Trump : «Anche in America ci sono assassini» (Gli USA sono Innocenti e non hanno Mai Ammazzato Nessuno)

 

Counterpunch.org

E’ stato solo un caso il fatto che un presidente degli Stati Uniti abbia ammesso che gli Stati Uniti hanno ucciso delle persone e che lo abbiano fatto non meno di quanto lo facciano anche  altri paesi, ma  è stato detto per  difendere quel modo di fare, non per denunciarlo.

Non è un segreto che in gran parte del mondo gli Stati Uniti siano (per dirla con le parole di  quel lecchino di Putin, Martin Luther King Jr. ) il paese che crea più violenza sul pianeta. Gli Stati Uniti sono il primo paese nel commercio delle armi, il paese che spende più soldi per le armi, il paese con le più alte spese militari, che ha la più diffusa presenza imperiale, il paese che ha creato più frequentemente le guerre, quello più prolifico nel rovesciare governi, e quello che dal 1945 al 2017  che ha ucciso più  uomini in guerra.

Durante questa ultima campagna elettorale USA, durante un dibattito un moderatore ha chiesto se un candidato avrebbe dovuto essere disposto a uccidere migliaia di bambini innocenti se questa fosse stata una delle funzioni presidenziali di base. Si possono trovare molti difetti in Russia e in molti altri paesi, ma in nessun altro paese sarebbe mai successa una cosa del genere.

In occasione di eventi pubblici, mi capita di chiede alla gente di farmi il nome degli otto paesi bombardati sotto la presidenza  Obama, e la maggior parte della gente nemmeno si avvicina a dare una risposta. In nessun altro posto al mondo, c’è gente che non trattiene nella propria mente almeno una traccia delle guerre che combatte il proprio paese.

Durante questa ultima presidenza, gli Stati Uniti hanno sviluppato una nuova politica che fa ammazzare la gente da droni. Non ci sono ancora altre nazioni che fanno lo stesso.

Hillary Clinton ha detto ai banchieri di Goldman Sachs che una no-fly zone in Siria avrebbe comportato l’uccisione di molti siriani, ma ha detto alla gente comune che doveva essere creata  una no-fly zone.

Pur con tutti i diavoli che le aleggiano intorno, in patria e all’estero, la Russia – nel corso degli anni – ha proposto il  completo disarmo nucleare, comunque un disarmo piuttosto significativo nel complesso, il divieto di usare armi nello spazio, e un accordo di pace in Siria, mentre gli Stati Uniti non hanno mantenuto le loro promesse ed hanno infranto la legge e  la morale per espandere la NATO e far arrivare le proprie truppe fino al confine con la Russia.

La realtà delle relazioni USA con l’estero di solito è trattata come “FAKE-NEWS”. Così, quando qualcuno, come Donald Trump,  dice che ormai le bugie e i disastri  stanno passando di moda e  si lascia scappare qualcosa di vero, ecco subito quelli che tifano per i democratici correre a  denunciare quello che dice.

Ma il loro cieco patriottismo di parte rafforza solo la verità di quello che dice  Trump. Dato che è uno che condanna le  politiche di chi “ruba il petrolio” e di chi  “uccide le famiglie” con le sue parole non aggiunge niente di nuovo ai tanti record che si sono guadagnati gli Stati Uniti. Già da molto tempo prima del Bowling Green Massacre, uccidere per le spese federali discrezionali USA è sempre stato il principale investimento .

David Swanson   per dichiarare la propria volontà di pace http://WorldBeyondWar.org  Il suo ultimo libro War No More: The Case for Abolition.

Fonte : http://www.counterpunch.org/

Link : http://www.counterpunch.org/2017/02/06/the-united-states-is-innocent-and-has-never-killed-anyone/

 Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

0 0 voti
Valuta l'articolo
22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Ronte
7 Febbraio 2017 , 9:12 9:12

Articolazione dei vari imperialismi. Eppure la guerra del Vietnam scatenò al tempo una contestazione mondiale. Ma quello fu il periodo in cui si affacciarono le coscienze degli uomini, soprattutto dei giovani. Oggi continuiamo a restare passivi anche di fronte ai crimini più spietati. A quando il risveglio?

fastidioso
Reply to  Ronte
7 Febbraio 2017 , 9:30 9:30

Il 60% degli ameri_CANI crede di aver vinto la guerra del Vietnam !!!

sfruc
Reply to  fastidioso
7 Febbraio 2017 , 13:01 13:01

Interessante questo dato. E del tutto credibile, nonostante la sua enormità.
Potresti cortesemente specificarne la fonte?
Grazie
PS: non c’è alcuna polemica nella mia richiesta: è solo per poter eventualmente utilizzare a mia volta quel dato nelle discussioni, senza essere accusato di “fake new”, depistando così il discorso

Lupis Tana
Lupis Tana
Reply to  fastidioso
7 Febbraio 2017 , 21:26 21:26

e sottolineo CANI – fastidioso come nicch mi piace. saluti, tan lup

gianni
Reply to  Ronte
7 Febbraio 2017 , 9:48 9:48

se la gente mangia , beve e puo’ fare figli non gli frega niente di cosa succede nel mondo , neanche di cosa fa il proprio governo , io l’ unica cosa che posso sperare e’ una guerra civile devastante all’ interno degli USA cosi’ magari la smettono di massacrare il mondo

virgilio
virgilio
Reply to  gianni
7 Febbraio 2017 , 14:33 14:33

ma guarda che come mi ricordo negli anni 60 si mangiava si beveva e si faceva figli ancora piu di adesso,almeno in europa!

stefano passa
Reply to  Ronte
7 Febbraio 2017 , 11:52 11:52

te credo che contestavano, c’era la leva obbligatoria……..
ora i ragazzi dormono sonni tranquilli, ci vanno solo i volontari mediamente poveracci per guadagnarsi lo stipendio

clausneghe
7 Febbraio 2017 , 9:14 9:14

L’articolista con poche pennellate digitali è riuscito a fare questo interessante ritratto de “La banalità del Male” oggi incarnata in quella Nazione che qualcuno paragona all’antica Roma ma che è piuttosto,a mio parere, la biblica Babilonia immersa nei luridi avanzi delle sue orge sanguinolente.
Aspettiamo solo che Dio faccia vedere il suo dito risolutore, e la faccia inginocchiare a terra. Se lo merita ampiamente, dagli Indiani in poi, quella genia non ha fatto oltre che ammazzare. Non sono i soli, certo, ma come dice l’articolo sono i più grandi, criminali.

fastidioso
Reply to  clausneghe
7 Febbraio 2017 , 9:32 9:32

Il 5% della popolazione del pianeta “succhia”il 25% delle risorse del pianeta.
Domanda : chi sono questi del 5% ?

gianni
Reply to  clausneghe
7 Febbraio 2017 , 9:50 9:50

basta vedere i loro film e telefilm per vedere quanta violenza e male hanno dentro , auguro agli USA tutto il male possibile

Cataldo
Cataldo
7 Febbraio 2017 , 10:18 10:18

Alla base storica di questo processo di “svincolamento” tra guerra e corpo sociale c’è la trasformazione degli eserciti in milizie professionali, abolendo la leva, e trasformando inesorabilmente il rapporto dialettico tra: stato, forze di difesa, popolo.
E questo uno dei punti cruciali, per una politica volta al ripristino della responsabilità politica verificabile nella conduzione dello stato.

amaryllide
amaryllide
Reply to  Cataldo
7 Febbraio 2017 , 21:38 21:38

la bomba atomica, il crimine contro l’umanità più efferato della storia, l’hanno usata con l’esercito di leva.

adestil
7 Febbraio 2017 , 12:20 12:20

purtroppo per noi,fastidioso,la guerra in vietnam gli USA l’hanno vinta..
infatti aver distrutto o fatto distruggere tutto il vietnam del sud,parte della cambogia e del laos ha fatto che da allora nessuna di quelle zone si è più ribellata agli USA che di fatto ne ha egemonizzato i governi senza pià bisogno di armi..

L’intervento in Vietnam non serviva a vincere la guerra ma a far capire che gli USA sarebbero intervenuti a costi di enormi perdite (ma totale distruzione dello stato dove intervenuti)se costoro avessero provato ad entrare nell’orbita russa o cinese senza il permesso degli USA.
I fatti sono questi,dopo la guerra in Vietnam,gli USA hanno egemonizzato l’intera zona geografica,oltre ai vari protettorati militari che si sono creati e anche appoggiato e deciso i vari dittatori…e nessuno più a provato a ribellarsi per evitare di fare la fine del Vietnam..

Non ti fare ingannare..

MarioG
MarioG
Reply to  adestil
7 Febbraio 2017 , 18:49 18:49

Concordo

Emilia2
Emilia2
Reply to  adestil
8 Febbraio 2017 , 7:58 7:58

Veramente l’Iraq, la Serbia, Gheddafi e la Siria hanno fatto una fine peggiore.

Alessandro Farolfi
Alessandro Farolfi
Reply to  adestil
12 Febbraio 2017 , 19:16 19:16

Quindi i filmati visti in TV nell’aprile 1975 quando durante la precipitosa fuga,si perché di fuga disonorevole si é trattato,sia degli Statunitensi stessi,come dei fantocci SudVietnamiti più complici delle malefatte USA,dicevo la FUGA dei suddetti criminali,addirittura appesi agli elicotteri,dall’allora capitale sudista Saigon,era tutto un sogno e non é mai successo?
ed i quasi 60000 morti USA in Vietnam non ci sono mai stati,come non sono mai esistite le perdite di materiale militare USA in Indocina(Vietnam,Laos e Cambogia)che x i solo aeromobili si contano in circa 3000 aerei e 2000 elicotteri senza contare tutto il resto,che non posso ora quantificare perché non ho le cifre sotto mano ma é una enormità ve lo assicuro.
E’ stata tutta una favola,con almeno un milione di morti Vietnamiti ad altre centinaia di migliaia in Cambogia e Laos?
Ma x favore vedi bene di andare a quel paese,invece di sparare cazzate a vanvera!
ps
Come del resto è stato x la guerra di Corea(1950/1953)che nonostante il massiccio intervento USA ed alleati x il sud,(con circa 33000 morti USA)si è risolta con un nulla di fatto perché alla fine dei combattimenti,si era ritornati esattamente al punto di partenza cioé al 38° parallelo.
un saluto
Alexfaro

adestil
Reply to  Alessandro Farolfi
6 Aprile 2017 , 13:54 13:54

si furono cacciati dal vietnam del sud..ma appunto erano elicotteri appesi…non un civile USA ha patito le pene di quella guerra..contrariamente al Vietnam..non confondere i due piani.. Come d’altronde con la seconda guerra mondiale tutti patirono morti civili(russi in primis con 20milioni di morti)tranne gli USA… ecco perchè gli USA sono sempre favorevoli alle guerre perchè i loro cittadini che non na hanno mai patito le conseguenze dirette,appoggiano sempre le guerre e rivotano i presidenti di guerra al secondo mandato…un presidente che non fa guerre non viene rivotato è quasi una regola.. Le cose cambierebbero se ad ogni guerra gli USA patissero sul proprio suolo le conseguenze quindi distruzione di città ,migliaia di civili morti… ma la questione era ben più ampia del vietnam arrivava alla cambogia,laos,korea..ed ancora oggi gli echi e le conseguenze di quella guerra si sentono…se tu sai che per liberarti da uno che controlla la tua geopolitica(senza opprimerti troppo)come fanno gli USA rischi di finire bombardato da centinaia di migliaia di tonnellate di tritolo..che fai subisci quel blando controllo o metti a repentaglio la vita dei tuoi figli e dell’intera nazione? Io penso che preferisci il controllo…d’altronde l’Europa tutta ha preferito il controllo con basi USA,con… Leggi tutto »

adestil
Reply to  Alessandro Farolfi
6 Aprile 2017 , 13:58 13:58

fammi capire,mi stai mandando a quel paese quando dici ”Ma x favore vedi bene di andare a quel paese,invece di sparare cazzate a vanvera!”

allora mi tocca risponderti per le rime ”vattene a fare in cuxx,tu e tutta la tua famiglia”
non l’avevo visto ,ma ora l’ho letto..
si vede inoltre che non hai argomenti

adestil
Reply to  Alessandro Farolfi
6 Aprile 2017 , 14:13 14:13

Alessandro Farolfi,si capisce che di geopolitica non capisci nulla ma per accreditarti hai bisogno senza motivo di mandarm ia quel paese(e ti devo rispondere per forza per le rime,ma non è nel mio carattere soprattutto avendo ben chiaro come sta la questione mentre tu annaspi tra numeri inutili ). Non hai proprio argomenti parli di morti USA perchè sei fermo a alla cavolata che gl iUSa non sono disposti a perdere uomi o alle bare che bush nascondeva di ritorno dall”Iraq.. Ti dico una cosa che non sai,gli USA per loro storia,possono accettare anche migliaia di morti purchè sia una guerra sentita dalla gente,un valido ideale e la lotta contro Hitler lo era,la lotta contro il comunismo (che si attribui’ alla guerra in vietnam)lo era.. oggi la guerra all’Islam lo è meno ed è il motivo per cui i tagliagole ISIS pagati dagli USA sono abilissimi user di youtube twitter etc..e per il taglio della gola allestiscono palcoscenici che manco un regista.. tutto per preparare un massiccio attacco all’Islam il medioriente.. vedrai..e se riusciranno a convincere gli americani che vanno li per salvare gli americani dai tagliagole ed attentati ,allora anche un gran numero di morti USA potrà essere tollerato,anzi… Leggi tutto »

adestil
Reply to  Alessandro Farolfi
6 Aprile 2017 , 14:37 14:37

..credi pure alle balle che gli USA non sacrificherebbero soldati
!Eppure l’hanno fatto sia per la guerra nel pacifico e soprattutto per
la seconda guerra mondiale!
Conta la posta il gioco il valore simbolico…più è alto e vitale più i morti che gli USA può sopportare sono numerosi…e più ne muoiono più l’americano medio vuole vendetta..mentre smettono di volerla quando non capiscono più il senso…o quando la guerra si protrae inutilmente e per lunghe..abituati ai tempi di Hollywood tutto si deve conc

Quanti ne sono morti di soldati USA per la seconda guerra mondiale?
Eppure l’80% delle truppe era sul fronte russo..
Gli USA col minimo sforzo hanno ottenuto il massimo ossia il controllo della parte più importante e ricca dell’EUropa..
ai russi con 20milioni di morti è andato il controllo delle zone periferiche della russia,un peso di fatto…

Il
controllo totale dell’Europa poi divenuta UE con centinaia di navi USA
in Germania ed Italia e centinaia di basi Nato(sotto controllo evidente
USA).

E dopo quella guerra nessuno ha avuto
il coraggio di sottrarsi dal dominio USA anche nazioni atomiche come la
Francia(il tentativo di De Gaulle fu più simbolico che altro e gli costò
un attentato quasi mortale,studia Farfolfi)

Pedro
7 Febbraio 2017 , 16:17 16:17

Lo so che potrebbe sembrare un discorso da bar ma dire ” noi non siamo innocenti (Donald)” ma detto dal presidente ha una portata storica. Molti political correct rosicano come non mai. Un plauso al Presidente.

amaryllide
amaryllide
Reply to  Pedro
7 Febbraio 2017 , 21:44 21:44

il problema è che Trump non lo dice per trarne la conclusione di smettere di essere colpevoli, ma per continuare come prima, e senza nemmeno fare lo sforzo di giustificare la propria prepotenza. Lui non dice “non sono innocente, ma posso cercare di smettere”. Lui dice “non siamo innocenti, e non me ne frega niente”. Per fare un paragone un po’ forzato, è come se Obama e Trump fosserò le due metà del cervello del lupo della famosa favola di Fedro del lupo e dell’agnello. Obama è il lupo nella prima metà della favola, quello che cerca sempre motivazioni razionali per attaccare l’agnello, solo che siccome non ce ne sono, l’agnello gliele rimbalza tutte. Trump è il lupo alla fine della favola, che dice “chissenefrega se non mi hai fatto niente, io ho fame e ti mangio”: