Sulle note dell’annichilimento: “Symphony of Destruction”

DISAMINA DI UN BRANO METAL DAL ’92 AD OGGI

di Giacomo Ferri, ComeDonChisciotte.org

I Megadeth, per chi non li conosce, sono una band heavy metal americana nata, come tante, all’inizio degli anni ‘80, ma non sono qua per fare un’analisi della loro musica, anche perché musicologo non sono e non voglio neanche fingere di esserlo.
Superata la classica iconografia di questi gruppi metal, se vogliamo ricca di stereotipi, mettendo di lato teschi e catene o bigottismi legati alla “musica del diavolo”, ma avvicinandosi a quelli che sono i messaggi contenuti in molte loro canzoni, scopriamo che una band come i Megadeth, che già col nome allontana gli ascoltatori di Mina, Celentano e Battisti, nel suo progetto porta avanti, da sempre, tematiche sociali e testi di protesta.

Quest’oggi, sentendo casualmente il brano Symphony of Destruction (Sinfonia della Distruzione), brano che ascolto sempre con molto piacere quando capita, più dal punto di vista delle sonorità che del testo, ho iniziato ad ascoltare con più attenzione le parole e, in un volo pindarico di fantasia, ho ritrovato delle similitudini con quello che stiamo vivendo nell’ultimo anno e, se me lo concedete, vorrei riportare la traduzione in italiano per fare un ragionamento con voi che leggete.

You take a mortal man   Prendi un mortale
And put him in control   E dagli il potere
Watch him become a God   Guardalo diventare un Dio
Watch people’s heads a’roll   Guarda le teste delle persone rotolare
A’roll   Rotolare (x 2)

Just like the Pied Piper   Proprio come il Pifferaio Magico
Led rats through the streets   Guidava i ratti lungo le strade
We dance like marionettes   Balliamo come marionette
Swaying to the symphony of destruction   Oscillando verso la sinfonia della distruzione

Prima strofa e ritornello e già abbiamo detto tutto!
Se con “uomo mortale” intendiamo un “uomo qualunque”, messo lì ad hoc da qualcuno, abbiamo anche l’oggettiva situazione di molti governi occidentali e l’ultimo anno ne è una conferma, di quanto un personaggio qualsiasi, anche sconosciuto ai più (basti pensare all’Italia), possa divenire a tutti gli effetti un dio nei confronti del popolo, grazie al potere che gli viene conferito e, soprattutto, non gli viene contestato e che, a quel punto, possa giocare e controllare le nostre vite.
Un pifferaio magico che porta i cittadini dove vuole, indicando loro il baratro e dicendo “saltate giù!”, poi al suono del piffero ognuno aggiunga le parole che più ritiene opportune, ma il risultato non cambierà.
Le teste che rotolano, simbolo di morte, certo, ma anche di sottomissione, pensando a come la testa “rotola” verso il basso durante un profondo inchino di prostrazione, seguendo, con aria imbambolata la sinfonia di quella che è la nostra distruzione.

Acting like a robot   Comportandosi come un robot
Its metal brain corrodes   Il cervello di metallo si corrode
You try to take its pulse   Provi a sentire il battito
Before the head explodes   Prima che la testa esploda
Explodes   Esploda (x 2)
(ritornello x 2)

La seconda strofa è riferita alle persone che seguono chi ha il potere, che non agiscono più di propria volontà e si muovono automaticamente, come un automa, non c’è più bisogno neanche di dire qualcosa che subito si adeguano alla volontà del loro padrone.
Il cervello di metallo si corrode, tanto ormai è diventato inutile, non ponendosi più domande, non avendo più dubbi su ciò che viene detto, organo destinato all’atrofia, alle sole reazioni inconsce.
Qualcuno però sente ancora un battito, il cuore è ancora pulsante! Che questo sia di sufficiente stimolo per ribellarsi al potente di turno, prima che la ragione venga totalmente assuefatta da quella realtà fittizia creata dal Pifferaio?

The earth starts to rumble   La terra inizia a rimbombare
The world powers fall   Le potenze mondiali cadono
A warring for the Heavens   Un avvertimento per il Paradiso
A peaceful man stands tall   Un uomo pacifico si erge
A tall   Erge (x 2)
(ritornello x 2)

Ecco, l’ultima strofa ci mostra cosa avviene quando le persone iniziano a svegliarsi e, cosa sta succedendo proprio in questo periodo in vari Paesi europei, ma non in Italia.
La terra inizia a rimbombare a causa dei moti rivoluzionari della gente normale, ancora pensante, che si è destata dal suono ipnotico del Pifferaio o che mai è stata condizionata. La gente marcia per le strade, urla il suo disappunto, il proprio dolore, il messaggio sui cartelli e sugli striscioni è chiaro e diretto ed il castello di carte del potente comincia a traballare, perché le menzogne iniziano ad essere svelate alla massa.
Le potenze mondiali iniziano a cadere, una dopo l’altra, con un magnifico effetto domino, visto che tutte erano tenute su dalla stessa falsa narrazione ed è un avvertimento per coloro che stanno al di sopra dei governi, i veri burattinai che tirano i fili dei politici e di alcuni imprenditori.
L’uomo pacifico, icona del cittadino vessato, si è alzato in piedi dalla propria poltrona, ha fatto cadere le catene dei mass media, ha visto cosa realmente sta succedendo e si unisce alla rivoluzione per riacquisire la propria libertà.
Che conclusione esemplare!

Il mio scopo non era viziare il testo al mio capriccio, ma rendervi partecipi di quella che è stata la mia interpretazione, in chiave attuale, di questo potente brano.
Lascio a voi ed agli esperti le correzioni ed i commenti di ciò che ho scritto, prendetelo come uno sfogo dopo un anno di segregazione, anche se reo confesso di fughe per la maggior parte del tempo del mio arresto!

Di Giacomo Ferri, ComeDonChisciotte.org

Megadeth

Megadeth

Video del pezzo su Youtube

Pubblicato da Giulio Bona per ComeDonChisciotte.org

 

Notifica di
25 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
uparishutrachoal
uparishutrachoal
25 Aprile 2021 10:40

E dopo la libertà..vissero tutti felici e contenti..

https://www.youtube.com/watch?v=r__y1xES4tM
Qui il link all’inno della rivoluzione..e contiene anche il progetto..che è rifondare il cuore.…il vero centro invisibile del vero potere..perché la rivoluzione senza cuore è la nuova schiavitù..

wahrheit
wahrheit
25 Aprile 2021 11:57

i megadeth sono uno dei primi gruppi
con i quali ho cominciato ad ascoltare
l’heavy metal
questo disco bellissimo non lo ascolto da un pò di tempo
ma fu l’ultimo bello poi da quello successivo calarono
il disco è countdown to extinction

Bertozzi
Bertozzi
25 Aprile 2021 13:50

Visti insieme ai metallica a milano verso la fine del secolo scorso o l’inizio di quello nuovo. Come copertina per l’articolo e il periodo avrei scelto questa, però, molto più calzante (avrebbe urtato i benpensanti venditori di figli, però)
https://ultimateclassicrock.com/megadeth-youthanasia/

wahrheit
wahrheit
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 15:06

io nel 97 a roma
a milano erano al gods of metal
del 2001 c’ero anche io
il batterista nick menza
il secondo da destra nella foto
è morto nel 2016

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  wahrheit
25 Aprile 2021 16:03

Beata gioventù,
Se non ricordo male gli unici “metallici” che ho sentito sono stati the Who nel ’79, arena di frejus…

Zippo
Zippo
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 16:56

youthanasia fu il primo disco (cassetta) metal che acquistai da ragazzino.
album sottovalutato col senno del poi.

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  Bertozzi
26 Aprile 2021 10:23

io li ho visti nel giugno 2010 a Roma per il ventennale di Rust in Peace. Non ero neanche troppo un loro fan, come del resto non lo sono oggi, preferisco altre band. Ma fu un concerto spettacolare.

Papaconscio
25 Aprile 2021 13:53

Bello, mi è sempre piaciuto associare ai miei stati d’animo dei brani musicali, nella mia testa c’è sempre una linea di basso e mi piace cambiare le parole delle canzoni con qualcosa di metafisicamente valido. Uno dei miei preferiti è Hommage à Violette Nozières degli Area, poi c’è Dotti, medici e pazienti di Edoardo Bennato.

