“Non siamo casaleggini, siamo grillini”.

DI DEBORA BILLI

facebook.com

In questa frasetta, riportata a mò di gossip da Dagospia, c’è tutta la tragedia che ormai da anni si consuma all’interno del MoVimento 5 Stelle. Le famigerate due “anime” del M5S sono proprio queste, come ho raccontato tante volte, e non il ritrito confronto tra destra e sinistra oltre il quale i media proprio non sanno andare.
Certo, l’anima casaleggina è sempre stata minoritaria, ed è per questo che tante volte ha finito col soccombere agli assalti della controparte (sì, è proprio una controparte, e ora è evidente è tutti); ma come una fenice quell’anima sempre risorge, perché -stàtece- è la parte migliore.

 

Debora Billi

Fonte: www.facebook.com

Link: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10222603096731977&set=a.2508088667407&type=3&theater

25.06.2020

 

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ant85
ant85
25 Giugno 2020 10:05

L’urlatrice de Roma e’ passata da “aooo’, io so’ una der popolo” al vestitino di alta boutique. Se ci pensate bene, lei e’ finalmente felice. Dopotutto, col pd si lavora bene (parole sue). Oggi, inutile dirlo, andare sul palco e prendere per il cuIo la plebe non serve piu’. Loro sanno benissimo che a partire da settembre finiranno nella sistemazione che meritano: sciacquone – direzione fogna. Sarebbe bello pero’, visto che si definiscono orgogliosamente Grillini, che poco prima della loro dipartita politica andassero ad abbracciare il popolo, quello che un tempo – parole di Grillo – fungeva da guardia del corpo pentastellata.

Dante Bertello
Dante Bertello
25 Giugno 2020 12:32

Tutti coloro i quali trovandosi ai vertici del Movimento, lo hanno portato allo sbando in questi ultimi due anni, sono egualmente colpevoli. Le scelte poco oculate dei rappresentanti portati in Parlamento, volute dal capo politico, erano la prima avvisaglia che le cose non si stavano mettendo bene. La chiusura del Forum, fatta di punto in bianco senza chiedere agli iscritti il loro parere su Rousseau, come sarebbe dovuto avvenire, togliendo ogni possibilità a noi iscritti di poter esternare quello che pensavamo, ha fatto il resto. Ho sempre difeso Beppe Grillo, ma adesso non posso farlo, perché penso non se lo meriti più. Pur con tutti i pregi che gli vanno riconosciuti, essendo stato lui il creatore del Movimento, ora è diventato come l’Umberto Bossi degli ultimi tempi nella Lega Nord, più nocivo che utile. Casaleggio mi è sempre apparso maggiormente interessato ai 300 euro che gli pervengono mensilmente da ognuno dei deputati grillini, che a mantenere ad un livello di decoro accettabile il M5S. La “badante” di Conte è una macchietta che ci sta facendo ridere dietro da tutto il Mondo. Di Giggino ho detto in passato quanto lo trovassi inadeguato, ed i fatti mi stanno dando ragione. Pensando a… Leggi tutto »