navigazione Tag

alternative allo zucchero

Dolcificanti, ora anche l’OMS ne sconsiglia l’uso

Non è una novità che i dolcificanti diversi dallo zucchero (non-sugar sweeteners o NSS) – come acesulfame k, aspartame, advantame, ciclamati, neotame, saccarina, sucralosio, stevia o derivati di essa – siano dannosi per la salute. La novità, invece, è che finalmente lo abbia riconosciuto l’Organizzazione Mondiale della Sanità che lo scorso maggio ha pubblicato una nuova linea guida che ne sconsiglia l'utilizzo. La raccomandazione si basa sui risultati di una revisione sistematica delle prove…

ZUCCHERO. IL BIANCO VELENO

Di Gabriele Buracchi per ComeDonChisciotte.org Questo testo è il seguito de LA GRANDE E MORTIFERA TRUFFA DELLO ZUCCHERO. Un drammatico esempio della Scienzah con l'H, come abbiamo visto anche recentemente pubblicato il 17 giugno scorso. Nell’articolo sopra citato abbiamo visto come l’industria americana dello zucchero - ed a seguito anche quelle di altri paesi - sia riuscita per oltre mezzo secolo a deviare e manipolare la ricerca scientifica in modo che non venissero fuori i dati e le…

La grande e mortifera truffa dello Zucchero

Di Gabriele Buracchi per ComeDonChisciotte.org Origine dello zucchero, il veleno bianco Lo zucchero è una delle polveri bianche che danneggiano la vita umana, forse quella usata da più tempo, dato che, come ci dice la “THE SUGAR ASSOCIATION”: Sebbene la masticazione della canna da zucchero per il suo sapore dolce fosse probabilmente praticata nella preistoria, le prime indicazioni dell'addomesticamento della canna da zucchero risalgono all'8000 a.C. circa. All’8000 a.C. risale il…

Cresce il rischio cardiovascolare con i dolcificanti artificiali

Molte persone assumono bibite light con l’intenzione di ridurre le calorie nella loro dieta, in realtà il consumo frequente di bevande che contengono dolcificanti artificiali aumenta il rischio di mortalità per ictus e coronaropatia. Lo ha rivelato qualche tempo fa uno studio pubblicato su  Stroke che ha analizzato i dati di 81.714 donne di età compresa tra 50 e 79 anni. Questi prodotti, infatti, non sono affatto innocui e, da anni, ricerche indipendenti ne evidenziano la tossicità. Bene,…