Home / Notizie dal Mondo / Raid americano a Bagdad, ucciso il generale iraniano Soleimani. La guerra asimmetrica diventa personale

Raid americano a Bagdad, ucciso il generale iraniano Soleimani. La guerra asimmetrica diventa personale

DI ANTONIO DE MARTNI

facebook.com

L’Ammiraglio Yamamoto, capo di SM giapponese, fu deliberatamente ucciso dagli americani (24 aerei abbatterono il suo dopo aver decifrato l’itinerario) durante la guerra, perché ritenuto – con ragione- una mente strategica superiore.

Gli inglesi attentarono – senza successo- alla vita di Rommel e – con successo- a quella di Heidrich perché stava implementando un piano di riforma dell’Abweher che li avrebbe messi in crisi.

Ieri all’aeroporto di Bagdad gli USA hanno ucciso il generale Kassem Suleimani incaricato iraniano del dossier iracheno, in rappresaglia per l’attacco all’ambasciata USA di Bagdad.

L’aggressione fu motivata da un bombardamento USA che ha ucciso 25 miliziani e anche questa era una rappresaglia per la morte di un contractor americano colpito da un missile.

Suleimani divenne noto quando iniziò a collaborare con gli USA contro il Daesch e impressiono tutti per il carisma e la capacità di comando dimostrata nei confronti dei miliziani sciiti che furono decisivi per sradicare i jihadisti sunniti.

La prima conseguenza a lungo termine é che nessuno vorrà più negoziare/ cooperare con gli Stati Uniti per non farsi identificare.

A breve termine vedremo come l’Iran – e gli amici di Suleimani – reagiranno in questa gara di ripicche chiamata escalation. Sceglieranno il terreno (Libano, Israele, Arabia Saudita? ) e il momento.

Di recente, gli Stati Uniti minacciarono di morte il dittatore nord coreano.

Siamo insomma agli omicidi mirati in una macabra gara d’imitazione del nemico: i terroristi aspirano a costituire reparti in uniforme con gerarchie riconosciute e gli Stati mirano a compiere azioni terroristiche e dinamitarde. Quando non si hanno idee, si imita l’avversario.

Le Convenzioni di Ginevra sulle regole di guerra e trattamento dei prigionieri sono diventate « pezzi di carta ».

Il tribunale penale internazionale, vanto della diplomazia italiana, serve a inquisire piccoli capi tribù, ma ogniqualvolta cerca di inquisire per crimini di guerra paesi e uomini influenti ( Stati Uniti, Israele, Tony Blair) ecco che il Bolton di turno minaccia di arrestare gli inquirenti.

É un altro calcolo sbagliato.

I paesi poveri ed emergenti hanno una arma imparabile: gli attentatori suicidi. Suleimani era il braccio armato di Rouhani ( ossia l’ala moderata) e ne risulterà indebolito.

L’Iran stava cercando un modus vivendi con Trump. Ora cercherà vendetta è questa sarà affidata a elementi radicali.

 

Antonio De Martini

Fonte: www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/antonio.demartini.589/posts/1961169860695462

3.01.2020

Pubblicato da Davide

Precedente Democrazia pesata
Prossimo Oggi gli Stati Uniti hanno dichiarato guerra a Iran e Iraq (sull’assassinio di Qassim Soleimani)

60 Commenti

  1. vendicatevi , ammazzate un importante generale USA

  2. Equivale ad una dichiarazione di guerra. La mano può essere degli USA ma la mente è il Mossad: il golem a stelle strisce ha ancora una volta obbedito ai suoi padroni. Da tempo il regime sionista voleva mettere definitivamente contro Iran e Usa: adesso c’è riuscito. L’assassinio avviene durante le manovre militari Iran-Russia-Cina: adesso anche Putin e Xi devono stare ben attenti…l’avvertimento è anche per loro. Terribile. Soleimani era una figura simbolo. Il problema sarà evitare l’escalation, anche da parte di milizie irregolari, pena di cadere nella trappola sionista. Per il momento le reazioni paiono alquanto prudenti ( secondo l’ ufficiosa https://parstoday.com/it/news/world ). Il dado tuttavia è tratto. Il Potus, con temeraria impoliticità ‘esterna’ ( ma con ben studiata attenzione alla sua rielezione ) ha postato sui social la bandiera americana alla notizia, come per firmare l’odioso assassinio. Ma anche lui deve star attento…cosa di meglio infatti per i sionisti escogitare l’assassinio di Trump per POI dare da colpa a Teheran ? Sarebbe il colpo da maestro: quello con le corna, beninteso…

  3. Per far una cosa cosi, gli usa se la vedono brutta: non serviva! Sono mosse disperate! Speriamo che li caccino non solo dall’iraq ma da tutto il resto delmondo!