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  Papaconscio
25 Aprile 2021 16:21

Essí,
gli dei se ne vanno,
gli arrabbiati restano.
Molto attuale…

Papaconscio
Risposta al commento di  giovanni
25 Aprile 2021 16:50

Durante gli arresti domiciliari di Marzo-Maggio 2020 ho letto in inglese i sei volumi di Dune di Frank Herbert, mi ha colpito la condizione e la mitologia dei Fremen, e anche il concetto di Jhad Butleriano, cioé un rifiuto della tecnologia spersonalizzante, credo che ci siano diverse analogie con la condizione attuale.

Marco Tramontana
25 Aprile 2021 14:43

L’ultimo dei Megadeth si chiama Dystopia ed è un ottimo disco con alla chitarra Kiko Loureiro, brasiliano, dal gusto meno USA e un poco più classic.
Dave Mustaine ha sempre affrontato tematiche simili in molti brani. Nell’ultimo basta vedere i titoli, spicca anche Post American World.

Zippo
Zippo
Risposta al commento di  Marco Tramontana
25 Aprile 2021 16:57

come disse Lemmy: “Mustaine ha i capelli rossi, ma é comunque un uomo molto intelligente”.

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  Marco Tramontana
26 Aprile 2021 10:20

Kiko, ex chitarrista degli Angra del mai abbastanza compianto André Matos. Chitarrista meraviglioso. Anche se il gusto di Marty Friedman é complicato da raggiungere

SuperCiufffBG
SuperCiufffBG
25 Aprile 2021 16:58

Grandissimo pezzo dei Megadeth, su un grandissimo disco. Dave Mustaine, il loro fondatore e leader, è un gran personaggio e ha sempre trattato temi controversi dalla giusta prospettiva. Tempo fa si espresse anche con riguardo alla geoingegneria, ovviamente in termini contrari. Idem verso i vaccini. È uno che parla pane al pane senza conformarsi e omologarsi e quindi nella scena metal, ormai condizionata e ipnotizzata come tutta la società nonché sempre più sotto il vincolo dell’oligarchia satanica che conduce il mondo, non è mai stato ben visto e guarda un po’, anche piuttosto infangato.
Temi interessanti sono trattati in tutti i suoi dischi, cito ad esempio “Rust in Peace” e “Youthanasia (titolo e copertina dell’album alquanto espliciti), nonché l’ultimo bellissimo album intitolato Dystopia.
Bell’articolo, mi piacciono molto queste sempre più frequenti divagazioni musicali.
Per chi fosse interessato ad approfondire musica e tematiche su questa linea d’onda suggerisco anche Sepultura, Soulfly, Fear Factory e Heathen. Ma anche i nostrani e miei conterranei FolkStone (testi in italiano e bellissimi).

Massimo Barcella
Massimo Barcella
25 Aprile 2021 18:12
Simsim
Simsim
26 Aprile 2021 4:29

La lettura ci puó anche stare, anche se dubito che Dave Mustain avesse ed abbia alcuna idea basata su conoscenza diretta di ció che sta accadendo. Il pezzo é molto orecchiabile, perfetto per la disco rock.

L´assolo di Marty Friedman é semplicemente perfetto su questo brano. É in effetti il brano con cui, per la prima volta quando uscí nel lontano 1993, venni in contatto coi Megadeth. E per inciso, c´é un video che all´epoca spopolava su MTV, cioé il regno del mainstream.

P.S mi viene in mente che una decina di anni fa i Dream Theater pubblicarono, fra gli altri, il brano che mediaticamente rappresentava il loro nuovo disco “Black Clouds and Silver Linings” (Nuvole nere e orizzonti d´argento), un brano dal titolo “A Rite of Passage” (il rito di passaggio), in cui la prima strofa pare la descrizione diretta di ció che sta avvenendo oggi, non solo sui vaccini ma anche sui valori, e con la menzione diretta del New World Order. Non so se girano veline tra i gruppi, se i produttori impongono testi anche a band che in realtá gestiscono l´intero processo creativo normalmente, ma questo é.

La Mente Indipendente
La Mente Indipendente
Risposta al commento di  Simsim
26 Aprile 2021 6:24

Non conosco il pensiero attuale di Mustain ma, purtroppo, il bassista (David Ellefson) ha dichiarato il suo essere favorevole al vaccino. Effelson dice che le chiusure e le restrizioni sono inutili e sostiene la narrazione che il vaccino sia l’unica possibilità concreta. Che tristezza…

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  La Mente Indipendente
26 Aprile 2021 10:16

eh capisco. Ho avuto la stessa delusione da Mike Portnoy, fondatore ed ex batterista dei Dream Theater. Mi ha fatto talmente arrabbiare leggerlo che ho smesso di seguirlo ovunque, o lo avrei preso di petto prima o poi. Purtroppo il talento molto spesso non va di pari passo col livello personale.

-ihatecheaters
-ihatecheaters
Risposta al commento di  Simsim
28 Aprile 2021 5:12

1988 Album The New Order, loro sono i Testament e nel brano omonimo annunciavano:
“Acquirenti dell’umanità, anziani paranoici
L’ora è arrivata
Cedete questo mondo che avete distrutto
La società contro l’underground
Le loro battaglie combattute e perse
L’ora è arrivata
Per regnare sul mondo ad ogni costo
Per il passato è troppo tardi
Perché il mondo non può controllare il destino
Le ombre scendono chiaramente
Dite al mondo che il Nuovo Ordine è qua…”

-ihatecheaters
-ihatecheaters
27 Aprile 2021 3:39

Dall’album The System has failed (2004) – Blackmail the Universe (Ricatta l’Universo) Testo: “Edizione straordinaria Sembra che l’Air Force One sia stato abbattuto Da qualche parte sopra il Medio Oriente questa mattina Da una piccola cella di terroristi dissidenti, che hanno sparato un missile Stinger Il pilota ed i passeggeri sono introvabili Le condizioni del presidente sono al momento sconosciute E presumibilmente è venuto a mancare Il Vice Presidente, il Segretario di Stato E i generali dell’esercito sono in riunione La nostra nazione è a DEFCON 3″ La crisi più grande, verrà qualcuno per me? L’ho “sbiancato, arrossato e colorato di blu” Una tremenda vendetta, il mio corpo è detenuto Come può qualcuno fare questo? Tradimento, i giorni rintoccano Le medaglie non servono, lo Zio Sam mi ha dimenticato Non sono importante, nessuno arriverà mai Non verrò mai trovato, Dio, fammi uscire da questo inferno Campi di battaglia nucleari con molta energia Le guerre fredde si stanno riscaldando ancora una volta La tensione sta crescendo Gente, alzate i vostri pugni per vendetta Il palco è pronto Chi sarà il primo a fare l’occhiolino? Non possiamo andare in guerra Ricordatevi quell’”affare del Vietnam” Pace ad ogni costo Con una pistola puntata… Leggi tutto »

rocks
rocks
27 Aprile 2021 15:44

Pensare che Dave iniziò coi Metallica… quando da un litigio avviene qualcosa di buono, due band icona di un periodo nate nello stesso garage! Alla fine due evoluzioni leggermente diverse, i Metallica si sono evoluti come rock band per le grandi masse, ma con una qualità impressionante. I Megadeth per i cultori del genere rimangono insuperabili e forse li preferisco, ma hanno sonorità meno classiche, più giovani.

Zippo
Zippo
Risposta al commento di  rocks
29 Aprile 2021 11:11

i Metallica non si sono mai evoluti, nel senso che hanno smesso una forma ma ancora non si é capito cosa siano diventati, se sono diventati qualcosa. si sono semplicemente impantanati: 40 anni di carriera dopo, campano ancora di rendita sulla fama costruita con i loro primi dischi, nessuno va ad un loro concerto per ascoltare roba successiva a AJFA, con un paio d’eccezioni dal black album.

successo economico a parte sono senza idee da 30 dei loro 40 anni totali di carriera: ricordo il documentario Some kind of monster e come si approcciassero alla composizione, per tentativi, senza un’idea di base, sperando di azzeccare un riff e mettendo insieme parole sperando di trovargli un senso a posteriori.

rocks
rocks
Risposta al commento di  Zippo
1 Maggio 2021 15:34

Non saprei perché non sono musicista. Però di lavori validi ne hanno fatti anche dopo, forse hanno inseguito e trovato lo showbiz, mentre Dave è rimasto un po’ più nel solco. Lo speed metal era comunque meno spendibile sul mercato radiofonico e quindi è anche normale che i Metallica siano diventati più pop.

25
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x