Lettera aperta ai Magistrati italiani

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Di Alberto Conti, ComeDonChisciotte.org

Egregi Magistrati,

mi rivolgo a Voi come semplice cittadino che invoca tutela, perché questo penso sia il vostro compito istituzionale. O sbaglio? E non lo faccio solo per me, ma per tutti quelli che come me in quest’ultimo anno si sentono gravemente minacciati dall’incalzare degli eventi, individualmente e socialmente. Con questo non intendo e non pretendo di rappresentare nessun altro oltre me stesso, ma semplicemente di interpretare un sentire diffuso, un’inquietudine profonda per le nefaste conseguenze della cattiva, e talvolta criminale gestione del problema covid-19, sia sulla propria persona che sul prossimo e più in generale sulla intera comunità, pregiudizievoli delle legittime aspirazioni ad una vita sana, serena e dignitosa delle presenti e delle future generazioni.

Il sottoscritto, lo dico a titolo d’esempio, ha una formazione di base nelle discipline fisico-matematiche, e una lunga e variegata esperienza lavorativa, data l’età avanzata, in vari campi, dall’insegnamento allo sviluppo di strumenti informatici, e molto altro ancora, ma niente a che vedere con la cultura giurisprudenziale da Voi rappresentata.

Tuttavia da cittadino, soprattutto negli ultimi anni, ho cercato di comprendere, il più chiaramente possibile in base alle mie possibilità, quali siano i principi fondamentali sui quali poggiano l’ordinamento del vivere civile e le Istituzioni che lo rappresentano e garantiscono, per il bene di tutti e di ciascuno. E così ho riscoperto i contenuti e l’immenso valore della nostra Costituzione del ‘48, ancora giovanissima e più che mai attuale, che disegna la struttura dello Stato come Stato di diritto (e di dovere) in forma di Repubblica Democratica fondata sul Lavoro. Nella tripartizione dei poteri dello Stato quello giudiziario, da voi amministrato, viene solitamente citato per ultimo, ma non certo per ordine d’importanza, visto che rappresenta soprattutto un potere di garanzia, indipendente da tutti gli altri poteri, compresi quelli esterni alle istituzioni pubbliche, che purtroppo di questi tempi paiono sinistramente prevalere sempre più prepotentemente.

Se questo che ho capito è corretto e rispondente al vero, la vostra è una funzione di vitale importanza, soprattutto in periodi critici come quello che stiamo attraversando (1). E proprio su questa aspettativa si fonda la speranza e la fiducia di tutta la cittadinanza nella salvezza della nostra Repubblica, così come concepita dai Padri Costituenti, oltre che nella giustizia uguale per tutti.

Siamo tutti a conoscenza delle enormi difficoltà nelle quali operate. Del resto ogni categoria professionale ha le sue problematiche, chi più e chi meno, e tutte meritano la nostra riconoscenza e solidarietà per quello che riescono a fare nel bene, chi più e chi meno, nonostante tutto.

Ma Voi ora siete investiti in prima persona di un compito salvifico, straordinario, e sono certo che non siete insensibili al grido di dolore che da tante parti d’Italia si leva verso di Voi, come amministratori della giustizia, poiché molte e gravissime ingiustizie sono già state commesse dagli altri poteri pubblici e privati nella gestione della cosiddetta pandemia da covid-19. Ingiustizie dalle pesantissime ripercussioni in campo sanitario, economico e sociale.

La materia è vastissima, riguarda non so quanti articoli del codice civile e penale, ma l’urgenza è ancora più grande, per arrestare in tempo utile la degenerazione della vita sociale e delle Istituzioni stesse della Repubblica Italiana, ormai vittima di una deriva chiaramente antidemocratica.

Gli spunti per avviare le indagini di reato e le successive fasi processuali sono moltissimi, provenienti da più parti qualificate (2).

Ognuno è solo con la propria coscienza nei momenti più bui e difficili della vita, ma ognuno può fare molto per contribuire a superarli con i mezzi a sua disposizione, sia individualmente che collaborando con gli altri, facendo squadra. Indipendenza, coraggio e competenza, queste sono le vostre migliori qualità umane e professionali, e queste Vi chiedo di esercitare, come sono certo che tutti i più sensibili cittadini di buona volontà, informati e consapevoli, ve lo stanno chiedendo, ora.

Ho letto le recenti dichiarazioni del Prof. Emerito Sabino Cassese, a proposito di green pass e obbligo vaccinale (3). Nonostante la grande considerazione ed il rispetto dovuto ad una figura di così alto profilo, si tratta di opinioni a mio giudizio gravissime, sbagliate nella sostanza, anche se coerenti tra loro, in quanto fondate su un presupposto dato per scontato, ma in realtà falso, ovvero che il soggetto vaccinato-covid non può infettare chi gli sta vicino essendo immune anche dall’essere contagiato e dal contagiare gli altri.

Sono certo della buona fede di questo vostro illustre collega, del resto condizionata anche dalle recenti dichiarazioni dell’altrettanto illustre Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi (4). Ma sono altrettanto certo della capacità dei magistrati di saper distinguere il vero dal falso, documentandosi opportunamente dalle fonti scientificamente più attendibili e indipendenti. Anche questo è solo un esempio, per dire che sono troppe e troppo gravi le incongruenze contenute nel “fascicolo covid-19”, mi si passi l’espressione, per non essere viste e prese in seria considerazione, viste le conseguenze nefaste che comportano ben oltre il solo ambito sanitario.

Così come non possiamo fingere di ignorare gli enormi interessi economici e strategici, e le conseguenti malcelate pressioni a monte della campagna vaccinale in corso (5), tanto da evidenziare un’unica regia transnazionale della gestione sanitaria emergenziale, soprattutto nel contesto occidentale del quale il nostro Paese è parte rilevante.

Proprio per questo i cittadini più consapevoli, vaccinati e non vaccinati, che non sono pochi come la propaganda mediatica vuol far credere, vi sono vicini con tutto il loro appoggio e solidarietà, verso di Voi e la vostra missione di giustizia a garanzia delle Istituzioni democratiche.

Voi in questo momento rappresentate l’ultimo baluardo istituzionale a difesa della nostra civiltà plurimillenaria. Vi prego, non deludeteci, onorate il sacro giuramento di fedeltà alla Costituzione Italiana, in nome della tenuta stessa delle Istituzioni e dell’ordinamento che dovrebbero amministrare e garantire, contrastando così le pericolose e mortali devianze verso mondi distopici, che purtroppo vediamo concretamente prospettarsi all’orizzonte di un’umanità ancora confusa, impreparata a gestire saggiamente le sfide che i progressi scientifici e tecnologici impongono, ma non per questo disposta a rottamare le conquiste civili e morali ereditate dai nostri antenati.

Un abbraccio fraterno,

Alberto Conti

NOTE

(1) http://www.lafionda.org/2021/08/17/la-propaganda-ai-tempi-della-crisi-democratica/

(2) https://www.studiolonoce.it/articoli/denuncia-per-associazione-per-delinquere-strage-epidemia-turbata-liberta-dellindustria-o-del-commercio-lesioni-personali-omicidio-condotte-con-finalita-di-terrorismo/

https://www.davvero.tv/2021/08/26/la-vita-che-ci-state-rubando-la-mia-inchiesta-a-disposizione-della-magistratura-angela-camuso/

https://blog.comicost.it/?p=2203

https://www.2duerighe.com/esteri/130838-galizia-dichiarato-incostituzionale-il-green-pass-il-certificato-e-ormai-bocciato-in-tutta-la-spagna.html

(3) https://www.tecnicadellascuola.it/cassese-green-pass-come-la-patente

(4) https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2021/07/22/draghi-green-pass-e-garanzia-di-tranquillita_e7c97abf-b797-4495-b31f-cb5452c2cab1.html

(5) “Ho fatto notare a Mario Draghi l’assurdità del documento (green pass) per chi sta fuori, nelle arene, nei teatri all’aperto, negli stadi e lui mi ha detto che avviene perché vogliono che tutti si vaccinino”

https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/28273714/green-pass-vittorio-sgarbi-ecco-come-andra-finire-inquietante-profezia-vignetta.html

30.08.2021

Pubblicato da Jacopo Brogi per ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
43 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
43
0
È il momento di condividere le tue opinionix