Home / ComeDonChisciotte / L'ORO E LA GEOPOLITICA

L'ORO E LA GEOPOLITICA

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY
Global Research

Sia il dollaro USA che il sistema monetario dell’Euro sono in crisi. In un periodo in cui il valore del denaro ( cartaceo e/o elettronico) cala, il controllo strategico sulle riserve auree e sulla produzione di oro è di fondamentale importanza.

Il problema non è solo chi controlla lo stock di riserve d’oro delle banche centrali, ma essenzialmente quali paesi, controllano la produzione nelle miniere d’oro.

Mentre gli Stati Uniti hanno ufficialmente le maggiori riserve auree, la Cina è diventata il più grande produttore al mondo di oro. Gli attori principali per quanto riguarda le miniere d’oro sono Cina, Australia, Russia, Sud Africa, Stati Uniti e Canada.

Gli interessi delle aziende anglo-americane esercitano un controllo dominante sulle miniere d’oro. Le più grandi  aziende di estrazione dell’oro del mondo sono Barrick Gold (Canada), Goldcorp Inc. (Canada), Newmont Mining, (USA).

Qui sotto sono indicate le riserve ufficiali di oro detenuto dalle Banche Centrali  (scorrendo il link si può trovare l’elenco completo) e le stime di produzione mineraria di oro da parte dei paesi maggiori produttori.

Le cifre sulle riserve d’oro si riferiscono a partecipazioni delle banche centrali e non comprendono istituzioni finanziarie o aziende private. I dati ufficiali delle banche centrali non possono essere verificati, né il totale dei derivati ​​sull’oro scambiati nei mercati finanziari. Non ci sono dati affidabili sulle riserve auree private, che si sono sviluppate nel corso dei secoli.

Per quanto riguarda le riserve ufficiali di oro degli Stati Uniti  a Fort Knox, non c’è stata nessuna audit indipendente sulle quantità realmente depositate.  Secondo Ron Paul: “La nostra Federal Reserve non permette a nessuno di entrare, ma dovrebbe provare di detenere l ‘oro che dichiara. C’è motivo per insospettirsi, e anche se non fossero sospetti, perché non accetta un controllo?” (Ron Paul calls for audit of US Gold Reserves,  The New American, 30-8-2010).

“La prima e ultima volta che si è fatta una audit sull’oro di Fort Knox fu poche ore dopo l’insediamento del Presidente Dwight Eisenhower il 20 gennaio 1953.”

Un controllo fisico sull’oro detenuto costituisce una variabile fondamentale geopolitica nel rapporto tra i poteri economici che competono tra loro ed è essenziale per comprendere la crisi del debito.

Sia la Russia che la Cina hanno notevolmente aumentato le loro riserve auree negli ultimi anni. Ci sono state grandi quantità di debito in dollari USA che sono state trasformate in oro.  I dati ufficiali sulla Cina si basano sui dati pubblicati dalla Banca Popolare di Cina, ma si può credere che solo una parte degli acquisti ufficiali siano resi pubblici e che le riserve cinesi potrebbero essere molto più alte  di quelle registrate nelle statistiche ufficiali.

 Al contrario, si può credere che le riserve USA di Fort Knox possano essere significativamente inferiori a quello che viene riportato sulle statistiche ufficiali.

“In questi giorni la Cina si sta ubriacando con tutto l’oro che compra. La Banca Centrale Cinese- Banca Popolare Cinese, sta intraprendendo una serie di misure per aumentare le sue riserve d’oro per garantire che il prezioso metallo giallo sostituisca le sue riserve in valuta straniera che oggi sono in  dollari USA. Negli ultimi mesi, il Fondo monetario internazionale (FMI) ha discusso sulla mole di acquisti di riserve auree fatte dalla Cina e dall’India. Così, quando l’ F.M.I. ha annunciato che avrebbe venduto le sue restanti 191 tonnellate di oro sul libero mercato, tutti gli analisti hanno previsto che la Cina si sarebbe in qualche modo gettata nella mischia per comprare l’oro dell’F.M.I. Sia la Cina che l’India sono in competizione sul mercato dell’oro a livello mondiale come i più grandi consumatori e importatori di oro.”

Sia la Cina che la Russia sono i principali produttori di oro e assume una rilevanza  geopolitica il fatto che la Cina sia il maggior produttore fisico di oro nel mondo, secondo i dati del 2009, ha prodotto  313,98 tonnellate d’oro (metric tons), che rappresentano l’11,8% della produzione globale di oro.

Elenco dei principali produttori d’oro (dati 2009) :

1. Cina:                   313.98 mt
2. Australia:            227.00 mt
3. USA  :                 216.00 mt
4. Sud Africa:          204.92 mt
5. Russia:               205.00 mt
6. Peru:                  180mt (stima)
7. Indonesia:          90.00 mt
8. Canada:              95.00 mt (stima)
9. Ghana                 90.20 mt
10. Uzbekistan        80mt (stima)
Altri paesi :             854mt

TOTALE: 2572mt
http://www.goldsheetlinks.com/production.htm

2009 Mine Production

Fonte :
www.thegoldstandardnow.org

View PDF File

The Gold Standard – World Gold Holdings

 

* Una tonnellata, detta anche “metric ton”, ha una unità di massa che equivale a 1,000 kg

Elenco completo delle riserve auree di ogni paese è riportato sulle statistiche di: “World Official Gold Holdings.”  World Gold Council, Web. 1 Feb 2011.

 

Michel Chossudovsky
Fonte: http://www.globalresearch.ca
Link: http://www.globalresearch.ca/geopolitics-and-the-world-s-gold-holdings/
19.09.2012

Traduzione per www.ComeDonChisciotte.org a cura di ERNESTO CELESTINI

Pubblicato da Bosque Primario

  • albsorio

    c’è un detto: “non è tutto oro quel che luccica” qui:—- http://www.ecplanet.com/node/1112 —- si legge:—-“La storia inizia circa 15 anni or sono. All’epoca della presidenza Clinton (coadiuvato da Robert Rubin, Alan Greenspan e Lawrence Summers) circa 1,5 milioni di lingotti di tungsteno da 400 once furono sfornati da una sofisticata industria metallurgica americana. Successivamente 640.000 lingotti furono dorati e spediti a Fort Knox dove tuttora sono. Esistono copie dei documenti di spedizione che attestano date, quantità e peso dei lingotti consegnati a Fort Knox. [2] Perché tungsteno? Perché ha peso specifico molto simile all’oro ma costa relativamente poco (circa 20$ al chilo). Dal rapporto peso/volume un lingotto di tungsteno non si distingue da un lingotto d’oro. Il resto dei 1,5 milioni di lingotti di tungsteno furono comunque dorati e immessi nel mercato. Quindi il mercato non è stato solo avvelenato dalla recente bolla dei mutui subprime (in realtà dai Collateralized Debt Obligation-CDO, titoli garantiti dagli Asset Backed Security-ABS che sono le cartolarizzazioni dei subprime…è una storia di finanza così complicata che per brevità i CDO sono stati chiamati “titoli-salsiccia”), ma presenta seri sintomi di avvelenamento da oro falso. Recentemente sono stati rinvenuti lingotti di oro riempito di tungsteno nelle banche di Hong Kong.[3] Provenivano tutti dagli Stati Uniti. L’ipotesi che si affaccia è che siano il frutto delle richieste di pagamento dei Buoni del Tesoro USA da parte della Cina che teme sempre più di avere carta straccia nei suoi depositi valutari. Oro falso al posto di carta straccia: una fine operazione di alta finanza. Pianificata addirittura 15 anni fa, quando si accusava la Cina di falsificare tutto.”

  • albsorio

    Personalmente credo che questo cumulo di oro non serva a niente, come si dice l’oro è una merce e non si mangia, purtroppo molti, in un recente passato, si sono trasformati da imprenditori che credevano nel lavoro a “prenditori” di vario genere. Chissà quanti piccoli imprenditori attirati da facili guadagni non hanno investito nella crescita della loro azienda preferendo diventare piccoli investitori azionari, prima e sacrificati poi al “libero mercato”. Torniamo alla svetta al lavoro reale, ovviamente emettendo moneta del popolo senza emissione di titoli di Stato, eliminando il deposito frazionario e per le borse impedendo l’uso di programmi per High Frequency Trading.

  • Hamelin

    Gli Emergenti non sono stupidi.
    Sanno benissimo che il dollaro non vale una mazza e si preparano al suo collasso da decenni.
    Nel corso di questi anni Brics hanno richiesto molte volte la sostituzione dell’USD con una valuta di riserva nuova che comprendesse un paniere bilanciato di valute.
    Ovviamente gli USA fanno orecchie da mercante in quanto sanno che il loro potere deriva dal fatto che la loro moneta è usata a livello globale come riserva e per gli scambi delle materie..
    Ora che le politiche folli della FED stanno accellerando la distruzione dell’USD ,gli emergenti si preparano al collasso .
    A mio parere al momento opportuno rifuteranno l’USD come pagamento ed introdurranno al suo posto un Gold Coin Standard ,che causerà la fine dell’impero USA .
    Anche se non si sa mai , magari prima subiranno qualche guerra.
    Gli ultimi che sono andati contro l’USD sono stati Saddam ( Voleva scambiare petrolio in EUR ) e Gheddafi ( Voleva creare una banca centrale Africana , escludendo l’FMI e creare il Dinaro d’oro Gold Coin Standard per gli scambi in Africa e delle materie prime) e si è visto che fine gli hanno fatto fare…

  • albsorio

    Porta pazienza ma dove si troverebbe così tanto oro da sostituire il dollaro? Oppure pensi che accetteranno di quadruplicarne o decuplicarne il valore… dai Gheddafi si dice sia stato eliminato perché voleva fare il dinaro libico in oro—-http://www.megachip.info/tematiche/guerra-e-verita/6114-la-moneta-doro-di-gheddafi-che-avrebbe-sconvolto-gli-equilibri-economici-mondiali.html

  • Bellerofon

    Dell’oro al tungsteno si vocifera, ormai, da anni.
    Domando: qualcuno sa che cosa accadrebbe alle quotazioni del metallo, nell’ipotesi di ufficializzazione della notizia? Non riesco a capire quale potrebbe essere la conseguente reazione del mercato.
    Se esso dovesse prendere atto che le riserve ufficiali di oro (autentico, si badi bene!) sono inferiori alle stime ufficiali, il prezzo dovrebbe salire, o sbaglio? Questo perchè la merce in questione sarebbe più rara di quanto si supponesse. Non capisco quindi quale giovamento ne trarrebbe il dollaro: l’oro dovrebbe schizzare alle stelle perchè più raro, ed il dollaro dovrebbe calare.
    A meno che (seconda ipotesi) non si insinui negli investitori una totale sfiducia nei confronti di un asset dalla dubbia natura (vale a dire: quello che dovrebbero acquistare sarebbe oro autentico, oppure oro falso?)

  • ROE

    La maggior parte delle riserve auree dei paesi occidentali delle banche centrali non esiste più. L’oro della Federal Reserve (Fort Knox) è stato trasferito al Tesoro prima della 2° guerra mondiale (come la Fed ha detto a Ron Paul). Il Tesoro lo ha venduto ed ora ha in negozio solo tungsteno placcato oro. L’oro della Banca d’Italia è stato depositato all’estero ed è stato venduto dai depositari. Quasi tutte le altre banche centrali hanno fatto la stessa cosa. Il 95% dei certificati auriferi (anche argentiferi) non rappresentano nulla: sono solo carta straccia. L’unica moneta al mondo con valore reale è Dhana (www.dhana.org): un grammo di platino fino per una Dhana. Questi, purtroopo, sono i fatti.

  • stimiato

    Come qualcun altro più sopra anche io vorrei porre una domanda: se da un lato il controllo delle risorse petrolifere, idriche ed alimentari fornisce potere reale, dall’altro la sostituzione di una moneta in decadenza come il dollaro con un metallo il cui unico valore è rappresentato dalla relativa scarsità in natura mi sembra una operazione senza troppo senso. La mia domanda è: l’oro possiede qualche applicazione strategica ignota ai più e che conferisce un potere reale a chi ne detiene le scorte?

  • Cataldo

    Cosi come il petrolio è una forma concentrata di energia, l’oro è una forma concentrata di valore di scambio. In questo senso è strategico come il petrolio. A differenza del petrolio l’uso dell’oro non porta alla sua distruzione, ma la fungibilità nell’ambito degli scambi ne fa un riferimento di ultima istanza della corrispondenza di valore tra i beni, cosi come è sempre stato.

  • Hamelin

    Sostituire il Dollaro con l’oro è impossibile dal punto di vista pratico , proprio perchè il dollaro non vale un tubo .
    Infatti il mio scenario presuppone una svalutazione parecchio grossa dell’USD e una Iperinflazione che purifica i bilanci dai debiti spaventosi ( e distrugge i risparmi ).
    Il dollaro ha valore come tutte le valute FIAT in base alla fiducia ed il credito che le persone gli danno.
    Dal punto di vista reale il Dollaro come le altre valute FIAT dovrebbero avere un valore pari al costo della carta e dell’inchiostro..
    Il valore riflesso nel mercato dei cambi esprime il rapporto di equilibrio fiduciario commerciale ed economico.
    Essendo ormai l’economia USA vicino alla morte e fuori da qualsiasi parametro razionale in quanto riesce a sopravvivere solo grazie agli interventi di iniezione di liquidità da parte della FED è evidente che l’USD verrà distrutto..
    La FED è caduta nella cosiddetta : “Trappola della liquidità”.
    Non puo’ evitare di stampare per sostenere un economia in deflazione generale ed i fallimenti a catena..
    Ogni volta che inietta moneta , come la droga…deve iniettare dosi sempre piu’massicce che hanno sempre meno effetto sull’economia.
    Questo porterà alla morte certa dell’ USD.
    Il QE3 fatto dalla FED è stata la certificazione del suo fallimento e l’inizio del Countdown della morte dell’USD e della fine dell’Impero USA.

  • Hamelin

    Come ha detto Cataldo in modo egregio .
    L’unica grande funzione dell’oro è quella di conservare il valore nel tempo .
    Ha caratteristiche fisiche utili , essendo il miglior conduttore ed essendo molto malleabile .
    La sua caratteristica che lo rende preferibile ad altro è la facilità di trasporto .
    Ricambio la domanda :
    Ha molto piu’ senso emettere fiumi di debiti/crediti virtuali inesigibili?.
    La crisi che la moltitudine della gente vive in modo materiale ( perdita di posto di lavoro , tasse alte , povertà ) è dovuta semplicemente al fatto che loro credono ciecamente in una moneta FIAT irreale creata dal nulla dai banchieri centrali con lo scopo di acquisire un potere pressochè assoluto , accaparrandosi con soldi finti tutti i beni reali.
    Teoricamente coloro che comandano (Banchieri Centrali)stanno truffando le persone per ridurle alla povertà e schiavitu’.
    E a quanto pare ci stanno riuscendo alla grande.

  • mincuo

    Almeno questo un giornalista dovrebbe saperlo, che è il più grande deposito d’oro custodito, di tutte le Nazioni e Bamche Centrali:
    GOLD at FRB N.Y. [cryptome.org]

    Non è proprio un segreto, se a N.Y. a visitarlo vanno 25.000 persone l’anno
    The gold you see in the vault of the Federal Reserve Bank of New York attracts more than 25,000 visitors a year. It is the world’s largest accumulation of gold and belongs to 36 foreign governments, central banks and official international organizations.

  • mincuo

    La moneta è sempre stata FIAT essenzialmente. Ho scritto un post sul forum appositamente su storia delle monete con molti links, con anche links al più autorevole storico della moneta, Alexander Del Mar, ma ce sono anche altri.
    E’ una credenza inestirpabile quella della moneta-riserva frazionaria collegata a oro. Neppure nel Gold Standard di fatto fu mai così, essendo il circolante enormemente superiore all’oro custodito, e quindi il valore del dollaro era dato dall’autorità, e non dall’oro, anzi l’oro storicamente acquistò un valore superiore anche in funzione della sua monetabilità.
    Gli orafi e tutta la storia successiva del banking privato aveva la ragione delle riserve frazionarie, in quanto sistema parallelo all’autorità, e proprio per compensare la mancanza di fiducia in un’autorità Statale. Man mano che l’ebbe e poi si sovrappose agli Stati, non ebbe più senso.
    D’altronde, lo ripeto a dimostrazione che la moneta FIAT è vecchissima, in Inghilterra dal 1200 fino a oltre il 1800 erano in vigore i tally-sticks che erano bastoni di legno, che come legno non valevano niente, ma erano emessi dal Re e avevano tagli anche di 20.000 Sterline l’uno. Ed erano accettati per quel valore. Cioè era l’autorità, il FIAT, a dargli valore. Ma fu sempre così, progresivamente dal passaggio da denaro a moneta non solo cartacea.
    Moneta infatti ingloba il concetto FIAT.
    M non c’è nulla da fare. La gente ripeterà all’infinito la stessa cosa. E non è colpa tutta sua. Leggerà anche sempre la stessa cosa che ripete, ma non leggerà mai quella su testi di qualità.

  • mincuo

    Le persone dovrebbero piuttosto domandarsi perchè al popolo (ma anche a scuola, o anche all’Università) venga fornita una versione, (e alla gente comune da pochi anni, da Internet pressapoco, perchè prima nemmeno gli si parlava mai di moneta) che appena a un livello più elevato non trova alcun riscontro, ed anzi è completamente diversa, da sempre.
    Non vale questo solo per la moneta, magari fosse solo quella.
    Purtroppo anche quando una persona approfondendo si rende conto, e ammesso anche che non lo rifiuti nostante l’evidenza, come molti fanno “pur di star bene con se stessi”, (di solito si arrabbiano e accusano l’interlocutore di essere malvagio, se contrasta il loro credo, e non importa nulla quanto documentatamente) poi comunque non metterà mai e poi mai in discussione la fiducia in parte o in tutto l’impianto culturale che gli è stato fornito.
    Ma quello è uguale alla moneta, quanto a realtà e verità.
    Peggio anzi.

  • mincuo

    In sostanza mi hanno mentito sulla moneta, ma mi hanno mentito anche sulle armi di distruzione di massa, mi hanno mentito sugli interventi umanitari, sulle responsabilità della Ia guerra mondiale, o mi hanno mentito su Nerone, o sul Risorgimento, e cioè nomino appena appena alcune delle cose ora “cambiate” tralasciando quelle cancellate, e che più o meno sono oggi alla portata di tutti, e tuttavia la gente si rifiuta di pensare che come gli hanno mentito su quelle non possano avergli mentito anche su altre, e se le tiene come la Bibbia.
    Non verificherà mai, perchè mai avrà dubbi, ma se lo farà, allora lo farà a un livello superficiale e consultando quelle medesime orchestre che gli hanno suonato quella musica.

  • Hamelin

    Non concordo con il suo punto di vista.
    La moneta FIAT non esiste da sempre , basta guardare il sistema di monetazione romana che era Metal Coin Based , la quale ha sostenuto repubblica/impero quasi per 8 secoli.
    Ad ogni modo in generale io non condanno la moneta FIAT di per se stessa.
    E’ da sciocchi pensare che un sistema di per se stesso sia giusto o sbagliato.
    E’ l’utilizzo che se ne fa il punto centrale.
    Preferisco il Coin Gold Standard semplicemente perchè a mio parere si adatta meglio alla mia visione economica della vita ( Crescita limitata regolamentata ) e perché meno soggetto alla distorsione ed all’utilizzo iniquo del meccanismo FIAT.
    Posso affermare con certezza ad ogni modo che il sistema di moneta FIAT cosi’ com’é ora con le regole vigenti , é un sistema truffaldino basato su espansione monetaria tipo Ponzi Scheme che porterà sicuramente alla distruzione del sistema finanziario e monetario stesso.

  • mincuo

    Il sistema monetario Romano deriva direttamente dalla riforma monetaria di Solone in Grecia, del 599 A.C., riforma che fu poi presa a modello e fondamento dalla Repubblica Romana. Mandarono appunto a studiarla per il proprio sistema monetario, ed era fiat.
    Apparentemnte era poi basata su denario (peraltro subito debasizzato) ma in realtà sul Sesterzio, cioè una lega di rame e zinco (Oricalco) , di valore intrinseco bassissimo, non corrispondente al rapporto poi fissato, essenzialmente quindi fiat.
    N.B. Non ci sarebbe nessun meccanismo iniquo se le funzioni di credito e di creazione di moneta fossero separate (il credito è il 90% della moneta creata e sono i prestiti che creano i depositi, e NON viceversa, come è la credenza popolare). Tecnicamente infatti si usa dire moneta commerciale e moneta Centrale. Il moltiplicatore monetario è una favola. Tutte queste cose, che sono un pò ostiche, si possono leggere comunque in quel post e nelle discussioni seguenti. E’ inutile qui che io faccia un battibecco in due parole, perchè non si può. Poi uno che pensi quel che vuole, non è mica un problema, non mi offendo, nè mi nteressa convincere o peggio “educare”.
    La moneta comunque che sia “garantita” da oro o petrolio ecc.. è senza molto significato in realtà, se uno afferra il concetto di moneta, che è di medium accettato, e scambiato, e se è vero che io ho “carta” è vero anche che io pago con “carta” e questa mia carta deve essere accettata come mio pagamento. Senza una base di concetti, anche su come viene creata la moneta, è normale avere una visuale come la sua. Io le consiglierei di provare a leggere intanto quel post e anche la discussione. Anche Istwine, che è uno dei pochi che capisce questa materia, ha dato un buon contributo.
    Poi, ripeto, va bene ogni opinione a me. Io ho fatto uno sforzo, essendo un professionista. Tutto qui. Mi va bene tutto però.

  • mincuo

    Se studia il sistema Romano vedrà che hanno variato (DI AUTORITA’) spesso i rapporti tra aureo denario sesterzio, oltre a fare un debasement continuo sul denario (che fu talmente basso che in seguito ad accadimenti politici cominciò a perdere fiducia, e fu sostituito dall’Antoniniano che partiva con titolo migliore).
    L’aureo era un pò a parte nella realtà (essendo state le monete d’oro, e ovunque, per lo più tesaurizzate, e pochissimo usate per gli scambi, per la legge di Gresham) ma funzionava nella teoria appunto per i rapporti.
    Attenzione: nella moneta non si dice che “l’argento non valeva nulla” si parla di quota fiat rilevante nella moneta. Il denario ebbe anche solo 50% di argento, ma comprava gli stessi beni (e anche più) di un peso equivalente di argento.

  • mincuo

    Oggi è uguale il valore essenzialmente Fiat pure per le monete metalliche. I 50cents di EUR sono fatti di Nordic Gold, circa simile all’Oricalco degli antichi Romani. Ma se lei comprasse in fonderia (come fa la Zecca) i tondelli (dischetti) di Nordic Gold e li desse da coniare a loro pagando il lavoro, le costerebbero circa 8 centesimi ognuno. Quindi 40 centesimi sono il valore fiat.

  • mincuo

    Fai confusione tra valore reale e valore intrinseco. Il valore “reale” ce l’ha l’EUR, o il Dollaro o lo Yen ecc…Perchè istantaneamente lo scambi con qualunque cosa, qualunque bene. Compreso un Dhana.
    Che sono 52 USD mi pare circa, quindi te lo danno per 52 USD. Non ti pare reale?
    In realtà se vuoi dare un valore al platino lo devi dare in USD, se ci pensi.

  • mincuo

    Non le sfuggirà che ciò significa che se compra un quintale di dischetti di Nordic Gold in fonderia e li paga tot EUR, se per ipotesi li pagasse tutti in monete da 50cent in realtà gli sta dando Nordic Gold solo che con scritto sopra 50 cent, ma in peso gli sta dando un quinto di Nordic Gold. E quindi loro accettano un quinto dello stesso identico materiale, solo perchè ci sta scritto sopra 50 cent EUR.
    Quindi è il valore dell’autorità accettato da tutti che accettano.
    Fiat appunto.

  • albsorio

    ” Sostituire il Dollaro con l’oro è impossibile dal punto di vista pratico , proprio perchè il dollaro non vale un tubo .” No il problema è c’è poco oro… a parte questo manca il lavoro, e i benefici del lavoro finiscono nel cesso del debito pubblico. Se si continiua sulla strada di emettere dollari o euro e correspettivamente titoli di Stato si gira in tondo in una spirale inflattiva, L’1% deve finirla di depredare il 99%.

  • albsorio

    Il signoraggio che spetta allo Stato membro sul conio delle sue monete (1,2,5,10,20,50,100 e 200 cent) è infinitamente inferiore del conio di banconote che spetta a BCE… un interessante articolo—- http://www.signoraggio.com/signoraggio_losapeviche.html

  • albsorio

    Sembra non c’entrare molto col tema dell’articolo ma monete e banconote si intrecciano a doppio filo con l’oro—- http://www.signoraggio.com/signoraggio_losapeviche.html

  • mincuo

    Mamma mia, che minestrone. Poveri noi.

  • albsorio

    Puoi fare di meglio, vedi la moneta non ha niente di trascendente, quello che spiegano nel link che ti ho dato lo capiscono tutti.

  • Bellerofon

    Ma insomma, questo oro al tungsteno che farà? L’oro autentico aumenterà di valore, o ha il destino segnato?

    E ancora: perchè dall’articolo sono SPARITI i riferimenti all’oro taroccato? Non credo di essermeli sognati, visto che qualcuno prima di me ha fornito ulteriori dettagli sulla faccenda (leggasi il commento dell’utente Albsorio).

  • Cataldo

    @ mincuo
    Per definizione le “monete” sono sempre FIAT, anche se con base metallica, le precisazioni in questo senso, al di la di lodevoli intenti pedagogici dai quali mi astengo 🙂 sono parzialmente tautologiche, ma il punto non è questo.

    Il problema è che tutte le monete, in tutti i tempi, prima o poi sono state sostituite da qualcosa di diverso, l’unico riferimento costante che abbiamo per comprendere la ragione di scambio è proprio l’oro. Non a caso la manipolazione dei mercati attuale, che ha destituito di fondamento il termine stesso “libero mercato” ha preso l’avvio proprio da quelli dove si scambiava l’oro.

    Se si potesse viaggiare nel tempo anche mincuo preferirebbe portarsi dei lingottini luccicanti al posto di qualsiasi moneta, questa riflessione significa qualcosa, anche nella complessità dell’economia attuale.
    Inoltre mi permetto di aggiungere che le manipolazioni e complicazioni finanziarie attuali sono una contingenza storica, non hanno una loro validità assoluta, non hanno origine interna nei meccanismi economici primari, ma sono il risultato di un sistema di riferimento, si inseriscono a declinare il paradigma contingente di gestione della società, e sono destinati ad evolversi con questa.

  • Cataldo

    h_ttp://www.debka.com/article/22376/Washington%E2%80%99s-Iran-war-game-vs-real-Iranian-Israeli-war-preparations

    L’esperienza degli ultimi lustri ci insegna che questi articoli vanno messi da parte 😉

  • Bellerofon

    Vabbè, ma sale o scende? 😀

  • mincuo

    La moneta non avrà niente di trascendentale, la capiranno tutti detta così, e va ben. Che poi non sia così è un’altra faccenda. Non che deva interessare alle persone.

  • mincuo

    La moneta fiat va benissimo, non è quello il punto. Il lingottino d’oro infatti te lo prendi se vuoi e giri coi lingottini invece che gli EUR. Non è quello il problema.

  • albsorio

    La fortuna dell’1% è che alla gente non interessa il signoraggio, ora però comincia a mancare pane e divertimento, magari qualche domanda salta fuori su come siamo arrivati allo sfacelo attuale.

  • ROE

    Io per “valore reale” intendevo “valore effettivo”, riferito a qualcosa che abbia o che rappresenti un valore intrinseco. L’euro, il dollaro e tutte le monete a corso legale hanno un valore “convenzionale” che non è un sinonimo di “reale”.