Tribunale Weimar: no mascherine, distanziamento e test per gli studenti

Sensazionale sentenza [del tribunale] di Weimar: niente mascherine, niente distanziamento sociale, niente più test per gli studenti

NoGeoingegneria – 10 aprile 2021

 

Lo spirito di Goethe sembra essere ancora vivo a Weimar, in quanto è da lì che provengono due sentenze clamorose.

“Le idee ispirate dal coraggio sono come le pedine negli scacchi. Possono essere mangiate ma anche dare avvio ad un gioco vincente.” 

Johann Wolfgang von Goethe

************

In vigore da subito dopo la sentenza del tribunale…

Una decisione sensazionale del tribunale ha avuto luogo a Weimar l’8 aprile.

D’ora in poi, in due scuole di Weimar si applica quanto segue: nessuna mascherina obbligatoria, nessuna regola di distanziamento, nessun test obbligatorio.

È difficile credere che una tale decisione sia stata presa di questi tempi, ma è la realtà. Una madre di due figli di 8 e 14 anni ha presentato una denuncia presso il tribunale competente per la famiglia / distretto di Weimar.

Il suo ragionamento:

La madre sostiene che l’obbligo imposto ai suoi figli nelle loro scuole di indossare mascherine e di mantenere delle distanze minime tra di loro e le altre persone costituisce un pericolo per il benessere dei suoi figli.”

I bambini sarebbero danneggiati fisicamente, psicologicamente e pedagogicamente senza alcun beneficio per essi o per terzi. Allo stesso tempo, questo violerebbe numerosi diritti dei bambini e dei loro genitori secondo la legge, la costituzione e le convenzioni internazionali.

Gli amministratori scolastici e gli insegnanti dovrebbero essere espressamente obbligati dal tribunale, ai sensi della sezione 1666(4) del codice civile, a revocare gli ordini in questione.

Laddove questi ordini erano basati su regolamenti regionali, come gli ordini statutari, gli amministratori scolastici e altri non potevano fare affidamento su di essi perché erano incostituzionali.

L’obbligo previsto dall’articolo 100.1 della Legge fondamentale di sottoporre una legge eventualmente incostituzionale alla Corte costituzionale federale o a una corte costituzionale di un Land si applicava espressamente solo alle leggi formali della Federazione e dei Länder, ma non alle disposizioni sostanziali come gli emendamenti legislativi.

Secondo la giurisprudenza ricorrente della Corte costituzionale federale (fondamentalmente BVerfGE 1, 184 ((195 e seguenti)), ogni tribunale deve decidere da solo sulla loro compatibilità con la costituzione, come già successo AG Weimar, sentenza del 11 gennaio 2021 – 6 OWi – 523 Js 202518/20 -, juris.” (ndr vedi link fondo pagina)

In qualità di esperti per la causa sono stati nominati l’igienista Prof. Dr. Med. Ines Kappstein, lo psicologo Prof. Dr. Christof Kuhbandner e la biologa Prof. Dr. rer. biol. hum. Ulrike Kämmerer.

Dopo la valutazione delle perizie e l’esame della situazione di fatto, il giudice si è pronunciato a favore della richiedente e ha dichiarato quanto segue:

Tale pericolo esiste in questo caso. Infatti i bambini non solo sono messi in pericolo nel loro benessere mentale, fisico e psicologico, ma sono già attualmente danneggiati, in particolare dall’obbligo di indossare maschere facciali durante le ore di scuola e dal mantenimento della distanza tra di loro e dalle altre persone. Nel contempo, questo viola numerosi diritti dei bambini e dei loro genitori secondo la legge, la costituzione e le convenzioni internazionali. Questo vale in particolare per il diritto al libero sviluppo della personalità e all’integrità fisica dall’articolo 2 della Legge Fondamentale così come per il diritto dall’articolo 6 della Legge Fondamentale all’educazione e alla cura da parte dei genitori (anche per quanto riguarda le misure per l’assistenza sanitaria e gli “oggetti” da trasportare per i bambini)

Il giudice ha inoltre dichiarato:

“I bambini sono danneggiati fisicamente, psicologicamente ed in termini educativi e i loro diritti sono violati senza che questo sia compensato da alcun beneficio per i bambini stessi o per terzi”.

“Secondo questo principio, chiamato anche divieto di eccesso, le misure previste per raggiungere uno scopo legittimo devono essere adeguate, necessarie e proporzionate in senso stretto – il che significa, dopo aver soppesato i vantaggi e gli svantaggi che ne derivano.

Le misure non basate sull’evidenza, contrariamente al § 1(2) IfSG, sono da considerarsi inidonee al raggiungimento dello scopo fondamentalmente legittimo perseguito con esse, ovvero evitare il sovraccarico del sistema sanitario o ridurre l’incidenza dell’infezione da virus SARS-CoV- 2.

Ad ogni modo, sono sproporzionati in senso stretto, dato che i significativi svantaggi/danni collaterali causati da essi non sono compensati da alcun beneficio discernibile per i bambini stessi o per terzi”, ha detto il giudice.

Il giudice chiarisce inoltre:

” Tuttavia, si deve sottolineare che non sarebbero le parti coinvolte a dover giustificare l’incostituzionalità degli sconfinamenti nei loro diritti, ma al contrario il Libero Stato di Turingia, il quale invade i diritti delle parti coinvolte con le sue disposizioni legislative del Land, dovendo dimostrare con le necessarie prove scientifiche che le misure che prescrive siano idonee al raggiungimento degli scopi che si vogliono raggiungere e che siano, se necessario, proporzionate. Finora, questo non è stato fatto in alcun modo”.

L’ordine si applica immediatamente a due scuole di Weimar. Supponiamo però che questo possa estendersi molto rapidamente ad altre scuole e città per mezzo di denunce.

Fonte:

Tribunale di Weimar, ordinanza del 08.04.2021, rif. 9 F 148/21.

Sentenza come PDF da scaricare:

https://docdro.id/NClmHr3

Ulteriori dettagli ed elenchi:

https://2020news.de/sensationsurteil-aus-weimar-keine-masken-kein-abstand-keine-tests-mehr-fuer-schueler/

https://coronapedia.de/read-blog/6_ab-sofort-per-gerichtsurteil-keine-masken-kein-abstand-keine-tests.html

Traduzione a cura di NoGeoingegneria 

Link: https://www.nogeoingegneria.com/news/sensazionale-sentenza-di-weimar-niente-mascherine-niente-distanziamento-sociale-niente-piu-test-per-gli-studenti/

11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
uparishutrachoal
uparishutrachoal
11 Aprile 2021 9:19

Mi sembra che le misure anticovid si generino in un luogo rarefatto e impenetrabile da qualsiasi pronuciamento legale..come dotate di vita propria e immortale..
Anche in Italia ci sono state sentenze critiche..ma non sono state ricevute..anzi..neanche sono state prese in considerazione..

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  uparishutrachoal
11 Aprile 2021 11:33

Vero!
Tutti i fari sono infatti puntati sulle due scuole che domattina dovrebbero mettere in atto le disposizioni del giudice di famiglia, avendo la sentenza effetto immediato.
L’avvocato Reiner Füllmich ieri sera da Bittel TV, commentando la sentenza, ha detto che, se domattina non vi si darà seguito, sarà “dittatura conclamata”.
Diverse autorità hanno già annunciato di far ricorso contro la sentenza.

AlbertoConti
AlbertoConti
11 Aprile 2021 7:26

Semplice e lineare. Speriamo che non faccia la stessa fine della Repubblica di Weimar.

Pfefferminz
Pfefferminz
11 Aprile 2021 11:19

https://www.databaseitalia.it/verdetto-sensazionale-da-weimar-niente-maschere-niente-distanza-niente-piu-test-per-gli-alunni/ Il sito databaseitalia ha pubblicato la traduzione dell’articolo di 2020news, il blog collegato al Comitato d’inchiesta Corona-Ausschuss, riportando maggiori dettagli sulla sentenza di ben 178 pagine. È chiaro che con questa sentenza il giudice di famiglia ha voluto fare una dichiarazione circostanziata sull’incostituzionalità di tutti i provvedimenti adottati dall’inizio della falsa pandemia fino ad oggi, di conseguenza le sue parole non possono venir semplicemente ignorate. La sentenza riguarda soltanto le due scuole frequentate dai due figli della signora che si è rivolta al Tribunale di famiglia, ma il dott. Bodo Schiffmann ha già esortato tutti i genitori con bambini in età scolastica a rivolgersi ai direttori scolastici richiedendo pari trattamento. In Germania, si è cercato dapprima di passare la sentenza sotto silenzio, ma dopo la pubblicazione di un articolo del giornalista indipendente Boris Reitschuster, testate online hanno iniziato a… manifestare dubbi sulla “losca” sentenza e a denigrare gli esperti. Uno di questi, la biologa prof. Kaemmerer, parteciperebbe sempre alle manifestazioni di Querdenken… La prof. Kaemmerer nella sua perizia nega che il test PCR possa rilevare un’infezione. La novità in assoluto di questa sentenza è che, per la prima volta, un giudice ha richiesto delle perizie di esperti esterni. Fino… Leggi tutto »

Pfefferminz
Pfefferminz
11 Aprile 2021 12:01

https://2020news.de/2020news-wird-massiv-angegriffen-wegen-der-weimarer-entscheidung-was-steckt-dahinter/
(articolo in tedesco)

