In Europa si discuteva già di “passaporti vaccinali” 20 mesi prima della pandemia. Coincidenza?

Paul Anthony Taylor
dr-rath-foundation.org

Con l’annuncio al mondo che i cosiddetti “passaporti vaccinali” saranno obbligatori in futuro per i viaggi internazionali e, in molti Paesi, anche per accedere a negozi, ristoranti, bar, palestre, hotel, teatri, concerti ed eventi sportivi, l’impressione che ci viene data è che la misura sia una conseguenza diretta della pandemia di coronavirus. In Europa, dove si trovano otto dei dieci principali Paesi esportatori di prodotti farmaceutici, la pianificazione dei passaporti vaccinali era iniziata almeno 20 mesi prima dell’inizio dell’epidemia di COVID-19. Sembra che la pandemia abbia convenientemente fornito ai politici europei la “scusa” di cui avevano bisogno per introdurre l’idea.

La Commissione Europea (l’organo esecutivo dell’Unione Europea) aveva pubblicato per la prima volta una proposta per un passaporto vaccinale il 26 aprile 2018. Sepolta nei meandri di un documento che si occupava di “Cooperazione rafforzata contro le malattie prevenibili da vaccino,” la proposta era stata praticamente ignorata dai media mainstream.

Un documento programmatico, pubblicato all’inizio del 2019, aveva successivamente definito i piani specifici per l’attuazione della proposta della Commissione Europea. L’azione principale elencata nella tabella di marcia era “esaminare la fattibilità dello sviluppo di una carta/passaporto di vaccinazione comune” per i cittadini europei “compatibile con i sistemi informatici sui dati di vaccinazione e valida per l’espatrio.” Il piano prevedeva  una proposta legislativa da approvare in Europa entro il 2022.

È interessante notare che questa tabella di marcia usa diversi termini che, da relativamente poco comuni nella maggior parte dei Paesi prima della pandemia, sono poi diventati di uso quotidiano sui media tradizionali. Il più interessante è probabilmente “l’esitazione vaccinale.” Sostenere i paesi europei nel “contrastare l’esitazione vaccinale” è elencato nel documento come uno dei punti chiave.

Nel documento programmatico è anche menzionata la possibilità che si verifichino pandemie e “focolai inaspettati.” In modo quasi chiaroveggente, si fa riferimento specifico alla necessità di sostenere l’autorizzazione di “vaccini innovativi, anche per le minacce sanitarie emergenti.” Affermando che “l’industria di produzione dei vaccini” ha un “ruolo chiave” nel raggiungimento degli obiettivi descritti nel documento, la tabella di marcia elenca come ulteriori punti programmatici da tenere in considerazione “il miglioramento della capacità di produzione [dei vaccini] dell’UE” e lo stoccaggio dei vaccini. Auspicando un maggior rafforzamento dei “parternariati esistenti” e la “collaborazione con attori e iniziative internazionali,” la tabella di marcia fa anche riferimento ad un incontro al vertice sulla vaccinazione che aveva avuto luogo nel settembre 2019. Un attento esame dei partecipanti e dell’argomento di questo incontro è rivelatore.

Il Vertice globale sulla vaccinazione del 2019

Non riportato dalla maggior parte dei media mainstream, un “Vertice globale sulla vaccinazione” si era svolto a Bruxelles, in Belgio, il 12 settembre 2019. Organizzato dalla Commissione Europea in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’incontro aveva avuto luogo solo tre mesi prima dell’inizio dell’epidemia di coronavirus. Significativamente, questo convegno si era anche tenuto 36 giorni prima dell’ormai famigerato esercizio di simulazione sull’epidemia di coronavirus, patrocinato dalla Bill & Melinda Gates Foundation, dal World Economic Forum e dalla Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health, che aveva avuto luogo il 18 ottobre 2019 [Event 201].

Si era trattato di un convegno ad invito, i partecipanti a questo vertice sulla vaccinazione includevano leader politici, rappresentanti di alto livello delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni internazionali, ministri della salute, accademici di primo piano, scienziati e professionisti della salute, il settore privato e le organizzazioni non governative.

Il summit era stato strutturato intorno a tre tavole rotonde intitolate ‘In Vaccines We Trust‘, ‘The Magic Of Science‘ e ‘Vaccines Protecting Everyone, Everywhere‘. Tra i partecipanti degni di nota a queste tavole rotonde c’erano Nanette Cocero, presidente globale di Pfizer Vaccines; il dottor Seth Berkley, amministratore delegato di GAVI ( la Global Vaccine Alliance, un’organizzazione che ha ricevuto notevoli finanziamenti dalla Bill & Melinda Gates Foundation) e Joe Cerrell, amministratore delegato della Bill & Melinda Gates Foundation per la politica globale e il patrocinio.

La pianificazione pandemica era stato chiaramente un argomento di primo piano in questo incontro al vertice. I documenti chiave distribuiti ai partecipanti comprendevano relazioni sulla “Pianificazione della preparazione all’influenza pandemica,” “Un’esercitazione sull’influenza pandemica per l’Unione Europea,” “Pianificazione della preparazione all’influenza aviaria e alla pandemia influenzale,” “Pianificazione della preparazione e della risposta all’influenza pandemica,” “Verso l’autosufficienza vaccinale contro l’influenza pandemica nell’UE” e “Una partnership pubblico-privata sui vaccini europei contro l’influenza pandemica.” In tutti questi documenti era ripetutamente sottolineato l’obiettivo di rafforzare la collaborazione con l’industria farmaceutica, così come il messaggio che una pandemia globale era ormai inevitabile.

Passaporti vaccinali: chi ne beneficia veramente?

Chi beneficia davvero dei passaporti vaccinali? Certamente non la gente comune, per la quale la condivisione delle cartelle cliniche e di altri dati personali potrebbe presto diventare obbligatoria, anche solo per poter rimanere all’interno della società. Il principale beneficiario sarà invece l’industria delle multinazionali farmaceutiche. Con le vendite globali di farmaci e vaccini che dovrebbero arrivare a 1,5 trilioni di dollari per il 2021, le aziende farmaceutiche e i loro investitori stanno sbavando alla prospettiva che i passaporti vaccinali diventino obbligatori in tutto il mondo.

Si prevede che il mercato totale dei vaccini COVID-19 varrà 100 miliardi di dollari in vendite e 40 miliardi di dollari in profitti al netto delle imposte. Le vaccinazioni annuali contro le mutazioni del coronavirus potrebbero aumentare ulteriormente queste cifre. Se non resisteremo ai passaporti vaccinali e se cederemo alle lusinghe del “votiamo per la ragione,” i produttori di farmaci e di vaccini potrebbero costringere il mondo ad una dipendenza economica e politica a lungo termine. Il nostro obiettivo urgente deve quindi essere quello di sostituire il motto dell’industria farmaceutica di “guadagnare con la malattia” con un sistema sanitario fondato su approcci veramente preventivi. Accettare il diktat dell’industria farmaceutica è semplicemente impensabile.

Paul Anthony Taylor

Fonte: dr-rath-foundation.org
Link: https://www.dr-rath-foundation.org/2021/04/european-plans-for-vaccine-passports-were-in-place-20-months-prior-to-the-pandemic-coincidence/
02.04.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
66 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
VincenzoS1955
VincenzoS1955
7 Aprile 2021 2:21

Si prevede che il mercato totale dei vaccini COVID-19 varrà 100 miliardi di dollari?
Repetita iuvant: “Oxfam: Senza vaccino per tutti, rischio crack da 9mila miliardi di dollari nel 2021 “.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
7 Aprile 2021 2:21

Si prevede che il mercato totale dei vaccini COVID-19 varrà 100 miliardi di dollari?
Repetita iuvant: “Oxfam: Senza vaccino per tutti, rischio crack da 9mila miliardi di dollari nel 2021 “.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Aprile 2021 6:02

P. S.: Ed ecco un’altra chicca che fa realizzare tutta l’infamia che c’è dietro la farsa coronavirus: “Forbes. Nell’anno della pandemia boom di ‘Paperoni’: 660 in più rispetto al 2020. Bezos il più ricco!!!!!”. E i nostri governanti, specie il bankiere Draghi (ma è stato messo lì dalla finanza speculatrice, no?), si sono sottomessi agli infami plutocrati.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
Risposta al commento di  VincenzoS1955
7 Aprile 2021 6:02

P. S.: Ed ecco un’altra chicca che fa realizzare tutta l’infamia che c’è dietro la farsa coronavirus: “Forbes. Nell’anno della pandemia boom di ‘Paperoni’: 660 in più rispetto al 2020. Bezos il più ricco!!!!!”. E i nostri governanti, specie il bankiere Draghi (ma è stato messo lì dalla finanza speculatrice, no?), si sono sottomessi agli infami plutocrati.

Violetta
Violetta
7 Aprile 2021 4:39

La domanda: “Chi beneficia davvero dei passaporti vaccinali? ” è lasciata sostanzialmente in sospeso.

Immaginiamo una sanità a cui si accede tramite assicurazioni sanitarie gestite, nemmeno a dirlo, dai soliti mega fondi finanziari.
Immaginiamo che questi mega fondi abbiano accesso alle vostre cartelle cliniche, dalla nascita alla morte.
Immaginiamo che tra i dati c’è il vostro genoma.
Immaginiamo che delle AI gestiscano questi dati e che li incrocino con i dati dei vostri consanguìnei e avi.

In buona sostanza è possibile determinare tutto ciò che vi riguarda sulla vostra salute, la vostra “propensione” ad ammalarvi di determinate malattie, tare genetiche ereditarie etc.

Immaginate che cosa se ne possano fare i fondi con cui dovete stipulare le assicurazioni sanitarie, di tutti questi dati.

Da qui il passo verso la “discriminazione genetica” è fatto.
Chi potrà permettersi di “manipolare” il proprio DNA e dei propri figli e discendenti ha una strada (o di pagare assicurazioni salatissime che coprano rischi altissimi)
Tutti gli altri hanno un’altra strada.

I “passaporti” sanitari sono un grande passo verso la profilazione sanitaria e dunque genetica.
Oh, naturalmente per il nostro bene!
Vorreste dubitarne?

Guido Bulgarelli
Guido Bulgarelli
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 4:42

Perfetto, spiegato molto bene. La profilazione è una delle ossessioni delle élite (uso questo termine per comodità), figuriamoci se potevano rinunciare a quella sanitaria

a-zero
a-zero
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 5:15

Vedo la questione nei termini della vecchia questione sindacale. Stare sempre e solo a sindacare, seppur necessario, alla lunga è perdente. Va sviluppata l’alternativa dell’autonomia in aperta contrapposizione. Bisogna dirgli: “Nessuno è nato padrone del mondo, perciò noi altri siamo di un altro avviso e faremo diversamente”.

a-zero
a-zero
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 5:15

Vedo la questione nei termini della vecchia questione sindacale. Stare sempre e solo a sindacare, seppur necessario, alla lunga è perdente. Va sviluppata l’alternativa dell’autonomia in aperta contrapposizione. Bisogna dirgli: “Nessuno è nato padrone del mondo, perciò noi altri siamo di un altro avviso e faremo diversamente”.

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 5:18

“Chi beneficia davvero dei passaporti vaccinali? ”

La burocrazia, ovvero lo stato. Che lo faccia su suggerimento di “altri” conta fino a un certo punto.
Del tuo/nostro stato di salute non interessa niente a nessuno. Non mi pare qualcuno si sia preoccupato per aria, acqua, cibo, qualità della vita in costante peggioramento etc etc.
Il passaporto vaccinale (che poi sarebbe già disponibile senza tutte queste scene visto che i dati ci sono) è un ulteriore tassello nel controllo delle libertà e lascia la possibilità di aprire o chiudere il rubinetto all’occorrenza.
Leggi impositive per aperture e chiusure, leggi impositive per terapie, leggi impositive per le spese (contante vs elettronico), poi ci sarebbero quelle mascherate ovvero leggi impositive su commercio, immigrazione, lavoro, internet (opinioni non conformi) e chi più ne ha più ne metta.
Siamo 8 miliardi di persone e controllare le persone “libere” diventa complicato.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Deheb
7 Aprile 2021 5:58

no, non si tratta di un “suggerimento” di “altri”.
Sono questi “altri” a beneficiarne e non lo Stato.

Lo Stato è la “comunità” mentre i benefici di cui discutiamo sono privati di privati.

Confondere lo Stato con le elite monopoliste è un grave errore

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 6:06

La confusione è tra Stato sano e Stato marcio, corrotto dal potere del denaro privato.
Capito questo, la strada salvifica è li che ci aspetta, basta imboccarla, se si è capito qual’è.

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Aprile 2021 6:31

nel sistema “democratico” capire esattamente cosa sia uno stato marcio e uno sano è cosa molto complessa.

Da un punto di vista, essendo in democrazia, anche il “lobbismo” estremo, se trasparente e regolamentato, non fa di uno stato sano uno stato marcio.
La gente vota i suoi rappresentanti sulla fiducia che questi facciano i loro interessi.

Il problema dunque non sarebbe “lo stato” ma la maggioranza della popolazione che non riesce a far valere la sua “maggioranza”.

O forse si ha una visione distorta di cosa “la maggioranza” pensi, voglia, abbia bisogno.

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 8:49

Stiamo parlando di benefici diversi, tu parli di benefici economici (assicurazioni) io parlo di altro.
Se fossimo in un sistema democratico imperfetto ma funzionante non saremmo neanche qua a parlare di queste cose. (Come dice AlbertoConti stato marcio vs sano)
Io penso che il problema sia PROPRIO lo stato, questo stato attuale, nostro, che si vede e si sente.
Se esistono multinazionali così grandi e potenti e monopoliste da “dirigere le scelte” di uno stato, PER ME il problema è lo stato che non ha potere o ha fatto in modo di perderlo a favore di qualcos’altro. Se la maggioranza della popolazione non ha voce in capitolo e non riesce a farsi valere, PER ME il problema è lo stato che non vuole fare in modo di avere una popolazione con voce in capitolo. Se emana leggi lassiste a favore di monopolisti e restrittive “a favore” della popolazione il problema non è la popolazione (a meno di non cambiare il popolo per dirlo alla Brecht).

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 8:49

Stiamo parlando di benefici diversi, tu parli di benefici economici (assicurazioni) io parlo di altro.
Se fossimo in un sistema democratico imperfetto ma funzionante non saremmo neanche qua a parlare di queste cose. (Come dice AlbertoConti stato marcio vs sano)
Io penso che il problema sia PROPRIO lo stato, questo stato attuale, nostro, che si vede e si sente.
Se esistono multinazionali così grandi e potenti e monopoliste da “dirigere le scelte” di uno stato, PER ME il problema è lo stato che non ha potere o ha fatto in modo di perderlo a favore di qualcos’altro. Se la maggioranza della popolazione non ha voce in capitolo e non riesce a farsi valere, PER ME il problema è lo stato che non vuole fare in modo di avere una popolazione con voce in capitolo. Se emana leggi lassiste a favore di monopolisti e restrittive “a favore” della popolazione il problema non è la popolazione (a meno di non cambiare il popolo per dirlo alla Brecht).

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Deheb
7 Aprile 2021 9:02

definisci “lo stato”.
intendi le “istituzioni”?
I politici e le strutture politiche (partiti?)

dal mio punto di vista usi questa parola in maniera troppo generica.

Se la maggioranza vota il figlio di TOto Riina e questo nel pieno del potere legittimo politico conquistato fa accordo con BIgPharma e si ripresenta alle elezioni e vince ancora, il problema è LO STATO nel senso della gente che lo vota. (esempio banale)

Ma è un problema per me che non faccio parte di quella maggioranza.
Se fossi in quella maggioranza sarei contento.

Bisogna sempre “spacchettare” i concetti e guardarci dentro praticamente.
(consiglio non richiesto)

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 11:15

Stato inteso come istituzione politica, sociale, economica, normativa. Questo sistema vigente (nelle sue varie sfumature e declinazioni) è il referente di soggetti, siano persone come i propri cittadini o soggetti economici come le imprese (grandi o piccole). I politici e le loro strutture sono parte dell’istituzione stato. Io ho parlato di burocrazia che attualmente è la degenerazione regolamentativa dello stato. Lo stesso stato che fa leggi CONTRO i propri cittadini (maggioranza o minoranza non importa) e a FAVORE di multinazionali. Se una istituzione stato fa questo, manca di potere, o, in maniera speculare, permette a qualcuno di averne troppo e ad altri di non averne. Se la gente vota ed elegge, in un ordinamento democratico o presunto tale, un Riina, un Berlusconi, un Trump per una, due o tre volte che problema ci sarebbe? E ho citato questi perché sono i cattivi, i pericoli per la democrazia. Gli altri dovrebbero essere i buoni. Ma in questo caso non è un problema di gente ma di cattiva informazione, o truffa (voto di scambio o minacce, ad esempio, e andrebbero dimostrate). Se la gente vota in fiducia ma questa viene tradita (sistematicamente) e l’istituzione stato non permette di controllare l’operato degli uomini… Leggi tutto »

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Deheb
7 Aprile 2021 11:41

sullo Stato “disfunzionale” concordo.

La profilazione la stanno gia facendo.
Probabilmente l’assicurazione personalizzata non è il fine ultimo.
Il controllo è il fine ultimo.

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 16:05

“Il controllo è il fine ultimo.”
L’ho detto sin dall’inizio

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Violetta
7 Aprile 2021 16:05

“Il controllo è il fine ultimo.”
L’ho detto sin dall’inizio

Violetta
Violetta
Risposta al commento di  Deheb
7 Aprile 2021 11:41

sullo Stato “disfunzionale” concordo.

La profilazione la stanno gia facendo.
Probabilmente l’assicurazione personalizzata non è il fine ultimo.
Il controllo è il fine ultimo.

IlContadino
IlContadino
7 Aprile 2021 2:56

Nella questione “vaccino obbligatorio per il mondo intero, soprattutto per i neonati, e cerchiamo di portare gli adulti a bramare il loro” i denari sono una non-causa. A certe altezze i soldi non esistono, noi da quaggiù, immersi nella povertà, pensiamo che i nostri problemi siano anche i loro, è un pensare fallace.
Loro manipolano, convertono e corrompono le menti, questo è ciò che li fa stare al mondo, non l’accumulo di denaro, non sanno neanche cos’è il denaro.
Poi, nel nostro umile ragionare, cerchiamo di comprendere perché menti ipnotiche siano tanto importanti per loro, ma per farlo bisogna uscire dalla solita visione, quella nella quale siamo immersi fin dalla nascita, da quando riceviamo il primo punzecchio appunto. Dobbiamo uscire dalla bolla nella quale siamo immersi, quella va punzecchiata! … puff..sogno finito.

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  IlContadino
7 Aprile 2021 3:35

Eh d’accordo, ma non è facile, almeno per la maggior parte della gente. Io mi guardo intorno e vedo le persone sotto l’effetto di un incantesimo. Perché di un incantesimo si tratta. Totalmente imbambolate, incapaci di un minimo ragionamento, con comportamenti assurdi. Se anche provi a parlargli trovi di fronte a te un muro in cui non passa niente. Si sono convinti e si sono lasciati convincere abbastanza facilmente da menzogne che sono evidenti, da contraddizioni che sono evidenti. Eppure seguono quella strada che porta all’abisso, e vorrebbero portarci anche te! E qui diventano molto pericolose e, se possibile, da evitare con cura. E’ una dinamica che faccio fatica a capire. Certo c’è chi per i propri interessi la alimenta – i padroni del vapore – ma questo, secondo me, non spiega completamente la dinamica. C’è qualcos’altro che mi sfugge. Non credo si possa fare molto, bisogna lasciarli andare dove vogliono andare, forse un giorno si renderanno conto che la loro volontà non era la loro volontà, ma il frutto di condizionamenti ancestrali. E comunque non spetta a noi salvare nessuno. Questa al limite è il compito del Divino o Spirito, ma se anche esso non vuole, avrà le sue… Leggi tutto »

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  IlContadino
7 Aprile 2021 3:35

Eh d’accordo, ma non è facile, almeno per la maggior parte della gente. Io mi guardo intorno e vedo le persone sotto l’effetto di un incantesimo. Perché di un incantesimo si tratta. Totalmente imbambolate, incapaci di un minimo ragionamento, con comportamenti assurdi. Se anche provi a parlargli trovi di fronte a te un muro in cui non passa niente. Si sono convinti e si sono lasciati convincere abbastanza facilmente da menzogne che sono evidenti, da contraddizioni che sono evidenti. Eppure seguono quella strada che porta all’abisso, e vorrebbero portarci anche te! E qui diventano molto pericolose e, se possibile, da evitare con cura. E’ una dinamica che faccio fatica a capire. Certo c’è chi per i propri interessi la alimenta – i padroni del vapore – ma questo, secondo me, non spiega completamente la dinamica. C’è qualcos’altro che mi sfugge. Non credo si possa fare molto, bisogna lasciarli andare dove vogliono andare, forse un giorno si renderanno conto che la loro volontà non era la loro volontà, ma il frutto di condizionamenti ancestrali. E comunque non spetta a noi salvare nessuno. Questa al limite è il compito del Divino o Spirito, ma se anche esso non vuole, avrà le sue… Leggi tutto »

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  IlContadino
7 Aprile 2021 3:35

Eh d’accordo, ma non è facile, almeno per la maggior parte della gente. Io mi guardo intorno e vedo le persone sotto l’effetto di un incantesimo. Perché di un incantesimo si tratta. Totalmente imbambolate, incapaci di un minimo ragionamento, con comportamenti assurdi. Se anche provi a parlargli trovi di fronte a te un muro in cui non passa niente. Si sono convinti e si sono lasciati convincere abbastanza facilmente da menzogne che sono evidenti, da contraddizioni che sono evidenti. Eppure seguono quella strada che porta all’abisso, e vorrebbero portarci anche te! E qui diventano molto pericolose e, se possibile, da evitare con cura. E’ una dinamica che faccio fatica a capire. Certo c’è chi per i propri interessi la alimenta – i padroni del vapore – ma questo, secondo me, non spiega completamente la dinamica. C’è qualcos’altro che mi sfugge. Non credo si possa fare molto, bisogna lasciarli andare dove vogliono andare, forse un giorno si renderanno conto che la loro volontà non era la loro volontà, ma il frutto di condizionamenti ancestrali. E comunque non spetta a noi salvare nessuno. Questa al limite è il compito del Divino o Spirito, ma se anche esso non vuole, avrà le sue… Leggi tutto »

a-zero
a-zero
Risposta al commento di  LuxIgnis
7 Aprile 2021 5:11

la dinamica è la logica gerarchica del dominio, da un punto di vista pratico semplice zootecnia, però su un sistema a stabulazione “aperta”, cioè globale. Si ripete per coazione, con gli stessi schemi essenziali. capito il meccanismo gerarchico nucleare (gerarchia si compone con gerarchia), non c’è da scoprire chissà cosa, secondo me. E sempre la solita vecchia storia. Non aono d’accordo sulla rinuncia trascendentale di chi è fuori dalla malìa manipolatoria. La trascendenza solipsistica è valida per un fatto di qualità, di purezza. ma appunto perchè solipsistica destinata a sterile degenerazione, inazione, scarto, seppur d qualità. Di contro la mera trascendenza solipsistica di chi si ritrae nel suo puro facilità di molto, e in maniera del tuttoingiusta, la trascendenza a divinità di un manipolo di pazzoidi scriteriati ai vertici delle elitè. Questi vanno fatti scendere dal pero a costo di abbattere il pero! Già la massa inane li santifica per inerzia, se pure noi esercitiamo ò’inazione, il taglio degli artigli, la difensiva più ottusa, stucchevole e bigotta, allora hanno praterie spianate oltre ongi loro merito. Chi può ed è lucido deve attaccare. Basta anche un sasso dialettico al giorno, ma mai rinunciare a difendere il proprio libero arbitrio. E si… Leggi tutto »

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  a-zero
7 Aprile 2021 5:34

Concordo suppergiù, ma io difatti non ho mai parlato di rinuncia.

a-zero
a-zero
Risposta al commento di  LuxIgnis
9 Aprile 2021 17:04

Scusa l’ascesso di retorica, ma la consapevolezza dell’enormità del problema e la limitazione delle mie capacità mi da vertigini e cerco di darmi ogni volta uno schiaffo con la retorica, come quando ti viene sonno e non puoi dormire, non devi dormire. O come urlare maledettamente alla luna per dire .. ooohh ma sono soooloooo… Dura.

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  LuxIgnis
7 Aprile 2021 5:28

Sono d’accordo con entrambi, e come me riassumete bene quello che provo quotidianamente in questa realtà quasi-distopica. Ma la domanda che mi assilla è: “qual’è la migliore forma di una Resisitenza moderna?”, o meglio: come dobbiamo strutturarci per uscirne? Ne parlo quasi quotidianamente con la mia ragazza: comincio ad aver paura di questi “incantati”, perchè di fatto una parte di loro è anche ampiamente “fanatizzata”, tanto da aderire ormai ciecamente a questa nuova pseudo-religione. Dunque: cosa dobbiamo fare? Io penso, ditemi la vostra per favore, che una delle migliori opzioni sia calcare la mano legalmente, con delle class-action supportate da buoni avvocati, basandosi sulla forza della Costituzione e, in questo caso, anche sul Codice di Norimberga. Insomma sti criminali stanno palesemente schiacciando un sacco di leggi, e molti di loro sono già imputabili direttamente, nome e cognome, per reati gravissimi in violazione di suddette leggi “pilastro”… Quando cominceranno a dover pagare con prigione o risarcimenti i milioni di “colpiti” dovrebbero cominciare ad arretrare con questo golpe, no? Ditemi dove sbaglio…

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 5:46

E’ una giusta direzione la tua che condivido. Bisognerebbe martellarli con cause civili e penali tanto da intasare tutti i tribunali giudiziari del mondo.
Però quello che è evidente e va considerato è il tradimento degli intellettuali, scaduti ad una mediocrità vomitevole. E questo non succede solo ora con il Covid ma da parecchio tempo.
Per intellettuali intendo tutte quelle persone che hanno conoscenze e cultura e quindi sanno quello che sta succedendo. Nel libro “Mediocrazia” l’autore li identifica con i docenti universitari, cioè coloro che dovrebbero trasmettere il sapere ma invece trasmettono propaganda.
In poche parole mancano delle guide che coordinano le varie azioni che si possono mettere in moto.
Senza di queste figure la vedo dura. Ci vuole sempre qualcuno che coordini e dia il via a nuovi paradigmi che vanno a distruggere i vecchi.
Se un “mago nero” ha creato quest’incantesimo, ci vorrebbe un “mago bianco” che lo distrugga…O forse come ha detto Danone, in altro modo, ci vuole forse che tutti noi diventiamo “maghi bianchi”.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  LuxIgnis
7 Aprile 2021 6:56

Ma anche senza guardare ‘in alto’ e cercare gli intellettuali, o i cattedratici, basta guardare in basso e vedere come tutta la generazione di quelli che io chiamo ‘maestrini’ , i maestri e professorini vari si sia completamente pronata alla vulgata mainstream, totalmente avulsi dal loro ruolo di guida anzi fanno di tutto per imbavagliare l’infante e la logica, il buon senso, il ragionamento, l’esperienza e la vita. Quanto ci hanno messo a pretendere una mutanda su ogni bocca, a punire i bambini che si avvicinano fra di loro o che sorridono e sono felici. O a chiedere la DAD perché impauriti dai bambini untori. Non abbiamo sta gente figuriamoci gli intellettuali. E non hanno ancora capito che il passo dopo la Dad è la sostituzione del professorucolo/maestrino con un algoritmo o un video o comunque qualcosa di artificiale… E quando – karmicamente – tutto questo succederà, dall’alto dei loro studi non saranno nemmeno in grado di spiegarsi come sia potuto succedere. Non una voce hanno alzato per il bene degli alunni, ma solo lamenti inascoltabili per il bene delle loro chiappe.

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  LuxIgnis
7 Aprile 2021 5:57

Ci sono sempre stati degli intellettuali, più o meno rispettabili, sia schierati con il potere che completamente avversi ad esso. Es: Edward Bernays, inventore della propaganda vera e propria, non era scemo, o “traditore” dei suoi principi: quello era, un intellettuale schierato da quella parte. Ma va bene, rispetto che lui come tanti altri la pensino diversamente, e si contemporaneamente mi fa schifo che la propaganda, come tante altre armi, venga utilizzata per schiacciare tutte le altre idee non conformi. E’ qui però che ti ricordo che esistono ancora tanti, tantissimi intellettuali che sono “contro”, ma chiaramente non puoi pretendere che il potere li accolga tra le sue braccia. E per forza di cose questi ultimi hanno anche molta meno potenza mediatica per farsi sentire. Eppure appena li senti aprire bocca capisci che sono incazzati e sinceri. Ci sono sempre due poli insomma. Eppure gli avvocati e giudici fanno tutti lo stesso lavoro, non possono schierarsi più di tanto, son tenuti ad osservare le leggi già scritte: queste sono il pilastro sulla quale dobbiamo fare leva no?

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 6:04

Sono consapevole che il potere non lascia passare chi è contro. Ma io non vedo tanti intellettuali schierati contro. O per lo meno quelli che ci sono mi sembrano molto scarsi, o timidi.
Ma devo dire che sono molto scarsi anche quelli che stanno dalla parte del potere. Mediocri appunto.

danone
danone
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 5:36

Sbagli a non sbagliare.
In una società fatta a misura di baro, il giusto soffre.

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  danone
7 Aprile 2021 5:47

Se come dici tu, il “sistema” è completamente a misura di baro, la logica conseguenza è che dobbiamo gettare la spugna e subito, perchè tanto non c’è trincea che non sia già una trappola per noi? Io non ci sto, qualcosa bisogna pur fare, altrimenti gliela stiamo dando già vinta senza resistenza.

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  danone
7 Aprile 2021 5:47

Se come dici tu, il “sistema” è completamente a misura di baro, la logica conseguenza è che dobbiamo gettare la spugna e subito, perchè tanto non c’è trincea che non sia già una trappola per noi? Io non ci sto, qualcosa bisogna pur fare, altrimenti gliela stiamo dando già vinta senza resistenza.

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 5:52

Ciao Amon, mi stimoli questa visione. Noi tutti viviamo in una palude. Siamo nati in mezzo al fango e ci viene naturale pensare che apparteniamo a questo elemento. Arranchiamo quotidianamente per non finire sotto fino ai capelli. Poi un giorno, come per incanto, vedi un tizio che passeggia felice sul pratino fiorito che costeggia la palude. Non sapevi neanche che esistesse il pratino fiorito, la tua visione si limitava alla palude. Ecco, secondo me, quel tizio che è riuscito a spingersi fin sopra al prato è il miglior esempio da seguire, ti ha fatto un enorme piacere ad uscire dalla palude, e di certo ha compiuto sforzi immani. Ora si può rivolgersi ai compagni di palude e convincerli dell’esistenza del prato e cercare di uscire tutti assieme, sforzo che molto probabilmente non otterrà alcun risultato. Oppure si può tentare di emulare il tizio che ci ha aperto gli occhi, così che noi a nostra volta saremo di esempio agli altri. A mio avviso è impossibile tentare di convincere qualcuno dell’esistenza di un prato fiorito se anche noi siamo nella melma fino al collo. Lo sforzo va compiuto per uscire dalla palude, a tutti i costi! Le leggi che governano la… Leggi tutto »

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  IlContadino
7 Aprile 2021 6:00

La tua è’ una bella versione de “L’ aquila che si credeva un pollo. Storiellina raccontata nei libri di De Mello.
Ma io insisto a dire che almeno molti di noi dalla palude ne sono usciti, ma forse lo sbaglio che continuiamo a fare è quello di rivolgere lo sguardo ancora verso la palude.

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  LuxIgnis
7 Aprile 2021 6:22

Io penso che molti di noi iniziano a credere alla voce che c’è qualcuno che passeggia sul prato fiorito, alcuni l’hanno visto, e sono pochi coloro che si impegnano davvero nel quotidiano per uscire dal fango, è un lavoro che richiede un’energia che non siamo abituati a concepire, la famosa fede incrollabile. Il primo passo per sviluppare quel tipo di energia è comprendere che possiamo crearla solo per noi stessi, ci dobbiamo rinchiudere a guscio, sembra un comportamento egoista, invece è il gesto d’amore più grande che ci sia

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  IlContadino
7 Aprile 2021 6:30

Perché un’anima non vola quando sente la chiamata?
I pesci sulla spiaggia si muovono sempre verso il suono delle onde.
Un falco sente il tamburo e porta a casa la preda.
Perché non tutti i dervisci danzano al sole?
Sei fuggito dalla gabbia.
Le tue ali sono distese.
Adesso vola.
Hai dormito in capannoni e annessi
così a lungo che pensi di vivere lì.
Per quanti anni, come i bambini,
dobbiamo raccogliere bastoni e pezzi di ceramica rotta?
e far finta che siano preziosi?
Lascia l’infanzia. Vai al banchetto dei veri esseri umani.
Spacca in due lo stampo culturale.
Metti la testa fuori dal sacco.
Tieni questo libro nell’aria con la mano destra.
Sei abbastanza grande per distinguere la destra dalla sinistra?
Una voce dice alla tua chiarezza, Cammina.
Entra nel momento della tua morte.
Impara un po’ di disciplina lì.
All’anima, muoviti nell’invisibile,
e prendi ciò che ti è stato dato. Tu sei il re.
Formula la tua domanda e aspetta una risposta.

RUMI

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  IlContadino
7 Aprile 2021 6:06

Ma appunto, il prato fiorito è li bello da vedere: è la nostra vita libera di prima, dominata dalle stesse leggi che possono prosciugare il fango che si è creato artificiosamente. Personalmente cerco comunque di vivere al meglio tutti i giorni e il mio lembo di prato lo occupo come prima senza perderlo d’occhio (faccio quasi tutto quello che facevo prima), ma ti dico: soffro tantissimo, umanamente, per chi è afflitto dalla paura e che non riesce come me o assieme a me a godersi la vita come prima. Questo “mood” ci sta affossando, e oltre a tendere la mano a questi nel fango, cosa che tento sempre anche se non ho sempre successo, noi dobbiamo avere anche appigli più forti di noi singoli individui: la società e lo stato, per la collettività che rappresentano, sono ancora li e dobbiamo richiamarli al loro dovere, schiacciando questi portatori di fango che pensano di poterla fare franca. Ma siamo noi, tutti insieme, a doverli denunciare uno ad uno, non pensiamo che lo faccia qualun’altro per noi insomma.

Simsim
Simsim
Risposta al commento di  IlContadino
7 Aprile 2021 4:11

I denari sono ció che muove la catena sottostante. Per chi mette insieme la catena naturalmente non sono un fattore, concordo. E anche quando non sembra esserci senso in ció che fanno, il senso c´é sicuramente sempre. Anche se non lo vediamo chiaramente.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  IlContadino
7 Aprile 2021 6:39

Ma infatti chi li segue non lo fa per soldi, ma attratto in qualche modo dall’aura di potere che sta gente emana. E non stupisce che la maggior parte delle ‘pecore affascinate’ siano figlie del secolo scorso in cui il maggiordomismo è stato elevato a sistema, il secolo in cui ognuno avrebbe avuto i suoi 15 minuti di celebrità (la cugina zoccola della fama) sui giornali o qualche schermo TV cinema o telefonino, in cui i vecchi Dei imbolsiti sono stati sostituiti dai mega-mila direttori naturali bilaterali, supremi e clamorosi, di fantozziana memoria è i lavoratori sono stati sostituiti da pecore adoranti il pastore e adoranti il lupo, di nuovo, solo per sentirsi un po’ simili agli dei, anche loro col ‘megatelevisore del cazzo’ la doppia auto e la tessera del golf club. E oggi, se hanno 70 anni dispensano verità su internet tra una tg di Mentana e un programma della Palombelli, se ne hanno 80/90/100 li puoi trovare al più vicino centro vaccinale, con la speranza ardente di essere intervistati, dopo la punturina, da quelli del telegiornale e poter dire che ‘dopo tutto quello che hanno passato nella loro vita l’ultima cosa che li spaventa sono i vaccini!’.… Leggi tutto »

Annibal61
Annibal61
7 Aprile 2021 5:10

Certo che, se proprio fosse vera la storia dei passaporti vaccinali, faccenda che non è altro che un gigantesco affare di soldi e di dominio fisico sulle persone per poche Multinazionali (difficile credere essere caduti così in basso per una mente libera e democratica) si avvererebbero i timori che avevano i signori Hitler e Mussolini sul mondo senza confini governato dalle Elite. Senza confini non significa fratellanza e socialismo tra i popoli. Senza confini significa che i porci possono fare quello che gli pare in ogni luogo. Quindi se “Putin come Hitler…” stavolta si dovrebbe stare dalla parte di Hitler.

AlbertoConti
AlbertoConti
7 Aprile 2021 5:29

Fammo a capisse: c’è uno 0,1% di delinquenti che possiede la fabbrica dei vaccini, facendo tanti di quei soldi da comprarsi politici, giornalisti, docenti e ricercatori, l’intera classe medica (questa poi è cosa loro per contiguità settoriale, settore in cui sono monopolisti). I loro azionisti privati sono lo 0,1%, il loro cliente è lo Stato, ovvero il 99,9%. Le loro entrate vengono dallo Stato. A questo punto intervengono i giudici. Comprati pure loro? Certo che sì, in gran parte. Ma ne basta uno per avviare una mani-pulite-2, decapitando la classe politica tranne i pochi statalisti. A questo punto lo Stato confisca la fabbrica dei vaccini e spezza la spirale di corruzione e malasanità. E che ce vò? Voglio dire, questi ci provano continuamente a minacciarci, fino a che ci riescono a porre in atto le loro minacce. Sta a noi passare al contrattacco, cominciando a palesare la possibilità reale, che diventerebbe presto volontà di popolo, di distruggerli con un tratto di penna. Se mai si comincia a dirlo mai si comincerà a farlo. Comunque fin dall’inizio della controffensiva il risultato immediato è quello di fargli abbassare la cresta. E’ sempre stato così. La prova di forza è potere del denaro… Leggi tutto »

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Aprile 2021 5:36

Ho scritto più o meno la stessa cosa più sotto: insomma, chi sta portando avanti questo andazzo è già imputabile per reati gravissimi, contro la Costituzione e contro il Codice di Norimberga, e probabilmente di tante altre carte giuridicamente importanti, mi aiuti un avvocato qui per farmi capire se dico baggianate. E se mettessimo in piedi una bella class action, con una buona e generosa partecipazione individuale, potremmo pagarci dei bei avvocati e assieme a loro procedere a denuncia collettiva verso di loro? Non possono scappare, sarebbero in trappola e costretti a pagare per quello che hanno già fatto. Ovviamente i loro “colleghi” sarebbero consecutivamente inibiti dal proseguire con questo golpe, no?

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 7:13

Non è niente male l’idea di una class action autofinanziata. Anche solo sul fronte del risarcimento dei danni non c’è che l’imbarazzo della scelta. Concordo anche sulla necessità di avvocati competenti in materia, per una prima fase di “studio di fattibilità”.

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 7:13

Non è niente male l’idea di una class action autofinanziata. Anche solo sul fronte del risarcimento dei danni non c’è che l’imbarazzo della scelta. Concordo anche sulla necessità di avvocati competenti in materia, per una prima fase di “studio di fattibilità”.

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Aprile 2021 7:28

C’è qualche associazione che sta già operando in tal senso che tu sappia?

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Aprile 2021 9:39

Grazie mille!

lurker
lurker
7 Aprile 2021 5:49

Segnalo una svista della traduzione:

Se non resisteremo ai passaporti vaccinali e se cederemo alle lusinghe del “votiamo per la ragione,”

dovrebbe essere

Se non resisteremo ai passaporti vaccinali e non “votiamo per la ragione,”

Il link associato a “votiamo per la ragione” (https://voteforreason.com/it/ nella versione italiana) descrive una proposta alternativa ai vaccini e basata su alcuni micronutrienti come descritto in questo articolo (in inglese, come e’ la norma per gli articoli scientifici):

https://www.jcmnh.org/micronutrient-combination-inhibits-two-key-steps-of-coronavirus-sars-cov-2-infection-viral-binding-to-ace2-receptor-and-its-cellular-expression/#full-textaa4c-f71a

Per la cronaca, tra gli autori dell’articolo c’e’ il Dr. Matthias Rath. Sia il dominio voteforreason.com che quello da cui e’ tratto l’articolo qui tradotto appartengono alla Dr. Rath Health Foundation; nella pagina di presentazione della rivista che ha pubblicato l’articolo indicato prima (https://www.jcmnh.org/about-us/), tra i link utili ci sono solo link a domini associati al Dott.Rath. Insomma, un personaggio abbastanza autoreferenziale, il che non vuol dire che la sua proposta sia necessariamente sbagliata, ma andrebbe presa con un po’ di attenzione.

R66
R66
7 Aprile 2021 7:34

Secondo me l’argomento va affrontato in maniera più cruda, non farlo creerebbe la solita illusione del manipolo che impone, mentre tutti gli altri subiscono. Cadremmo in errore se pensassimo che l’accettazione di un passaporto selezionatore possa essere costruita in un baleno, la base su cui fare perno esiste già e ci sono voluti non pochi decenni di lavorio incessante per strutturala. Comprendo che l’idea del manipolo risulta più morbida da concepire, ma non rispecchia la realtà, per quanto si possa far finta che la colpa sia tutta dell’orco, va presa coscienza che gran parte delle persone vicine ci manderebbero al macello soltanto per il relax offerto da una cena o dal viaggetto a mo’ di ora d’aria. Concetti simil-apartheid si attivano con il bene stare della maggioranza, non si tratta di pochi che impongono, ma di molti che ne fanno propri i principi. Vogliamo stare vicino a persone del genere? Vogliamo illuderci che loro non centrano perché sono nostro padre, madre, sorella o marito? Personalmente non farò proprio un bel nulla oltre al rifiuto, non voglio vivere accanto a persone che non mi vendono fin tanto che non c’è un compratore. Che lo istituiscano e che i miserabili, assecondandolo, si… Leggi tutto »

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  R66
7 Aprile 2021 9:51

Severo ma inevitabile.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  R66
7 Aprile 2021 9:51

Severo ma inevitabile.

danone
danone
7 Aprile 2021 5:34

Hanno preparato tutto prima, ci hanno avvisato che lo facevano, ci hanno detto il chi (Bill Gates-OMS-big pharma), il come (corona-virus studiati-manipolati da anni in laboratori specializzati ovunque), perfino il dove ci hanno detto (event 201=two one= to Wuhan), e ancora fatichiamo ad affermare che il covid è una trappola per topi, invece di una crisi sanitaria.
Il nostro problema siamo noi-umani di massa, come qualcuno ha già scritto. Non c’è nessun evento occasionale-casuale che possa tirarci fuori dalla ipno-sceneggiata, nessun Messia o Salvatore che tenga. A sto giro dobbiamo diventare causali di noi stessi per la prima volta da millenni. O riusciamo a salire un pò, come gruppo umano, la scala della consapevolezza, riuscendo finalmente a vedere, considerare, tutelare e perseguire il nostro bene comune, o è lo stesso Universo che lascerà fare, come lascia fare le mattanze ai pescatori di tonni, senza che scenda nessun arcangelo dei tonni a rompere le tonnare, o a bruciarle col fuoco della giustizia del Dio dei tonni.

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  danone
7 Aprile 2021 5:44

Hai perfettamente ragione, ma sta sceneggiata tiene “schiacciata” una fetta indiscutibilmente maggioritaria della popolazione che a sua volta (non tutti per fortuna), fanatizzati dalla situazione, nella paura, obbediscono a qualsiasi liturgia e annuiscono davanti a tutti questi provvedimenti neo-fascisti… E cercano pure di farci la predica a noi “dubbiosi”… Insomma in tempi brevi non mi aspetto nessun “risveglio” anche se sarebbe auspicabile: temo che dobbiamo puntare a qualcosa di più tangibile, no? Insomma come ho scritto da altre parti: sti criminali stanno pur violando delle leggi no? E non solo 1, ma tante e importanti. Son destinati a pagare… E ti anticipo una domanda che mi sto già ponendo: il sistema giudiziario sarebbe in grado di perseguire tali criminali in forza di tali leggi “gerarchimamente” ben più importanti dei dpcm&co?

danone
danone
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 6:07

Io a differenza dei politici e degli imprenditori non credo alla magistratura, mi dispiace, è più forte di me. E’ già tutta corrotta, è una masso-magistratura, come c’è la masso-mafia, le masso-Istituzioni di Stato ed oggi ci accorgiamo anche della masso-sanità.
Sarà la necessità e la disperazione di noi “uomini di buona volontà” che aguzzerà gli ingegni e aprirà nuove prospettive, come è sempre stato.

AlbertoConti
AlbertoConti
Risposta al commento di  danone
7 Aprile 2021 6:13

La magistratura ha pur sempre il vincolo della logica formale. Non la può aggirare all’infinito, per “politicizzata” e di parte che sia. Il cartello che campeggia nei tribunali “La legge è uguale per tutti” è un’arma a doppio taglio, ineliminabile anche da una magistratura interamente massonica. Anche tra loro ci sarà sempre un giudice-bambino che griderà “il re è nudo!”, mentre tutti loro sanno benissimo che il loro re è veramente nudo, e ne sono terrorizzati, sempre.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  AlbertoConti
7 Aprile 2021 9:44

Sarà pur vero, ma in un qualsiasi tribunale la logica formale si ferma davanti al principio del ‘libero convincimento’.

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  danone
7 Aprile 2021 6:19

Quindi in soldoni proponi “tachipirina e vigile attesa” come ai poveri disperati che, fiduciosi dei protocolli, attendono di andare ad occupare un posto in ospedale? Cioè cosa dobbiamo ancora vedere per capire dove vogliono arrivare veramente? Mi viene in mente 1984, verso la fine, quando il torturatore dice a Smith: “l’umanità in futuro? immaginatela con uno scarpone in faccia perennemente”… o qualcosa del genere. In quelle menti perverse di neo-aristocratici cosa pensi che vogliano farci? Ci disprezzano. Se questa cosa dei passaporti vaccinali va fino in fondo, finirà come minimo in Israele: apartheid bell’e buono, e poi? c’è ancora un poi? Mancano solo i campi di concentramento per gli “esitatori vaccinali” o i “dubbiosi”, etc… Ci metteranno la loro bella etichetta (nuova stella di david) e ci sbatteranno dove non possiamo più dar fastidio. Bisogna stare più attenti e fare qualcosa, io li non ci voglio arrivare.

danone
danone
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 6:30

Quindi in soldoni proponi “tachipirina e vigile attesa”

Se è quello che capisci dai miei interventi non so cosa farci.
Io farò di tutto per difendere la mia libertà e di chi posso aiutare, in qualunque forma e direzione si manifesterà, che oggi non conosco ancora, ma non mi faccio più illusioni, nè per me, nè per gli altri, non ho più 15 anni e nel tempo le mie disillusioni me le sono già tolte con notevole soddisfazione per giunta.
Ti consiglio di fare altrettanto.

AmonAmarth
AmonAmarth
Risposta al commento di  danone
7 Aprile 2021 7:25

Credimi, capisco bene la tua analisi, ma non la tua conclusione perchè è disfattista, getta la spugna. Anche io (purtroppo) ho perso fiducia in quasi tutte le istituzioni, ma nel campo giuridico (noto in questi mesi) c’è ancora qualche sentenza che ti fa dire “ah, però, gli avvocati e le cause…”, una speranza insomma, un solo barlume di luce e non una cieca fede nel “sistema” tutto. Sto cercando di capire con altri dove si trovano le crepe di questo monolite di oppressione per incunearmi e far leva dove serve, credo sarai d’accordo che non ci rimane altro che questo. Scusa per il “tachipirina”, era una provocazione, ma la “vigile attesa” è esattamente quello che stiamo facendo ora leggendo, capendo pure, incazzandoci, e consultandoci nervosamente via tastiera. Qualcuno l’altro giorno mi parlava di qualche associazione di avvocati costituzionalisti… Aiuti?

danone
danone
Risposta al commento di  AmonAmarth
7 Aprile 2021 7:45

Un mio amico educatore ha saputo che deve fare il vaccino, se no gli hanno detto che rischia grosso di restare senza stipendio, vero o falso che sia, lo stato dell’arte per lui, nel suo lavoro, è questo. Secondo te io cosa gli ho consigliato? Di passare da me che posso aiutarlo, essendo al corrente, proprio grazie a questo sito, del lavoro di avvocati come il Fusillo o altri riferimenti a me noti e non a lui, che sta letteralmente strippando. Quindi mi stai interpretando male quando dici che sono disfattista, o che getto la spugna. Tutt’altro, su sta cosa sono carico come una balestra ed occhio a chi mi tocca per sbaglio, perchè potrebbe partire una freccia e farsi male. Sebbene sia vero che non ho più fiducia nelle istituzioni umane, proprio perchè le conosco e ho imparato a non raccontarmela più questa favolina, so anche bene quali sono le mie-nostre potenzialità di uomini svegli e di buona volontà. Ma quest’uomo deve ancora imparare ad essere totalmente sincero con se stesso ed ammettere che il campo di gioco e l’eventuale vittoria, non dimora solo su questo piano materiale, dove vogliono a tutti i costi confinarci i maghi neri dei… Leggi tutto »

lurker
lurker
7 Aprile 2021 5:49

Segnalo una svista della traduzione:

Se non resisteremo ai passaporti vaccinali e se cederemo alle lusinghe del “votiamo per la ragione,”

dovrebbe essere

Se non resisteremo ai passaporti vaccinali e non “votiamo per la ragione,”

Il link associato a “votiamo per la ragione” (https://voteforreason.com/it/ nella versione italiana) descrive una proposta alternativa ai vaccini e basata su alcuni micronutrienti come descritto in questo articolo (in inglese, come e’ la norma per gli articoli scientifici):

https://www.jcmnh.org/micronutrient-combination-inhibits-two-key-steps-of-coronavirus-sars-cov-2-infection-viral-binding-to-ace2-receptor-and-its-cellular-expression/#full-textaa4c-f71a

Per la cronaca, tra gli autori dell’articolo c’e’ il Dr. Matthias Rath. Sia il dominio voteforreason.com che quello da cui e’ tratto l’articolo qui tradotto appartengono alla Dr. Rath Health Foundation; nella pagina di presentazione della rivista che ha pubblicato l’articolo indicato prima (https://www.jcmnh.org/about-us/), tra i link utili ci sono solo link a domini associati al Dott.Rath. Insomma, un personaggio abbastanza autoreferenziale, il che non vuol dire che la sua proposta sia necessariamente sbagliata, ma andrebbe presa con un po’ di attenzione.

giovanni
giovanni
7 Aprile 2021 7:03

Ho letto che sono in corso le procedure autorizzative per potere somministrare i vaccini nelle farmacie; di questo passo tra pochi mesi la vaccinazione la si potrà fare anche nelle edicole….
Considerato che il vaccino non immunizza dalla malattia “originaria” o da eventuali varianti, quanto possiamo stimare possa costare un certificato falso?

merolone
merolone
7 Aprile 2021 12:31
66
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x