Fauci non sa spiegare il crollo dei casi nel Texas senza restrizioni

Covid: il consigliere medico della Casa Bianca non sa spiegare perché in Texas dopo la fine delle restrizioni i casi siano crollati

 

Terra Brasil News – 6 aprile 2021

 

Quasi un mese fa, lo stato americano del Texas ha restituito la libertà ai suoi cittadini e ha sospeso tutte le restrizioni adottate durante la [pretesa] pandemia da Coronavirus.

La decisione ha generato proteste e critiche da parte dei media e del presidente Joe Biden, che temeva un’esplosione di casi. Tuttavia, dopo tre settimane di vita normale, senza l’uso obbligatorio di mascherine e con tutte le attività in funzione, il Texas ha sorpreso e registrato un calo significativo del numero di infezioni.

Durante un’intervista con il programma Morning Joe di MSNBC martedì 6, il dottor Anthony Fauci, consigliere medico della Casa Bianca, ha cercato di minimizzare la riduzione dei casi e ha detto di non “cantare vittoria” così presto. Non è stato però in grado di spiegare il motivo di ciò che è successo nello stato.

Secondo Fox News, durante questo fine settimana lo stato ha registrato il numero più basso di contagiati presenti negli ospedali statali dal giugno dello scorso anno.

Se da un lato lunedì è stato segnalato un aumento dei casi segnalati, dall’altro la media degli ultimi sette giorni è scesa drasticamente dal mese scorso.

Per il consigliere della Casa Bianca, sarebbe prematuro concludere che la misura è stata utile, e sarebbe necessario osservare gli eventi “a lungo termine”. Non ha saputo spiegare perché le misure hanno funzionato e hanno ridotto i casi.

Quando l’intervistatore di MSNBC Willie Geist ha chiesto a Fauci dell’apparente successo del Texas, il dottore ha fatto una previsione terroristica.

Può crearsi confusione perché potrebbe trattarsi di un effetto ritardato, perché spesso bisogna aspettare qualche settimana prima di vedere l’effetto di quello che si sta facendo ora“, ha detto Fauci. “Non sono molto fiducioso“, ha aggiunto. “Può darsi che abbiano fatto bene a riaprire, ma dovremo aspettare e vedere cosa succede a lungo termine“.

Su Twitter, le dichiarazioni del medico hanno generato ripercussioni ed è uno degli argomenti più discussi sui social network. Alcuni utenti di Internet confrontano il dottor Fauci con l’ex ministro della salute Luiz Henrique Mandetta (silurato da Bolsonaro ad aprile 2020, n.d.t.), e il Texas con la città brasiliana di Chapecó, nello stato di Santa Catarina, il cui sindaco criticò i lockdown, sostenendo che con il trattamento precoce morti e ricoveri erano calati.

 

Link: https://terrabrasilnoticias.com/2021/04/covid-conselheiro-medico-da-casa-branca-nao-sabe-explicar-como-casos-no-texas-despencaram-apos-fim-das-restricoes/

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

Sul tema vale la pena di leggere o rileggere anche:

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Quasar
Quasar
7 Aprile 2021 15:58

non e’ che non lo sa spiegare lo sa benissimo

il problema e’ che non vuole spiegarlo

perche’ sarebbe l’ammissione che Trump aveva ragione a dire fire faucci

Quasar
Quasar
7 Aprile 2021 15:58

non e’ che non lo sa spiegare lo sa benissimo

il problema e’ che non vuole spiegarlo

perche’ sarebbe l’ammissione che Trump aveva ragione a dire fire faucci

Manente
Manente
8 Aprile 2021 7:14

Fauci non è un uomo di scienza, ma un sorcio da laboratorio pagato dagli stregoni del covid per fare esperimenti sugli esseri umani.

montezuma
montezuma
9 Aprile 2021 3:56

Ho letto un po’ di stampa locale in Texas ed altrove. In pratica non si vede alcun incremento rilevante delle infezioni. Possiamo stare tranquilli, non ne parleranno molto nei nostri media. In compenso continueranno a parlare di Bolsonaro (pro prossime elezioni!) facendo confronti che non stanno né in cielo né in terra!

Claudio
Claudio
Risposta al commento di  montezuma
9 Aprile 2021 5:46

Non è una provocazione ma chiedo semplicemente: perchè i dati del Brasile senza restrizioni non sarebbero confrontabili?

montezuma
montezuma
Risposta al commento di  Claudio
9 Aprile 2021 7:21

È una questione che va avanti da oltre un anno. Da un punto di vista sanitario e statistico, abbiamo assistito a dei confronti inaccettabili tra nazioni aventi condizioni sensibilmente diverse. È il caso del Brasile, ma anche degli USA, dell’India. A parte le differenze di condizioni igieniche che non sono quasi mai citate, il confronto può avvenire solo tra dati omogenei, per es. contagiati x 100mila abitanti.
Se rivede un po’ di notizie di cronaca, noterà che vengono fatti confronti tra numeri assoluti degli USA e dell’India, quando quest’ ultima ha 4 volte gli abìtanti dei primi. Naturalmente dall’insediamento di Biden i media non lo fanno quasi più!
Suggerisco di verificare altri dati, per es. il confronto Italia – Svezia. Oppure come ci si può confrontare con la Cina che dichiara zero (sic) casi!!