo che ha distrutto il mondo morale ed economico.

Se l’America e l’ordine occidentale vogliono in qualche modo trovare la loro idoneità morale per sopravvivere e se si vuole evitare una guerra mondiale nel prossimo futuro a breve termine, saranno necessarie alcune riforme bancarie fondamentali. Tra le più importanti di queste riforme ci sarà la suddivisione delle attività bancarie in due categorie in seguito al  rinnovo della riforma della banca Glass-Steagall  che è stata abrogata da Bill Clinton nel 1999. Queste due categorie includerebbero: 1) spazzatura speculativa e usura illegittima che deve essere “cancellata” in occasione del giubileo del debito e 2) risparmi legittimi e altre utili attività di banca commerciale legate a valori “reali” senza i quali la società non potrebbe sostenersi.

Molti lettori potrebbero immediatamente deridere le mie parole e affermare che una simile riforma sarebbe impossibile in questa fase avanzata di putrefazione e corruzione nella società occidentale, ma io risponderei con la domanda: se ciò fosse così impossibile, allora come è stato fatto già in un tempo di crisi simile solo 87 anni fa in circostanze simili di crisi economica, fascismo e guerra mondiale? In che modo altri movimenti di resistenza nazionale hanno impedito il successo di questo tipo di programma misantropico in passato ?

In questo caso parlo ovviamente della dimenticata Commissione Pecora e di una guerra spesso dimenticata a Wall Street che ha cambiato il corso della storia umana.

Cos’era la Commissione Pecora?

Molti sono consapevoli del crollo economico del 24 ottobre 1929 che ha inaugurato quattro anni di depressione in America (e in gran parte del mondo occidentale). Tuttavia, non molte persone sono consapevoli dell’intensa lotta lanciata dai patrioti di entrambe le parti contro il parassita di Wall Street / Deep State di quell’età che ha impedito sia un colpo di stato fascista contro il neoeletto Franklin Roosevelt, paralizzando anche il comando di Wall Street sulla vita americana. . Nonostante i libri di storia revisionisti imbiancati che hanno contaminato gli ultimi 70 anni, il recupero dell’America dalla depressione non è mai avvenuto senza una lotta per la vita o la morte e questa lotta è stata resa possibile, in larga misura dal coraggioso lavoro di un avvocato italiano di New York. Il nome di quest’uomo era Ferdinand Pecora.

Nel 1932, quando i senatori Peter Norbeck (R-SD) e George Norris (R-NB) guidarono l’istituzione del Comitato per le banche e la valuta degli  Stati Uniti , l’economia americana era di sostegno vitale e la gente era così disperata che una dittatura fascista in America sarebbe stata accolta a braccia aperte se solo il pane fosse stato messo in tavola. La disoccupazione aveva raggiunto il 25%, mentre oltre il 40% delle banche era fallita e il 25% della popolazione aveva perso i propri risparmi. Migliaia di tendopoli chiamate  “Hoovervilles”  erano sparse negli Stati Uniti e oltre il 50% della capacità industriale americana era stata chiusa. Migliaia di fattorie erano state pignorate e i motori dell’industria americana si erano fermati bruscamente.

Dall’altra parte dell’oceano, i regimi fascisti di Germania, Italia e Spagna stavano diventando più potenti di giorno in giorno, alimentati da iniezioni di centinaia di milioni di dollari di capitale da parte dei banchieri di Londra e Wall Street. Notevole tra questi finanzieri filo-fascisti era nientemeno che il patriarca della famiglia Bush Prescott, che ha fornito milioni di prestiti al partito nazista in bancarotta di Hitler nel 1932 (e ha continuato a fare affari con il partito fino al 1942, avendo smesso solo  dopo essere stato giudicato colpevole di “commerciare con il nemico”).

Il Comitato per le banche e le valute  era un organismo relativamente impotente quando iniziò nel 1932, ma quando il senatore Norbeck chiamò Ferdinand Pecora per guidarlo nell’aprile 1932, tutto iniziò a cambiare. Italo-americano di prima generazione, Pecora è stato costretto a lasciare il liceo dopo che suo padre è stato ferito per mantenere la sua famiglia. Anni dopo, il giovane trovò lavoro come impiegato in uno studio legale e riuscì a farsi strada attraverso la facoltà di giurisprudenza. La sua reputazione ineccepibile gli valse l’animosità di potenti finanzieri di New York che garantirono che con i suoi successi nell’azione penale i broker non sono mai riusciti a raggiungere il procuratore generale, dove si è fatto un nome chiudendo oltre 100 società di brokeraggio illegali che hanno speculato su titoli fraudolenti durante la depressione.

