Home / ComeDonChisciotte / CHI C'E' DIETRO L'ATTACCO AL PARLAMENTO?

CHI C'E' DIETRO L'ATTACCO AL PARLAMENTO?

FONTE: TRUTH ABOUT IRAQIS

L’ATTENTATO AL PARLAMENTO IRACHENO UCCIDE 8 PERSONE

QASSIM ABDUL-ZAHRA
Associated Press Writer

Giovedì, un sospetto attentatore suicida si è fatto esplodere nella caffetteria del parlamento iracheno in un sorprendente assalto al cuore della pesantemente fortificata Zona Verde protetta dagli Usa, uccidendo almeno otto persone, ha detto un portavoce dell’esercito americano.

Il maggior generale William Caldwell ha detto alla Associated Press Broadcast che otto persone sono state uccise nell’attacco. I funzionari iracheni hanno riferito che l’attentatore ha colpito la caffetteria mentre molti deputati stavano pranzando [PERCHE’ LA CAFFETTERIA?], uccidendo tre di loro. La televisione di stato ha riportato fino a trenta feriti.L’esplosione nell’edificio del parlamento è avvenuta a qualche ora di distanza da quando un camion-bomba suicida era esploso in un importante ponte a Baghdad, facendo collassare la struttura di acciaio e gettando resti di auto nel Fiume Tigri, hanno detto la polizia e i testimoni. Almeno dieci persone sono state uccise.

Dopo l’esplosione, le guardie di sicurezza hanno chiuso l’edificio e nessuno – compresi i deputati – è stato autorizzato ad entrare o uscire.

Un portavoce dell’ambasciata statunitense a Baghdad ha detto che nessun americano è stato ferito nell’esplosione [MA GUARDA, CHE FORTUNA, EH?]

L’attentato ha avuto luogo nel bel mezzo del giro di vite della sicurezza a Baghdad, che dura da due mesi, il quale ha cercato di ripristinare la stabilità nella capitale in modo che il governo dell’Iraq possa fare dei progressi politici entro il 30 giugno o subire un venir meno del supporto americano.

Il Presidente Bush è stato informato dell’esplosione, e il portavoce della Casa Bianca Scott Stanzel ha detto che le forze multinazionali procederanno a rafforzare la sicurezza e ad accertarsi che un tale attacco non abbia luogo un’altra volta.

“Sappiamo che c’è un problema di sicurezza a Baghdad”, ha aggiunto il Segretario di Stato Condoleezza Rice, parlando al Dipartimento di Stato. “E’ ancora presto, nel processo, e non penso che qualcuno si aspetti che non ci siano contrattacchi dai terroristi per minare la sicurezza”. [PRESTO NEL PROCESSO? CI SONO VOLUTI QUATTRO ANNI E CIRCA UN MILIONE DI IRACHENI SONO MORTI – QUESTA PUTTANA SI AVVICINA AI LIVELLI DELLA ALBRIGHT]

Il Maggior Generale William Caldwell ha detto che i racconti dei testimoni indicavano un attacco suicida.

“A questo punto non sappiamo di chi si trattasse. Sappiamo che nel passato queste vesti suicide sono state usate predominante da al-Qaida”, ha detto il portavoce dell’esercito Usa in un’intervista alla Associated Press.

Uno dei deputati era Mohammed Awad, un membro del Fronte di Dialogo Nazionale Sunnita, ha detto il leader Saleh al-Mutlaq. Ed ha aggiunto che una deputata sunnita dalla stessa lista è stata ferita.

L’altro deputato ucciso era Taha al-Liheibi, del Fronte di Accordo Sunnita, che ha 44 seggi in parlamento, secondo quanto riferito da Mohammed Abu Bakr, che è a capo del dipartimento mediatico del parlamento.

Abu Bakr ha sostenuto di aver visto il corpo dell’attentatore nell’orrida scena.

“Ho visto due gambe in mezzo alla caffetteria e nessuno di quelli uccisi o feriti ha perso le gambe – il che significa che dovevano essere le gambe dell’attentatore suicida”.

Molti altri deputati hanno detto di aver visto le membra, che si credono essere quelle dell’attentatore.

Nelle ore precedenti, i funzionari di sicurezza avevano usato dei cani per controllare le persone che entravano nell’edificio in una rara precauzione – apparentemente preoccupati che potesse aver luogo un attacco.

Ma un controllo di sicurezza per i pedoni all’entrata della Zona Verde vicino all’edificio del parlamento non funzionava giovedì, ha detto Abu Bakr. Le persone erano perquisite a mano e dovevano passare attraverso dei metal detector.

La ballah! Non ha funzionato lo stesso giorno dell’attentato suicida? DAI! Chi è stato? El gringo, ovviamente. E il fantoccio Mehdi.

Truth About Iraqis
Fonte: http://truth-about-iraqis2.blogspot.com/
Link
12.04.2007

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da CARLO MARTINI

Pubblicato da God

  • Hassan

    “E’ ancora presto, nel processo, e non penso che qualcuno si aspetti che non ci siano contrattacchi dai terroristi per minare la sicurezza”.

    Questa è totalmente fumata, “ANCORA PRESTO” ???
    ma se la guerra doveva durare “massimo 3 settimane” e invece ci sono ormai 4 ANNI !!!

    E poi di che “sicurezza” parla ?? Non c’è manco l’ombra della sicurezza in Iraq.