navigazione Tag

sintomi

Come alcuni semplici cambiamenti possono fare la differenza

Quando sono crollato all’Australian Open il mio corpo voleva dirmi che gli stavo facendo del male, così ho dovuto imparare ad ascoltarlo e quando ci sono riuscito è cambiato tutto. Non solo la mia carriera di tennista, ma la mia vita in generale. Potremmo definirla una magia e di sicuro ai miei occhi sembrava tale. In verità, si è trattato semplicemente di provare cibi diversi per individuare quelli che funzionavano per me, e poi di applicare quelle scoperte alla mia alimentazione quotidiana.…

Ipertesi già alle elementari

La pressione troppo alta nei bambini è un problema allarmante e in espansione e, molto spesso, è legata a un’alimentazione sbagliata, ad esempio ricca di cibi salati, bevande gassate e zuccherate. Anche la sedentarietà incide, esiste cioè una correlazione tra il tempo trascorso immobili di fronte ai dispositivi elettronici e l’incidenza dell’ipertensione in età infantile. Per invertire questa preoccupante tendenza, oltre a modificare le abitudini alimentari errate dei più piccoli, è anche…

Le ragioni del corpo

Anticamente, quando un re non gradiva il messaggio che gli arrivava, faceva tagliare la testa al messaggero. Il nostro comportamento nei riguardi dei sintomi, quando non stiamo bene, è tendenzialmente lo stesso e infatti si è troppo diffusa l'abitudine di prendere subito farmaci per alleviare disturbi di vario genere. Mal di testa, mal di stomaco, raffreddore ...al primo malessere si ricorre alla "medicina" per farlo sparire e così abbiamo rimpinguato l'industria farmaceutica che nel tempo è…

Mal d’auto, come evitarlo

Inizia con uno spiacevole senso di malessere generale, poi arrivano altri sintomi: la nausea (che può evolvere fino al vomito), il mal di pancia, la sudorazione delle mani o del viso, le vertigini. Tutto svanisce, in genere, se si fa fermare la macchina e si esce a respirare e camminare un poco fuori ma, se il viaggio è molto lungo o l’individuo particolarmente sensibile, il forte disagio può prolungarsi, tanto che possono essere necessarie diverse ore perché l’organismo si riprenda…

Lo scienziato Bellavite: “No all’obbligo di sperimentazione di massa, sì alla libertà informata”

di Valentina Bennati comedonchisciotte.org Ritorna in pista il “vaccino” prodotto dalla Johnson & Johnson (chiamato Covid-19 Janssen) la cui corsa in Europa si era arrestata lo scorso 13 aprile, dopo la sospensione dell’uso negli Stati Uniti, dove si erano verificate morti sospette. L’EMA, l’Agenzia europea per i medicinali, ha riconosciuto possibili legami di causa-effetto tra il vaccino e gli eventi “molto rari” di trombosi cerebrale che si sono verificati negli Stati Uniti, ha però…