Pochi giorni dopo aver accettato l’incarico di Washington come capo del comitato del Consiglio di Norbeck (per il magro stipendio di $ 250 / mese), a Pecora sono stati concessi ampi poteri di citazione per controllare le banche e trascinare gli uomini più potenti d’America a testimoniare nelle audizioni del comitato.

Nelle sue prime due settimane, Pecora ha fatto notizia controllando i libri delle principali banche di Wall Street e ha richiamato il presidente filo-fascista della National City Charles Mitchell (che si preparava a consigliare Benito Mussolini) a testimoniare. In pochi giorni, la squadra di costosi avvocati difensori di Mitchell non poté fare altro che guardare con disperazione il potente finanziere ammettere di aver venduto allo scoperto le azioni della sua banca durante la depressione, truffando i depositanti con acquisti di debito spazzatura cubano ed evitando le tasse per anni. Mitchell fu costretto a dimettersi per la vergogna, seguito pochi giorni dopo dal presidente della Borsa di New York Dick Whitney, che lasciò il tribunale in manette.

Questo giro di vite sugli abusi di Wall Street fu molto pubblicizzato e puntò i riflettori sugli schemi criminali usati per scommettere con risparmi e depositi di banche commerciali su titoli e mercati a termine che portarono al crollo orchestrato della bolla economica nel 1929 (ironicamente gran parte della bolla costruita durante i “giorni del denaro facile” dei “ruggenti anni ’20” era incentrato sul mercato immobiliare). La repressione di Pecora ha anche dato il tono alla nuova amministrazione Roosevelt.

A differenza della precedente Commissione Pujo del 1911  , che denunciava anche gli abusi di potere di Wall Street, la Commissione Pecora era sostenuta da un presidente che in realtà si preoccupava della Costituzione e ampliò ulteriormente i poteri di Pecora. Quando a FDR è stato detto che sostenere l’esposizione di Pecora dei crimini finanziari avrebbe danneggiato l’economia, il presidente ha notoriamente risposto con  “avrebbero dovuto pensarci quando hanno fatto le cose che vengono smascherate ora”. FDR ha dato seguito a quell’avvertimento incoraggiando l’avvocato ad affrontare John Pierpont Morgan Jr.

Piuttosto che controllare un’istituzione americana come molti credevano 70 anni fa e oggi, JP Morgan Jr. stava effettivamente conducendo un’operazione che era stata precedentemente creata a metà del 19 °  secolo come parte di un’infiltrazione britannica in America. Come ha sottolineato lo storico John Hoefle in uno  studio EIR del 2009 :

“La House of Morgan è stata, in verità, un’operazione britannica sin dal suo inizio. Nasce come George Peabody & Co., una banca fondata a Londra nel 1851 dall’americano George Peabody. Alcuni anni dopo, un altro americano, Junius S. Morgan, entrò a far parte dell’azienda e alla morte di Peabody l’azienda divenne JS Morgan & Co. Junius Morgan portò suo figlio, J. Pierpont Morgan, a dirigere l’ufficio di New York di JS Morgan , e l’ufficio di New York divenne JP Morgan & Co.Dal suo ruolo originale nell’aiutare gli inglesi a ottenere il controllo delle ferrovie americane, la banca Morgan divenne una forza trainante nella guerra dell’oligarchia contro il sistema americano, usando le profonde tasche dei suoi padroni imperiali per diventare una potenza non solo nella finanza, ma anche nell’acciaio, nelle automobili, nelle ferrovie, nella produzione di elettricità e in altri settori “.

Nel 1933, la House of Morgan divenne un’idra a più teste che controllava servizi di pubblica utilità, holding, banche e innumerevoli altre sussidiarie.

Il senatore George Norris mostra un grafico del potere di Wall Street

JP Morgan jr. venne chiamato a testimoniare. All’inizio delle domande, l’arrogante banchiere fu colto alla sprovvista dalla prova di Pecora delle segrete “liste di clienti preferiti” di Morgan di politici appartenente al banchiere e che ricevevano offerte di azioni a tassi di sconto. Nominato tra le migliaia di traditori in questa lista, Pecora ha rivelato l’ex presidente Calvin Coolidge, il segretario al Tesoro di Coolidge Andrew Mellon (un sostenitore di Schacht-Hitler dall’inizio), il finanziere Bernard Baruch, il giudice della Corte Suprema Owen Roberts e il controllore del Partito Democratico John Jacob Raskob. Raskob non era solo un importante speculatore, ma era anche il leader  dell’American Liberty League che ha tentato ripetutamente di rovesciare FDR tra il 1933 e il 1939 e ha lavorato per alleare l’America con i poteri dell’asse dal 1939 al 1941.

L’ego divino di Morgan è stato ridotto al livello dei mortali quando il banchiere agitato è stato in grado di rispondere ripetutamente “Non ricordo” quando gli è stato chiesto se avesse pagato le tasse negli ultimi 5 anni. Come si è scoperto, alla fine del processo, è stato rivelato che NESSUNA delle sussidiarie della House of Morgan ha  pagato le tasse durante l’intero periodo della depressione e sono state sorprese a giocare con i beni dei depositanti da conti commerciali. Queste rivelazioni non andavano bene con una popolazione che muore di fame per le strade d’America.

Simili manifestazioni di corruzione sono state fatte dai capi di Kohn Loeb, Chase Bank, Brown Brothers Harriman e altri.

Di fronte a queste rivelazioni, la rivista The Nation ha notoriamente riportato:  “Se arraffi $ 25, sei un ladro. Se rubi $ 250.000, sei un malfattore. Se rubi 2,5 milioni di dollari, sei un finanziere. “

L’alleato di Pecora, il senatore Burton Wheeler, ha affermato che  “il modo migliore per ripristinare la fiducia nelle nostre banche è portare questi presidenti corrotti fuori dalle banche e trattarli come abbiamo trattato Al Capone”.

FDR prosciuga la palude

Con la luce proiettata saldamente sulle ombre oscure in cui risiedono creature vili come JP Morgan e altri gremlin finanziari, la popolazione è stata finalmente in grado di iniziare a dare un senso a quali ingiustizie si sono verificate durante gli anni della disperazione post-1929. Anche se non tutti i banchieri sono andati in prigione come avrebbero voluto Wheeler o Pecora, sono stati fatti esempi di dozzine che lo hanno fatto e molti altri la cui carriera è stata vergognosamente conclusa. Soprattutto, tuttavia, questa esposizione diede a Franklin Roosevelt il supporto necessario per prosciugare la palude e imporre riforme radicali alle rive.

Nei primi cento giorni, FDR è stata in grado di:

1) Imporre la  separazione bancaria Glass-Steagall  (costringendo le banche di Wall Street a smantellare le loro funzioni e impedire agli speculatori di giocare d’azzardo con asset produttivi)

2) Creare la  Federal Deposit Insurance Corporation  (FDIC) che protegge i risparmi dei cittadini da crisi future

3) Creare la  Securities Exchange Commission  per sorvegliare le attività di Wall Street e sul cui corpo Pecora fu nominato commissario nel 1934.

4) Liberare un ampio credito attraverso la  Reconstruction Finance Corporation  (RFC) che ha agito come banca nazionale aggirando la Federal Reserve privata, incanalando $ 33 miliardi nell’economia reale entro il 1945 (più di tutte le banche commerciali private messe insieme)

5) Imporre tariffe protettive su agricoltura, metalli e beni industriali per fermare il dumping di prodotti economici in America e ricostruire l’economia fisica americana

6) Creare vaste opere pubbliche, come la Tennessee Valley Authority, le dighe di Grand Coulee, le dighe di Hoover, lo sviluppo di St Laurence e innumerevoli altri progetti, ospedali, scuole, ponti, strade e ferrovie sotto il New Deal. Sfortunatamente, Roosevelt morì prima che questa nuova forma di economia politica potesse essere internazionalizzata all’estero negli anni del dopoguerra come programma anticoloniale.

Un bellissimo profilo della lotta di FDR è mostrato nel film del 2008  “1932: Non parlare di parti ma di principi universali” .

Sovvertire un colpo di stato fascista allora e adesso

La Commissione di Ferdinand Pecora ha plasmato le dinamiche dell’America così intensamente con il suo semplice potere di dire la verità, che anche gli sforzi per condurre un colpo di stato fascista contro FDR usando un generale di nome Smedley Butler sono stati annullati prima che potesse avere successo . Butler ha seguito i piani di Wall Street per alcuni mesi prima di decidere di fischiare pubblicamente al congresso. Butler ha esposto l’intenzione di usarlo come un “dittatore fantoccio” alla guida di migliaia di legionari americani in un’assalto alla Casa Bianca per rimpiazzare FDR.

È spesso dimenticato oggi, ma nei primi giorni degli anni ’20 e ’30, la Legione era modellata sugli squadristi fascisti di Mussolini e persino il suo leader Alvin Owsley rese esplicito nel 1921 dicendo:

«Se necessario, la Legione americana è pronta a proteggere le istituzioni di questo Paese e i suoi ideali, così come i fascisti hanno trattato le forze distruttive che minacciano l’Italia. Non dimenticare che i fascisti sono per l’Italia di oggi ciò che la Legione americana è per gli Stati Uniti “.

Le sorprendenti rivelazioni di Butler hanno amplificato il sostegno popolare di FDR e inoculato gran parte della popolazione dalle fake news provenienti dalle agenzie di propaganda di Wall Street sparse sui media.

Nel 1939, Pecora scrisse un libro intitolato  ” Wall Street Under Oath: The Story of our Modern Money Changers”  dove l’avvocato disse profeticamente:

“Sotto la superficie della regolamentazione governativa del mercato dei titoli, le stesse forze che hanno prodotto i tumultuosi eccessi speculativi del ‘mercato selvaggio’ del 1929 danno ancora prova della loro esistenza e influenza. Sebbene siano stati repressi per il momento, non si può dubitare che, data un’opportunità adeguata, sarebbero tornati alla loro attività perniciosa “.

Pecora ha continuato a fornire un ulteriore avvertimento che le generazioni attuali dovrebbero prendere sul serio:  “Se ci fosse stata piena divulgazione di ciò che è stato fatto a favore di questi schemi, non sarebbero potute sopravvivere a lungo alla luce feroce della pubblicità e delle critiche. Gli inganni legali e l’oscurità totale erano i più forti alleati dei banchieri “.

Il crollo economico imminente di oggi può essere prevenuto solo se le lezioni del 1933 vengono prese sul serio e i patrioti che si preoccupano davvero delle loro nazioni e delle loro persone smettono di legittimare l’economia del casinò di capitale fittizio, derivati, schiavitù del debito e antiumanesimo che è diventato così comune in tutto il mondo. Strati di governo dell’élite tecnocratica e bancaria che oggi cercano di controllare il mondo. Questa élite, proprio come i finanzieri degli anni ’20, non si preoccupa in ultima analisi del denaro come fine, ma lo vede semplicemente come un mezzo per imporre forme di governo fasciste alla popolazione mondiale. Allo stesso modo in cui i nemici di Wall Street / Londra di FDR cercavano un governo mondiale sotto le forze dell’ordine naziste, gli eredi odierni di quell’eredità antiumana sono guidati da un impegno di tipo religioso a “gestire” un nuovo collasso della civiltà mondiale sotto un Green New Deal e governo mondiale.

Di Matthew Ehret  

Matthew Ehret  è l’Editor-in-Chief della  Canadian Patriot Review  , un esperto BRI sui  discorsi tattici , ed è autore di 3 volumi della  serie di libri “Untold History of Canada” . Nel 2019 ha co-fondato la Rising Tide Foundation con  sede a Montreal.

link fonte originaria: https://canadianpatriot.org/2020/10/06/how-to-break-the-kneecaps-of-wall-street-sociopaths-before-its-too-late-ferdinand-pecora-revisited/

Traduzione in lingua italiana e pubblicazione: DatabaseItalia: https://www.databaseitalia.it/come-rompere-le-ginocchia-dei-sociopatici-di-wall-street-prima-che-sia-troppo-tardi-un-nuovo-ferdinand-pecora/

Pubblicato da Jacopo Brogi per ComeDonChisciotte.org