Alabama: vietati i passaporti vaccinali

Il governatore Kay Ivey firma il divieto dei passaporti vaccinali in Alabama

 

Calvin Freiburger – LifeSiteNews – 28 maggio 2021

 

Con effetto immediato, agli enti governativi sarà vietato emettere “passaporti vaccinali” e alle aziende private sarà vietato richiedere la prova della vaccinazione come condizione per ricevere beni o servizi

Montgomery, Alabama – Il governatore repubblicano dell’Alabama Kay Ivey ha firmato lunedì una legge che proibisce agli enti pubblici e privati di obbligare i residenti dello Stato “dello zigolo giallo” a scegliere tra sottoporsi ad un vaccino Covid-19 o partecipare alla vita sociale.

Con effetto immediato, agli enti governativi sarà proibito di emettere “passaporti vaccinali”, e alle imprese private sarà proibito richiedere la prova della vaccinazione come condizione per la fornitura di beni o servizi, riferisce la CNN. La legge non influisce sulle disposizioni di immunizzazione per le scuole pubbliche che esistevano prima del gennaio 2021, purché consentano esenzioni mediche o di coscienza.

“Sono favorevole a un vaccino volontario e firmando questa legge, non faccio che consolidare ulteriormente questa convinzione”, ha dichiarato Ivey. “Ho scelto di farmi vaccinare contro la Covid-19 e sono felice per la tranquillità che comporta. Incoraggio tutti gli abitanti dell’Alabama che non hanno fatto il vaccino a rimboccarsi la manica, e se avete domande, consultate il vostro fornitore di assistenza sanitaria”.

Alla data del 27 maggio, più di 1,4 milioni di abitanti dell’Alabama, circa il 29% della popolazione dello stato, è stato sottoposto a vaccinazione Covid-19 completa. Dopo un’ondata iniziale di vaccinazioni in tutto il paese, i tassi di vaccinazione hanno rallentato nelle ultime settimane, a causa di una combinazione di mancanza di paura della Covid-19 e della preoccupazione che dei tre vaccini Covid attualmente disponibili negli Stati Uniti non siano stati sufficientemente studiati gli effetti negativi.

Mentre molti personaggi pubblici e dei media incolpano la “disinformazione” online per la persistente esitazione verso il vaccino, molto meno si è riflettuto su come le azioni del governo stesso contribuiscano alla sfiducia, dalle linee guida contraddittorie dei funzionari della sanità pubblica su ogni aspetto della pandemia (comprese le mascherine, le chiusure, e il distanziamento sociale) alla messaggistica mista sulle persone vaccinate che possono ancora trasmettere il virus ad altri.

Inoltre, molti osservatori critici del vaccino Covid sottolineano il fatto che gli studi clinici per i vaccini Covid-19 attualmente autorizzati sono stati eseguiti in meno di un anno, quando tali studi richiedono tradizionalmente un minimo di due o quattro anni. Una delle innovazioni dell’operazione Warp Speed dell’amministrazione Trump è stata la conduzione di vari aspetti del processo di sviluppo simultaneamente piuttosto che in sequenza, ma questo non spiega completamente la condensazione delle fasi di sperimentazione clinica – ognuna delle quali può richiedere da 1 a 3 anni da sola – a soli tre mesi ciascuna.

I difensori dei vaccini fanno notare che il numero di decessi segnalati a seguito dei vaccini Covid è una percentuale estremamente piccola dei destinatari complessivi del vaccino, e che essere [il fatto di essere] elencati nel sistema di segnalazione VAERS non stabilisce necessariamente un legame causale con il vaccino.

Ma altri, tra cui numerosi esperti medici, sottolineano il numero insolitamente alto di morti e di effetti collaterali riportati. In passato, i vaccini erano stati sospesi per un numero significativamente inferiore di morti segnalate in seguito alla vaccinazione. Essi sostengono anche che la diffusa preferenza dei leader a fare pressione sugli americani per farli conformare e a chiudere il dibattito sull’argomento evidenzia una mancanza di interesse a guadagnare la fiducia degli americani andando a fondo di queste morti.

In una rara eccezione alla narrativa dominante sui vaccini dei media mainstream, il 19 maggio Bloomberg ha pubblicato un editoriale di Faye Flam, che sottolineava come “gli studi clinici originali [per i vaccini Covid] sono stati impostati per ottenere le informazioni minime necessarie per ottenere l’approvazione di emergenza, e lo studio di follow-up è stato meno che sistematico“. Flam chiede un monitoraggio più rigoroso degli effetti collaterali, specialmente per “le donne che sperimentano cambiamenti inquietanti nei loro cicli mestruali“.

La legge dell’Alabama segue leggi o ordini esecutivi simili per vietare i passaporti dei vaccini in diversi stati, tra cui Florida, Texas e South Carolina.

 

Link: https://www.lifesitenews.com/news/gov-kay-ivey-signs-ban-on-vaccine-passports-in-alabama

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

Notifica di
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Tipheus
Utente CDC
1 Giugno 2021 18:14

Qualcosa si muove in America, quindi – visto che siamo incapaci di pensiero autonomo – c’è speranza che quel qualcosa arrivi qua prima o poi.
speranza rigorosamente minuscola.

1
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x