Premiato blog Comedonchisciotte

FONTE: COMEDONCHISCIOTTE.ORG

Ci sembra ancora un po’ strano. Ci hanno premiato.

Eravamo più abituati a ricevere insulti feroci e minacce più o meno larvate. Al punto che l’unico precedente in qualche modo paragonabile era di parecchi anni fa, quando ci avevano indicato come pericoloso sito di antisemiti (vedere “Siamo onorati dell’attenzione” ).

Ma solitamente l’atteggiamento dei media verso di noi è stato di suprema indifferenza, con rari riferimenti come “covo di complottisti” o ancora più di rado come “rosso-bruni”.

Adesso è proprio un premio: l’Associazione Articolo 11 , ci ha classificato come il miglior blog del 2017 e ci ha consegnato la targa premio.

Siamo abbastanza refrattari ai premi, le motivazioni per la nostra attività derivano da delusioni epocali che gridano vendetta, non da bisogno di notorietà. Eppure una certa sensazione di soddisfazione c’è.

Ancora una volta sappiamo di non essere i soli a combattere la battaglia per un’informazione decente, ed è bello conoscere altre persone che con umiltà si impegnano a lenire il disastro dell’informazione italiana.

E quindi grazie all’associazione “Articolo 11” e grazie ai collaboratori ed ai lettori del nostro sito, che contribuiscono alla sua validità. Un brindisi virtuale e andiamo avanti.

 

La redazione

Fonte: www.comedonchisciotte.org

24.03.2018

Pubblicato da Truman

Precedente Fico alla Camera e Casellati al Senato: chi vince, chi perde
Prossimo Guerra Commerciale di Trump o De-Globalizzazione?

2 Commenti

  1. Ma il premio consiste in denaro? Dollari, euro o rubli? Chi vi paga, Putin? Se è così dividiamo il malloppo!!! 🙂

  2. Congratulazioni a tutti i partecipanti di questa comunità pensante, che permette di dialogare sui più disparati temi di attualità politica, economica, culturale, in piena libertà di espressione, confrontandosi solo sui fatti e sulle diverse interpretazioni, senza alcuna censura. Si affrontano quotidianamente argomenti scottanti senza alcun timore di rivelare i retroscena oscuri, si tratta in tempo reale di neoliberismo, tecnocrazia, manipolazione delle masse, ideologie create ad arte contro la dignità degli uomini, come se bastassero bandiere stellate con più o meno strisce per occultare la memoria e per nascondere la verità. Come diceva Horacio Verbitsky, giornalista e scrittore argentino «Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto.» Quindi avanti tutta !!