    • Avevo sentito di casini in Irak, ma non sapevo che ce l’avessero direttamente con gli Usa . Pensavo fossero stufi dell’ennesimo Quisling che gli USA avevano piazzato lì o cose del genere. O magari le solite rivoluzioni create per mettere in difficoltà un Governo, visto che le “ultime” che avevo sentito sull’Irak, dicevano che anche il loro Capo di Governo voleva affrancarsi dagli USA. Peccato non poter seguire tutto. Adesso non riesco più ad accedere a rete Voltaire di Meyssan che è uno che sa tutto.

  4. dicono che sia morto un generale per aver trovato un anello… ennesima fake news… i media sono piu che mai con il deep state occhio alle notizie.. trump è il presidente meno guerrafondaio che gli usa hanno mai avuto…

  5. gli usa pre trump erano una cosa.. la cosa piu odiata.. trump sta ripulendo la palude… ovviamente non è solo… informatevi su Q ANON

    • E’ vero, c’è un abisso fra Trump e i suoi predecessori. Q ANON così come l’ho scritto? Staccato dopo la Q ?

  6. Difficile che un attentato a una personalità di questo peso possa restare senza risposta. Mi sembra che si tratti del tentativo più serio finora, per innescare lo scontro agognato da ormai due decenni dalla Nota Entità


  7. L’Iran stava cercando un modus vivendi con Trump. Ora cercherà vendetta è questa sarà affidata a elementi radicali.

    Credo che sia stato questo il “calcolo”. Indurre l’Iran (ma anche gli altri “antagonisti”) a prendere l’iniziativa per poter poi sostenere la tesi della “necessità della difesa (preventiva)”.

    È comprensibile che la guerra sia già in atto in USA fra almeno due fazioni e che una trovi utile un allargamento del conflitto.
    Resta da vedere quanto l’altra fazione è intenzionata davvero a fare…

  8. Questa eliminazione significa solo una cosa per gli yankiees: andare via dall’Irak con le buone o con le cattive.
    E forse anche dall’Afganistan.
    Alea iacta est.
    L’omicidio mirato è un’arma a doppio taglio.

  9. Un articolo meraviglioso per un Uomo meraviglioso. Purtroppo, come diceva Eraclito, gli Dai “tagliano” chi svetta sopra gli altri. Certo che noi gente così……Chissà se le sue ultime parole sono state come quelle di Cavallo Pazzo morente : “Dite al mio Popolo che non può più contare su di me”. Onore a lui, Hiamamoto e Heidrick. Noi, sempre niente eh?

  10. Non solo noi non abbiamo niente e nessuno che somigli al Generale Soleimani, ma abbiamo Di Maio, Ministro degli Esteri, adesso che la situazione “bolle” in Libia. Immaginando che il prossimo articolo sarà sulla Libia, mi metto le mani nei capelli: Di Maio mi è pure simpatico ma Ministro degli Esteri…….avrei più chance io, adesso, ad andare a fare la ballerina alla Scala.

  11. Questo omicidio non fa certamente onore all’ America anzi, possiamo dire che la relega al ruolo di cagnolino israeliano. Quanto agli ebrei, la parte onesta di loro deve prendere le distanze da chi professa l’ assassinio come arma politica. Non si capisce poi come si possa dare a questo popolo il controllo di media, banche…e perfino la presidenza della “commissione sull’ odio”…

  12. Strano attacco, incomprensibile per la politica sin ora tenuta da Trump più propenso alle guerre commerciali che a quelle militari, necessita aspettare eventi futuri per comprendere…..ma, la prima impressione è che l’attacco, più che lanciarlo, Trump lo abbia ricevuto ( anche se l’ordine l’ha firmato lui….il tal caso sarebbe autoamputazione delle palle, deleterio per la sua rielezione) .
    Poi ci sarebbe una strana coindenza da prendere in seria considerazione, quasi contemporaneamente all’attacco aereo, su Bloomberg a firma John Authers ( giornalista finanziario di un certo spessore) è uscito un articolo alquanto chiarificatore ( tutti sanno ma fingono di non sapere) dal titolo ‘Il capitalismo è nelle mani dei capitalisti senza capitale’. Che siano finiti gli empirici mezzuccci della FED (taglio tassi e stampa moneta) per drogare l’economia americana, ed anche Trump si sia convinto che senza una guerra, gli States rischiano di andare dal culo?……aspettiamo eventi futuri per capirne di più, ma nel frattempo, chi crede, si dia da fare (pregate)

    • Stavolta, pero’ al capitale non puo’bastare la guerra come quella iraquena e quindi deve osare oltre..Vogliovedere se ha il coraggio di avvicinarsi al vero ostacolo, cioe’la russia. Voglio proprio vedere…….

    • Concordo, e’un attacco strano,molto strano.Oltretutto immediatamente il pentagono annuncia che l ordine di esecuzione e’ arrivato da Trump. Il povero Trump sta impicciato molto male,figurarsi se per tirarsi fuori dai guai si mette ad uccidere Suleimani, tanto per far qualcosa, quando lo poteva fare da non impicciato. Si giustifica l ordine perche l Russia la Cina e l Iran hanno fatto delle manovre navali nel golfo persico non gradito agli Usa (pare che il messaggio captato sia stato:il golfo persico e’nostro, andatevene altrove).
      Putin e Xi non pervenuti.

    • Trump è già qualche tempo che ha cambiato registro.

      Può darsi che il suo ritiro dalla Siria non sia piaciuto ai suoi padroni in kippah, infatti è di pochi giorni fa un suo nuovo forte anatema contro Assad e i russi accusandoli di nuove assurde atrocità nella zona di Idlib. Questo attentato rientra in questo nuovo modo di agire trumpiano che forse lui spera tornargli utile in chiave elettorale.

  13. Quando si assiste impotenti a questi omicidi è chiaro che l’ antisemitismo diventa per la gente civile una forma di legittima difesa. Non si può essere alleati di Israele! I semiti, secondo me, devono fare chiarezza al loro interno ed isolare gli assassini.

  14. Una delle notizie più importanti degli ultimi anni, un tentativo piuttosto esplicito da parte di Usa/Israele&co.
    Vediamo che sviluppi porterà, certo per chi segue la situazione nel medioriente è una notizia piuttosto strana, che spaventa (nel senso che io personalmente non mi aspettavo una scossa simile).

  15. Bruttissima e tristissima notizia. È stata uccisa una delle persone che hanno saputo ricucire i rapporti tra Siria, Iraq e Iran.
    È una perdita enorme per le speranze di pace nella regione.

  16. In verità credo che anche Iran, Russia, Turchia (non credo Cina né Nordcorea) abbiano accettato la proxy war, quindi non ci sarà alcuna vendetta. La Turchia manda in Libia tutti i jihadisti scomodi così prende 2 piccioni: se ne libera mandandoli a morte per mano di Haftar, fa un favore a Putin evitando che esfiltrino in Russia via Caucaso, e si smarca da Usa e Ue. l’Iran può attraverso l’Afghanistan fare molto male agli Usa e così farà, mentre la Russia più defilata potrà finanziare cellule Uigure (se la Cina sarà d’accordo in segreto perché potrebbe avvantaggiarsene pure lei), per attaccare ovunque personaggi Usa in Asia, e continuare la resistenza in Sud America.

  17. Dalla metodicità dei fatti, più che l’ordine sia partito da Trump sembra fatto dei soliti “pazzi” dell’AIRPAC, che hanno più interessi dei stessi americani a far si che l’Iran risponda ora al fuoco dopo l’uccisione del Generale, visto che Israele è più vicina dell’America avendo creato il casus belli.

  18. Vincenzo Siesto da Pomigliano

    L’ordine di assassinare è stato impartito da Trump in persona (almeno così dice il pentagono). Di conseguenza a capo degli americani c’è un criminale ( o un branco di bestie) assassino! Tenetelo presente. E tenete presente che quando una bestia si trova alle strette (come la leadership americana) diventa pericolosissima: hanno, tra gli altri numerosi crimini, sconvolto (e continuano ad insistere e negare) con il loro fare l’ intero sistema ecologico planetario, ora stanno preparando una guerra di sterminio su larga scala e cercheranno di coinvolgere anche i loro alleati e i loro vassalli (come il goiverno italiano). La giustificazione addotta dal nuovi Hitler ameri(cani) è stata quella di difendere gli interessi USA, solo che questi interessi (criminali il più delle volte) vanno contro i diritti di tutti i popoli del pianeta…

  19. Il Times ha inserito il generale iraniano Qassem Soleimani tra le venti persone che cambieranno il mondo nei prossimi dieci anni. Stanotte
    il generale è morto in un bombardamento americano. Da notare che nella lista del Times è stata inserita Giorgia Meloni che immagino stia facendo gli scongiuri-

    Giuseppe Masala
    Fonte: http://www.facebook.com
    3.01.2019

  20. Peccato che il format dell’articolo lo sminuisca,pazienza.
    Suleimani era un militare molto intelligente e scaltro, ma non lo è stato abbastanza in questa occasione che gli è costata la vita, fatto a pezzi come un animale.
    Ora gli inventori del gioco degli scacchi ne prenderanno atto e la vendetta sarà terribile.
    Nessuno,nemmeno gli antichi Romani è mai riuscito a sconfiggere i Persiani e questi vaccari comandati dal satanista Trump pagheranno cara la loro sfrontatezza omicida.
    Una portaerei affondata con tutto l’equipaggio può andar bene, meglio un capo del Centcom,però.
    Questa guerra infinita ibrida asimmetrica e senza limiti sta entrando nel vivo e gli sviluppi saranno dolorosissimi,per tutti.
    Intanto noi Talioti cominciamo a pagare più cara la benzina.

    • Proprio cosi’, se la storia insegna il regno dei parti e’stato fatale per Roma. Oltre non sono andati,si sono fermati.
      E lo sanno ben gli Usa che il territorio iraniano non promette nulla di buono.A meno che,anche stavolta,il pentagono non si confonda fra Iraq e Iran.
      Gia il fatto che abbiano colpito Suleimani a Bagdad porta a qualche conclusione inquietante.

  21. Ho appena letto un tweet di Salvini, il quale definisce il generale Soleimani ” un terrorista islamico” etc etc. Ecco proprio colui che ha combattuto gli islamisti dell’isis ( sponsorizzati dagli usraele), viene definito terrorista. Questo é l’esempio della estrema ignoranza di questo povero mentecatto, nei confronti del quale tanti italioti pongono le loro (vane) speranze.

    • Guarda che molti italiani votano Lega per un solo e unico motivo: arrestare l’immigrazione ed espellere i tanti africani e musulmani che gia’ si trovano qui senza una reale necessita’. E proprio per questo motivo continueranno a votarlo, almeno fino a quando ci sara’ qualche altro partito, di segno diverso, che si impegnera’ a fare lo stesso.

    • Su FB insieme a questa dichiarazione demente posta le foto con Trump, Pompeo, Netanyau… fantastico, credo e spero che gli costerà un buon numero di voti.

    • Sì, l’ho letto anch’io e sono rimasto basito..
      Questo scemo rischia di fare ammazzare i nostri soldati che, lo ricordo, sono schierati in mezzo mondo a fianco degli Usa.
      Fa dichiarazioni ignoranti e attira guai.
      Uno così a capo della Nazione ci farebbe rifare la fine che abbiamo fatto con Mussolini.
      E’ un idiota pericoloso.

    • Purtroppo l’Italia non è un paese libero. Salvini ha detto in questo caso una sciocchezza. Ma l’ha detta perché sa bene cosa sarebbe successo se non l’avesse detta. In questo paese i media, la magistratura, importanti cariche istituzionali, ecc. sono in mano a determinati poteri. Se non ti uniformi rischi di essere stritolato.
      Salvini già stanno tentando di eliminarlo per via giudiziaria. E’ costretto a dire queste cose.

    • Il tweet più demente della sua storia. La cosa più grave è che potrebbe averlo scritto non per calcolo, ma per pura ignoranza (non credo che qualcuno glielo abbia chiesto)

  22. Soleimani aveva assunto un ruolo ormai politico internazionale, più che militare, questa uccisione barbara è provocatoria avrà conseguenze a lunghissima gittata.
    L’ennesimo atto di asservimento di una grande nazione ad una piccola minoranza di esaltati stranieri è qualcosa di cosi terribile che lascia interdetti, gli USA del 2020 stanno dissipando ogni residuo di credibilità e decenza per dare seguito ai desiderata israeliani. Trump dimostra di non avere il polso della situazione, se è stato lui ad ordinare questa mattanza non ha contezza di quello che significa per gli interessi degli USA nel mondo.

    • Vincenzo Siesto da Pomigliano

      Io penso che non sia stato lui, il Trump. Questa in effetti è una dichiarazione di guerra del “Deep State” USA contro tutti gli altri popoli che non sono con gli ameri(cani). E come ho avuto di scrivere in un altro commento, gli interessi USA contrastano con la >Vita sul pianeta e con i dirtitti degli altri popoli.
      Ergo, il governo italiano deve trarne le dovute considerazioni o si troverà impelagato in un devastante conflitto…. In primis fuori dalla NATO e via le basi degli ameri(cani) dal nostro paese, punto del programma e un cavallo di battaglia dei vertici del M5S prima di andare al governo!

      • “Prima”, appunto. Quando il loro compito era quello di accalappiare voti.

      • E’ stato Trump. Che poi Trump sia ostaggio del deep state e di israele è ovvio. Che non sia in grado di emanciparsi, di liberarsi dal deep state e da israele è evidente. Che poi deep state e israele facciano di tutto per ricattarlo, non ultimo il tentativo di impechment, è evidente. Qui in Italia abbiamo avuto per tanti anni la prova di come si possa ricattare un capo di governo con indagini e processi ad personam. Stanno facendo lo stesso con Trump, che non ha la forza, e nemmeno la statura per liberarsi.

    • Temo, caro Cataldo, che la situazione stia degenerando in modo inarrestabile, potendo ampiamente sfuggire di mano data la labilità odierna di quello che un tempo si chiamava diritto internazionale…le conseguenze di quanto accaduto non si possono misurare in termini solo di confronto Iran-USA ma investono il complesso dei rapporti internazionali, del ruolo delle Nazioni Unite, delle alleanze formali o informali tra gli stati, della compatibilità tra stato ‘eccezionale’ ed altri stati: non solo dunque ‘interessi’ USA ma esistenza stessa di un complesso di relazioni internazionali ‘civili’. E’ stato assassinato un esponente di un governo riconosciuto dall’ Onu sulla base di accuse non provate, da parte di un governo che formalmente non è in ‘guerra’ ( e dunque sono azioni militari esplicite non rientranti nel c.d. ‘diritto di guerra’ ), nel territorio di uno stato terzo ( violandone la sovranità, peraltro inesistente ), su mandato implicito di un’altro stato della regione che diverse volte ha proceduto ad atti simili ( ma raramente o mai verso esponenti ufficiali ) compiacendosene ampiamente. Che dire di più ? Un tempo per molto meno partivano le divisioni al fronte. L’ unico esempio che mi viene in mente è l’assassinio dell’ Arciduca che diede inizio alla carneficina della I G.M. I presupposti ci sono tutti perchè si dia l’avvio di un’altra ‘inutile strage’, suicidio non solo dell’ ‘europa civile’ ma del mondo intero. Ma vale davvero piangere per questo mondo ?

      • Aggiungiamoci una Turchia che non vede l’ora, dopo aver violato i confini siriani, di fare lo stesso con la Grecia, con gioia e soddisfazione della Merkel che si sarebbe tolta dai piedi quello che per lei è un inutile fardello.

      • Condivido la sensazione che sia impossibile sovrastimare la portata di questo omicidio, il 27 dicembre c’era stata la prima esercitazione “ufficiale” navale Cina-Russia.Iran, poca roba sul piano militare, ma letta politicamente come l’impossibilità di “isolare” l’Iran ….
        Tashtego,il cambio di paradigma in effetti c’è già stato, nei rapporti internazionali, ma il controllo mediatico totale lo ha obnubilato alla percezione globale, queste modalità teatralmente omicidiarie, strappano in parte il velo di Maya, ma in questo senso non sono conformi alla “vendita” di una guerra, che richiede invece grande compattezza e gradualità al supporto psico-mediatico, pertanto le prime impressioni non devono condizionarci più di tanto sui risultati attesi,

    • La Zakharova da Sputnik: “Naturalmente oggi ci troviamo di fronte all’apparizione di una nuova realtà, vale a dire l’eliminazione di un rappresentante del governo di uno Stato sovrano, un funzionario, senza alcuna base giuridica. E’ un avvenimento estremamente importante che porta l’intero contesto su un piano completamente diverso”, ha detto la Zakharova sul canale televisivo Rossiya-24. Credo che stia dicendo che così cambiano le regole del gioco (in pratica nessuna regola) e che sarà giocoforza adattarsi, con quel che ne consegue.

  23. Qualcuno, giù di là da quelle parti si sta fregando le mani in attesa di vedere usa e Iran scannarsi… Invece prevedo nuovi schiaffoni in arrivo per i soliti guerrafondai col culo altrui, non sono più abituati,ma le dinamiche cambiano nel tempo, e gli ‘eletti’ non se lo aspettano; in Iran non sono così ingenui, non abboccheranno e gliela faranno pagare, che non finisca per avere una qualche utilità questa coltellata alle spalle tipica dei vigliacchi; stavolta il gioco è troppo sporco.

  24. Allora, quando iniziano con bombe e droni?
    Sarebbe anche ora, non se ne può più di questo stillicidio di violenza.
    Forza, con atti di guerra veri e propri, bombardamenti, attacchi massicci , morti a migliaia.
    E che si diano una mossa, una buona volta.

  25. E’questo il punto: chi puo’rispondere ora? Il generale era in iraq, se fosse stato in iran gli usa non si sarebbero permessi. Ma l’iraq e’casa loro…ha sbagliato lui a cadere in questo tranello, in iraq pieno di americani!!!. Boh, e’strano…..ma che si puo’fare? L’iran contro gli usa? Mae’proprio l’esca tesa da costoro! Credo che non si possa fare nulla. Qui si sposta solo se qualcuno tocca la russia ma nessuno osa, se ne guardan bene. Facile fare questi scherzi all’iran, sono punzecchiate…solo con la russia si muovera’qualcosa, in caso contrario assisteremo a questo stillicidio per sempre!

  26. A Bassora, confine fra Iraq e Iran, i dipendenti delle compagnie petrolifere sono stati evacuati.
    https://parstoday.com/it/news/middle_east-i205614-iraq_evacuato_personale_petrolifero

    In Israele scatta la massima allerta.

  27. Segnalo questo articolo su Pars Today, canale ufficiosoufficiale di Teheran, che indica come CERTA la rappresaglia
    https://parstoday.com/it/news/iran-i205617-trump_uccide_l%E2%80%99eroe_della_guerra_all%E2%80%99isis_e_dichiara_guerra_all%E2%80%99iran
    Quell’ ‘improvvido’ di Salvini esalta Trump benedicendo l’assassinio di Suleimani. Un interventista, verrebbe da dire pensando al passato…o forse al futuro.
    Nel frattempo la Russia segnala la compromissione oramai non più redimibile del diritto internazionale:
    https://it.sputniknews.com/politica/202001038482762-omicidio-soleimani-mosca-il-mondo-affronta-una-nuova-realta/
    La realtà è la guerra. Forse solo uno sforzo congiunto Russia e Cina che diano garanzie ampie, ufficiali, militari e economiche di sostegno a Teheran può evitarla.

  28. La guerra contro l’Iran sara’ l’ultima per gli americani (e probabilmente anche x il paesello che li spinge in questo progetto bellico).

  29. una cosa è ormai sicura, “in un modo o nell’ altro” trump non sarà rieletto.

  30. L’omicidio politico è nel DNA degli Usa, anche per regolare questioni interne (Franklin, i Kennedy etc.). Non c’è da meravigliarsi più di tanto se tale pratica viene usata anche in questi frangenti. Non vorrei che la faccenda venga presa, come traspare nell’articolo in maniera semplicistica, a una gara di ripicche e rappresaglie, vista magari con un certo “distacco” presunto neutrale. Per come la vedo io gli Usa (e sopratutto il deep state, più che Trump) e i sionisti sono in difficoltà sia in generale, perché i piano strategico sulla Siria è fallito, sia in particolare perché in questo momento i loro referenti in loco sono sconfitti o prossimi alla sconfitta, e con questo omicidio tentano di recuperare un ruolo nell’area.

  31. Ho avuto una visione … c’è un filo rosso che lega Trump all’Iran… e se Trump fosse assassinato e la colpa venisse addossata all’Iran?.. che colpaccio per il deep state e i pazzi israeliani che avrebbero la scusa per una guerra in pompa magna.

  32. Cribbio che melina!!!! Notum lippis et tonsoribus esse!! Fin che esisteranno gli usaegetta il pianeta sarà sempre in pericolo! Per non dire che in casa nostra fanno il c..zo di comodo loro e nessuno dice niente!!! BELLO SCHIFO vero giuseppi!!! E il ”topo galileo”?????????? Nulla da dire???=??