35enne americano con miocardite e malattia autoimmune dopo Pfizer

Luke Belderes, 35enne della California, ha rilasciato un’intervista a “Real Not Rare” in cui racconta la sua esperienza dopo il vaccino Pfizer.

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

Luke Belderes, 35enne della California, ha rilasciato un’intervista a “Real Not Rare” in cui racconta la sua esperienza dopo il vaccino Pfizer.

Com’era la tua vita prima del vaccino?

Sono stato un atleta per tutta la vita. Ero un uomo sano e in forma di 35 anni che lavorava più di 50 ore a settimana nell’industria cinematografica, riuscendo comunque a fare 2 ore di allenamento di qualità ogni giorno.

Ho dedicato la mia vita a mantenermi fisicamente attivo e ho seguito un regime di allenamento rigoroso per oltre vent’anni. Ho pensato che più ero in forma, più potevo ottenere nel fine settimana. Quasi ogni weekend andavo in bicicletta sulle montagne di Santa Monica o facevo escursioni con lo zaino nella Sierra orientale. Purtroppo, tutto questo è finito grazie a Pfizer.

Vuoi condividere i motivi che ti hanno spinto a vaccinarti?

La mia decisione di sottopormi al vaccino non è stata esattamente una scelta. Vivendo nella contea di Los Angeles, hanno subito richiesto una prova di vaccinazione per entrare in certi locali. Il lavoro ci imponeva di essere vaccinati per poter lavorare in ufficio, e sapevo che col tempo la pressione a vaccinarsi attraverso vari mezzi di coercizione sarebbe aumentata.

Non ero fiducioso nel farlo, ma sembrava che non avessi scelta.
Inoltre avevo dei familiari con un sistema immunitario compromesso e non li avevo visti per tutta la durata della pandemia.

Quali sono state le reazioni avverse, i sintomi e le tempistiche?

La mia vita è stata rovinata dal vaccino.

Ho ricevuto la mia prima dose di vaccino Pfizer alla fine di marzo del 2021. Nelle settimane successive mi sentivo come se avessi il raffreddore. Tutti i miei allenamenti erano scarsi, non avevo energia, la frequenza cardiaca aumentava e tutto sommato ero fiacco. Non ci ho pensato, perché in quel periodo il lavoro era estremamente frenetico.

Ho fatto la seconda dose il 12 aprile. Il giorno seguente mi sentii estremamente male. Avevo febbre, brividi, sudori freddi, tremori incontrollabili, mal di testa. È stato un vero inferno, ma non ci ho pensato.

Ho pensato che avrei superato la cosa e sarei tornato ad allenarmi in una settimana.

Il 15 aprile mi sono svegliato sentendomi abbastanza bene. Ho pensato di salire sulla bicicletta e di fare un giro intorno al Griffith Park fino all’osservatorio, una ventina di chilometri veloci. Appena fatti pochi passi dal letto, mi sono accorto che stavo avendo un infarto. Accasciato contro il muro, tornai lentamente a letto, negando ciò che stava accadendo. Vedendo che il dolore non si attenuava, riuscii ad arrivare ostinatamente in ospedale.

Mi hanno preparato un lettino e mi hanno fatto subito radiografie ed ecografie al torace, con prelievi di sangue poco dopo. La dottoressa mi ha assicurato che si trattava solo di ansia, visto che ne avevano vista molta durante la pandemia, e io le ho riso in faccia.

Nel giro di un’ora è tornata con un’aria piuttosto preoccupata e mi ha detto che la mia troponina era elevata e che altri esami apparivano anormali. Confermando che avevo effettivamente una sorta di infarto del miocardio, mi hanno mandato nel reparto di cardiologia per un ricovero di qualche notte.

Nel reparto di cardiologia ho fatto altri esami del sangue, un’altra eco e un’angiografia TC.

Mi è stata diagnosticata una miocardite dovuta al vaccino Covid.

Ora che avevo una diagnosi, pensavo che avrei avuto un qualche percorso di cure da seguire, ma no. Sono stato costretto a letto con dolori crescenti, incapace di respirare, parlare, sedermi e muovermi per settimane.

Passò circa un mese quando finalmente potei iniziare a difendermi da solo e a cercare un altro medico, e ci sono voluti circa 3 mesi di degenza a letto prima che riuscissi a vedere un medico che non fosse negligente e che avesse un piano che andasse oltre il “eh, non preoccuparti“.

Fortunatamente, ho risposto rapidamente al trattamento. Sfortunatamente, ho avuto una ricaduta nel momento in cui abbiamo ridotto i farmaci, facendomi tornare ancora una volta nel reparto di cardiologia per alcuni giorni. Dopo questa ricaduta, il mio attuale cardiologo mi ha affidato a un altro cardiologo e poco dopo ad un altro ancora.

Quando tutti gli esami sono normali e si fa ancora fatica a fare qualcosa di semplice come lavarsi i denti o farsi la doccia, nessuno vuole avere a che fare con te.

Oltre ad essere stato da diversi cardiologi, sono anche passato da un reumatologo all’altro. Da quando ho fatto il vaccino, ho avuto un ANA positivo, segno di una qualche malattia autoimmune. Per me aveva senso, visto che la mia risposta immunitaria è stata la causa della miocardite.

Dopo aver visitato diversi reumatologi, la maggior parte dei quali mi ha detto: “Beh, sì, c’è qualcosa che non va, ma non so come aiutarti, mi dispiace“, sono finalmente riuscito a mettermi in contatto con il mio attuale reumatologo, che ha eseguito esami approfonditi, senza lasciare nulla di intentato, ed è riuscito a diagnosticarmi una sorta di malattia autoimmune simile al lupus che colpisce il cuore.

Poco dopo l’inizio del trattamento, alcuni problemi hanno iniziato a risolversi, soprattutto l’incredibile stanchezza e la nebbia cerebrale.

Purtroppo tutti i sintomi cardiaci continuano a persistere. Per oltre un anno ho faticato a svolgere anche le attività più elementari, come respirare o andare in bagno. Sono diventato completamente dipendente dalla rete di supporto che mi circondava.

Questo vaccino, o comunque lo si voglia chiamare, mi ha rubato tutto.

La mia salute, la mia carriera, il mio futuro, le mie finanze. Trovo spaventoso che ci sia questo prodotto medico obbligatorio, senza alcun tipo di dati a lungo termine, con dati di sicurezza nascosti che sono stati resi noti solo grazie a una richiesta del FOIA, senza alcuna rete di sicurezza per coloro che inevitabilmente avranno reazioni avverse al farmaco, senza alcuna responsabilità per qualsiasi parte coinvolta, e si gettino sotto il tappeto quelli di noi che subiscono reazioni avverse.

Non sono solo le nostre vite a essere distrutte da questo, ma anche quelle di tutti coloro che ci circondano, e tutto ciò che otteniamo è di essere chiamati bugiardi e complottisti. È patetico come il nostro governo sia colluso con l’industria farmaceutica per anteporre il profitto alle vite umane, con un’aggressività mai vista prima.

La Pfizer ha mentito, le persone sono morte. È così semplice.

Sebbene negli ultimi mesi, a distanza di oltre un anno, abbia iniziato a fare qualche piccolo miglioramento, la mia salute è ancora estremamente fragile. Non riesco ancora a lavorare o a fare qualcosa di semplice come camminare intorno all’isolato. So che non mi riprenderò mai e che non potrò mai tornare alle attività per cui vivevo. Tutto ciò che voglio è riavere la mia vita, la possibilità di essere attivo e la gioia di spingermi fino a dove posso arrivare.

Voglio essere in grado di provvedere a me stesso e non dover dipendere da chi mi sta intorno anche per i compiti più elementari.

Condividi la tua esperienza con le cure mediche e le diagnosi che hai ricevuto

Celltrend, risonanze magnetiche, TAC, ecocardiogrammi, radiografie, angiogramma cardiaco, ricovero in ospedale 3 volte, IVIG, miocardite, pericardite, POTS, malattia autoimmune del tessuto connettivo.

La tua reazione avversa è stata segnalata? Qual è stata la risposta?

Ho dovuto segnalarla io stesso al VAERS. Mi hanno contattato una volta, ma niente di più.

Ci sono trattamenti di cui dovremmo essere a conoscenza che sono stati utili?

L’IVIG mi ha aiutato.

Hai mai avuto la Covid-19 in passato?

Mai.

Cosa vorresti che gli altri sapessero?

Se rimani danneggiato, sei da solo. Il governo vuole solo buttarci nella spazzatura.

Fonte articolo: https://www.realnotrare.com/post/luke-belderes

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix