Perché Bill Gates e il Pentagono stanno liberando zanzare OGM nelle Florida Keys?

F. William Engdahl
journal-neo.org

Nonostante le forti proteste dei residenti, la US Environmental Protection Agency (l’Agenzia Americana di Protezione Ambientale) e le Florida agencies (le agenzie della Florida) hanno approvato il controverso rilascio nelle Florida Keys di milioni di zanzare killer geneticamente modificate o create in laboratorio tramite “editing genomico.” Allo stesso tempo, [Eric Lander], il discusso Presidential Science Adviser (Consulente Scientifico del Presidente) nominato da Biden è impegnato nello sviluppo della tecnologia CRISPR, usata per modificare geneticamente praticamente qualsiasi cosa: dalle zanzare, ai vaccini mRNA di Pfizer e Moderna, ai salmoni creati in laboratorio. Questa associazione tra Bill Gates, il Pentagono e la lobby della eugenetica è, a dir poco, allarmante.

Il 30 aprile, il Florida Keys Mosquito Control District (Distretto di Controllo delle Zanzare delle Florida Keys ) e l’azienda biotecnologica Oxitec hanno annunciato che inizieranno il rilascio di circa 750 milioni di zanzare Aedes Aegypti geneticamente modificate usando la tecnologia di editing genomico CRSPR. Le Aedes Aegypti rappresentano solo circa il 4% della popolazione di zanzare delle Keys. Il rilascio si scontra con l’aspra opposizione dei residenti e dei gruppi ambientalisti che avevano chiesto un referendum in concomitanza con le elezioni [presidenziali] dell’anno scorso, referendum che, guarda caso, era stato rifiutato dal Mosquito Control Board (centro di controllo delle zanzare). Oxitec e il Centro dichiarano che lo scopo del rilascio è l’eliminazione delle Aedes Aegypti, ritenute portatrici della febbre del dengue, della Zika e di altre malattie.

Il progetto, che nelle dichiarazioni stampa appare positivo, in realtà è allarmante sotto molti aspetti. Prima di tutto, per il rifiuto di autorizzare un voto cittadino sul controverso rilascio di zanzare OGM. In secondo luogo, perché non esistono analisi sul rapporto rischio-beneficio nel rilascio di milioni di zanzare i cui tratti genetici mutano in maniere spesso imprevedibili. Vale la pena correre il rischio che, per colpa del progetto, emerga per mutazione una varietà di zanzare ancora più resistente? Nessuno lo può sapere. Le tecniche tradizionali per il controllo delle zanzare, fino ad ora, hanno funzionato bene.

Il CEO di Oxitec, Grey Frandsen, ha una storia oscura di collaborazione con il Dipartimento di Stato Americano nei Balcani, in qualità di consulente della Marina Americana e come membro del Gruppo di Crisi Internazionale di George Soros, che, a sua volta, ha avuto un ruolo cruciale nella distruzione della Yugoslavia negli anni ’90. Senza alcuna esperienza pregressa in biotecnologia, Frandsen compare come CEO della Oxitec nel 2017. Oxitec, un’azienda inglese, è stata acquistata dalla Third Security, una società americana di capitale di rischio di Radford, Virginia, guidata da Randal J. Kirk proprietario anche dell’azienda AquaBounty, produttrice di salmoni geneticamente modificati in laboratorio tramite “editing genomico.

IL FALLIMENTO DEL BRASILE

Oxitec aveva condotto un’altra sperimentazione con le stesse zanzare geneticamente modificate Aedes Aegypti a Bahia, in Brasile. Nel corso di una sperimentazione volta ad appurare se le zanzare create in laboratorio tramite ’“editing genomico” si sarebbero integrate con le zanzare locali portatrici della Zika, della malaria o di altre malattie, dopo un’iniziale riduzione della popolazione delle zanzare target, trascorso qualche mese la “popolazione che era stata per la maggior parte soppressa, era ritornata a livelli quasi pre-rilascio,” secondo uno studio pubblicato su Nature Reports. Un team di scienziati dell’Università di Yale e di vari istituti scientifici brasiliani aveva monitorato lo sviluppo dell’esperimento. Quello che i ricercatori avevano scoperto era che, dopo un periodo iniziale durante il quale la popolazione delle zanzare target era diminuita considerevolmente, passati circa 18 mesi, la stessa popolazione era ritornata ai livelli pre-rilascio. Non solo, lo studio aveva notato che, molto probabilmente, alcune zanzare avevano sviluppato un “vigore ibrido,” in altre parole, l’ibridazione della specie naturale con quella geneticamente modificata aveva creato “una popolazione più robusta della popolazione pre-rilascio,” che avrebbe potuto essere più resistente agli insetticidi, in pratica delle “zanzare super-resistenti” . Lo studio Oxitec in Brasile aveva concluso che “è incerto in che maniera [il rilascio di insetti geneticamente modificati] possa incidere sulla trasmissione di malattie o su altri tentativi di controllo di questi pericolosi vettori.”

In breve, le modificazioni genetiche erano imprevedibili. Un altro studio scientifico del 2020 aveva rivelato che gli insetti “sterili” ritornavano ad essere fertili, “creando delle popolazioni OGM resistenti che persistono nell’ambiente. Lo studio, pubblicato da scienziati in Cina, Germania e dalla USDA (Dipartimento americano di Agricoltura) negli Stati Uniti, dimostra che possono sorgere mutazioni spontanee in insetti da laboratorio, portando a resistenze genetiche sui tratti voluti. In altre parole, “super insetti” o zanzare.

Inoltre, l’incidenza della dengue o della Zika nelle Florida Keys non è un problema grave. Secondo il report ufficiale del CDC (Centro americano per la Prevenzione e Controllo delle Malattie), nel 2020 non c’era stato un singolo caso in tutti gli Stati Uniti di Zika nella popolazione indigena e solo 4 da viaggiatori stranieri. Per quanto riguarda la ben più mite e scarsamente mortale febbre dengue, con sintomi simili all’influenza, nel 2020, nelle Florida Keys si erano verificati 26 casi. Si era trattato del primo focolaio in quasi dieci anni. Guarda caso, era stato proprio un piccolo focolaio di febbre dengue del 2010 quello che la Oxitec aveva usato per patrocinare il rilascio in Florida di zanzare create in laboratorio tramite ’“editing genomico.” Il nuovo focolaio del 2020 era stato altrettanto sospettosamente conveniente per gli sforzi della Oxitec nel rilascio delle zanzare geneticamente modificate in Florida, approvato nel 2020.

OXITEC, GATES E DARPA

Altri sospetti sul rilascio in Florida di zanzare create in laboratorio tramite ’“editing genomico” nascono dal fatto che il progetto Oxitec è patrocinato da due agenzie altamente controverse, La Bill & Melinda Gates Foundation e il Pentagon’s Defense Advanced Research Projects Agency o DARPA (Agenzia di ricerca avanzata della Difesa). Gates, uno dei maggiori finanziatori dei “vaccini” COVID-19 creati in laboratorio tramite l’“editing genomico” di Pfizer e Moderna e il più grande sponsor privato dell’OMS, ha finanziato ricerche sull’“editing genomico” per più di un decennio. Gates conosce benissimo le malevole potenzialità di questa nuova tecnologia. Può essere utilizzata per produrre armi biologiche. Nel 2016, Gates aveva dichiarato che “la prossima pandemia potrebbe originare dallo schermo di un computer di un terrorista che ha utilizzato l’ingegneria genetica per creare una versione sintetica del virus del vaiolo.” Nel giugno 2017, John Sotos della Intel Health & Life Sciences, aveva detto che le ricerche sull’editing genomico avrebbero potuto “aprire la strada alla possibile creazione di armi biologiche di potenza distruttiva inimmaginabile.

Nel 2016, la fondazione di Gates aveva sponsorizzato con 1,6 milioni di dollari l’agenzia di pubbliche relazioni, Emerging Ag, affinché bloccasse una proposta di moratoria da parte della UN Convention on Biological Diversity (CBD) (Convenzione sulla diversità biologica dell’ONU) sulla tecnologia gene-drive [forzatura genetica] fino a quando la sua sicurezza non fosse stata stabilita. Secondo e-mail ottenute dalla ETC Group, Emerging Ag aveva reclutato più di 65 esperti, incluso un alto funzionario della Fondazione Gates, un funzionario della DARPA e scienziati che avevano ricevuto finanziamenti dalla DARPA. I loro sforzi erano andati a buon fine.

GUERRA ENTOMOLOGICA?

La DARPA è attiva da parecchi anni sull’editing genomico delle zanzare. Attraverso il suo programma “Insect Allies” (Insetti Alleati), la DARPA sta lavorando, usando tecnologie CRISPR di modificazione genetica e gene-drive, sulla manipolazione delle zanzare Aedes Aegypti. Il Dipartimento della Difesa americano ha speso almeno 100 milioni di dollari nella controversa tecnologia nota come “gene-drive” facendo dell’Esercito Americano uno dei massimi finanziatori e sviluppatori della tecnologia di modificazione genetica. “Gene-drive è una nuova tecnologia potente e pericolosa e le potenziali armi biologiche [che ne potrebbero derivare] avrebbero un impatto disastroso sulla pace, sulla sicurezza alimentare e sull’ambiente, specialmente se mal impiegate,” dice Jim Thomas, co-direttore di ETC Group, un gruppo sulla sicurezza ambientale. “Il fatto che lo sviluppo del gene drive sia ora principalmente finanziato e gestito dall’esercito americano solleva questioni allarmanti sull’intero campo [della genetica].”

La guerra entomologica è un tipo di guerra biologica che usa insetti per trasmettere malattie. Il Pentagono, usando le ricerche della DARPA, ha presumibilmente condotto tali test entomologici in maniera segreta nella Repubblica della Georgia e in Russia. Lo sviluppo da parte della DARPA, assieme alla Fondazione Gates e Oxitec, di zanzare geneticamente modificate è forse un programma di copertura per una guerra entomologica?

Il Pentagono ha attualmente laboratori biologici di massima sicurezza in 25 Paesi in tutto il mondo finanziati dalla Defense Threat Reduction Agency (DTRA) (Agenzia per la Diminuzione delle Minacce della Difesa) per un programma militare da 2,1 miliardi di dollari , il Cooperative Biological Engagement Program (CBEP) (Programma di Coinvolgimento Biologico Cooperativo). Questi laboratori si trovano in paesi dell’ex Unione Sovietica, come Georgia e Ucraina, nel Vicino Oriente, nel Sud Est asiatico e in Africa. In uno dei loro progetti, “Surveillance Work on Acute Febrile Illness” (Lavoro di Sorveglianza su malattie da febbre acuta) era stata studiata una sottofamiglia delle mosche della sabbia, quella delle Phlebotomine, per determinare la carica infettiva di questi insetti. Un altro progetto, che include anch’esso un gruppo di mosche della sabbia, aveva studiato le caratteristiche delle loro ghiandole salivari. Queste ricerche erano finalizzate all’impiego bellico degli insetti.

La controversa persona scelta dall’amministrazione Biden per il ruolo di primo consulente scientifico a livello di gabinetto, Eric Lander, viene dal MIT- Harvard Broad Institute. Lander è uno specialista in tecnologie gene-drive e di modificazione genetica e gioca un ruolo cruciale nel discusso US Human Genome Project (Progetto americano Genoma Umano). Questa non è il tipo di scienza di cui abbiamo bisogno, fa parte di quella che, ovviamente, è un’agenda eugenetica di portata molto più ampia, e Bill Gates, di nuovo, sta giocando un ruolo chiave.

F. William Engdahl

Fonte: journal-neo.org
Link: https://journal-neo.org/2021/05/11/why-are-gates-and-pentagon-releasing-gmo-mosquitoes-in-florida-keys/
11.05.2021
Tradotto da Robin per comedonchisciotte.org

5 1 voto
Valuta l'articolo
Sottoscrivi
Notifica di
24 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Simsim
Active Member
20 Maggio 2021 , 12:32 12:32

Ma…io non so voi, ma mi si é stagliata in mente l´immagine di questo ricco signore alle prese con la noia. Alla ricerca di un problema inesistente da risolvere perché qualunque altro obiettivo che possa umanamente desiderare e risolvere nel tempo che gli é rimasto da vivere, o lo ha risolto, o é probabilmente fuori il suo tempo massimo perché ne possa vedere gli effetti.

Si, mi rendo conto che sotto molti aspetti non ha senso, dato che ogni passo sembra invece pianificato fin nei minimi dettagli, ma é esattamente l´immagine che mi ha suggerito la trattazione.

Restando al pratico invece, aldilá del discorso sulla superzanzara resistente, data la massiccia presenza di zanzare in alcuni momenti dell´anno, un pericolo plausibile é anche quello che queste zanzare possano invece generare malattie diverse, o che magari vengano programmate per questo scopo. Poi in Florida, lo stato controcorrente per eccezione. Mah.

Violetto
Active Member
20 Maggio 2021 , 12:37 12:37

la zanzara come tutti gli altri “esseri insignificanti” è un anello di una catena. L’eliminazione di una specie si rifletterà a catena con esiti imprevedibili. Quando importarono in Australia i bovini, dopo un po’ dovettero importare anche gli stercorari occidentali per raccogliere gli escrementi dei bovini perché quelli autoctoni non ne erano capaci essendo “tarati” per gli escrementi di canguro et similia che sono piu solidi, simili a quelli degli ovini. I campi si riempirono di sterco, con aumento degli insetti, mosche etc. Allo stesso modo quando importarono in Australia i conigli, i dingo non erano capaci a cacciarli. I conigli invasero l’Australia con danni immensi. Dovettero essere sterminati con dei virus. Aggiungo, che chiunque abbia visto “AirportSecurity” Australia, avrà visto la maniacalità con la quale provano a impedire a qualunque organismo “non autoctono” di entrare nella “catena” di un eco sistema (più o meno) chiuso come l’Australia. Segno che c’è (ovviamente) la consapevolezza del danno che si può creare, a più livelli, con dei gesti apparentemente innocui come far entrare una pianta (o altro) potenzialmente infestata da qualche micro organismo, insetto, parassita etc. Eppure, poi, da un’altra parte, permettono al solito Gates, di giocare a “Il Piccolo Dio”. BOH… Leggi tutto »

Last edited 23 giorni fa by Violetto
IlContadino
Noble Member
Reply to  Violetto
20 Maggio 2021 , 12:49 12:49

In Australia risalendo lungo la catena delle importazioni improprie si arriva inevitabilmente fino all’uomo bianco, i problemi giungono insieme a lui

Last edited 23 giorni fa by IlContadino
Violetto
Active Member
Reply to  IlContadino
20 Maggio 2021 , 12:52 12:52

Bè, certo. Hai perfettamente ragione.

Simsim
Active Member
Reply to  IlContadino
20 Maggio 2021 , 13:07 13:07

Si, anche se volendo fare questo discorso su un livello piú astratto, arriviamo al punto di doverci condannare come specie tout court. Diciamo, per farla breve e fruibile, che un´integrazione con l´ambiente basata sulle caratteristiche di quell´ambiente, avrebbe portato comunque una sorta di sconvolgimento sull´ecosistema, ma “eticamente” sarebbe stato giustificabile. Di fatto, volendo riportare per un momento tutto su una linea, l´uomo ha lo stesso diritto di un insetto o di un animale di sopravvivere. Chiaramente noi ci prendiamo molto piú di questo diritto, non sto dicendo il contrario, peró una parte estremamente piú piccola di quel diritto ci spetta come specie. Quindi non andrei nella direzione di condannare l´uomo in quanto specie, piuttosto (e siamo chiaramente nell´ambito dell´utopia, ma si fa per parlare alla fine) mi chiederei come ci saremmo potuti integrare in Australia senza esser costretti ad importare bovini e stercorari che originariamente non erano parte di quell´ecosistema.

Violetto
Active Member
Reply to  Simsim
20 Maggio 2021 , 14:37 14:37

Le cose che ho raccontato non stanno a significare che “non si doveva fare” ma che i cambiamenti si ripercuotono.
Era,dunque, una considerazione sulle “prove” per estinguere la zanzara.
Anche in questo caso io non ho mai scritto che “non si deve fare”.

Simsim
Active Member
Reply to  Violetto
20 Maggio 2021 , 15:07 15:07

Rispondevo a Contadino, non a te 🙂 era in riferimento alla sua frase su “l´uomo bianco”, e peraltro senza alcun tipo di velleitá polemica.

IlContadino
Noble Member
Reply to  Simsim
20 Maggio 2021 , 15:23 15:23

Forse chiedendo il permesso e rispettando la abitudini del luogo, più o meno come si fa quando si entra in casa d’altri e come ci si comporta quando si è in viaggio. Ecco, interpretare la vita come fosse un viaggio, in fin dei conti siamo di passaggio

Last edited 23 giorni fa by IlContadino
Holodoc
Trusted Member
Reply to  IlContadino
20 Maggio 2021 , 18:48 18:48

👏👏👏

emilyever
Trusted Member
Reply to  Violetto
20 Maggio 2021 , 13:22 13:22

Ricordo di aver letto l’anno scorso un’intervista a Didier Raoult che diceva di essere stato consultato anni fa da Bill Gates come esperto di malaria e di aver subito chiuso i rapporti di collaborazione quando scoprì che voleva che lo aiutasse a ingegnerizzare la zanzara perchè non si riproducesse più quella che porta la malattia: il prof di Marsiglia è contrario a modificare la biodiversità, e guai a chi gli tocca l’amata Africa, sua terra natale.

fuffolo
Active Member
Reply to  Violetto
20 Maggio 2021 , 16:41 16:41

Anche da noi nell’800 la fillossera, portata dalle Americhe, cambiò il modo non solo della viticoltura, ebbe profonde ripercussioni economiche, sociali ed anche paesaggistiche perchè fece sparire dai campi la vite maritata a favore dei filari con tutore morto

ducadiGrumello
Active Member
Reply to  fuffolo
20 Maggio 2021 , 17:20 17:20

succede anche oggi di continuo, drosophila, cimice asiatica, punteruolo delle palme ecc. ecc….la vite innestata poi campa di meno, quelle franche di piede di una volta tiravano oltre il secolo, oggi se superano i 30 anni è un miracolo…

ducadiGrumello
Active Member
Reply to  Violetto
20 Maggio 2021 , 17:21 17:21

ottimo virgolettato, non esistono esseri insignificanti

mazzam
Member
Reply to  ducadiGrumello
20 Maggio 2021 , 19:28 19:28

come no..
tutti quelli che votano piddì come si rubricano?
e quelli in coda di notte per farsi pungere?
e quelli che leggono saviano?
e quelli che ha vinto biden?
e quelli che è stato Putin?
… a me pare che ce ne siano ancora un sacco.
sempre meno ma sempre troppi.

Divoll
Active Member
Reply to  ducadiGrumello
20 Maggio 2021 , 22:14 22:14

Esistono, esistono. Non solo inutili, ma anche dannosi. Da $oro$ a guglielmo cancelli e’ tutta una genia peggio delle zanzare.

Holodoc
Trusted Member
Reply to  Violetto
21 Maggio 2021 , 8:28 8:28

Gli australiani potrebbero riprendersi l’alga aliena che ha ormai invaso il Mediterraneo…

uparishutrachoal
Trusted Member
20 Maggio 2021 , 16:25 16:25

Non capisco perché non facciano un vaccino contro le punture di zanzare..visto il possibile mercato di accoglienza..
Ma ho paura che si scoprirebbe presto che non funziona..o avrebbe effetti deleteri sull’uomo..
Invece hanno vaccinato le zanzare e rese infeconde..
Visto che si prospetta una nuova specie più pericolosa..quale nuova specie umana più aggressiva si prospetta col trattamento genico contro il covid..?
Se pensiamo che il vaccino ci indebolisca..perché non pensare che con le zanzare abbia lo stesso effetto..?
Non è che siamo prevenuti.. e indebolisti o aggressivisti a senso alterno..come ci fa comodo per attaccare il Gates..?
Il fatto è che alla fine non sappiamo cosa succede..e si va a tentativi..
Nel dubbio è bene non vaccinarsi e vivere dove le zanzare non attecchiscono..altrimenti ..in un modo o nell’altro si metterà male..
In dei conti è la cosa più semplice..e chi non riesce a farlo..mi sa che è condannato per incapacità ad evolversi verso l’abbandono della pigrizia..o per carenza di spirito di adattamento..

Last edited 23 giorni fa by uparishutrachoal
Holodoc
Trusted Member
20 Maggio 2021 , 18:57 18:57

Mi ricorda la “guerra ai passeri” dichiarata dal governo comunista cinese nei confronti di questi uccelli accusati di mangiare le messi destinate al Popolo.

Morti i passeri… arrivarono le cavallette, e i cinesi, di soppiatto, dovettero reintrodurre i passeri importandoli dall’Unione Sovietica.

ducadiGrumello
Active Member
Reply to  Holodoc
20 Maggio 2021 , 20:44 20:44

i cinesi sono specialisti in disastri ecologici…c’è una zona con monocoltura di pero, ora non ricordo il nome, dove hanno fatto estinguere le api martellando con gli insetticidi per anni…risultato: ogni anno, nel periodo della fioritura, occorrono decine di migliaia di persone per impollinare manualmente i fiori di pero…tutto lavoro che facevano gratis le api…

Divoll
Active Member
Reply to  Holodoc
20 Maggio 2021 , 22:19 22:19

Il problema e’ che alcuni umani credono di essere piu’ intelligenti della Natura e questo perche’ hanno troppi soldi e quindi la semplice playstation non gli basta piu’, vogliono giocare a fare dio col mondo. Ora hanno deciso che siamo troppi e passano le loro giornate a inventare sistemi di eliminazione di massa. Fino a quando cadranno vittime dei propri giocattoli, come il famoso coyote dei cartoni animati.

danone
Noble Member
20 Maggio 2021 , 19:23 19:23

“Un altro progetto, che include anch’esso un gruppo di mosche della sabbia, aveva studiato le caratteristiche delle loro ghiandole salivari.”

Mi chiedo chi fra lo scienziato che studia per tutta la vita le caratteristiche delle ghiandole salivari della mosca della sabbia e la mosca della sabbia, sia l’entità più evoluta e intrinsecamente utile all’eco-sistema globale.
Bisognerebbe fare uno studio in merito, ma ad occhio e croce credo ancora più la mosca della sabbia.

Eshin
Member
20 Maggio 2021 , 19:44 19:44

Attention

Account disabled by server administrator. Ho clickato la fonte.

Divoll
Active Member
20 Maggio 2021 , 22:09 22:09

Mi chiedo come mai a nessuno venga l’idea di testare una di queste zanzare su Guglielmo Cancelli…

ducadiGrumello
Active Member
Reply to  Divoll
21 Maggio 2021 , 6:35 6:35

attualmente pare sia impegnato a respingere gli attacchi del raro e temibile moscone Melindo, una specie che si nutre di patrimoni

24
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x