Nell’articolo sopra riportato si riferisce che il sito 2020news, da quando ha pubblicato la notizia sulla sentenza di Weimar, in cui si dice chiaramente che il test PCR non può rilevare un’infezione, è sotto attacco, 24 ore su 24.
Pare che a qualcuno la sentenza non sia gradita.
Da oggi è sul tavolo il progetto del governo tedesco di inasprire ulteriormente le disposizioni della legge sulla protezione dalle malattie infettive (Infektionsschutzgesetz) con la conseguenza di lockdown ancora più severi.
C’è una connessione? Può darsi che la sentenza di Weimar costituisca un ostacolo all’imminente progetto di un lockdown molto più severo di tutti quelli precedenti?
Fino al 10 aprile, ore 14, l’articolo di 2020news è stato letto da 270.000 persone e la sentenza stessa è stata scaricata 500.000 volte. Ciò dimostra che molte persone, in particolare i genitori, sono preoccupati per la salute dei propri figli e che sono sempre più numerosi coloro che chiedono la fine delle restrizioni.

CptHook
CptHook
Risposta al commento di  Pfefferminz
11 Aprile 2021 13:02

Ciò dimostra che molte persone, in particolare i genitori, sono preoccupati per la salute dei propri figli e che sono sempre più numerosi coloro che chiedono la fine delle restrizioni.

Proprio come in Italia…

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Pfefferminz
11 Aprile 2021 14:14

Tienici informati..che la faccenda è della massima importanza..che in Germania non scherzano e vanno fino in fondo.sia nel bene che nel male..
Da quello che succederà si avranno conseguenze globali..che la Germania potrebbe cambiare tutto..ma anche peggiorare la situazione..se trovano il sistema di neutralizzare la sentenza..

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  uparishutrachoal
11 Aprile 2021 17:23

https://www.mdr.de/nachrichten/thueringen/mitte-thueringen/weimar/corona-maskenpflicht-schule-beschluss-amtsgericht-100.html (articolo in tedesco) Caro Upa, in Germania le cose stanno volgendo al peggio, non solo per la sentenza di Weimar. Il ministero dell’istruzione ha fatto sapere che la decisione dell’8 aprile solleva “seri dubbi procedurali e dovrebbe essere esaminata da un tribunale superiore il prima possibile”. Inoltre “la decisione si applica solo agli studenti coinvolti nel processo”. Il giudice distrettuale aveva invece applicato la sua decisione a tutti gli studenti delle due scuole. Si mette inoltre in dubbio la competenza del giudice di famiglia a deliberare sulla materia in questione, che spetterebbe invece ai tribunali amministrativi. Nessuno si preoccupa del fulcro della questione, la salute dei bambini, si mettono in campo solo cavilli giuridici. Ma la cosa che mi ha riempito di sgomento è l’appello dell’avvocato Beate Bahner rivolto a “Deutschland”. Nei prossimi giorni la Merkel cercherà di esautorare i presidenti dei Laender e tutte le autorità locali, accentrando su di sé il potere. Se l’operazione andrà in porto, sarà “il più grande colpo di stato” avvenuto dal dopoguerra in poi. Verrà instaurato un durissimo lockdown, con pene gravi per i trasgressori, compresa la reclusione. La Bahner ha concluso con un disperato “Deutschland, svegliati!” p. s. : aggiungo il… Leggi tutto »

Pfefferminz
Pfefferminz
13 Aprile 2021 17:58

Effetto domino?
Un altro Tribunale della famiglia (Weilheim) proibisce l’uso delle mascherine a scuola.
Il giudice della famiglia di Weilheim ha fatto riferimento alla stessa perizia che era stata richiesta nel corso del procedimento di Weimar, vale a dire al parere dello psicologo prof. dr. Christof Kuhbandner.
https://2020news.de/weiteres-familiengericht-untersagt-die-masken/
(articolo in tedesco)

Pfefferminz
Pfefferminz
13 Aprile 2021 17:58

Effetto domino?
Un altro Tribunale della famiglia (Weilheim) proibisce l’uso delle mascherine a scuola.
Il giudice della famiglia di Weilheim ha fatto riferimento alla stessa perizia che era stata richiesta nel corso del procedimento di Weimar, vale a dire al parere dello psicologo prof. dr. Christof Kuhbandner.
https://2020news.de/weiteres-familiengericht-untersagt-die-masken/
(articolo in tedesco)

Pfefferminz
Pfefferminz
14 Aprile 2021 5:42

https://archive.is/svUnM
(articolo in tedesco)
Al Pubblico Ministero di Erfurt sono pervenute diverse denunce contro il giudice di famiglia di Weimar, che aveva emesso la sentenza sulle mascherine, per “applicazione volutamente erronea del diritto da parte di un giudice” (Rechtsbeugung).