TRUMP HA SEMPLICEMENTE DEMOLITO I DEMOCRATICI…

… e questa è una “vittoria” per il paese

 

Mike Whitney – The Unz Review – 14 Febbraio 2021

 

“Il nostro storico, patriottico e bellissimo movimento Make America Great Again è appena iniziato… non vedo l’ora di continuare il nostro incredibile viaggio insieme per raggiungere la grandezza americana per tutto il nostro popolo”.

Donald Trump, presidente degli Stati Uniti

I democratici hanno approcciato l’impeachment con la stessa presunzione con cui approcciano tutto. Pensavano che battendo i piedi e correndo in giro con i capelli in fiamme, alla fine la gente avrebbe visto la giustezza della loro causa. Ma non è andata così. Invece, il team di difesa di Trump “gli ha aperto il c**lo a tutti”, lasciando i Dem a chiedersi cosa li avesse colpiti. Sembravano sorpresi di non poter vincere una condanna basata sul vetriolo, l’assassinio del personaggio e la copertura di notizie distorte. Ed erano sinceramente scioccati quando i loro video falsificati e le prove false sono state esposte al pubblico come la frode che erano. Questa doveva essere la sconfitta finale di Donald Trump; invece è diventata una finestra spalancata sull’anima degradata del partito in declino. Alla fine, Trump ne è uscito indenne mentre i Dem sono rimasti a leccarsi le ferite. Urrà per Trump!

Ora Trump è più potente di quando era alla Casa Bianca. Il suo seguito è cresciuto, la sua reputazione di combattente è aumentata, ed i suoi oppositori “democratici” (virgolettato del traduttore) sono stati messi alla gogna come incompetenti, vendicativi e completamente corrotti. Questo è quanto di più vicino a una vittoria totale in politica. Trump ha effettivamente sconfitto i suoi nemici ed è diventato il politico più potente d’America. È un colosso conservatore, un “creatore di re” repubblicano che è ora nella posizione di scegliere i leader del partito nel prossimo ciclo elettorale e (forse) per molti cicli a venire. Come ha detto giustamente Marjorie Taylor Greene: “Trump È il partito repubblicano. Ora è il suo partito”.

Chi potrebbe dissentire?

Così ora arriva la resa dei conti. Già la pressione sta aumentando sui traditori, gli imbecilli e gli apostati come McConnell, Graham, Sasse, Romney e la miserabile Liz Cheney. L’esodo dei NeverTrumpers è già iniziato sul serio. Presto il rivolo si trasformerà in un torrente mentre i leccapiedi e i quisling della “vecchia guardia” si dirigeranno verso le uscite per non oscurare mai più le sale del Congresso. Che liberazione!

Alcuni lettori potrebbero ricordare come la priorità principale di Steve Bannon nel 2016 era quella di ripulire le stalle del GOP (Great Old Party, il partito repubblicano, n.d.t.) e di epurare i doppiogiochisti globalisti il cui unico obiettivo era quello di aggrapparsi al potere, prostituendosi ai voleri del Big Money che ha svenduto l’America per decenni. Ora saranno tutti messi alla porta. È difficile da credere, ma il Partito Repubblicano è diventato il partito dei lavoratori mentre i Democratici sono presi nella morsa di ferro di Wall Street, Big Pharma, Big Tech, i sindacati degli insegnanti, la Cina e Israele. L’impeachment ha aiutato la gente a vedere cosa sta realmente accadendo. I democratici non sono legati all’establishment. Loro SONO l’establishment, e per establishment, intendo la Palude; gli smorfiosi burattini senza principi, al servizio di se stessi, il cui unico obiettivo nella vita è quello di soddisfare i loro padroni globalisti-oligarchi. I Dem non hanno fatto alcuno sforzo per raggiungere la gente della classe operaia e favorirne gli interessi. E c’è una ragione per questo: è perché non sanno fare altro che disprezzare e schifare la classe operaia. Ma probabilmente lo sapevate già.

E non facciamo giri di parole, Trump ha vinto le elezioni onestamente. È lui il presidente degli Stati Uniti, su questo non c’è dubbio. Qualunque sia la residenza che occupa, quella è la Casa Bianca, quella è la sede del governo. Quasi 100 milioni di americani non accettano i risultati di queste elezioni fraudolente. Queste persone sanno cosa è successo e non si faranno intimidire o minacciare per pensare diversamente. Trump ha vinto. Fine della storia.

Sono già stati scritti volumi sul Grande Furto, quindi non vi annoierò qui con i dettagli. Inutile dire che il cadavere cognitivamente menomato attualmente alla Casa Bianca non ha ottenuto 12 milioni di voti in più di Obama (Biden avrebbe ottenuto 81 milioni di voti mentre Obama ne ottenne 69 milioni), 7 milioni di voti in più di Trump (Trump ha ottenuto 74 milioni di voti nel 2020) e un enorme 16 milioni di voti in più di Hillary. (Clinton ha ottenuto 65 milioni nel 2016), è un’idea ridicola. Il politico più incline alle gaffe, noioso e vuoto di tutti i tempi non ha raccolto 12 milioni di voti in più di Barack Obama. Questo NON è successo. Il che non vuol dire che Trump abbia vinto facilmente le elezioni. No, per niente. Aveva bisogno che i democratici lo aiutassero, cosa che hanno fatto molto volentieri.

Nel loro tipico modo da “plotone d’esecuzione circolare”, i Dem hanno fatto pendere la bilancia a favore di Trump quando hanno offerto il loro tacito sostegno a BLM e Antifa per le rivolte e l’incendio delle città in tutto il paese. Questa è la goccia che ha fatto traboccare il vaso e ha spinto Trump oltre il traguardo. È anche il motivo per cui Trump ha ottenuto 10 milioni di voti in più nel 2020 rispetto al 2016, e perché ha aumentato il suo sostegno tra le minoranze su tutta la linea. Un numero crescente di neri e ispanici capisce che le accuse di “razzismo” rivolte a Trump sono un patetico tentativo di distogliere l’attenzione dall’implacabile guerra di classe che i Dem stanno conducendo contro la classe operaia di tutti i colori. Ora date un’occhiata a questo estratto da un’intervista con il sondaggista Robert Cahaly che spiega cosa è successo nel periodo precedente alle elezioni:

“Quello che abbiamo visto è che gli elettori del Midwest, i colletti blu, che erano considerati pro-democratici, per gli ultimi 20 anni e qualcosa, che erano stati parte della coalizione democratica di Reagan, sono tornati. Sono tornati perché sentivano che c’era un candidato che si rivolgeva agli americani normali della classe operaia più di quanto qualsiasi repubblicano avesse mai fatto. Voglio dire, ammettiamolo, Mitt Romney era l’opposto di un repubblicano che faceva appello alla classe operaia americana…

…. ci sono persone che vivono nelle aree suburbane, con reddito medio-alto, madri più istruite, che semplicemente non amavano Trump a livello personale. Ma hanno visto questo livello di violenza, e hanno visto tutto il caos che ne è seguito. E quello che sentiamo da loro è: non mi piace Trump, ma non posso essere per questo. È quasi come se avessero cercato una ragione per tapparsi il naso e votare per Trump e l’hanno trovata.

Sulla motivazione degli elettori:

… Fino a circa sei mesi fa, c’erano molte persone motivate a votare contro Donald Trump. Ma poi, sulla scia della tragedia dell’assassinio del signor Floyd, ci sono state proteste. E alcune di queste proteste si sono trasformate in violenza. Quella violenza si è trasformata in un movimento per tagliare i fondi alla polizia, e in un movimento Black Lives Matter che è andato oltre la semplice protezione delle vite dei neri – ci sono state richieste di abbattere statue. Siamo arrivati al punto, una settimana prima del 4 luglio, in cui la gente suggeriva che il Monte Rushmore era offensivo.

All’improvviso, americani che non erano nemmeno necessariamente grandi fan di Donald Trump hanno detto “cosa sta succedendo nel mio paese? Si è aperto un vero e proprio dibattito sul fatto che la nascita dell’America, i suoi principi, il suo scopo siano buoni o cattivi. La gente crede ancora nell’America. Se si fa questa scelta, dove una parte pensa che l’America ha una storia di cui scusarsi, e non è una buona forza nel mondo e l’altra parte sente che l’America è una buona forza nel mondo, e ha una storia da cui imparare… Questo non è un buon scenario per un americano che viene eletto presidente. Penso che Joe Biden sia dalla parte sbagliata.

Sui disordini:

Il crollo inizia ogni volta che qualcuno condivide un video di qualcun altro. Così, quando una molotov viene lanciata per le strade di una città, o la gente vede messaggi sul taglio dei fondi alla polizia, o persone che parlano di uccidere poliziotti e di come questo sarebbe giusto – questa è la roba che motiva anche le persone a votare contro. E queste cose non accadono nel vuoto. La campagna di Biden ci ha messo un mese per ammettere di essere contro la violenza che ha visto… il fatto che Biden abbia fatto un’inversione di rotta e abbia criticato la violenza mesi dopo averla sostenuta, o suggerendo che non sia esistita, mi dice che lui sa che è vero.” (“Robert Cahaly: come abbiamo avuto ragione dei sondaggi“, Unherd)

Non è una grande analisi di ciò che è avvenuto prima delle elezioni? La statura di Trump come candidato è cresciuta gradualmente – non perché fosse il miglior presidente di sempre o perché tutti lo amavano – ma perché il paese era sotto assedio da parte di una folla anarchica che portava scompiglio e distruzione ovunque andasse. Per un po’ sembrò che il nostro tradizionale stile di vita, il nostro sistema di leggi e, sì, la nostra stessa civiltà, stessero per crollare in un mucchio di macerie. E l’unica sottile filo a cui il popolo americano poteva aggrapparsi era Donald J. Trump, l’ultima linea di difesa contro la folla marxista che stava bruciando e saccheggiando tutto sul suo cammino.

Questo è quello che è successo. Ed è per questo che persone come me – che non ho votato per un repubblicano nella miia vita – hanno votato per Trump. È perché i Democratici li hanno costretti a farlo dando tacitamente il via libera alle attività violente e distruttive dei maniaci di sinistra che si sono scatenati.

Questa amara esperienza degli ultimi mesi ha portato molti di noi a rivalutare la nostra lealtà politica. Ci ha anche aiutato ad aprire gli occhi e ad ammettere ciò che effettivamente vediamo. E quello che vediamo è che non c’è posto nel partito democratico per i lavoratori. Nessuno. Fatevi queste poche domande:

Chi sostiene le leggi commerciali che delocalizzano le nostre imprese e i nostri posti di lavoro?

I Democratici.

Chi manda i nostri figli e le nostre figlie in guerra in modo che Wall Street e gli oligarchi globalisti possano impadronirsi ancor più delle risorse mondiali che stanno scomparendo?

I Democratici.

Chi sta guidando la carica sulla censura di Internet, in pratica escludendo chiunque abbia un’opinione contraria sul Covid (rispetto al MSM) o chiunque contesti i risultati delle elezioni?

I Democratici.

I cui governatori hanno chiuso i loro stati e spinto il paese nella peggiore recessione dei tempi moderni, lasciando milioni di persone senza lavoro, chiudendo le scuole e le chiese, aumentando i casi di abuso di droga, abuso di bambini, abuso di alcol, omicidi, malattie mentali, depressione, povertà e immiserimento generale delle persone a loro affidate?

I Democratici.

I Democratici hanno reso perfettamente chiaro che disprezzano gli americani che lavorano per vivere, che vanno in chiesa la domenica, che possiedono armi e che mettono fuori la bandiera il 4 luglio. Ci disprezzano. Ci chiamano “deplorabili” perché arranchiamo per andare avanti di stipendio in stipendio, e perché paghiamo le bollette in tempo e perché cerchiamo di crescere i nostri figli con valori reali. Non siamo “illuminati” come i nostri amici democratici che gridano “equità” mentre abbattono le statue dei nostri fondatori e degli eroi di guerra. Non pensiamo che indossare una maschera sia un segno di superiorità morale. Non pensiamo che tagliare i fondi ai dipartimenti di polizia migliori la sicurezza della gente comune, dei negozianti o degli anziani. Non cerchiamo di cancellare i nostri confini per abbandonare la nostra sovranità in modo che possiamo essere assorbiti nel loro piano di “reset” globalista in cui i più grandi “azionisti” (i monopoli globali e le multinazionali) controlleranno tutte le leve del potere statale. Noi non vogliamo niente di tutto ciò, ed è per questo che siamo contenti che Trump abbia sconfitto i democratici ancora una volta, dandoci la speranza che la Repubblica alla fine sarà re-instaurata e potremo tornare agli affari.

Quindi, questo dovrebbe essere un giorno felice, un giorno di festa. I Democratici hanno spinto troppo il proprio bluff e si sono ritrovati con una coppia di due. Hanno perso in modo sbalorditivo, il che spiana la strada per altre vittorie in futuro. Certo, ci denigreranno e ci chiameranno “suprematisti bianchi” e “terroristi domestici” perché non condividiamo la loro illuminata visione del mondo “liberale”. Ma il loro odio ci renderà solo più forti. Noi sappiamo chi siamo. Siamo i Deplorabili, siamo la colla che tiene insieme questo paese. Non saremo schiacciati, non saremo sterminati, non saremo messi a tacere, e non ci verrà detto cosa pensare da CNN, MSNBC e il resto delle reti di propaganda. Noi vediamo attraverso le loro bugie e resteremo fedeli a ciò in cui crediamo. E quello in cui crediamo è che il paese è ora nelle mani di un presidente impostore che non agirà nell’interesse del popolo americano, ma eseguirà gli ordini delle potenti élite e degli oligarchi stranieri che gli tirano i fili. Queste sono le persone che vogliono distruggere il nostro paese, deporre i nostri leader e imporci il loro distopico Nuovo Ordine Mondiale. Non possiamo permettere che questo accada.

Questo secondo impeachment fallito dimostra che queste persone possono essere battute, perché sono state battute. Hanno perso e noi abbiamo vinto.

 

Se questa non è una ragione per festeggiare, non so cosa lo sia.

 

Urrà per i Deplorabili!

 

Link: https://www.unz.com/mwhitney/trump-just-thumped-the-democrats-and-thats-a-win-for-the-country/

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

104 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Diogene
Diogene
16 Febbraio 2021 3:08

Ok. Trump ha vinto, i Democratici hanno perso. Trump ha la maggioranza, i Democratici no. Trump rappresenta i veri americani, quelli buoni, lavoratori, i Democratici no, Trump è per l’America, i Democratici no. Trump è veramente democratico, i Democratici lo sono solo di nome. Però intanto i Democratici di riffo e di raffo stanno di nuovo tirando i fili. Biden, il pupazzo mentalmente menomato o come vogliamo chiamarlo, foto dallo studio ovale o meno, sta vomitando ordini esecutivi e per quanto ne sappiamo vengono effettivamente eseguiti: trattandosi non di uno stato qualunque ma ancora formalmente della Super Potenza, c’è da toccarsi i co… Trump dice che ritornerà ma tutto lascia intendere che si candiderà alle prossime elezioni il che significa che, al netto delle roboanti dichiarazioni, legittima le attuali e abbiamo capito che quelli piuttosto faranno dare fuoco ai seggi dai loro amici BLM, che perdere. Quindi ? Quindi o Trump cambia registro, si prepara per farlo e anche in fretta o che vada a ciapè i rat. Cosa aspetta ? Un’ecatombe causata dai vaccini in modo da trasformare 70 e passa milioni di pingui elettori in gente veramente desiderosa di giustizia ? Tutti pieni di fucili in casa, secondo… Leggi tutto »

edoxxx
edoxxx
Risposta al commento di  Diogene
16 Febbraio 2021 3:25

Bravo, se si ricandida è un pagliaccio peggio di Berlusconi

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  edoxxx
16 Febbraio 2021 6:16

Il Pagliaccio è l’ultimo Presidente del Consiglio ELETTO in Italia.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  lady Dodi
17 Febbraio 2021 2:37

Questo non toglie che sia comunque un pagliaccio il berlusca che ti piace tanto.
Ti sei accorta che ormai da anni il suddetto pagliaccio e’ diventato piu’realista del re?
L’europeismo ormai e’ la sua bibbia; sempre detto che il tipo venderebbe la madre e i figli per difendere i suoi interessi ma tu mi raccomando continua ad idolatrarlo.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Diogene
16 Febbraio 2021 6:14

Meno male che ci sei tu ad insegnare a Trump come si fa a fare Trump.

Diogene
Diogene
Risposta al commento di  lady Dodi
16 Febbraio 2021 10:19

Senti ciccia, mi sono rotto le balle di un tipo che sulla carta dovrebbe fare grandi cose senza mai provarci sul serio con tutti quanti a leccare intorno.

“Trump sa quello che fa”
“Trump è un genio”
“Trump distrugge qui, Trump sfascia là”
“Trump svuota la palude”
“Trump è un fine stratega e li ha messi tutti quanti nel sacco”
“Trump è gran maestro di scacchi”

“Trump questo”, “Trump quello” e alla fine non è altro che un Salvini biondo, un altro cuor di coniglio buono a tenere calme le masse mentre il mondo intorno va a donnine.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Diogene
16 Febbraio 2021 10:55

Trump è l’unico Presidente usa, dopo non so quanto tempo, che non ha firmato per nessuna nuova guerra.
Ha cercato anche di fermare quelle in corso, arrivando ad avvisare quando e dove avrebbero bombardato in Siria.
Scusa se è poco.

Diogene
Diogene
Risposta al commento di  lady Dodi
16 Febbraio 2021 11:08

Sì è poco perchè pur disponendo di uomini e mezzi s’è fatto fregare la presidenza e non sta reagendo come i tempi richiedono veramente. Un altro fesso che pensa di vincere un gioco dalle regole truccate.

Al primo video di broglio elettorale doveva far chiudere d’imperio il relativo seggio, annullare i voti e mettere in stato d’accusa coloro che ne dovevano verificare la liceità.
Al primo bavaglio da facebook e twitter doveva far arrestare il relativo consiglio di amministrazione ed imporre l’apertura del suo account.
Con certa gentaglia la strategia non è lasciare che le masse credano a chissà quale psyop ma far sì che se ti considerano str…zo allora è tempo di rilanciare e fargli capire che sei molto peggio: solo allora verrai rispettato.
Adesso grazie alla sua leggerezza siamo di nuovo nella melma perchè brucia ammetterlo ma, da loro come da noi, i più stanno aspettando l’avvento di un messia altrimenti non si muovono.

Non solo la partita è truccata ma una delle due parti salta continuamente il giro: così non vi è da stupirsi se può succedere qualsiasi cosa e sempre a nostro svantaggio

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  lady Dodi
16 Febbraio 2021 11:10

Infatti sono aumentati i bombardamenti in Yemen e Iran. In Afghansiatan il regime militare è lo stesso, mentre la madre di tutte le bombe è stata sganciata proprio da questo biondino speculatore immobiliare socio di Soros e Clinton. Non a caso è anche il presidente che ha il budget militare più alto di tutta la storia. E, cigliegina sulla torta, è l’unico co9lione che ha lasciato ai sionisti carta bianca ed ha addirittura riconosciuto Gerusalemme come capitale di quella terra rubata ai Palestinesi e non contento ha legittimato pure l’annessione dei territori occupati.
PS, senza dimenticare che con i nuovi embarghi verso l’Iran ha messo alla fame 80 milioni di persone ed ha fatto di tutto per istigare la guerra più grande del secolo.
E’ poco.

alessandroparenti
alessandroparenti
Risposta al commento di  colzani2
16 Febbraio 2021 22:45

Bombardamenti in Iran? Siamo sicuri?

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  alessandroparenti
17 Febbraio 2021 3:33

Mi riferivo all’Iraq, scusi. I bombardamenti alla centrale di Natanz lo scorso luglio comunque? Ogni aggressione israeliana, anche in territorio iraqeno o siriano, a soldati, attrezzature e campi iraniani, non dobbiamo considerarla come un attacco diretto all’Iran? L’assassinio del nemico n° 1 dell’ISIS, il generale Soleimani, avvenne per ordine diretto di TelAviv, grazie alle intel del Mossad che ha diretto l’operazione. Ed il cr3tino di Trump ha avuto anche la faccia di m3rda sionista da definire il militare “un terrorista”

alessandroparenti
alessandroparenti
Risposta al commento di  colzani2
18 Marzo 2021 8:45

Certamente. Sono d’accordo.

gian
gian
16 Febbraio 2021 3:16

” … ma eseguirà gli ordini delle potenti élite e degli oligarchi stranieri che gli tirano i fili. Queste sono le persone che vogliono distruggere il nostro paese, deporre i nostri leader e imporci il loro distopico Nuovo Ordine Mondiale.”
L’idea che ci siano “oligarchi stranieri” che impongono il loro ordine è “musica” per le orecchie del “Deep State” industrial-militare. E’ la miglior ragione che si possa avere per giustificare “eventuali” sorgere di conflitti a difesa della supremazia americana. Il DS ti ringrazia Mike.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
16 Febbraio 2021 3:23

Trump ha demolito i democratici? O Trump o Biden non cambia nulla. Sono le due facce di una stessa [falsa sicuramente] medaglia. È il sistema che bisogna cambiare! Si dice che il comunismo non è buono, il liberal-capitalismo si è dimostrato peggiore e insostenibile anzi direi fatale, allora ditemi voi: qual’ è la valida alternativa? Una monarchia assoluta illuminata? O una dittatura? Beh per la dittatura [oligarchica] già ci siamo dentro, qui da noi: la Grande Ammucchiata del PdR al servizio degli oligarchi della finanza.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  VincenzoS1955
16 Febbraio 2021 6:07

Questo è esattamente il motivo per cui molti Politici si vendono al primo offerente: la gente come te per la quale tanto son tutti uguali…..sono tutti la faccia della stessa patacca…..tanto a che serve…..
Meno male che ti “sistema” Greta, te e pure l’ecosistema.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  VincenzoS1955
16 Febbraio 2021 6:07

Caro Vincenzo, anche “comunismo” e “liberal-capitalismo” sono le due facce della stessa medaglia. C’è una classifica, e include anche quella dei migliori marcatori, la media stagionale ed il numero di tesserati. Non mi è mai piaciuto il calcio.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  colzani2
16 Febbraio 2021 6:24

Ti sbagli. Forse un altro tipo di comunismo, quello che si è instuarato prima nellUnione sovietaico e poi in Cina moitvo per cui la gente comune ne ha “fatto di un sol fascio tutta l’erba”.
Comunque il liberal capitalismo è rivelata, ora che non ha più l’alibi del comunismo da denigrare, la peggiore forma di politica socio-economica che l’umanità abbia avuto (ha distrutto l’ecosistema del pianeta) e su questo non ci piove. Se tu dici che il comunismo è l’altra faccia della medaglia proponi dunque una valida alternativa al liberal-capitalismo che non sia il comunismo. Ma attenzione: comunismo inteso come il mezzo per raggiungere il fine di liberare l’umanità da ogni tipo di oppressione e sfruttamento, di uomini e ambiente.
C’è un’altra cosa da dire: le crisi del capitalismo sfociano in guerre e poi in dittaure, come è successo dopo la crisi del ’29. E noi con la farsa del COVID-19 già ci siamo dentro alla dittatura [sanitaria], la guerra forse ci sarà a breve se continuiamo a dormire.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  VincenzoS1955
16 Febbraio 2021 9:37

Una premessa, il comunismo, come il capitalismo, sono forme economico-produttive, non politiche. Non possono essere imposte. Così vediamo il capitalismo delle restrizioni sovietico proclamarsi falsamente comunismo. Il capitalismo rurale maoista definirsi socialismo.
Il comunismo non è un “mezzo per raggiungere” un fine. E’ un percorso nel cammino dell’umanità, come lo è stato lo schiavismo, il feudalesimo ed il capitalismo. La società idealizzata dalla sintesi marxiana è una società senza classi. Classi definite secondo i criteri che conosciamo delle società classiste, quindi criteri economici. Ma lo stesso Marx non era in grado di definire, se non relativamente ai rapporti economici e giuridici, la sintesi delle società classiste.
Potremmo assistere ad una forma evoluta di distinzione e divisione sociale aliena a cause meramente economiche. Chiaramente sto solo speculando.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  colzani2
16 Febbraio 2021 10:00

Discorso molto interessante.

Certo il comunismo è il modello economico più difficile da realizzare in quanto presuppone la collaborazione di tutta la società. Nel Feudalesimo e nel Capitalismo non è necessario che tutti collaborino volontariamente: possono funzionare benissimo con il 90% delle persone costette dalla fame a far girare la ruota.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Holodoc
16 Febbraio 2021 10:43

Io parto dall’assioma marxiano per cui il comunismo non si realizza. Non può esistere nessuna forma o organizzazione umana capace di instaurare una organizzazione socioeconomica vicina a quella comunista. Il comunismo è un risultato di una evoluzione economica e quindi di conseguenza sociale e in virtù di tale meccanismo materialista deve attendere la completa e libera indipendenza dei mezzi di produzione dalle necessità sociali.

William Farnaby
William Farnaby
Risposta al commento di  Holodoc
16 Febbraio 2021 19:12

guarda che il comunismo mica è una semplice teoria economica. è una ideologia metafisica che si presta a distruggere il passato, soprattutto le influenze spirituali, per creare un futuro che a parole è meraviglioso (cielo in terra, diceva qualcuno), nel frattempo però chi arriva al potere tramite le rivoluzioni violente che tanto sono intrise di romanticismo divide la società tra oppressi e oppressori (a seconda del caso ciascuno passa da una parte all’altra, vedi gli studenti cinesi prima e dopo 1989) per instaurare quella paura che è necessaria a portare avanti la propria dittatura.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  VincenzoS1955
17 Febbraio 2021 2:50

Quel comunismo che anche tu disprezzi tanto e’ stato finora con i suoi tràgici errori l’unico sistema che per quasi un secolo si e’ contrapposto al sistema capitalistico selvaggio, costringendo lo stesso anche a mitigarsi a causa solo della sua esistenza.

William Farnaby
William Farnaby
Risposta al commento di  maxjuve
17 Febbraio 2021 10:12

mi dici un po’ come funzionrebbe la società sotto la dittatura del proletariato?

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  William Farnaby
20 Febbraio 2021 5:08

Non certo peggio che sotto il meraviglioso e “libero” dominio del capitale e dell’interesse privato che è la realtà che viviamo oggi.
Un esempio, nella deprecata Cina retta da una dittatura un capitalista ultrapotente come Jack Ma non può fare quello che vuole o meglio può fino ad un certo punto, qui invece? Te lo dico io, qui Big Tech si è permessa impunemente di silenziare Trump che era solo il presidente degli Usa, fai tu il confronto.

William Farnaby
William Farnaby
Risposta al commento di  VincenzoS1955
16 Febbraio 2021 19:08

mi dici un po’ come funzionerebbe la società nel tuo Comunismo?
roba del tipo: come la scelgo la scuola di mio figlio? come apro un ristorante? come faccio a comprare due automobili? come faccio a trasferirmi da una città all’altra? dove vado a pregare? dove lo vendo un orologio?

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  William Farnaby
17 Febbraio 2021 7:35

Del resto mi sembra che il leberalcapitalismo non permetta queste cose per tutti.

William Farnaby
William Farnaby
Risposta al commento di  VincenzoS1955
17 Febbraio 2021 10:12

ottima conversazione: da bravo seguace dell’ideologia comunista mi pari bravissimo a scansare le domande che mettono in discussione la fattibilità pratica della suddetta ideologia senza ammettere che “ah, serve una dittattura per avere il comunismo”
Oltre che ad accusare gli altri di quello di cui si viene accusati. dimmi te dove difendo il liberalismoeconomico.

breve lezione di storia: il mondo non è equo, non siamo tutti uguali, la cosidetta evoluzione morale di cui Marx si faceva profeta e che vedeva il socialismo il passo successivo al capitalismo per poi arrivare al comunismo non si è realizzata (la prima rivoluzione con falce e martello è apparsa in russia dove stavano ancora al feudalismo, mentre nei paesi capitalisti come inghilterra e germania le condizioni dei lavoratori miglioravano)

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  William Farnaby
17 Febbraio 2021 11:53

La dittatura del comunismo non è il fine ma il mezzo per raggiugere il fine che è la liberazione dell’umanità da ogni tipo di oppressione e sfruttamento, sia degli uomini che della natura e questo non vuol dire che tutti sarano uniformati: ognuno riceverà secondo il merito(*) e non secondo i privilegi o le ruberie o le prepotenze. Una volta raggiunto il fine essa, la dittatura (della maggioranza su una minoranza) e lo stesso comunismo non avranno più ragione d’esistere. Lenin ci stava lavorando, purtroppo morì precocemente e il suo posto lo prese un oscuro dittatore che tanto discredito procurò al comunismo .
(*) Per merito intendo tutte le iniziative individuali rivolte a migliorare il bene supremo cioè il Bene Comune.

William Farnaby
William Farnaby
Risposta al commento di  VincenzoS1955
17 Febbraio 2021 16:25

guarda, apprezzo questo tipo di commenti perché mi danno modo di veicolare qualche spunto, nella speranza che chi ci legge possa farsi qualche domanda al riguardo e arrivare a formarsi una propria opinione. ti dirò che per lavoro ho avuto a che fare con un bel numero di persone che ripetevano tali concetti come quelli tuoi qui sopra, dopo anni in cui mi incavolavo, devo dire che ho invece sviluppato una certa tolleranza: in caso di una rivoluzione in pura salsa comunista tu saresti tra gli utili idioti. una volta finiti i festeggiamenti per le teste mozzate degli oppressori del popolo e la presa del palazzo ti renderesti conto ben presto che le pillole indorate dei cari leader comunisti per venderti il paradiso in terra si trasformerebbero ben presto in inferno. O chini il capo e obbedisci agli ordini dell’elitè o diventi un nemico del popolo, un oppressore (qualsiasi ragione il politicamente corretto made by Mao decida che sia. ) Lenin che manda giovani in guerra per invadere la Polonia? serve a liberare i polacchi dallo sfruttamento, se la pensi diversamente non sei politicamente allineato e un nemico del popolo. Lenin che va in giro in rolls royce? Ma è… Leggi tutto »

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  William Farnaby
20 Febbraio 2021 5:15

Vorresti negare che un paese arretrato come la Russia dell’inizio del secolo 20° abbia fatto in pochi anni dei passi da gigante divenendo la seconda superpotenza insieme agli Usa a guidare il mondo? E questi risultati a chi vanno ascritti se non al comunismo nato dalla rivoluzione del 1917? Almeno qualche merito ce l’avrà avuto il 1917 o no?

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  William Farnaby
20 Febbraio 2021 5:11

Durante l’esistenza dell’Urss brutta, sporca e cattiva per te ed altri, le condizioni dei lavoratori in occidente sono migliorate anche e soprattutto a causa dell’esistenza di quel modello di società alternativa.
E non è un caso che dall’implosione dell’Urss anche qui in occidente abbiamo assistito ad una moltiplicazione paurosa delle differenze e sperequazioni sociali.

alessandroparenti
alessandroparenti
Risposta al commento di  VincenzoS1955
16 Febbraio 2021 22:49

Capitalismo. E limite alla proprietà privata di 5 volte la media della popolazione. Lo diceva un filosofo greco(che mi pare fissasse anche a tre volte la media la retribuzione massima).

PietroGE
PietroGE
16 Febbraio 2021 3:45

D’accordo al 100% con l’articolo. Quando uno arriva al punto di manipolare il video di Trump sulle proteste del 6 Gennaio vuol dire che o è pazzo, o è disperato o è entrambe le cose. Questa armata Brancaleone di lobby clan e potentati vari che si fa chiamare con il nome altisonante di Partito Democratico americano ha toccato il fondo del pozzo dove è caduta dopo essere stata colpita dal boomerang dell’impeachment lanciato contro Trump. Aveva sperato che il controllo dei media, digitali e non, sarebbe stato sufficiente per ‘comprare’ un buona parte dei senatori del GOP. Questi ultimi però avevano sul collo il fiato di una classe media americana sempre più furiosa per la perdita di status e sull’orlo della miseria. Ora Trump è di nuovo in pista e il prossimo anno a Novembre potrebbe ritornare in senato e continuare da li la sua campagna elettorale per la Casa Bianca. Mi aspetto che Biden (cioè i suoi sponsor) trovi il diversivo di una guerra per cercare di esorcizzare lo spettro di Trump. Con i segretario di stato che si ritrovano, direi che stanno aspettando l’occasione per bombardare l’Iran o per riaccendere la guerra in Siria che sta volgendo al… Leggi tutto »

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  PietroGE
16 Febbraio 2021 4:19

Pazzi? Disperati?
Può darsi, ma è più facile che si sentano il braccio di Dio….

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  giovanni
16 Febbraio 2021 6:10

No, in fondo sanno quanto valgono. Chiunque di noi lo sa arrivato a quarant’anni.
Pazzi e disperati, si.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  PietroGE
16 Febbraio 2021 6:09

Super Ottimo Pietro Ge.

Tonguessy
Tonguessy
16 Febbraio 2021 3:47

Curioso come i Repubblicani siano passati dall’era Reagan con tutti i licenziamenti e le deregulations del caso agli attuali paladini dei lavoratori. E che dire dei Democratici, siano essi made in USA piuttosto che made in Italy? Con il crollo delle ideologie anche i cabasisi sono crollati oltre i tacchi. Personalmente me li infilo dentro i calzini.

PietroGE
PietroGE
Risposta al commento di  Tonguessy
16 Febbraio 2021 3:58

I lavoratori votano a destra anche in Italia e in Europa. In Francia, Germania, Austria e buona parte della Scandinavia i partiti di estrema destra sono quelli votati dalla classe operaia, tradita e abbandonata da una sinistra ormai venduta al grande capitale finanziario, all’emancipazionismo, alla globalizzazione e all’immigrazione. L’elettorato americano è, di norma, il meno ideologizzato dell’occidente e vota normalmente con il portafoglio. Un esempio che ha fatto scalpore : una buona parte degli ispanici americani ha votato Trump, nonostante il muro (anzi forse proprio per quello) al confine con il Messico, perché ha capito che l’immigrazione avrebbe reso ancora più precario il proprio lavoro.

Tizio
Tizio
Risposta al commento di  PietroGE
16 Febbraio 2021 18:45

Si ma a che serve che tutti votano trump se poi da un satellite prendono milioni di voti e li spostano allo sfidante ?

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  Tizio
20 Febbraio 2021 5:18

A farti capire che per loro il popolo non conta una fava ma di questo ne avevamo già il forte sospetto prima.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Tonguessy
16 Febbraio 2021 6:10

Sarà curioso ma così è.

XL
XL
Risposta al commento di  Tonguessy
16 Febbraio 2021 8:59

E’ la prova che le ideologie erano solo maschere per portare avanti altri programmi, queli veri.
E non dimentichiamo mai che Spengler aveva ragione: la sinistra fa SEMPRE il gioco del grande capitale, a volte persino senza saperlo.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  XL
20 Febbraio 2021 5:18

Invece la destra lo fa sempre scientemente…

Dante Bertello
Dante Bertello
16 Febbraio 2021 5:40

Se i Dem non sono riusciti a fare l’ impeachment contro Trump, cercheranno un altro modo per toglierselo dai piedi (JFK insegna…).

Nel febbraio del 2017, sul Forum del M5S, consigliai a Donald di non avvicinarsi alla cittadina ove risiedeva John Hinkley jr., che era stato rilasciato, dopo 34 anni di ospedale psichiatrico, nel settembre 2016.
Per chi non lo sapesse, Hinkley, è colui che attentò alla vita di Reagan nel 1981, molto curiosa è la vicinanza della sua famiglia di petrolieri, a George Bush sr, allora Vice-
Presidente USA e che, nel caso di morte di Reagan, sarebbe diventato Presidente…

Quanto accaduto in estate, da parte dei Black Lives Matter, è esecrabile, e sono il primo a condannarlo, ma l’assassinio di Floyd da parte della polizia, è quanto di più lontano ci si debba aspettare da appartenenti alle forze dell’ordine.

Sono anche arrivato a pensare che la modalità, e la visibilità che è stata data all’uccisione del povero Floyd, sia stata compiuta per esacerbare gli animi, già di per se infiammati, delle minoranze di colore.

La sentenza del processo ai poliziotti, autori dell’omicidio, sarà esplicativa per comprendere se si sia trattato dell’ennesima “false flag”.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 6:12

L’unica paura è quella, che l’ammazzino.

Tizio
Tizio
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 18:51

Tranquilli per fermare Trump è sufficiente nancy pelosi, appena scagionato dal senato la piccola ma potente nancy lo ha messo di nuovo sotto accusa alla velocità della luce, un vero mastino che non lo mollerà nemmeno di un millimetro.

colzani2
colzani2
16 Febbraio 2021 6:03

C’è meno baccano allo stadio.
E pensare che credevo che i più radicali ed estremisti fossero i democratici.

danone
danone
Risposta al commento di  colzani2
16 Febbraio 2021 7:49

Te credo, non ci va più nessuno allo stadio.
Sei rimasto alla vecchia normalità.
Devi trovare espressioni adatte alla nuova normalità :-))

danone
danone
Risposta al commento di  colzani2
16 Febbraio 2021 7:49

Te credo, non ci va più nessuno allo stadio.
Sei rimasto alla vecchia normalità.
Devi trovare espressioni adatte alla nuova normalità :-))

SettimoSigillo
SettimoSigillo
16 Febbraio 2021 6:17

Se tutto lo show e’ stato fatto per far ri-candidare Trump in un ruolo politico qualsiasi… beh, allora di “biblico” qui’ non vedo proprio nulla.

Chissene dei repubblicani e democtratici. Qui’ bispogna far soccombere la Cia, Fbi, Pentagono, Media corp, Big Pharma, Big Tech… ma adesso questi se ne escono di “elezioni medio termine” e Biden destituito. Ma al DS frega nulla di Biden, della Pelosi… Sono tutti personaggi strategicamente sostituibili dall’oggi al domani.

Intanto il Great Reset va spedito…

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  SettimoSigillo
16 Febbraio 2021 6:57

No perché sono tanto sostituibili che per Presidente hanno candidato uno come Biden che vuol dire non avere niente di niente di meglio.
Anche la vice è quella che ha avuto meno voti persino fra i Dem.
Tradotto: questi sinistri a forza di negare che esiste in natura la leadership, si sono ridotti al nulla.
Quando gli va bene hanno personaggi anonimi e insignificanti. Guarda anche in Italia , il commissario Montalbano/Zingaretti: non piacerebbe nemmeno a sua madre se si votasse.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  lady Dodi
16 Febbraio 2021 7:21

Il DS si sta preparando all’instaurazione di un governo mondiale di stampo totalitario. Un regime tecnocratico e cibernetico.

Attualmente della “leadership” politica gli frega poco, tanto hanno le redini del consenso mediatico e il dominio culturale. Uno come Biden – ma vale per tutti gli attori in gioco – e’ messo li’ solo come figura transitoria. Non vale un fico secco nemmeno per loro. Anzi, puo’ la figura e’ patetica, piu’ sara’ facile la transizione.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  SettimoSigillo
16 Febbraio 2021 7:32

Dico Biden per modo di dire, so che non conta niente. La mia impressione è che abbiano fatto il passo più lungo della gamba e spero di non sbagliarmi.
Di sicuro tutti a sinistra temono il voto come i vampiri temono l’aglio.

SettimoSigillo
SettimoSigillo
Risposta al commento di  lady Dodi
16 Febbraio 2021 9:32

Si stanno semplicemente scoprendo. Anche questo fa parte del piano. Lo stesso Great Reset e’ diventato un programma politico pubblico.
Non temono piu’ nulla.

Magari Trump ha veramente un asso nella manica. Non ritengo pero’ attuabile attraverso la politica istutuzionale, da come e’ composta oggi. Serve un Resete, in effetti. Forse e’ il punto dove tutti e due gli schieramenti vorrebbero arrivare. Allora si sarebbe biblico.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  lady Dodi
20 Febbraio 2021 5:22

Votare per fare cosa? Per mandare al governo Salvini che ci sta già e ha dato appena ora la fiducia a Draghi che ha dichiarato per l’ennesima volta che l’euro è irreversibile???????

Primadellesabbie
Primadellesabbie
16 Febbraio 2021 8:20

Nel ’68, e anche dopo, certi gruppuscoli organizzavano grandi manifestazioni su temi cosmici, che si risolvevano con quattro gatti in mezzo ad una piazza vuota.

Il giorno dopo si riunivano e, dopo interminabili discussioni, anziché prendere atto della sconfitta, decidevano di scrivere un volantino con il quale avrebbero inchiodato il popolo, colpevole di indifferenza, alle sue responsabilità, e ritenevano così, e spiegavano, di avere stravinto.

Questo articolo mi ricorda quei volantini.

PS – Il punto debole dei troppo ricchi é di non accontentarsi di essere troppo ricchi, qui ne abbiamo potuto vedere all’opera uno che si é ostinato a mettersi in vetrina.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Primadellesabbie
16 Febbraio 2021 8:34

La differenza è che i 74 milioni di elettori pro Trump sono persone reali, mentre gli 81 milioni di Biden sono in larga parte inventati.

Quelli di cui sta parlando lei, sono mutati da allora.
Adesso vanno nei forum camuffati da una cosa, mentre in realtà, sono l’esatto contrario.

E chi vuol intendere intenda…

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 8:42

Quelli di Biden li hanno inventati perché si gioca alla democrazia, quel cartello non ha bisogno né di quelli veri (meglio se ci sono) né di quelli inventati e, nell’occasione si é compattato al punto da trovare diffusa complicità fino in basso per poter truccare il voto.
Quanto dureranno quelli ‘veri’? Vedremo.

I moralismi non mi interessano.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Primadellesabbie
16 Febbraio 2021 9:10

I voti li hanno inventai perché era l’unico modo per riprendersi la presidenza USA.

Se fossero riusciti a vincere lealmente l’avrebbero fatto, ma sapevano di essere invisi al popolo e avevano preparato tutto da mesi, compresi i BLM, in caso di bisogno.

Si comportano come se stessero facendo una partita a poker, bleffano, sperando che l’avversario non venga a vedere.

Vanno avanti giorno per giorno giocandosi il tutto per tutto, perché non hanno alternativa.

Se dovesse mai uscire la verità su 11/9 o su Jeffrey Epstein, con annessi e connessi (per citarne solo due), verrebbero spazzati all’istante.
E’ emblematica la frase pronunciata da George H.W. Bush: “Se il popolo americano sapesse ciò che abbiamo fatto, ci impiccherebbe tutti all’istante”.

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 9:28

Era l’unico modo? E, guarda caso lo hanno potuto usare senza problemi, ma ci si rende conto dell’estensione della ‘collaborazione’ necessaria per quella faccenda? Annunciata per tempo, addirittura, e attuata con modalità anche clamorose.
(Ricorda gli arbitraggi per la Juve).

E non é valso strillare e dimostrare, poi hanno tranquillamente spento i microfoni nell’indifferenza generale.

Le verità sono uscite…e non é successo nulla.
Se il popolo sapesse? Lo sa, lo sa…é passato un secolo da allora, e di scandali sotto i ponti ne sono transitati a bizzeffe.

Non hanno nemmeno avuto ancora bisogno di mettere in piazza gli insuccessi di Trump, se li terranno per una fase successiva.

No, guarda, dato il tavolo sul quale si gioca non bluffano, questo mi pare evidente.
Imbrogliano meglio del sedicente avversario, non bluffano.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Primadellesabbie
16 Febbraio 2021 9:55

Noi lo sappiamo, ma la stragrande maggioranza delle persone, crede sia stato Bin Laden ad aver compiuto l’attentato dell’ 11/9, o che Kennedy sia stato ucciso da Lee Harvey Oswald.

La loro forza sta nell’indolenza del 95% del genere umano che non ha voglia, non dico di pensare, ma neppure di ascoltare, chi vuole far loro conoscere, una versione diversa delle cose che accadono.

Primadellesabbie
Primadellesabbie
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 10:07

Ecco, qui ti seguo, non é che non sanno, non ‘vogliono sapere”.
Le ragioni? Tante, e non sempre censurabili.

D’altra parte poi c’é chi ha capito ma non sa scegliere il cavallo, punta volutamente e con insistenza cieca su dei brocchi, dal leggendario B. a S. a Trump stesso (ma si potrebbe risalire nel tempo).
Perché?

Perché é scontento ma non vorrebbe cambiare troppo questo sistema che, tutto sommato, gli va bene.

E allora perché strilla?

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Primadellesabbie
16 Febbraio 2021 10:28

Trump era il meglio (o il meno peggio, secondo altri), che ci fosse nella lista di partenza.

E difatti è stato votato, da coloro i quali stavano strillando più forte degli altri, e che erano la maggioranza.

Ma con un giochino di prestigio degno del miglior Silvan, hanno invertito le posizioni.

A questo punto, hanno tutti i loro buoni motivi, per strillare ancora più forte. Almeno quello concediamoglielo…

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  Primadellesabbie
20 Febbraio 2021 5:26

Forse perché il sistema è tarato per selezionare i peggiori.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Primadellesabbie
16 Febbraio 2021 9:57

Irrecuperabile.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  Primadellesabbie
20 Febbraio 2021 5:25

Il paragone con la Juve te lo potevi risparmiare comunque; alla Juve l’hanno mandata in B dopo imgiustamente, dubito che Bidet andrà mai a Guantanamo come meriterebbe.

Diogene
Diogene
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 10:22

Qualunque sia la parte, sono reali sono coloro che alzano il culetto d’oro e materialmente agiscono per prendere e gestire il potere fossero anche quattro gatti. Al momento i Democratici ne hanno messi in campo cinque di gatti e tanto basta per mancanza di concorrenza

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Diogene
16 Febbraio 2021 11:09

Sono voti reali quelli di coloro alzano il “culetto” e vanno a votare di persona, con il loro bel certificato elettorale e documento d’identità.

Chi invece, magari già defunto, invia per posta il proprio voto, commette una truffa.

Più che dei gatti, i democratici hanno tirato fuori dal cilindro dei conigli, come facevano il mago Oronzo o il mago Forest…

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 11:12

Se la controinformazione dobbiamo farla per difendere il garantismo siamo messi davvero male. Piagnucolare perché una banda di criminali ha sottratto quattro voti ad un utile idiota incapace di distinguere la Siria dall’Afghanistan.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  colzani2
16 Febbraio 2021 11:54

La controinformazione la facciamo per difendere alcuni di quei diritti sacrosanti che sono: Democrazia e Verità.

E cosa vi è di più importante della volontà popolare ai seggi?

Non si parla di “quattro” voti, ma di milioni (decine probabilmente).

Forse non distinguerà Siria con Afghanistan, ma almeno non ha iniziato alcuna altra guerra, a differenza del Premio Nobel per la Pace, Obama (Siria-Libia-Ucraina) del quale immagino sentiate la mancanza…

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 12:45

Possiamo difendere il sistema democratico se gente come Trump avesse davvero mosso il suo grasso sedere per fare qualcosa, anche in piccolo, per gli States. Trump invece ha seguito un trend iniziato con il suo collega Obama: decrescita della disoccupazione e aumento del GDP. Sono tutti bravi a cavalcare l’onda. Anche Obama si era accollato i meriti di questa “performance”. Invece di aiutare l’economia statunitense Trump ha aiutato le banche e le grandi corporations. Invece di ridurre la spesa militare, l’ha aumentata. Ha rafforzato la posizione di Saud e Zion in medio oriente. Un Obama candeggiato. Un democratico con la bocca piena di slogan del profondo sud confederato. Tra tutti gli utili idioti che hanno occupato la WH direi che il Trump è stato il terzo più carismatico dopo JFK ed il negretto. E non aveva nemmeno bisogno del teleprompter per dire le ca22ate che ha detto. Vedo che il livello è quello di “sentire la mancanza”…, la critica non è necessariamente opposizione. Il suo Trump non è meglio di Obama o di Clinton, ma non è peggio! Sono entrambi scarabocchi per gli allocchi che li votano. Ed è lì che si svolge la battaglia, esattamente come in un campo… Leggi tutto »

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  colzani2
16 Febbraio 2021 15:09

La democrazia la difendo comunque.

Anche a me non sono piaciute le posizioni prese in medi oriente, ma non si può avere tutto dalla vita.

Tra il 2015 ed il 2016 Obama aumentò del 1.7% le spese militari, con Trump sono si aumentate, ma calcolate in base al PIL sono diminuite dal 3.5% al 3.2%.

Rispetto a Obama e alla Clinton ritengo sia sicuramente meglio, comunque vedremo in questi quattro anni quante guerre verranno iniziate e cosa accadrà, soprattutto in Siria ed Iraq, dove le truppe USA erano state ridotte in numero.

La domanda che mi pongo però è: “come mai darsi così tanto da fare, ed in maniera così manifesta, per frodare nelle elezioni presidenziali, se anche Trump fosse stato un ingranaggio del medesimo meccanismo?”

Qui si parla non del meglio sulla piazza, ma del meno peggio, che però può fare veramente la differenza.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 16:01

Certo che non si può avere tutto dalla vita, ma un presidente coerente e che mi rappresenti sarebbe il minimo. E considerando la sua precisa posizione all’interno di quella élite che lui vorrebbe far credere che combatte, non vedo perché dovrei accettare un presidente a metà.
Se facciamo i calcoli relativizzando sul gdp credo che allora possiamo sostenere e confutare tutto ed il contrario di tutto.
Cosa le fa credere che Trump non sia parte di questa sceneggiata? Prendiamo un immobiliarista democratico, convertiamolo e mettiamogli in bocca quattro slogan, facciamolo cadere sotto le sue stesse contraddizioni, ed ecco la strada spianata per riforme che altrimenti non si sarebbero potute attuare. Così come un Obama non avrebbe mai potuto armare un Saudi Arabia o regalare quello che Trump ha regalato al sionismo.
ogni 4 anni c’è un meno peggio.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  colzani2
16 Febbraio 2021 16:31

Passati questi 4 anni tireremo le somme.

colzani2
colzani2
Risposta al commento di  Dante Bertello
16 Febbraio 2021 17:07

Meglio che tirare le cuoia 🙂

Ettore
Ettore
16 Febbraio 2021 10:31

A prescindere dall’esito dell’impeachment, che ormai è irrilevante, Trump è politicamente finito. Impensabile pensare che si possa ripresentare in politica dopo quanto accaduto al Capitol.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Ettore
16 Febbraio 2021 11:00

L’esito dell’impeachment lo trovi irrilevante perché hai perso.
Altrimenti vedevamo come lo trovavi rilevante!

Ettore
Ettore
Risposta al commento di  lady Dodi
16 Febbraio 2021 13:02

Io non ho espresso una preferenza per una parte o per l’altra quindi come fai a dire che avrei perso?

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Ettore
16 Febbraio 2021 14:25

Hai detto che l’esito dell’impeachment sarebbe irrilevante?
E allora perché i tiggi nostrani ne parlavano di continuo e con la evidente intenzione di tifare Biden?

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  Ettore
20 Febbraio 2021 5:28

Forse non l’hai espressa esplicitamente ma implicitamente eccome se l’hai espressa.

ant85
ant85
Risposta al commento di  Ettore
16 Febbraio 2021 11:03

Gli avvocati di Trump hanno dimostrato che quella di Capitol Hill e’ stata un’operazione mediatica studiata a tavolino per impedire a Trump di ricandidarsi nel 2024.
Poi, di grazia, chi avrebbe dovuto guidare il golpe? Quel ridicolissimo cialtrone con le corna invitato dalla stessa polizia?

Ettore
Ettore
Risposta al commento di  ant85
16 Febbraio 2021 13:03

Non escluso che sia stata una operazione false flag, potrebbe anche essere come potrebbe non esserlo. Ma questo non cambia nulla perchè ormai Trump è associato all’assalto e questo è il solo dato di fatto. In ogni caso è lui che ha sbagliato.

ant85
ant85
Risposta al commento di  Ettore
16 Febbraio 2021 13:48

Trump e’ associato all’assalto, Biden alla truffa elettorale orchestrata dal deep state. Come vedi entrambi hanno una croce, con la differenza che il morto vivente DEM dovra’ fare il presidente di una nazione sull’orlo di una guerra civile.
Continui a non capire la presa per il cuIo del 6 gennaio, dove un cornuto idIota figlio di un giudice – rilasciato tramite cauzione di 100.000 dollari – diventa simbolo di questa farsa. Come dici te – ma e’ qui che sta la tua malafede – in ogni caso e’ colpa di Trump. Questa e’ la narrazione fornita dai mass mer.a di regime, e tu stai qui a ricordarcelo.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  ant85
16 Febbraio 2021 14:26

Capisce capisce è che sarà un votante PD.
Lascialo perdere.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  Ettore
20 Febbraio 2021 5:29

Sbagliato, l’assoluzione dall’ennesimo ridicolo impeachment lo mette nelle condizioni di ripresentarsi anche tra 4 anni se vuole per la corsa alla carica presidenziale; lui i voti per ora ce li ha, gli altri hanno solo i morti che votano…

Nicolass
Nicolass
16 Febbraio 2021 10:46

Non posso che essere d’accordo con l’autore.. il fallito impeachment contro Trump è una buona notizia per tutti noi e anche il fatto che gli americani abbiano consapevolezza di che feccia siano i democratici lascia ben sperare… c’è pero un piccolo problema… anche se infatti Trump diventasse il nuovo dominus del partito repubblicano candidandosi alle prossime elezioni come potrebbe minimamente sperare di vincerle visto che se hanno truccato il voto una volta potranno sicuramente rifarlo in futuro?.. questo mi sembra un problema non da poco..

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  Nicolass
16 Febbraio 2021 11:03

I Repubblicani a questo punto li avrebbe tutti dalla sua, e con loro, i voti stavolta si conterebbero sul serio.
Ma Meyssan parla di guerra civile adesso. Al primo, inevitabile, passo falso di Biden-Harris.
Non ci vuole molto a mettere i rappresentanti di lista dove si scrutinano i voti. Noi lo facciamo e per questo non ci fanno votare.

ant85
ant85
Risposta al commento di  lady Dodi
16 Febbraio 2021 11:04

Buon per Trump (e per noi) che la guerra civile scoppiera’ tra le loro mani.

maxjuve
maxjuve
Risposta al commento di  lady Dodi
20 Febbraio 2021 5:31

Ormai anche se ci facessero votare per chi voteresti? Sono tutti venuti allo scoperto….

uparishutrachoal
uparishutrachoal
16 Febbraio 2021 10:53

E’ inutile..ci vuole il meglio di Biden e il meglio di Trump..uniti nella nuova figura regale che dovrà governare gli USA e il mondo..
Ma ciò sarà possibile solo se l’anello del potere verrà gettato nella fornace del monte Fato..e se anche qualcuno c’è riuscito per alte virtù interiori..la notizia non è ancora giunta agli orchi e agli orchetti che continuano a darsela di santa ragione..

danone
danone
Risposta al commento di  uparishutrachoal
16 Febbraio 2021 12:12

“ci vuole il meglio di Biden e il meglio di Trump..uniti nella nuova figura regale che dovrà governare gli USA e il mondo”

Hai ragione upa.
Joe Med Biden vs Donald Max Trump
Nella desertica terra di nessuno, dopo il grande reset…

uparishutrachoal
uparishutrachoal
16 Febbraio 2021 10:53

E’ inutile..ci vuole il meglio di Biden e il meglio di Trump..uniti nella nuova figura regale che dovrà governare gli USA e il mondo..
Ma ciò sarà possibile solo se l’anello del potere verrà gettato nella fornace del monte Fato..e se anche qualcuno c’è riuscito per alte virtù interiori..la notizia non è ancora giunta agli orchi e agli orchetti che continuano a darsela di santa ragione..

merolone
merolone
16 Febbraio 2021 13:02

Gli USA sono in piena evoluzione, stanno cambiando sul piano etnico-confessionale, con gli ispanici vicini ai 70 milioni, circa il 20% su circa 340 milioni di cittadini, sono già circa il 40% in California, New Mexico e Texas, inoltre il cuore del partito democratico, la California, sta attraversando una grave crisi economica ed ambientale, economica perchè le sue fortune erano legate al suo ruolo di terminal commerciale delle merci a basso costo che arrivavano dall’Asia, oltrechè sede delle aziende hi-tech che progettavano e poi reimportavano l’hardware costruito appunto in Asia, e oggi con la guerra commerciale con la Cina e l’aumento del costo del lavoro nella stessa e perfino in Vietnam, nonchè con il crollo dei consumi negli USA causa covid, dall’Asia si importa sempre meno, inoltre i prezzi delle abitazioni sono schizzati alle stelle, crisi ambientale a causa degli incendi che sono provocati dalla elevata densità abitativa finanche nelle foreste causata dalla preferenza delle famiglie per le villette unifamiliari anzichè per i condomini. Avanza invece il Texas repubblicano che attira le imprese perchè ha vasti spazi, tasse basse al contrario della California e del New York altro stato dem in crisi, inoltre ha stretti rapporti economici con il Messico… Leggi tutto »

oriundo2006
oriundo2006
16 Febbraio 2021 12:48

Attenendomi strettamente al senso dell’articolo, trovo debole e persino degno di sorriso il desiderio di ripristinare i ‘valori americani’. Se questi sono i paladini di Trump, ebbene costoro non hanno capito che quei valori sono finiti, dem o non dem, antifa o non antifa. Perche’ ? Perche’ l’assalto a Capitol Hill, la farsa delle elezioni, il comportamento dei media ha scoperchiato l’asse marcio sotto cui proliferavano da decenni indisturbati ogni sorta di vermi e parassiti, che costituivano e costituiscono l’ ossatura del potere americano: la grande finanza, il complesso militar-industriale, i media con la loro proiezione dei ‘desideranti’ a livello internazionale, l’idea che tutto si possa fare purche’ si sia ‘dio-patria-famiglia’…in una parola il mito dell’America. Trump, nel voler far di nuovo grande gli USA li ha paradossalmente sdoganati dando loro ancor piu’ forza, aprendo il vaso di Pandora dell’ imbroglio davanti a tutti ma nel contempo dimostrando il loro immenso potere nelle coscienze: potere che si e’ ritorto contro queste stesse dimostrandone la loro vera essenza, essenza necessaria paradossalmente per rendere l’ America ‘grande’. La buona fede e l’ ingenuita’ tutta yankee e’ FINITA proprio per queste ragioni. E nessuno potra’ ripristinare questa innocenza, studiata e introitata da milioni… Leggi tutto »

danone
danone
Risposta al commento di  oriundo2006
16 Febbraio 2021 13:10

Caro Oriundo se finisce il tempo del “destino manifesto”, il mondo non può che ringraziare.
Gli USA non sono proprio soli di fronte a loro stessi, ma hanno mezzo mondo che vorrebbe fargli il c.lo.
Vedrai che gli toccherà fare come il cattivo pagatore. Col debito impagabile che hanno, gli conviene chiudere la vecchia ragione sociale, chiedere il fallimento e dividersi, finita lì, altro giro.
In tempo di grande reset lo possono fare, perchè intanto fra meno di un decennio ci confedereranno tutti, grandi e piccoli, nel governo unico mondiale del NWO ed è bella che fatta.

oriundo2006
oriundo2006
Risposta al commento di  danone
16 Febbraio 2021 15:58

Ciao…consento e no sull’ idea del reset dell’ impagabile.
In certi ambienti il debito lo paghi col sangue. E il creditore sappiamo da chi e’ impersonato su questa terra, come sappiamo benissimo che un reset puro e semplice non servirebbe al sistema cosi’ come e’: strozzerebbe il profitto ordinario come attesa futura e l’extraprofitto come resa continua nei mercati finanziari su cui tutti noi volenti o nolenti campiamo. Dopo rimarrebbe il cannibalismo tout court, dopo quello rituale ed indiretto delle elites predatorie del ‘mercato’ di oggi, mascherata con le soavi e mendaci parole dalla ‘distruzione creativa’. Ho l’impressione invece che queste idee circolino perche’ le elites stanno perdendo potere, non hanno piu’ il monopolio del potere e del sapere indiscusso come solo fino ad inizio millennio…ma non certo perche’ il reset serva davvero.
Serve stabilita’ dato che siamo quasi 8 miliardi … e nient’altro.

mingo
mingo
16 Febbraio 2021 13:20

Io suggerirei calma ,c’è troppa euforia .Si la scampata ma la partita è ancora lunga ,molto lunga e va giocata bene ,vediamo come si evolveranno le cose in futuro .
Ma una cosa è certa il partito Repubblicano va in contro ad una epurazione come non si erano mai viste in USA.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  mingo
16 Febbraio 2021 14:29

Arriva il momento in cui si deve scegliere.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  mingo
16 Febbraio 2021 14:29

Arriva il momento in cui si deve scegliere.

mingo
mingo
Risposta al commento di  lady Dodi
16 Febbraio 2021 17:02

Si deve scegliere cosa?

RUteo
RUteo
16 Febbraio 2021 14:21

La seconda rivoluzione americana : I discendenti dei banditi europei si scontreranno con squadre miste di discendenti di schiavi africani , poi i rimasugli incolperanno i nativi e la storia riparte , torneranno a esportare democrazia ,se non fosse che Putin e Xi in nulla concordano .

lady Dodi
lady Dodi
16 Febbraio 2021 14:34

Qui fa un freddo cane da tre giorni. Pare sia colpa di un vento siberiano.
E che fa il tiggi1? Siccome, come per Trump, ripete a pappagallo quel che dice la CNN, ci racconta delle tempeste di neve di tutta America e non dice che tempo farà domani in Italia.
Gli Usa ci avrebbero schiavizzati?
A me sembra che facciamo i servi non richiesti.
Voglio le previsioni del tempo di casa mia, se non chiedo troppo.

a-zero
a-zero
16 Febbraio 2021 16:02

E’ stucchevole assistere a quanti controinformatori di una provincia dell’impero adoperino le proprie residue forze celebrali appresso alle proiezioni di messe-in-scena teatrali che arrivano dal palco centrale dell’impero di cui sono sudditi, e incapponirsi convinti a discettare su quale sia il capocomico e la banda di saltimbanchi e teatranti migliori per la propria vita.

L’alienazione da messianismo è una forza millenaria inesauribile.

Nella realtà, questo testimonia e certifica l’impotenza atavica delle masse subalterne.

No, la mia non è solo spocchia. No, non è solo noia. E’ sversare su un pubblico forum un eccesso di bile. Spero che io possa essere compreso dai meritevoli redattori di CdC per questo mio bisogno salutare di estroversione splenica.

Roberto Rey
Roberto Rey
16 Febbraio 2021 17:32

Ron Paul : coloro che sono accecati dall’odio per Trump non stanno per arrendersi. Sono irrazionali e ossessionati. Sono anche pericolosi.