Home / Ambiente / Amazzonia: Le foreste di tutto il mondo bruciano e la BlackRock fa i soldi veri

Amazzonia: Le foreste di tutto il mondo bruciano e la BlackRock fa i soldi veri

DI TYLER DURDEN

Zero Hedge.com

Secondo un nuovo rapporto di Friends of the Earth U.S.A, di Amazon Watch e di Profundo, la BlackRock Inc di Larry Fink è una delle imprese che più investe e che deve essere considerata tra i maggiori “responsabili della distruzione delle foreste tropicali in Amazzonia e nel mondo”.

Il rapporto dal titolo BlackRock’s Big Deforestation Problem, pubblicato sul sito di Amazon Watch, afferma che la BlackRock è tra le prime tre società tra le maggiori 25 al mondo che più guadagnano in borsa grazie alla deforestazione, investendo in aziende che producono soia, carne di manzo, olio di palma, pasta di legno, carta, gomma e legname, ma che hanno anche una lunga tradizione nel bruciare foreste e nel bonificare i terreni bruciati a fini agricoli. Lo stesso rapporto segnala che la banca d’investimento, che ha sede a New York, è anche tra le prime dieci tra le 50 maggiori società al mondo che traggono vantaggi da aziende che mettono a rischio le foreste.

“I dati sono chiari: dall’Amazzonia alle grandi foreste dell’Africa e del sud-est asiatico, la  BlackRock è un leader globale nel finanziamento della distruzione delle foreste”, ha affermato Jeff Conant, senior  program forest Manager di Friends of the Earth USA e co-autore principale del rapporto .

“Fino a quando questo colosso finanziario continuerà a sostenere incondizionatamente le aziende agroalimentari che distruggono le foreste del mondo, di conseguenza, continueranno ad andare a fuoco il clima e i diritti delle persone che vivono nelle foreste, La BlackRock continuerà letteralmente a far soldi, mentre le giungle di tutto il mondo continueranno a bruciare“.

Gli  investimenti della BlackRock in società che mettono a rischio le foreste sono aumentati negli ultimi 5 anni: nel 4° trimestre del 2014, la BlackRock investiva circa $ 1 miliardo nelle società che mettevano a rischio la deforestazione e nel 4° trimestre del 2018, il valore di questi investimenti è arrivato a $ 1,6 miliardi.

Il rapporto afferma che le partecipazioni a imprese collegate alla deforestazione e allo sfruttamento delle materie prime sono costituite per lo più da fondi indicizzati. Nel 2014, la partecipazione della  BlackRock in questo genere di aziende legate era costituito da fondi indicizzati ma nel 2018 questa partecipazione è balzata al 94%.

“La BlackRock dice di avere le mani legate dai fondi indicizzati, ma questo non è corretto, la BlackRock può seguire l’esempio di altri gestori patrimoniali globali e chiedere di apportare cambiamenti alla gestione degli investimenti per il bene della foresta pluviale, del clima e dei suoi clienti, non investendo in aziende che distruggono il pianeta e esercitando la massima pressione per cambiare le attitudini delle aziende in cui investe”- ha dichiarato Moira Birss, Finance Campaign Director di Amazon Watch.

“Gli incendi che stanno attualmente sconvolgendo l’Amazzonia dimostrano chiaramente quali sono i rischi che rappresenta l’espansione dell’agro-alimentare, per la foresta pluviale amazzonica, per i popoli indigeni e per il clima globale. Aumentando i suoi investimenti su industrie che sono complici di questa distruzione, la BlackRock sta incoraggiando il presidente di destra Jair Bolsonaro a continuare nella sua politica di saccheggio dell’Amazzonia a fini di lucro “, ha aggiunto la Birss.

Il fondo pensioni del governo norvegese sta contrastando la crisi in Amazzonia rifiutando di acquistare fondi indicizzati della BlackRock collegati a società che producono deforestazione. Il sistema pensionistico dei dipendenti pubblici della California è un altro fondo che ha messo all’indice le società che producono materie prime e che sono collegate alla deforestazione, definendo queste imprese un grave rischio come investimento.  Finora, comunque, la BlackRock non ha cambiato la sua posizione.

“Una gestione responsabile va ben oltre le belle dichiarazioni pubbliche, si deve allineare tutta la strategia degli investimenti agli standard ambientali e sociali accettati” ha affermato Ward Warmerdam di Profundo. “Si tratta di attuare questa strategia ponendo richieste chiare alle società in cui si sta investendo. Si tratta di usare una forte leva finanziaria per garantire che le aziende soddisfino le richieste e che vengano evitati danni irreversibili all’ambiente e alla società, oltre a soddisfare i loro doveri fiduciari. “

Nascondendo la testa sottoterra, negli ultimi 5 anni – come mostra il grafico qui sotto –  la BlackRock ha aumentato i suoi investimenti in società a rischio di deforestazione.

La BlackRock ha fatto enormi investimenti nelle società di che producono cellulosa, carta, olio di palma, oltre che carne di manzo, gomma e legname e molte di queste società operano in Sud America.

Gli investimenti della BlackRock in pasta di legno e carta sono aumentati da US$ 103 milioni nel 2014 a $ 565 milioni nel 2018, con un aumento del 548% in valore.

 

E con la BlackRock che convoglia enormi capitali globali investendoli in società che mettono a rischio la deforestazione e che stanno distruggendo l’Amazzonia e tutte le foreste del mondo, sembra che Wall Street si trovi a suo ago, mentre l’Amazzonia brucia e i capitali rendono bene.

 

Fonte: https://www.zerohedge.com

Link: https://www.zerohedge.com/news/2019-09-06/amazon-chaos-blackrock-literally-reaping-profits-worlds-jungles-bur

6.09.2019

Il testo di questo  articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte  comedonchisciotte.org  e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario